9 marzo 2018

Forme pensiero

forme pensiero
In un momento in cui anche gli storici dell’arte europei, dopo gli stimoli giunti da oltreoceano, si interrogano sul ruolo che il mondo spirituale in senso lato e la Società Teosofica nello specifico hanno esercitato sullo sviluppo dell’arte astratta, la Galleria Borgoarte di Borgomanero (Corso G. Mazzini, 51, Borgomanero) presenta: “Forme pensiero – astrattismo e spiritualità”, mostra che espone gli acquarelli di Enrico Sempi, laureato in Visual Design presso la Scuola Politecnica di Design di Milano, che si è ispirato alle forme pensiero descritte da A. Besant e C.W. Leadbeater, agli inizi del’900.
Come afferma Marina Tappa, nella sua presentazione della mostra: “Con una sua pratica sperimentale, a cui sottende una fede assoluta nel segno non razionale, nel gesto creativo e nella potenza del colore, Sempi realizza opere che tutto hanno, fuorché il sapore di esercizi o giochi di stile. Da quel fondo nero, che assume l’energia di un’inconscia sapienza, emergono colori vibranti e pregni di significati altri e profondi: i verdi seppiati o acidi, i lilla rosati e gli azzurri cerulei paiono luci ed ombre che scolorano e fluttuano, segni di un alfabeto assoluto. ... Crediamo che, quando un’opera d’arte emoziona chi la guarda, oltre a chi la crea, essa abbia la capacità di attivare in quel momento una sorta di cura dell’anima. E questo è uno dei preziosi aspetti degli acquarelli esposti alla mostra”.
La mostra, che gode del patrocinio della Città di Borgomanero e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Novara, si svolge dal 17 marzo al 31 marzo.
Ci complimentiamo con Enrico Sempi, Presidente della Fondazione Bernardino del Boca e prezioso designer “creativo” delle attività editoriali della Società Teosofica Italiana, per la sua sensibilità artistica.