Rivista Italiana di Teosofia

Dicembre 2018

Anno LXXIV - N.12
cover dicembre 2018

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2018-2018 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Per un Natale di consapevolezza
A. Girardi 1

Teosofia e parapsicologia (1° parte)
E. Bratina 2

Giovanni della Croce
M. de Grandis 8

Aprire le porte della percezione
P. Conte 16

Sapienza stoica e cosmopolitismo
A. Braggio 20

Nonviolenza vera e falsa: oltre pregiudizi e fraintendimenti
R. Fantini 25

I guaritori di campagna
P. Giovetti 27

I teosofi italiani e la Grande Guerra
A. Girardi 31

Aggiornamento sui progetti dell’Ordine Teosofico di Servizio Italiano
S. Sartori e S. Schiavo 32

Pagine dalla letteratura teosofica
33

Testi per l’intuizione [XXXIX]
34

Segnalazioni 36
Dai Gruppi 36

Per un Natale di consapevolezza

Il Natale, oltre che un momento ricco di simbologia e di devozione, è legato a tante opere d’arte, che ne illustrano il significato e l’impatto profondo nel cuore degli esseri umani.
Il solstizio d’inverno è il momento in cui la Luce espande la propria forza e l’immagine del Gesù luminoso è quella che incarna la potenzialità cristica, il Logos che si fa carne.
Nell’ olio su tela di Mattia Stomer, “Adorazione dei pastori” (XVII secolo, Torino, Palazzo Madama), i pastori rappresentano tutto il genere umano nella sua potenzialità di riconoscere l’incarnazione della Luce. La Madre osserva, vicina e lontana a un tempo la sua creatura: rappresenta l’ascendenza e il punto di contatto fra la Materia purificata e lo Spirito. Sullo sfondo, lo sguardo partecipe e armonico di Giuseppe. Nel tempo che scorre si rinnova il patto fra l’essere umano e il Cosmo, che trova luce in ogni bimbo che nasce, in ogni vita che sboccia, in ogni espressione della manifestazione che mostra così la vita nel suo lato benedetto.
Il Natale: una realtà, un simbolo legato al Buono e al Bello. Una possibilità di consapevolezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Numero di telefono della Segreteria Generale della S.T.I.
Informiamo i Lettori che il numero telefonico della Segreteria Generale è il seguente: 0444-962921. Il numero 0444 561244 è stato soppresso.

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2019
È il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2018.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2018 il Consiglio Generale della S.T.I. ha fissato le seguenti quote: quota associativa euro 35,00 indivisibili (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, che è l’organo statutario di informazione istituzionale); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, la differenza è dovuta alle maggiori spese postali di spedizione della RIT); quota di ingresso per i nuovi soci euro 50,00 (solo per il primo anno, comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00; quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 2.000,00.
Abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 45,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, oppure potranno inviare un bonifico bancario intestato a: Società Teosofica Italiana, sul conto Bancoposta della S.T.I. codice IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.
I Soci dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o i Segretari dei Centri di appartenenza.
È possibile anche richiedere l’invio della R.I.T. in modalità elettronica, via e-mail, in formato pdf. L’opzione è alternativa a quella dell’invio cartaceo.

143^ Convenzione Internazionale
La 143^ Convenzione della Società Teosofica avrà luogo, come di consueto, presso il Quartier Generale della Società Teosofica ad Adyar, Chennai, India, dal 31 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019.
Questo il tema: “Truth and Beauty: A Field Beyond” (Verità e bellezza: lo spazio oltre).
Tutti i membri della Società Teosofica sono invitati a prendervi parte!
Dal 27 al 29 dicembre inoltre si terrà, sempre nel meraviglioso contesto del campus di Adyar, l’International Youth Convention, che avrà come titolo: “Yogic life through Bhakti yoga, Jnana yoga, Raja yoga and Karma yoga”. Saranno ammessi ai lavori membri e simpatizzanti di età compresa tra i 18 e i 45 anni.
Per partecipare ai due eventi rivolgersi alla segreteria generale: sti@teosofica.org, oppure allo 0444 962921.
Tutte le informazioni di dettaglio sulla Convenzione Internazionale si possono reperire al link: http://www.ts-adyar.org/event/143rd-international-convention
Questo il link invece per l’International Youth Convention: https://ts-adyar.org/event/international-youth-convention

