• it

martedì, 28 febbraio 2017

Chi nasconde il proprio dovere alla propria coscienza, trascurerà di pagare il suo debito al suo prossimo.

15 luglio 2015

Iside Svelata

copertina iside
Iside Svelata, opera scritta da Helena Petrovna Blavatsky nel 1877 e sottotitolata “Chiave universale dei misteri della scienza e della teologia antiche e moderne”, rappresenta una delle pietre miliari della letteratura teosofica e venne dedicata dall’autrice proprio alla Società Teosofica. Si tratta di un’opera monumentale (circa 2000 pagine nell’edizione italiana) salutata fin dall’inizio da un grande successo, correlato all’ampiezza dei contenuti, in grado di far conoscere al mondo occidentale gli insegnamenti delle tradizioni orientali.
L’Iside Svelata è suddivisa in due volumi, il primo dedicato alla Scienza ed il secondo alla Teologia. Ciascuno dei due volumi è, a sua volta, suddiviso in due parti.
Questa edizione 2015 è il reprint di quella che è stata curata da Edoardo Bratina, segretario generale della Società Teosofica Italiana dal 1971 fino al 1995.
Afferma H.P. Blavatsky: “Non è mai esistita, né potrà mai esistere più di una religione universale, poiché la verità che procede da Dio è una sola”.
Nonostante siano passati più di 115 anni dalla sua scomparsa,l’autrice del libro, Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891), fa ancora parlare di sé e la sua figura rimane una delle più straordinarie, enigmatiche e affascinanti di tutti i tempi.
I numerosi scritti di Blavatsky diffusero, anche nell’austero clima culturale europeo di fine Ottocento, una nuova concezione dell’esistenza umana e della vita dopo la morte, influenzando profondamente il pensiero di scrittori, pittori, scienziati e musicisti (da Jack London a D.H. Lawrence, da Gauguin a Klee, da Mahler a Sibelius, da Edison a Yeats).

© 2007-2020 Società Teosofica Italiana. Tutti i diritti riservati.

Tutela della privacy

E-mail: sti@teosofica.org