banner dicembre 2018

Gli scopi, la Storia

l’Attività a favore della Fratellanza

Un uomo dotto senza allievi è un albero che non porta frutti; un devoto che non faccia opere buone è una casa senza porta.

La Società Teosofica



“La Teosofia non è un genere di filosofia vuota, o una nuova setta o religione, ma ha a che fare con l'imparare qualcosa sulla vita e con la realizzazione della sua bellezza e del suo significato. Quelli che la lavorano in questo senso diventano una luce che irradia amicizia e armonia, gentilezza e amore in atto verso tutti. Se quello che studiamo non porta un tale cambiamento sulla qualità delle nostre relazioni e del nostro atteggiamento, allora c’è qualcosa che manca nel nostro modo di capire la Teosofia”

Radha Burnier
(Presidente mondiale della S.T. dal 1980 al 2013)

Scopri di più

Ultime notizie

Coscienza ed evoluzione nel pensiero di Pietro Ubaldi

Coscienza ed evoluzione
Pietro Ubaldi (Foligno 1886 – San Vicente, Brasile, 1972), è stato uno dei maggiori spiritualisti del Novecento e il prof. Gaetano Mollo, docente…
Continua

I Tarocchi – arcani maggiori

I Tarocchi – arcani maggiori INDICE
Adriana Simeoni, coordinatrice dei Gruppi Teosofici romani nella sede di Corso Trieste 88/90, ha pubblicato presso Terre Sommerse un nuovo libro: “I…
Continua

Cresce l’interesse per il pittore Luigi Pericle

Luigi Pericle INDICE
Luigi Pericle Giovannetti (Basilea, 1916 – Ascona, 2001), è stato un importante artista figurativo contemporaneo la cui opera è tornata recentemente…
Continua