Arte e Magia - Il fascino dell’esoterismo in Europa
Questo il tema della mostra, creata da Francesco Parisi, che si è aperta il 29 settembre scorso a Rovigo, nel bel contesto di Palazzo Roverella.
L’esposizione comprende 237 opere, articolate in 10 sezioni, che coincidono con le sale della mostra: 1) Enigma, invito al silenzio; 2) L’architettura esoterica: i templi e gli altari; 3) Rose + Croix; 4) Monte Verità; 5) La notte e i suoi invitati; 6) Diavoli, Streghe e Maghi; 7) Spiritismo; 8) Ex Oriente Lux; 9) Archetipi e Forme Ancestrali; 10) Psyche, Cosmo, Aura.
La rassegna rappresenta un’importante testimonianza di quel movimento naturale, di cui la Società Teosofica è stata una dei protagonisti, che nell’ultimo quarto di secolo dell’Ottocento e nel primo quarto del Novecento ha fatto prepotentemente riemergere l’interesse per l’esoterismo e le dottrine ermetiche, influenzando decisamente il campo artistico, in particolare quello figurativo, la letteratura e l’architettura.
Percorrendo le sale di Palazzo Roverella si coglie appieno l’influenza che la Teosofia ha avuto sulle correnti artistiche legate al Simbolismo, al Futurismo e all’Astrattismo e va dato atto al curatore di aver ben messo in luce questo aspetto, come testimonia anche il ricco catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale.
Ma il visitatore e lo studioso dovrebbero anche porsi la domanda: perché la Teosofia, specie attraverso le opere e l’azione di H.P. Blavatsky, di Annie Besant, C.W. Leadbeater e anche di Rudolf Steiner, ha avuto un’influenza tanto importante su artisti del calibro di Kandinskij, Klee, Mondrian, Balla, Delville e tanti altri? La risposta, probabilmente, si trova considerando due aspetti: innanzitutto il contributo che gli autori teosofici, in primis H.P. Blavatsky, hanno dato al forte allargamento del campo d’indagine riguardante l’essere umano e il suo rapporto con la vita e l’Universo, con la conseguenza che la sola rappresentazione della realtà colta dai sensi appariva insufficiente per raffigurare ciò che è “reale”. Il secondo aspetto ha a che fare con la possibilità di descrivere in termini di luce, colori, simboli la complessità di una manifestazione in cui spirito e materia riflettono, in modo non manicheo, la Vita Una. Ecco la ragione per la quale “La Dottrina Segreta” di H.P. Blavatsky, “Le Forme Pensiero” e “L’uomo visibile e l’uomo invisibile” di Besant e Leadbeater hanno avuto tanta influenza su grandi artisti e letterati.
Tornando alla mostra di Rovigo va rilevato che l’allestimento è a tratti poco luminoso e leggibile per il visitatore, mentre le sezioni 6 e 7 marcano un forte contrasto “vibrazionale” con tutto il resto.
Invitiamo i visitatori a soffermarsi con attenzione (e intuizione) davanti a Fantasticherie nella notte di Alphonse Osbert e allo Studio per “Les Kumaras” di Jean Delville e a “Lichtgebet” di Fidus (Hugo Hoppener). Oltre che, naturalmente, davanti alle magnifiche opere di Kandinskij, Klee, Balla, Mondrian e altri.

