Rivista Italiana di Teosofia

Agosto - settembre 2019

Anno LXXV - N.8-9
cover agosto-settembre 2019

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2018-2018 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Il valore dell’esperienza
A. Girardi 1

L’educatore e l’allievo
R. Devi 2

Uno sguardo sul karma
D. Audoin 9

La morte sposta il focus sulla vita
B. Bland 15

Relazione del Segretario Generale giugno 2018/maggio 2019
18

Cronaca del 105° Congresso Nazionale della S.T.I.
24

Ordine Teosofico di Servizio. Relazione attività 2018-2019
30

Pagine dalla letteratura teosofica
33

Testi per l’intuizione [XLVII]
34

Una visione teosofica del Libro di Giobbe. Novità editoriale E.T.I.
35

Segnalazioni
36

Recensioni
36

Dai Gruppi
37

Il valore dell’esperienza

Nelle scuole pitagoriche, alla conclusione della giornata, l’allievo – indipendentemente dal grado raggiunto - era chiamato ad analizzare gli eventi vissuti, osservandoli con distacco e ricollegandoli agli insegnamenti ricevuti. Era questo un modo non solo di guardare con neutralità ai fatti della vita ma anche di constatare il valore (o meno) di quanto appreso. Anche l’inizio della giornata dell’allievo pitagorico era caratterizzato da un’attenta analisi degli eventi a venire, alla ricerca di una conseguente ispirazione sul da farsi.
L’essere umano che intraprende con sincerità il cammino spirituale, anche se non appartiene a una scuola pitagorica conosce bene il valore di queste modalità, che consentono all’osservatore interiore non tanto una mnemonica analisi dell’ossequio alle regole, quanto piuttosto una relazione diretta con il vissuto, in grado di valorizzare appieno l’esperienza anche sotto il profilo esistenziale.
Ed è proprio l’osservatore che consente di cogliere appieno i pericoli dell’identificazione con il “personaggio” che recitiamo, personaggio che si alimenta meccanicamente del significato delle esperienze e tende ad arricchire il proprio “curriculum”, costringendo all’esilio l’“attore” rappresentato, in ultima analisi, dalla nostra anima.
Nel processo del risveglio interiore può essere utile ricordare il secondo capoverso iniziale de "La Voce del Silenzio", in cui Helena Petrovna Blavatsky ci ricorda che: “Chi vuole udire e comprendere la voce di Nada, il tacito suono [la voce del silenzio] deve prima conoscere la natura di Dharana [da intendersi come capacità di concentrazione intensa e perfetta della mente]”.
Ma perché questo avvenga è necessario aprire il proprio cuore.
E per favorire questo processo l’altruismo è un mezzo fondamentale, come la stessa H.P.B. sottolinea chiaramente in uno dei suoi "Suggerimenti pratici per la vita quotidiana", laddove afferma: “Chi non pratica l’altruismo, chi non è pronto a condividere il proprio boccone [da intendersi nel suo senso più ampio, a partire dalla conoscenza spirituale] con il più debole o il più povero, chi non si cura d’aiutare suo fratello, di qualunque razza, nazione o credo, ovunque e ogniqualvolta incontri la sofferenza, chi rimane sordo al pianto della miseria umana, chi sente calunniare un innocente e non ne assume le difese come farebbe con se stesso, costui non è un Teosofo”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Numero di telefono della Segreteria Generale della S.T.I.
Informiamo i Lettori che il numero telefonico della Segreteria Generale è il seguente: 0444-962921. Il numero 0444 561244 è stato soppresso.

