• it

martedì, 28 febbraio 2017

Chi nasconde il proprio dovere alla propria coscienza, trascurerà di pagare il suo debito al suo prossimo.

“La Teosofia non è un genere di filosofia vuota, o una nuova setta o religione, ma ha a che fare con l'imparare qualcosa sulla vita e con la realizzazione della sua bellezza e del suo significato.
Quelli che la lavorano in questo senso diventano una luce che irradia amicizia e armonia, gentilezza e amore in atto verso tutti.
Se quello che studiamo non porta un tale cambiamento sulla qualità delle nostre relazioni e del nostro atteggiamento, allora c’è qualcosa che manca nel nostro modo di capire la Teosofia”.

RADHA BURNIER
(Presidente mondiale della S.T.
dal 1980 al 2013)

Area riservata

Ultime notizie

Dei in esilio - index

Pagine dalla Letteratura Teosofica

L’USO DELLA VOLONTA’ NELL’OCCULTISMO Quando applichiamo tutto ciò all’uso della volontà per raggiungere la perfezione, che è la nostra meta, vediamo…
BdB mostra index

Il fuoco sacro della bellezza nel segno di Bernardino del Boca

È stata inaugurata il 18 febbraio scorso a Novara, nel magnifico contesto del complesso monumentale del Broletto, la mostra dedicata alle opere…
Adyar - index

Adyar Day

Da quando è stata fondata a New York il 17 novembre 1875, la Società Teosofica ha sviluppato un’intensa e riconosciuta attività a favore della…

© 2007-2020 Società Teosofica Italiana. Tutti i diritti riservati.

Tutela della privacy

E-mail: sti@teosofica.org