Maria Montessori, la Teosofia e la Società Teosofica
Abbiamo precedentemente dato notizia dell’importante iniziativa del Corriere della Sera che, a partire dal 20 agosto, ha proposto la lettura di libri dedicati a Maria Montessori ed al suo metodo, con lo slogan “La libertà è la migliore disciplina”.
Si tratta di opere di o su Maria Montessori, rivolte a genitori, insegnanti e a chiunque abbia a che fare con i bambini.
Segnaliamo che due di questi libri hanno una forte relazione con il rapporto fra Maria Montessori e la Società Teosofica; si tratta dei testi “Maria Montessori – una biografia” di Paola Giovetti (che è stato in vendita con il Corriere della Sera dal 5 novembre) e “I segreti di Maria Montessori” di Egidio Lucchini (che è invece in vendita dal 26 novembre).
Ricordiamo la stretta connessione fra Maria Montessori e la Società Teosofica, di cui era socia, i soggiorni pluriennali della grande italiana ad Adyar, presso il Quartier Generale della S.T., l’attivazione, grazie alla S.T., di molte scuole montessoriane in tutto il subcontinente indiano.
Il metodo Montessori si basa sull’indipendenza, sulla libertà di scelta e sul rispetto dello sviluppo fisico, psicologico e sociale del bambino, favorendone la naturale creatività. Un percorso che invita a dare fiducia ai più piccoli, puntando sui loro talenti e sulla loro naturale vocazione a imparare e scoprire, per sviluppare le immense potenzialità di cui ogni bambino è dotato.

Dall’uomo creato all’uomo creatore – istruzioni per far nuovo il mondo
Questo è il tema del Convegno che si svolgerà il 9 dicembre prossimo (ore 10-18) presso il Forte di Bard in Valle d’Aosta.
Il sottotitolo “Istruzioni per far nuovo il mondo” svela l’anelito degli organizzatori che è quello di focalizzare, con il coinvolgimento di autorevoli relatori, le tante possibilità che l’essere umano ha a disposizione per contribuire all’avvento di un mondo migliore.
L’affascinante contesto del Forte di Bard contribuirà a dare forza a questa giornata di approfondimento.

Ricordi del teosofo Bernardino del Boca al Villaggio Verde di Cavallirio
La Fondazione Bernardino del Boca, presieduta da Enrico Sempi, organizza per domenica 9 dicembre il consueto appuntamento annuale in ricordo del prof. Bernardino del Boca, eminente teosofo, pittore, scrittore e antropologo, nonché ispiratore del Villaggio Verde di Cavallirio (NO).
L’appuntamento è fissato per le ore 15,00 presso la sala Congressi del Villaggio Verde (località San Germano).
Relatore di quest’anno sarà il dott. Sergio Calvi, componente del C.E. della Società Teosofica Italiana e che è stato uno dei promotori della Fondazione Bernardino del Boca.

Recensioni

Gravidanza consapevole
L’Associazione Bianca Buchal, che porta avanti meritoriamente il lavoro spirituale della teosofa Bianca Buchal sulla maternità e paternità consapevoli, informa che il libro di Bianca “Gravidanza Consapevole” è stato tradotto in inglese.
Il Professore Carlo Belli, docente all’Università per Stranieri di Perugia, lo ha scelto come uno dei Testi di Studio per un Progetto Internazionale finanziato dall’Unione Europea e titolato: “Parent Education and Awareness of Communty to Enable Social Inclusion of Teenagers Exposed to the risk of becoming parents” (Educazione parentale e sensibilizzazione della comunità al fine di permettere l’integrazione sociale degli adolescenti esposti al rischio di diventare genitori). Questo progetto si svilupperà in un arco di tempo di due anni e sei sono i Paesi europei che ne fanno parte: Romania, Italia, Cipro, Grecia, Lettonia e Belgio. Il Team Italiano è collegato all’Università per Stranieri di Perugia.
Il libro “Maternity Awareness” è edito Stella Mattutina Edizioni e fa parte della Collana Athena Universitaria.

Dai gruppi

Gruppo Udine
Il 15 ottobre scorso il Gruppo Teosofico “Mahatma K.H.” di Udine si è riunito in assemblea per le elezioni delle cariche sociali.
Gabriella Lepore è stata rieletta all’unanimità alla Presidenza. Vice presidente è stata designata Carla Zanini, Tesoriere sarà Marinella Montico, Segretario Alfredo Passoni e Bibliotecaria Marzia Piussi.
Cari auguri di buon lavoro teosofico alle sorelle e ai fratelli della sede di Udine della Società Teosofica.

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze organizzate nelle varie località.