Ritiro silenzioso su “Meditazione e consapevolezza” con Tran-Thi-Kim Dieu.
Segnaliamo una nuova importante iniziativa della Società Teosofica Italiana per il fine settimana dal 27 al 29 settembre prossimi.
Si tratta di un “Silent Retreat” condotto da Tran-Thi-Kim Dieu, Presidente della Federazione Teosofica Europea sul tema: “Meditazione e consapevolezza”.
Il luogo scelto per questa particolare tipologia seminariale è il centro “Miri Piri” di Travo (Loc. Sborzani frazione di Pigazzano, Comune di Travo, Piacenza), a circa un’ora di auto da Milano.
La struttura del Miri Piri è stata edificata con i criteri della bioedilizia e del Feng-Shui e consentirà un soggiorno con pensione completa e menu vegetariano/vegano.
Dato che non vi sono stanze singole sarà necessario un certo adattamento fraterno.
Il numero dei posti disponibili è limitato a un massimo di 35 persone.
Il Seminario avrà inizio alle ore 16 di venerdì 27 settembre e si concluderà con il pranzo di domenica 29.
Il costo previsto è di euro 160 a persona. Per chi vorrà anche pranzare il venerdì, giorno di arrivo, il costo sarà di euro 180.
La quota va versata anticipatamente sul conto della Società Teosofica Italiana, Tesoreria, entro il 10 settembre, utilizzando il seguente codice IBAN : IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367 e indicando il nome del o dei partecipanti.
Le persone che aderiscono al Seminario dovranno anche inviare un’email di iscrizione all’indirizzo della Segreteria Generale: sti@teosofica.org
Per ogni ulteriore informazione contattare Patrizia Calvi al n. 0444 962921.

144° Convenzione Internazionale della Società Teosofica a Varanasi (India)
Varanasi (Benares), considerata la città più sacra di tutta l’India, ospiterà quest’anno, in via eccezionale, la Convenzione Internazionale della Società Teosofica. I lavori si terranno, come di consueto, dal 31 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020. Questo il tema che verrà trattato: Nurturing the Divine Seed (Nutrire il seme divino). Partecipare a quest’importante evento è un’opportunità unica, non solo per il programma che si annuncia ricco e stimolante, ma anche per visitare la città dei templi, dei ghat, del sacro Gange e vicina località di Sarnath, luogo delle prime predicazioni del Buddha. Per ulteriori informazioni, per i costi e per l’iscrizione consultare http://www.ts-adyar.org/event/144th-international-convention o rivolgersi alla segreteria generale: sti@teosofica.org, tel. 0444 962921.

Una o cento idee dell’India?
Sabato 4 maggio scorso il nostro Socio Sergio Ferro, appassionato viaggiatore e studioso della cultura indiana ha tenuto, presso la Biblioteca Comunale di Policoro (MT), una conversazione sulla percezione del mondo indiano così com’è giunta in Occidente. La serata è stata organizzata dall’Associazione Onlus “Presidio del libro Magna Grecia” e dal Centro Yoga “GiaWalù”. Sergio Ferro ha illustrato anche i valori universali che emergono da uno dei testi più importanti della tradizione indiane, la Bhagavad Gita. Ricordiamo che Sergio Ferro è stato il curatore dell’edizione di questo testo pubblicata da Edizioni Teosofiche Italiane, con la traduzione di C. Jinarajadasa e Maria Luisa Kirby.

Il Gruppo “Aurora” per l’O.T.S.
Anche quest’anno il Gruppo Teosofico di Vicenza ha concluso i lavori prima della pausa estiva con una cena il cui ricavato è stato destinato alle azioni umanitarie dell’Ordine Teosofico di Servizio.
I padroni di casa, Lucia e Paolo Corà, coadiuvati da Laura Danieli e Cristina Tonellotto, con il loro spirito di accoglienza e la loro generosa disponibilità hanno saputo creare ancora una volta una magica atmosfera di fraterna e gioiosa convivialità, che ha coronato un anno davvero ricco di iniziative per il Gruppo “Aurora”.
Durante la serata sono stati raccolti oltre 800 euro, che andranno a sostenere la clinica pediatrica del campo profughi di Bab al Salaam e il dott. Alì che tanto si prodiga per i rifugiati.
Possiamo riassumere lo spirito della serata con le parole “Insieme, Uniti, al Servizio della Vita!”.

