Maggio 2016

Anno LXXII - N.05
cover Maggio 2016

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Conservare il legame intatto
A. Girardi 1

H.P.B. Messaggera della Luce
I. Hoskins 2

Una chiara visione e una vita sensata
R. Burnier 4

René Guénon, la S.T. e la Teosofia (parte prima)
E. Bratina 8

Dante e l’Alchimia
R. Finzi 12

Skrjabin filosofo, poeta e mistico (prima parte)
A. Bistarelli 16

Dall’Ermafrodita all’Androgino
F. Zarattini 24

Diego de Henriquez-un teosofo triestino
V. Cerceo 29

Pagine della letteratura teosofica
30

Testi per l’intuizione (XIII)
31

Seminario Teosofico di Monte Verità
33

Rendiconto S.T.I. al 31.12.2015
34


Segnalazioni 35
Dai gruppi 36
Giornata Internazionale della Felicità
37

Conservare il legame intatto

L’8 maggio di ogni anno i Teosofi di tutto il mondo ricordano, con intatta riconoscenza, H.P. Blavatsky che, poco prima di passare oltre il velo della materia, raccomandò di “conservare il legame intatto”, con un chiaro riferimento alla Saggezza perenne di cui era stata ambasciatrice lungo tutto il corso della vita.
In relazione alle parole di H.P.B. ci si deve chiedere quali siano gli aspetti che compongono questo legame.
Una prima risposta ci è suggerita dal buon senso.
C’è infatti tutta una serie di “fattori dell’essere” che danno forma a questo legame: il rapporto con i Maestri di Saggezza, la riconoscenza per i Pionieri della Società Teosofica, il vivere la realtà dell’indagine filosofica e della tradizione senza dimenticare i valori del cuore, della solidarietà, dell’azione per gli altri, l’intuizione ed un legame armonico con la natura, la creazione e l’interpretazione artistica, la meditazione.
Ma questi elementi, per portare ad uno sviluppo della nostra coscienza che vada oltre al raggio d’azione del piccolo “io”, vanno messi in relazione con un processo di osservazione neutrale (e integrale) di ciò che sta fuori e dentro di noi.
Non è dunque di soli "strumenti" che abbiamo bisogno, quanto piuttosto della possibilità di considerare e vivere un tipo di osservazione ove non vi siano né giudizi discriminanti né conclusioni preconcette.
Un’osservazione di tal fatta porta, paradossalmente, al superamento della distinzione fra l’osservatore e la cosa osservata.
In questo “cortocircuito” della percezione le barriere del tempo e dello spazio si infrangono, perché il divenire non è più necessario.
Una sorta di liberazione risulta così possibile per l’essere umano, che non ha più la necessità di “andare verso”, ma vive la consapevolezza di “essere qui ed ora”.
Nel passaggio concettuale dalla percezione all’osservazione integrale c’è tutta la differenza fra l’accumulazione e la comprensione intuitiva.
Il pensiero associativo, figlio del tempo, lascia lo spazio al Silenzio che è Amore.
Scrive Jiddu Krishnamurti nel suo “Diario" che “l'ordine non è misurabile, lo è solo il disordine".
L’incerto fiore della ricerca spirituale è dunque il superamento del dualismo fra cosa osservata ed osservatore, è osservazione integrale, è meditazione, amore, silenzio e dunque perenne saggezza in atto.

Antonio Girardi

Segnalazioni

A Perugia il 102° Congresso nazionale della S.T.I.
Il 102° Congresso nazionale della S.T.I. si svolgerà a Perugia dal 2 al 5 giugno 2016, presso l’Hotel Sacro Cuore. Il tema che sarà trattato sarà: “Jiddu Krishnamurti e la Teosofia”.
Nel numero di aprile della Rivista sono stati inseriti la scheda di iscrizione e il programma del Congresso, consultabili anche nell’Area Soci del sito della S.T.I.
Si segnala che il corretto indirizzo e-mail dell’Hotel Sacro Cuore è il seguente: info@hotelsacrocuore.com.
Quello del Congresso è l’appuntamento più rilevante a cui sono chiamati i Soci ed i Simpatizzanti della S.T.I. È l’occasione non solo di approfondire un importante tema di studio, ma anche di condividere i diritti ed i doveri della vita associativa di un Ente Morale qual è la S.T.I. (Assemblea dei Soci, riunione del Consiglio Generale, etc.).