Dicembre 2018

Anno LXXIV - N.12
cover dicembre 2018

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2018-2018 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Per un Natale di consapevolezza
A. Girardi 1

Teosofia e parapsicologia (1° parte)
E. Bratina 2

Giovanni della Croce
M. de Grandis 8

Aprire le porte della percezione
P. Conte 16

Sapienza stoica e cosmopolitismo
A. Braggio 20

Nonviolenza vera e falsa: oltre pregiudizi e fraintendimenti
R. Fantini 25

I guaritori di campagna
P. Giovetti 27

I teosofi italiani e la Grande Guerra
A. Girardi 31

Aggiornamento sui progetti dell’Ordine Teosofico di Servizio Italiano
S. Sartori e S. Schiavo 32

Pagine dalla letteratura teosofica
33

Testi per l’intuizione [XXXIX]
34

Segnalazioni 36
Dai Gruppi 36

Per un Natale di consapevolezza

Il Natale, oltre che un momento ricco di simbologia e di devozione, è legato a tante opere d’arte, che ne illustrano il significato e l’impatto profondo nel cuore degli esseri umani.
Il solstizio d’inverno è il momento in cui la Luce espande la propria forza e l’immagine del Gesù luminoso è quella che incarna la potenzialità cristica, il Logos che si fa carne.
Nell’ olio su tela di Mattia Stomer, “Adorazione dei pastori” (XVII secolo, Torino, Palazzo Madama), i pastori rappresentano tutto il genere umano nella sua potenzialità di riconoscere l’incarnazione della Luce. La Madre osserva, vicina e lontana a un tempo la sua creatura: rappresenta l’ascendenza e il punto di contatto fra la Materia purificata e lo Spirito. Sullo sfondo, lo sguardo partecipe e armonico di Giuseppe. Nel tempo che scorre si rinnova il patto fra l’essere umano e il Cosmo, che trova luce in ogni bimbo che nasce, in ogni vita che sboccia, in ogni espressione della manifestazione che mostra così la vita nel suo lato benedetto.
Il Natale: una realtà, un simbolo legato al Buono e al Bello. Una possibilità di consapevolezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Numero di telefono della Segreteria Generale della S.T.I.
Informiamo i Lettori che il numero telefonico della Segreteria Generale è il seguente: 0444-962921. Il numero 0444 561244 è stato soppresso.

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2019
È il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2018.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2018 il Consiglio Generale della S.T.I. ha fissato le seguenti quote: quota associativa euro 35,00 indivisibili (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, che è l’organo statutario di informazione istituzionale); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, la differenza è dovuta alle maggiori spese postali di spedizione della RIT); quota di ingresso per i nuovi soci euro 50,00 (solo per il primo anno, comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00; quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 2.000,00.
Abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 45,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, oppure potranno inviare un bonifico bancario intestato a: Società Teosofica Italiana, sul conto Bancoposta della S.T.I. codice IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.
I Soci dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o i Segretari dei Centri di appartenenza.
È possibile anche richiedere l’invio della R.I.T. in modalità elettronica, via e-mail, in formato pdf. L’opzione è alternativa a quella dell’invio cartaceo.

143^ Convenzione Internazionale
La 143^ Convenzione della Società Teosofica avrà luogo, come di consueto, presso il Quartier Generale della Società Teosofica ad Adyar, Chennai, India, dal 31 dicembre 2018 al 5 gennaio 2019.
Questo il tema: “Truth and Beauty: A Field Beyond” (Verità e bellezza: lo spazio oltre).
Tutti i membri della Società Teosofica sono invitati a prendervi parte!
Dal 27 al 29 dicembre inoltre si terrà, sempre nel meraviglioso contesto del campus di Adyar, l’International Youth Convention, che avrà come titolo: “Yogic life through Bhakti yoga, Jnana yoga, Raja yoga and Karma yoga”. Saranno ammessi ai lavori membri e simpatizzanti di età compresa tra i 18 e i 45 anni.
Per partecipare ai due eventi rivolgersi alla segreteria generale: sti@teosofica.org, oppure allo 0444 962921.
Tutte le informazioni di dettaglio sulla Convenzione Internazionale si possono reperire al link: http://www.ts-adyar.org/event/143rd-international-convention
Questo il link invece per l’International Youth Convention: https://ts-adyar.org/event/international-youth-convention