Recensioni

Practical Spirituality
La Theosophical Publishing House della Nuova Zelanda ha pubblicato un libro intitolato Practical Spirituality. Si tratta di una raccolta di materiali compilata da John Sell nei lunghi anni in cui ha guidato, con grande successo, alcuni gruppi di studio in Nuova Zelanda. Vi si trova approfondita una grande varietà di tematiche care alla tradizione teosofica, nonché esercizi pratici e meditazioni a supporto, per un più efficace lavoro di gruppo.
L’autore è stato un eminente teosofo neozelandese, con una speciale attitudine per l’insegnamento; i suoi corsi attiravano centinaia di studenti che, sotto la sua guida, acquisivano una comprensione della teosofia sempre più profonda.
Per maggiori informazioni: https://theosophy.nz/shop

Introduzione all’autoattività spirituale
La verve creativa del prof. Gaetano Mollo, già professore ordinario di Filosofia dell’Educazione presso l’Università di Perugia e autore di oltre trecento pubblicazioni, ha trovato pratica applicazione in un libro scritto a quattro mani con Gianluigi Venditti, poeta girovago ed esperto di comunicazione. Ne è venuto fuori un testo pubblicato da Morlacchi Editore e titolato Introduzione all’autoattività spirituale, dove viene subito precisato che “Autoattività significa che il nostro agire proviene da noi stessi, da ciò che di volta in volta diventiamo”.
Lo scopo degli autori è così sintetizzato: “Per un divenire dell’essere in un mondo che cambia”.
Dal libro traiamo questi versi poetici di Gaetano Mollo: “Senza sponsor/ nella corsa della vita./ Per correre/ in prima persona./ Incoraggiato/ solo da te stesso/ sospinto/ solo dal tuo ardore./ Senza sponsor/ nella gara per l’amore./ Per farti amare/ per quello che sei/ per poter dare/
solo quello che puoi./ Per non incarnarti/ nelle pretese altrui/ per non immedesimarsi/ in ciò che non condividi./ Perché/quando diventi/sponsor di te stesso/ scopri/ il grande promotore/ della corsa per l’eternità”.

Lezioni di felicità
E’ questo il titolo di un libro coinvolgente e paradossale, che racconta la cronaca di sei settimane “filosofiche” vissute dall’autrice Ilaria Gaspari nel rispetto dei precetti di sei diverse scuole filosofiche dell’antichità.
Il testo, pubblicato dalla casa editrice Einaudi, porta come sottotitolo “Esercizi filosofici per il buon uso della vita” e riesce a dimostrare la vitalità e l’attualità del sapere “pratico” di molti filosofi greci, da Pitagora a Parmenide, da Epitteto a Pirrone, da Epicuro a Diogene.
Le vicende esistenziali di Ilaria Gaspari trovano, in un quotidiano che si confronta con gli insegnamenti (e le regole) delle scuole pitagorica, eleatica, scettica, stoica, epicurea e cinica nuove fonti di ispirazione e di cambiamento, portando in ultima analisi ad una miglior comprensione della dimensione dell’essere e del divenire.

Destinatario sconosciuto
In un tempo in cui nel linguaggio e nei comportamenti riaffiorano a tratti le ombre degli anni Venti e Trenta del secolo scorso, vale forse la pena di rileggere Destinatario Sconosciuto, il piccolo-grande libro di Kressmann Taylor, pubblicato per la prima volta nel 1938, che narra attraverso un epistolario (breve) la storia della relazione fra il tedesco Martin e l’ebreo americano Max, dapprima amici fraterni e soci in affari e poi via via sempre più lontani interiormente e ferocemente nemici sul piano pratico.
Il testo non è solo un viaggio, nei primi Anni Trenta, alle radici di quell’odio che produsse il clima di spietato razzismo in cui maturò l’Olocausto ma è anche una testimonianza di come la ricerca dei benefici del piccolo io della personalità e del conformismo sociale obnubilino la mente ed il cuore degli esseri umani, finendo per travolgere vittime e carnefici.

Dai gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze organizzate nelle varie località.