Elezione del Segretario Generale della S.T.I.
Il Vice Segretario Generale della S.T.I. Pietro Francesco Cascino, responsabile della procedura per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I. per il triennio luglio 2016 - luglio 2019 informa che, entro il termine previsto del 26 marzo, è stata segnalata una sola candidatura per l'elezione a Segretario Generale della Società Teosofica Italiana. Si tratta di quella di Antonio Girardi, Segretario Generale uscente, il cui curriculum e programma sono inseriti nell’area soci del sito della S.T.I. e verranno inviati a tutti gli elettori, contestualmente all’invio delle schede.
Poiché il candidato è uno solo, la votazione che è stata avviata acquista il significato di un referendum.
Hanno diritto di voto i Soci effettivi della S.T.I., compresi quelli sostenitori e vitalizi.
Le schede di votazione dovranno pervenire presso la sede legale della S.T.I., in via Quintino Sella, 83/E a Vicenza, entro le ore 12 del giorno mercoledì 1° giugno 2016.
I soci partecipanti al 102° Congresso della S.T.I., che si svolgerà a Perugia dal 2 al 5 giugno 2016, potranno invece consegnare o far consegnare la propria scheda prima dell'inizio dei lavori congressuali (previsto per le ore 10.00 del 3 giugno) nell’apposita urna sigillata, che verrà predisposta nella Sede del Congresso stesso.
All'apertura del 102° Congresso verrà nominata una Commissione Elettorale composta di tre membri che non rivestano cariche sociali e non siano candidati. La commissione provvederà allo scrutinio della totalità delle schede, ovvero di quelle pervenute tramite posta e di quelle consegnate a mano presso la Sede del Congresso. La Commissione, esaurita la fase di scrutinio, proclamerà poi il risultato.

Elezione alle cariche sociali
In occasione del 102° Congresso nazionale della S.T.I. che si svolgerà a Perugiab dal 02 al 5 giugno, il Consiglio Generale nominerà il Comitato Esecutivo, i Revisori dei Conti ed i Probiviri.
I candidati devono presentare la loro candidatura in forma scritta al Segretario Generale prima del Congresso.

Tutto il mondo dell’O.T.S.
Segnaliamo, a tutti coloro che fossero interessati alle molteplici attività dell’Ordine Teosofico di Servizio in tutto il mondo, che è possibile tenersi aggiornati collegandosi all’indirizzo: http://international.theoservice.org/
L’Ordine Teosofico di Servizio venne fondato da Annie Besant nel febbraio del 1908, sei mesi dopo la sua elezione a Presidente internazionale della S.T. con questo gesto ella intendeva rispondere al desiderio di molti membri che desideravano organizzarsi in vari campi di servizio, per dare attiva promozione al Primo Scopo della S.T., che così recita: “Formare un nucleo della Fratellanza Universale senza distinzioni di razza, credo, sesso, casta o colore”. Il motto che venne scelto fu: “L’unione di coloro che amano, al servizio di coloro che soffrono”.
Nel sito si trovano anche le indicazioni per ricevere la Newsletter periodica.
Per informazioni sulle attività dell’O.T.S. in Italia: http://www.teosofica.org/it/ordine-teosofico-di-servizio/,213

La coscienza è ovunque
Nuove teorie neuroscientifiche si trovano in accordo con il Buddismo nell’affermare che la coscienza è una proprietà intrinseca, proprio come la gravità. Questa acquisizione apre a grandi opportunità di collaborazione tra buddisti e neuroscienziati.
Nel 2013 il neuroscienziato Christof Koch, uno dei massimi esperti a livello mondiale di studi sulla coscienza, andò in un monastero indiano a discutere della questione con un gruppo di monaci buddisti e con il Dalai Lama, con cui esaminò il tema per un giorno intero. Nonostante i loro approcci fossero diversi i due pensatori, alla fine delle discussioni si trovarono d’accordo su ogni punto.
Nel suo lavoro sulla coscienza Koch collabora con lo studioso italiano Giulio Tononi, docente della University of Wisconsin–Madison e padre della teoria della coscienza, detta Integrated Information Theory (IIT), definita da Koch “la sola teoria fondamentale sulla coscienza davvero promettente”.
Per ulteriori informazioni consultare:
http://www.lionsroar.com/christof-koch-unites-buddhist-neuroscience-universal-nature-mind/

Tanti i vantaggi di una dieta vegana
Secondo un articolo apparso nel sito de Il fatto quotidiano, un gruppo di ricercatori della Oxford University ha ipotizzato che i benefici di una dieta vegana sarebbero molto significativi e porterebbero, nel 2050, a oltre 8 milioni di morti per malattia in meno e, inoltre, ad un risparmio per i sistemi sanitari, tra i 700 e i mille miliardi di dollari l’anno.
Per la lettura dell’articolo cliccare: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/23/con-dieta-vegan-in-tutto-il-mondo-81-milioni-di-morti-in-meno-nel-2050/2576917/=