Arte e Magia - Il fascino dell’esoterismo in Europa
Questo il tema della mostra, creata da Francesco Parisi, che si è aperta il 29 settembre scorso a Rovigo, nel bel contesto di Palazzo Roverella.
L’esposizione comprende 237 opere, articolate in 10 sezioni, che coincidono con le sale della mostra: 1) Enigma, invito al silenzio; 2) L’architettura esoterica: i templi e gli altari; 3) Rose + Croix; 4) Monte Verità; 5) La notte e i suoi invitati; 6) Diavoli, Streghe e Maghi; 7) Spiritismo; 8) Ex Oriente Lux; 9) Archetipi e Forme Ancestrali; 10) Psyche, Cosmo, Aura.
La rassegna rappresenta un’importante testimonianza di quel movimento naturale, di cui la Società Teosofica è stata una dei protagonisti, che nell’ultimo quarto di secolo dell’Ottocento e nel primo quarto del Novecento ha fatto prepotentemente riemergere l’interesse per l’esoterismo e le dottrine ermetiche, influenzando decisamente il campo artistico, in particolare quello figurativo, la letteratura e l’architettura.
Percorrendo le sale di Palazzo Roverella si coglie appieno l’influenza che la Teosofia ha avuto sulle correnti artistiche legate al Simbolismo, al Futurismo e all’Astrattismo e va dato atto al curatore di aver ben messo in luce questo aspetto, come testimonia anche il ricco catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale.
Ma il visitatore e lo studioso dovrebbero anche porsi la domanda: perché la Teosofia, specie attraverso le opere e l’azione di H.P. Blavatsky, di Annie Besant, C.W. Leadbeater e anche di Rudolf Steiner, ha avuto un’influenza tanto importante su artisti del calibro di Kandinskij, Klee, Mondrian, Balla, Delville e tanti altri? La risposta, probabilmente, si trova considerando due aspetti: innanzitutto il contributo che gli autori teosofici, in primis H.P. Blavatsky, hanno dato al forte allargamento del campo d’indagine riguardante l’essere umano e il suo rapporto con la vita e l’Universo, con la conseguenza che la sola rappresentazione della realtà colta dai sensi appariva insufficiente per raffigurare ciò che è “reale”. Il secondo aspetto ha a che fare con la possibilità di descrivere in termini di luce, colori, simboli la complessità di una manifestazione in cui spirito e materia riflettono, in modo non manicheo, la Vita Una. Ecco la ragione per la quale “La Dottrina Segreta” di H.P. Blavatsky, “Le Forme Pensiero” e “L’uomo visibile e l’uomo invisibile” di Besant e Leadbeater hanno avuto tanta influenza su grandi artisti e letterati.
Tornando alla mostra di Rovigo va rilevato che l’allestimento è a tratti poco luminoso e leggibile per il visitatore, mentre le sezioni 6 e 7 marcano un forte contrasto “vibrazionale” con tutto il resto.
Invitiamo i visitatori a soffermarsi con attenzione (e intuizione) davanti a Fantasticherie nella notte di Alphonse Osbert e allo Studio per “Les Kumaras” di Jean Delville e a “Lichtgebet” di Fidus (Hugo Hoppener). Oltre che, naturalmente, davanti alle magnifiche opere di Kandinskij, Klee, Balla, Mondrian e altri.