Agosto - settembre 2019

Anno LXXV - N.8-9
cover agosto-settembre 2019

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2018-2018 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Il valore dell’esperienza
A. Girardi 1

L’educatore e l’allievo
R. Devi 2

Uno sguardo sul karma
D. Audoin 9

La morte sposta il focus sulla vita
B. Bland 15

Relazione del Segretario Generale giugno 2018/maggio 2019
18

Cronaca del 105° Congresso Nazionale della S.T.I.
24

Ordine Teosofico di Servizio. Relazione attività 2018-2019
30

Pagine dalla letteratura teosofica
33

Testi per l’intuizione [XLVII]
34

Una visione teosofica del Libro di Giobbe. Novità editoriale E.T.I.
35

Segnalazioni
36

Recensioni
36

Dai Gruppi
37

Il valore dell’esperienza

Nelle scuole pitagoriche, alla conclusione della giornata, l’allievo – indipendentemente dal grado raggiunto - era chiamato ad analizzare gli eventi vissuti, osservandoli con distacco e ricollegandoli agli insegnamenti ricevuti. Era questo un modo non solo di guardare con neutralità ai fatti della vita ma anche di constatare il valore (o meno) di quanto appreso. Anche l’inizio della giornata dell’allievo pitagorico era caratterizzato da un’attenta analisi degli eventi a venire, alla ricerca di una conseguente ispirazione sul da farsi.
L’essere umano che intraprende con sincerità il cammino spirituale, anche se non appartiene a una scuola pitagorica conosce bene il valore di queste modalità, che consentono all’osservatore interiore non tanto una mnemonica analisi dell’ossequio alle regole, quanto piuttosto una relazione diretta con il vissuto, in grado di valorizzare appieno l’esperienza anche sotto il profilo esistenziale.
Ed è proprio l’osservatore che consente di cogliere appieno i pericoli dell’identificazione con il “personaggio” che recitiamo, personaggio che si alimenta meccanicamente del significato delle esperienze e tende ad arricchire il proprio “curriculum”, costringendo all’esilio l’“attore” rappresentato, in ultima analisi, dalla nostra anima.
Nel processo del risveglio interiore può essere utile ricordare il secondo capoverso iniziale de "La Voce del Silenzio", in cui Helena Petrovna Blavatsky ci ricorda che: “Chi vuole udire e comprendere la voce di Nada, il tacito suono [la voce del silenzio] deve prima conoscere la natura di Dharana [da intendersi come capacità di concentrazione intensa e perfetta della mente]”.
Ma perché questo avvenga è necessario aprire il proprio cuore.
E per favorire questo processo l’altruismo è un mezzo fondamentale, come la stessa H.P.B. sottolinea chiaramente in uno dei suoi "Suggerimenti pratici per la vita quotidiana", laddove afferma: “Chi non pratica l’altruismo, chi non è pronto a condividere il proprio boccone [da intendersi nel suo senso più ampio, a partire dalla conoscenza spirituale] con il più debole o il più povero, chi non si cura d’aiutare suo fratello, di qualunque razza, nazione o credo, ovunque e ogniqualvolta incontri la sofferenza, chi rimane sordo al pianto della miseria umana, chi sente calunniare un innocente e non ne assume le difese come farebbe con se stesso, costui non è un Teosofo”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Numero di telefono della Segreteria Generale della S.T.I.
Informiamo i Lettori che il numero telefonico della Segreteria Generale è il seguente: 0444-962921. Il numero 0444 561244 è stato soppresso.