Il Pi greco (3,14) merita una festa ma anche un pensiero riconoscente
Anche il 14 marzo scorso molte iniziative hanno ricordato quello che viene ormai chiamato il giorno del Pi greco (nella grafia anglosassone il 14 marzo viene indicato appunto come 3.14). Si tratta di una vera e propria “festa” promossa per la prima volta nel 1988 dal Museo Exploratorium di San Francisco. Ma perché il Pi greco è così importante? Si tratta di una costante matematica che indica il rapporto fra la circonferenza ed il diametro del cerchio e che viene costantemente utilizzata, come ha ribadito recentemente la NASA ricordando l’utilizzo del Pi greco nella misurazione dei crateri su marte. Il Pi greco viene chiamato anche Costante di Archimede (III secolo a.C.) o, anche, costante di Ludolph.
Pi greco è un numero irrazionale e questa costante matematica è descritta in modo astratto e quindi indipendente da misure. La ricerca delle costanti matematiche è antichissima. XX secoli prima di Cristo i Babilonesi usavano il rapporto 25/8 = 3,125 e gli Egizi 16/9 alla seconda = 3,1605.
Il Pi greco non può essere scritto come quoziente di due interi, è un numero trascendente (ovvero non è un numero algebrico), come ha dimostrato Ferdinand von Lindemann nel 1882. Ciò significa che è impossibile esprimere usando un numero finito di interi, di frazioni e di loro radici. Questo aspetto stabilisce l'impossibilità della quadratura del cerchio, cioè la costruzione con riga e compasso di un quadrato della stessa area di un dato cerchio. Per gli esoteristi Pi greco ha un alto valore simbolico (e anche pratico) perché rappresenta il passaggio dall’armonia del cerchio (il Tutto di un insieme) i cui punti sono equidistanti dal centro, alla realtà concreta della dimensione spazio-temporale (il quaternario inferiore). La sfida per l’Uomo di Buona Volontà è vivere la realtà dello spazio e del tempo collegandola all’eterno ed infinito Tutto.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Maggio 2016

Anno LXXII - N.05
cover Maggio 2016

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Conservare il legame intatto
A. Girardi 1

H.P.B. Messaggera della Luce
I. Hoskins 2

Una chiara visione e una vita sensata
R. Burnier 4

René Guénon, la S.T. e la Teosofia (parte prima)
E. Bratina 8

Dante e l’Alchimia
R. Finzi 12

Skrjabin filosofo, poeta e mistico (prima parte)
A. Bistarelli 16

Dall’Ermafrodita all’Androgino
F. Zarattini 24

Diego de Henriquez-un teosofo triestino
V. Cerceo 29

Pagine della letteratura teosofica
30

Testi per l’intuizione (XIII)
31

Seminario Teosofico di Monte Verità
33

Rendiconto S.T.I. al 31.12.2015
34


Segnalazioni 35
Dai gruppi 36
Giornata Internazionale della Felicità
37

Conservare il legame intatto

L’8 maggio di ogni anno i Teosofi di tutto il mondo ricordano, con intatta riconoscenza, H.P. Blavatsky che, poco prima di passare oltre il velo della materia, raccomandò di “conservare il legame intatto”, con un chiaro riferimento alla Saggezza perenne di cui era stata ambasciatrice lungo tutto il corso della vita.
In relazione alle parole di H.P.B. ci si deve chiedere quali siano gli aspetti che compongono questo legame.
Una prima risposta ci è suggerita dal buon senso.
C’è infatti tutta una serie di “fattori dell’essere” che danno forma a questo legame: il rapporto con i Maestri di Saggezza, la riconoscenza per i Pionieri della Società Teosofica, il vivere la realtà dell’indagine filosofica e della tradizione senza dimenticare i valori del cuore, della solidarietà, dell’azione per gli altri, l’intuizione ed un legame armonico con la natura, la creazione e l’interpretazione artistica, la meditazione.
Ma questi elementi, per portare ad uno sviluppo della nostra coscienza che vada oltre al raggio d’azione del piccolo “io”, vanno messi in relazione con un processo di osservazione neutrale (e integrale) di ciò che sta fuori e dentro di noi.
Non è dunque di soli "strumenti" che abbiamo bisogno, quanto piuttosto della possibilità di considerare e vivere un tipo di osservazione ove non vi siano né giudizi discriminanti né conclusioni preconcette.
Un’osservazione di tal fatta porta, paradossalmente, al superamento della distinzione fra l’osservatore e la cosa osservata.
In questo “cortocircuito” della percezione le barriere del tempo e dello spazio si infrangono, perché il divenire non è più necessario.
Una sorta di liberazione risulta così possibile per l’essere umano, che non ha più la necessità di “andare verso”, ma vive la consapevolezza di “essere qui ed ora”.
Nel passaggio concettuale dalla percezione all’osservazione integrale c’è tutta la differenza fra l’accumulazione e la comprensione intuitiva.
Il pensiero associativo, figlio del tempo, lascia lo spazio al Silenzio che è Amore.
Scrive Jiddu Krishnamurti nel suo “Diario" che “l'ordine non è misurabile, lo è solo il disordine".
L’incerto fiore della ricerca spirituale è dunque il superamento del dualismo fra cosa osservata ed osservatore, è osservazione integrale, è meditazione, amore, silenzio e dunque perenne saggezza in atto.