Maria Montessori, la Teosofia e la Società Teosofica
Abbiamo precedentemente dato notizia dell’importante iniziativa del Corriere della Sera che, a partire dal 20 agosto, ha proposto la lettura di libri dedicati a Maria Montessori ed al suo metodo, con lo slogan “La libertà è la migliore disciplina”.
Si tratta di opere di o su Maria Montessori, rivolte a genitori, insegnanti e a chiunque abbia a che fare con i bambini.
Segnaliamo che due di questi libri hanno una forte relazione con il rapporto fra Maria Montessori e la Società Teosofica; si tratta dei testi “Maria Montessori – una biografia” di Paola Giovetti (che è stato in vendita con il Corriere della Sera dal 5 novembre) e “I segreti di Maria Montessori” di Egidio Lucchini (che è invece in vendita dal 26 novembre).
Ricordiamo la stretta connessione fra Maria Montessori e la Società Teosofica, di cui era socia, i soggiorni pluriennali della grande italiana ad Adyar, presso il Quartier Generale della S.T., l’attivazione, grazie alla S.T., di molte scuole montessoriane in tutto il subcontinente indiano.
Il metodo Montessori si basa sull’indipendenza, sulla libertà di scelta e sul rispetto dello sviluppo fisico, psicologico e sociale del bambino, favorendone la naturale creatività. Un percorso che invita a dare fiducia ai più piccoli, puntando sui loro talenti e sulla loro naturale vocazione a imparare e scoprire, per sviluppare le immense potenzialità di cui ogni bambino è dotato.

Dall’uomo creato all’uomo creatore – istruzioni per far nuovo il mondo
Questo è il tema del Convegno che si svolgerà il 9 dicembre prossimo (ore 10-18) presso il Forte di Bard in Valle d’Aosta.
Il sottotitolo “Istruzioni per far nuovo il mondo” svela l’anelito degli organizzatori che è quello di focalizzare, con il coinvolgimento di autorevoli relatori, le tante possibilità che l’essere umano ha a disposizione per contribuire all’avvento di un mondo migliore.
L’affascinante contesto del Forte di Bard contribuirà a dare forza a questa giornata di approfondimento.

Ricordi del teosofo Bernardino del Boca al Villaggio Verde di Cavallirio
La Fondazione Bernardino del Boca, presieduta da Enrico Sempi, organizza per domenica 9 dicembre il consueto appuntamento annuale in ricordo del prof. Bernardino del Boca, eminente teosofo, pittore, scrittore e antropologo, nonché ispiratore del Villaggio Verde di Cavallirio (NO).
L’appuntamento è fissato per le ore 15,00 presso la sala Congressi del Villaggio Verde (località San Germano).
Relatore di quest’anno sarà il dott. Sergio Calvi, componente del C.E. della Società Teosofica Italiana e che è stato uno dei promotori della Fondazione Bernardino del Boca.

Recensioni

Gravidanza consapevole
L’Associazione Bianca Buchal, che porta avanti meritoriamente il lavoro spirituale della teosofa Bianca Buchal sulla maternità e paternità consapevoli, informa che il libro di Bianca “Gravidanza Consapevole” è stato tradotto in inglese.
Il Professore Carlo Belli, docente all’Università per Stranieri di Perugia, lo ha scelto come uno dei Testi di Studio per un Progetto Internazionale finanziato dall’Unione Europea e titolato: “Parent Education and Awareness of Communty to Enable Social Inclusion of Teenagers Exposed to the risk of becoming parents” (Educazione parentale e sensibilizzazione della comunità al fine di permettere l’integrazione sociale degli adolescenti esposti al rischio di diventare genitori). Questo progetto si svilupperà in un arco di tempo di due anni e sei sono i Paesi europei che ne fanno parte: Romania, Italia, Cipro, Grecia, Lettonia e Belgio. Il Team Italiano è collegato all’Università per Stranieri di Perugia.
Il libro “Maternity Awareness” è edito Stella Mattutina Edizioni e fa parte della Collana Athena Universitaria.

Dai gruppi

Gruppo Udine
Il 15 ottobre scorso il Gruppo Teosofico “Mahatma K.H.” di Udine si è riunito in assemblea per le elezioni delle cariche sociali.
Gabriella Lepore è stata rieletta all’unanimità alla Presidenza. Vice presidente è stata designata Carla Zanini, Tesoriere sarà Marinella Montico, Segretario Alfredo Passoni e Bibliotecaria Marzia Piussi.
Cari auguri di buon lavoro teosofico alle sorelle e ai fratelli della sede di Udine della Società Teosofica.

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze organizzate nelle varie località.