Ritiro silenzioso su “Meditazione e consapevolezza” con Tran-Thi-Kim Dieu.
Segnaliamo una nuova importante iniziativa della Società Teosofica Italiana per il fine settimana dal 27 al 29 settembre prossimi.
Si tratta di un “Silent Retreat” condotto da Tran-Thi-Kim Dieu, Presidente della Federazione Teosofica Europea sul tema: “Meditazione e consapevolezza”.
Il luogo scelto per questa particolare tipologia seminariale è il centro “Miri Piri” di Travo (Loc. Sborzani frazione di Pigazzano, Comune di Travo, Piacenza), a circa un’ora di auto da Milano.
La struttura del Miri Piri è stata edificata con i criteri della bioedilizia e del Feng-Shui e consentirà un soggiorno con pensione completa e menu vegetariano/vegano.
Dato che non vi sono stanze singole sarà necessario un certo adattamento fraterno.
Il numero dei posti disponibili è limitato a un massimo di 35 persone.
Il Seminario avrà inizio alle ore 16 di venerdì 27 settembre e si concluderà con il pranzo di domenica 29.
Il costo previsto è di euro 160 a persona. Per chi vorrà anche pranzare il venerdì, giorno di arrivo, il costo sarà di euro 180.
La quota va versata anticipatamente sul conto della Società Teosofica Italiana, Tesoreria, entro il 10 settembre, utilizzando il seguente codice IBAN : IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367 e indicando il nome del o dei partecipanti.
Le persone che aderiscono al Seminario dovranno anche inviare un’email di iscrizione all’indirizzo della Segreteria Generale: sti@teosofica.org
Per ogni ulteriore informazione contattare Patrizia Calvi al n. 0444 962921.

144° Convenzione Internazionale della Società Teosofica a Varanasi (India)
Varanasi (Benares), considerata la città più sacra di tutta l’India, ospiterà quest’anno, in via eccezionale, la Convenzione Internazionale della Società Teosofica. I lavori si terranno, come di consueto, dal 31 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020. Questo il tema che verrà trattato: Nurturing the Divine Seed (Nutrire il seme divino). Partecipare a quest’importante evento è un’opportunità unica, non solo per il programma che si annuncia ricco e stimolante, ma anche per visitare la città dei templi, dei ghat, del sacro Gange e vicina località di Sarnath, luogo delle prime predicazioni del Buddha. Per ulteriori informazioni, per i costi e per l’iscrizione consultare http://www.ts-adyar.org/event/144th-international-convention o rivolgersi alla segreteria generale: sti@teosofica.org, tel. 0444 962921.

Una o cento idee dell’India?
Sabato 4 maggio scorso il nostro Socio Sergio Ferro, appassionato viaggiatore e studioso della cultura indiana ha tenuto, presso la Biblioteca Comunale di Policoro (MT), una conversazione sulla percezione del mondo indiano così com’è giunta in Occidente. La serata è stata organizzata dall’Associazione Onlus “Presidio del libro Magna Grecia” e dal Centro Yoga “GiaWalù”. Sergio Ferro ha illustrato anche i valori universali che emergono da uno dei testi più importanti della tradizione indiane, la Bhagavad Gita. Ricordiamo che Sergio Ferro è stato il curatore dell’edizione di questo testo pubblicata da Edizioni Teosofiche Italiane, con la traduzione di C. Jinarajadasa e Maria Luisa Kirby.

Il Gruppo “Aurora” per l’O.T.S.
Anche quest’anno il Gruppo Teosofico di Vicenza ha concluso i lavori prima della pausa estiva con una cena il cui ricavato è stato destinato alle azioni umanitarie dell’Ordine Teosofico di Servizio.
I padroni di casa, Lucia e Paolo Corà, coadiuvati da Laura Danieli e Cristina Tonellotto, con il loro spirito di accoglienza e la loro generosa disponibilità hanno saputo creare ancora una volta una magica atmosfera di fraterna e gioiosa convivialità, che ha coronato un anno davvero ricco di iniziative per il Gruppo “Aurora”.
Durante la serata sono stati raccolti oltre 800 euro, che andranno a sostenere la clinica pediatrica del campo profughi di Bab al Salaam e il dott. Alì che tanto si prodiga per i rifugiati.
Possiamo riassumere lo spirito della serata con le parole “Insieme, Uniti, al Servizio della Vita!”.

