22 marzo 2013

Le evoluzioni degli storni: una meraviglia della natura

Le evoluzioni degli storni sono un mistero della natura. Nessuno sa perché le compiono eppure, in autunno, migliaia di questi uccelli, provenienti da Russia e Scandinavia, da dove fuggono i rigori dell’inverno, danzano nel crepuscolo sopra i cieli di Inghilterra e Scozia, radunandosi in stormi che cambiano continuamente forma.
Gli scienziati non hanno ancora definitivamente stabilito come fanno. Queste evoluzioni sono la manifestazione di un’intelligenza di gruppo che, in contesti diversi, è praticata da banchi di pesci, nugoli di api o colonie di formiche.
Nemmeno complessi modelli algoritmici sono riusciti a spiegare le acrobazie degli storni che, quando sono in gruppo, fanno affidamento sulle proprie velocissime reazioni, calcolate in 100 millisecondi, per evitare collisioni aeree e predatori.
Negli anni più recenti il loro numero è diminuito, forse a causa della difficoltà a trovare luoghi adatti dove costruire i nidi. Essi comunque atterrano nella campagna britannica, dopo le loro danze serali, per riposare e chiacchierare.
Due ragazze, che erano uscite in canoa per un giro al tramonto, sono riuscite a filmare, in un breve video, questo meraviglioso spettacolo, nel quale si possono notare la varietà dei colori e la forza delle configurazioni che assumono gli uccelli, gli uni vicini agli altri: http://31158841
Un altro bel video sul tema si può vedere all’indirizzo: http://vimeo.com/58291553
Queste notizie sono tratte dal bollettino elettronico dell’International Theosophical Order of Service. Per poter accedere e consultarlo in linea collegarsi a: http://international.theoservice.org/enews.html
Chi invece volesse registrarsi per riceverlo regolarmente può rivolgersi a: tos.intouch@gmail.com
Il bollettino riporta le attività dell’Ordine Teosofico di Servizio, con le iniziative locali e internazionali.