Antonio Girardi

Segnalazioni

A Perugia il 102° Congresso nazionale della S.T.I.
Il 102° Congresso nazionale della S.T.I. si svolgerà a Perugia dal 2 al 5 giugno 2016, presso l’Hotel Sacro Cuore. Il tema che sarà trattato sarà: “Jiddu Krishnamurti e la Teosofia”.
Nel numero di aprile della Rivista sono stati inseriti la scheda di iscrizione e il programma del Congresso, consultabili anche nell’Area Soci del sito della S.T.I.
Si segnala che il corretto indirizzo e-mail dell’Hotel Sacro Cuore è il seguente: info@hotelsacrocuore.com.
Quello del Congresso è l’appuntamento più rilevante a cui sono chiamati i Soci ed i Simpatizzanti della S.T.I. È l’occasione non solo di approfondire un importante tema di studio, ma anche di condividere i diritti ed i doveri della vita associativa di un Ente Morale qual è la S.T.I. (Assemblea dei Soci, riunione del Consiglio Generale, etc.).

Elezione del Segretario Generale della S.T.I.
Il Vice Segretario Generale della S.T.I. Pietro Francesco Cascino, responsabile della procedura per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I. per il triennio luglio 2016 - luglio 2019 informa che, entro il termine previsto del 26 marzo, è stata segnalata una sola candidatura per l'elezione a Segretario Generale della Società Teosofica Italiana. Si tratta di quella di Antonio Girardi, Segretario Generale uscente, il cui curriculum e programma sono inseriti nell’area soci del sito della S.T.I. e verranno inviati a tutti gli elettori, contestualmente all’invio delle schede.
Poiché il candidato è uno solo, la votazione che è stata avviata acquista il significato di un referendum.
Hanno diritto di voto i Soci effettivi della S.T.I., compresi quelli sostenitori e vitalizi.
Le schede di votazione dovranno pervenire presso la sede legale della S.T.I., in via Quintino Sella, 83/E a Vicenza, entro le ore 12 del giorno mercoledì 1° giugno 2016.
I soci partecipanti al 102° Congresso della S.T.I., che si svolgerà a Perugia dal 2 al 5 giugno 2016, potranno invece consegnare o far consegnare la propria scheda prima dell'inizio dei lavori congressuali (previsto per le ore 10.00 del 3 giugno) nell’apposita urna sigillata, che verrà predisposta nella Sede del Congresso stesso.
All'apertura del 102° Congresso verrà nominata una Commissione Elettorale composta di tre membri che non rivestano cariche sociali e non siano candidati. La commissione provvederà allo scrutinio della totalità delle schede, ovvero di quelle pervenute tramite posta e di quelle consegnate a mano presso la Sede del Congresso. La Commissione, esaurita la fase di scrutinio, proclamerà poi il risultato.

Elezione alle cariche sociali
In occasione del 102° Congresso nazionale della S.T.I. che si svolgerà a Perugiab dal 02 al 5 giugno, il Consiglio Generale nominerà il Comitato Esecutivo, i Revisori dei Conti ed i Probiviri.
I candidati devono presentare la loro candidatura in forma scritta al Segretario Generale prima del Congresso.