Recensioni

Practical Spirituality
La Theosophical Publishing House della Nuova Zelanda ha pubblicato un libro intitolato Practical Spirituality. Si tratta di una raccolta di materiali compilata da John Sell nei lunghi anni in cui ha guidato, con grande successo, alcuni gruppi di studio in Nuova Zelanda. Vi si trova approfondita una grande varietà di tematiche care alla tradizione teosofica, nonché esercizi pratici e meditazioni a supporto, per un più efficace lavoro di gruppo.
L’autore è stato un eminente teosofo neozelandese, con una speciale attitudine per l’insegnamento; i suoi corsi attiravano centinaia di studenti che, sotto la sua guida, acquisivano una comprensione della teosofia sempre più profonda.
Per maggiori informazioni: https://theosophy.nz/shop

Introduzione all’autoattività spirituale
La verve creativa del prof. Gaetano Mollo, già professore ordinario di Filosofia dell’Educazione presso l’Università di Perugia e autore di oltre trecento pubblicazioni, ha trovato pratica applicazione in un libro scritto a quattro mani con Gianluigi Venditti, poeta girovago ed esperto di comunicazione. Ne è venuto fuori un testo pubblicato da Morlacchi Editore e titolato Introduzione all’autoattività spirituale, dove viene subito precisato che “Autoattività significa che il nostro agire proviene da noi stessi, da ciò che di volta in volta diventiamo”.
Lo scopo degli autori è così sintetizzato: “Per un divenire dell’essere in un mondo che cambia”.
Dal libro traiamo questi versi poetici di Gaetano Mollo: “Senza sponsor/ nella corsa della vita./ Per correre/ in prima persona./ Incoraggiato/ solo da te stesso/ sospinto/ solo dal tuo ardore./ Senza sponsor/ nella gara per l’amore./ Per farti amare/ per quello che sei/ per poter dare/
solo quello che puoi./ Per non incarnarti/ nelle pretese altrui/ per non immedesimarsi/ in ciò che non condividi./ Perché/quando diventi/sponsor di te stesso/ scopri/ il grande promotore/ della corsa per l’eternità”.

Lezioni di felicità
E’ questo il titolo di un libro coinvolgente e paradossale, che racconta la cronaca di sei settimane “filosofiche” vissute dall’autrice Ilaria Gaspari nel rispetto dei precetti di sei diverse scuole filosofiche dell’antichità.
Il testo, pubblicato dalla casa editrice Einaudi, porta come sottotitolo “Esercizi filosofici per il buon uso della vita” e riesce a dimostrare la vitalità e l’attualità del sapere “pratico” di molti filosofi greci, da Pitagora a Parmenide, da Epitteto a Pirrone, da Epicuro a Diogene.
Le vicende esistenziali di Ilaria Gaspari trovano, in un quotidiano che si confronta con gli insegnamenti (e le regole) delle scuole pitagorica, eleatica, scettica, stoica, epicurea e cinica nuove fonti di ispirazione e di cambiamento, portando in ultima analisi ad una miglior comprensione della dimensione dell’essere e del divenire.

Destinatario sconosciuto
In un tempo in cui nel linguaggio e nei comportamenti riaffiorano a tratti le ombre degli anni Venti e Trenta del secolo scorso, vale forse la pena di rileggere Destinatario Sconosciuto, il piccolo-grande libro di Kressmann Taylor, pubblicato per la prima volta nel 1938, che narra attraverso un epistolario (breve) la storia della relazione fra il tedesco Martin e l’ebreo americano Max, dapprima amici fraterni e soci in affari e poi via via sempre più lontani interiormente e ferocemente nemici sul piano pratico.
Il testo non è solo un viaggio, nei primi Anni Trenta, alle radici di quell’odio che produsse il clima di spietato razzismo in cui maturò l’Olocausto ma è anche una testimonianza di come la ricerca dei benefici del piccolo io della personalità e del conformismo sociale obnubilino la mente ed il cuore degli esseri umani, finendo per travolgere vittime e carnefici.

Dai gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze organizzate nelle varie località.