Tutto il mondo dell’O.T.S.
Segnaliamo, a tutti coloro che fossero interessati alle molteplici attività dell’Ordine Teosofico di Servizio in tutto il mondo, che è possibile tenersi aggiornati collegandosi all’indirizzo: http://international.theoservice.org/
L’Ordine Teosofico di Servizio venne fondato da Annie Besant nel febbraio del 1908, sei mesi dopo la sua elezione a Presidente internazionale della S.T. con questo gesto ella intendeva rispondere al desiderio di molti membri che desideravano organizzarsi in vari campi di servizio, per dare attiva promozione al Primo Scopo della S.T., che così recita: “Formare un nucleo della Fratellanza Universale senza distinzioni di razza, credo, sesso, casta o colore”. Il motto che venne scelto fu: “L’unione di coloro che amano, al servizio di coloro che soffrono”.
Nel sito si trovano anche le indicazioni per ricevere la Newsletter periodica.
Per informazioni sulle attività dell’O.T.S. in Italia: http://www.teosofica.org/it/ordine-teosofico-di-servizio/,213

La coscienza è ovunque
Nuove teorie neuroscientifiche si trovano in accordo con il Buddismo nell’affermare che la coscienza è una proprietà intrinseca, proprio come la gravità. Questa acquisizione apre a grandi opportunità di collaborazione tra buddisti e neuroscienziati.
Nel 2013 il neuroscienziato Christof Koch, uno dei massimi esperti a livello mondiale di studi sulla coscienza, andò in un monastero indiano a discutere della questione con un gruppo di monaci buddisti e con il Dalai Lama, con cui esaminò il tema per un giorno intero. Nonostante i loro approcci fossero diversi i due pensatori, alla fine delle discussioni si trovarono d’accordo su ogni punto.
Nel suo lavoro sulla coscienza Koch collabora con lo studioso italiano Giulio Tononi, docente della University of Wisconsin–Madison e padre della teoria della coscienza, detta Integrated Information Theory (IIT), definita da Koch “la sola teoria fondamentale sulla coscienza davvero promettente”.
Per ulteriori informazioni consultare:
http://www.lionsroar.com/christof-koch-unites-buddhist-neuroscience-universal-nature-mind/

Tanti i vantaggi di una dieta vegana
Secondo un articolo apparso nel sito de Il fatto quotidiano, un gruppo di ricercatori della Oxford University ha ipotizzato che i benefici di una dieta vegana sarebbero molto significativi e porterebbero, nel 2050, a oltre 8 milioni di morti per malattia in meno e, inoltre, ad un risparmio per i sistemi sanitari, tra i 700 e i mille miliardi di dollari l’anno.
Per la lettura dell’articolo cliccare: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/03/23/con-dieta-vegan-in-tutto-il-mondo-81-milioni-di-morti-in-meno-nel-2050/2576917/=

Il Pi greco (3,14) merita una festa ma anche un pensiero riconoscente
Anche il 14 marzo scorso molte iniziative hanno ricordato quello che viene ormai chiamato il giorno del Pi greco (nella grafia anglosassone il 14 marzo viene indicato appunto come 3.14). Si tratta di una vera e propria “festa” promossa per la prima volta nel 1988 dal Museo Exploratorium di San Francisco. Ma perché il Pi greco è così importante? Si tratta di una costante matematica che indica il rapporto fra la circonferenza ed il diametro del cerchio e che viene costantemente utilizzata, come ha ribadito recentemente la NASA ricordando l’utilizzo del Pi greco nella misurazione dei crateri su marte. Il Pi greco viene chiamato anche Costante di Archimede (III secolo a.C.) o, anche, costante di Ludolph.
Pi greco è un numero irrazionale e questa costante matematica è descritta in modo astratto e quindi indipendente da misure. La ricerca delle costanti matematiche è antichissima. XX secoli prima di Cristo i Babilonesi usavano il rapporto 25/8 = 3,125 e gli Egizi 16/9 alla seconda = 3,1605.
Il Pi greco non può essere scritto come quoziente di due interi, è un numero trascendente (ovvero non è un numero algebrico), come ha dimostrato Ferdinand von Lindemann nel 1882. Ciò significa che è impossibile esprimere usando un numero finito di interi, di frazioni e di loro radici. Questo aspetto stabilisce l'impossibilità della quadratura del cerchio, cioè la costruzione con riga e compasso di un quadrato della stessa area di un dato cerchio. Per gli esoteristi Pi greco ha un alto valore simbolico (e anche pratico) perché rappresenta il passaggio dall’armonia del cerchio (il Tutto di un insieme) i cui punti sono equidistanti dal centro, alla realtà concreta della dimensione spazio-temporale (il quaternario inferiore). La sfida per l’Uomo di Buona Volontà è vivere la realtà dello spazio e del tempo collegandola all’eterno ed infinito Tutto.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.