Ottobre 2013

Anno LXIX - N.10
cover rit ottobre 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Il karma come possibilità d’amore
A. Girardi 1

Rigenerazione umana e scopi della S.T. (seconda parte)
R. Burnier 2

Il contributo della metafora e scopi della S.T.
G. Ricci 8

Teosofi e pensiero teosofico alla Biennale di Venezia
R. Reali 18

L’astrologia karmica oggi
P. Crimaldi 22

Percorsi musicali: Mozart e Beethoven, gli ideali massonici
S. Sigurtà Braibanti 25

Le galassie. Ovvero come si forma la materia (seconda parte)
M. Marapodi 28

A Wheaton il terzo Congresso Nazionale dell’Ordine Teosofico di Servizio e la 127a Convenzione della S.T. negli U.S.A.
pag. 34

Scuola Estiva 2013 a Naarden
pag. 37


Segnalazioni 38
Recensioni 39
Dai Gruppi 39

Il karma come possibilità d'amore

Il karma trova nel quotidiano la sua realizzazione sia dal punto di vista degli effetti che da quello delle cause.
Ciò che viviamo infatti non è soltanto la conseguenza di quello che abbiamo fatto con ciò che eravamo, ma è anche la causa di ciò che saremo, diretta conseguenza di quello che facciamo, qui ed ora, con ciò che siamo. Per questo il karma non è una legge crudele, ma semplicemente una misura dell'equilibrio della vita. E non sorprende quindi che la Teosofia ci insegni ad impegnarci nell'abito quotidiano in senso etico e cioè a beneficio degli altri e di tutte le espressioni della vita.
I teosofi sanno che quando la preoccupazione e la tensione paralizzano la nostra emotività ed i nostri pensieri non c'è rimedio migliore che quello di fare qualcosa per gli altri; accade allora che il nostro stato d'animo cambia, quasi che sia la troppa attenzione al piccolo io della personalità la vera causa del dolore e della sofferenza.
L'essere umano ha, nella sua potenzialità, il cambiamento positivo e l'espansione della coscienza. Osservazione, poesia, lavoro costruttivo a beneficio di tutti gli esseri non sono traguardi lontani ma possibilità reali del presente.
Cos'è allora che impedisce il conseguimento della serenità e di quella felicità che è amore?
In un vecchio film della Walt Disney del 1983 troviamo alcune chiare indicazioni in merito. Ricordiamo che Walt Disney (1901-1966) conosceva bene la letteratura teosofica e la Società Teosofica e che fu un eminente esponente della cultura neo-templare. Nei suoi film la costante lotta fra il bene e il male si risolve sempre a favore del primo, attraverso un simbolismo accattivante e che si ricollega ai valori universali dei simboli.
Il film in questione è “Qualcosa di sinistro sta per accadere”, con la regia di Jack Clayton. Le vicende della trama si concludono come di consueto con il trionfo del bene e con la presa di coscienza dei protagonisti (un vecchio padre, il suo giovane figlio e il miglior amico di quest'ultimo) che l'armonia e la serenità consistono nel superare le negatività (i “mostri” interiori, le ossessioni, le paure) che paralizzano la nostra azione e che deformano il nostro rapporto con la realtà, impedendo di fatto il fiorire della positività e dell'amore.
Le negatività sono qui rappresentate dall'ossessione per il danaro e per tutte le accumulazioni, dall'attaccamento ai paradigmi del passato, dal dolore per la bellezza perduta, dal rimpianto per quello che non si è fatto o non si è potuto fare, dalla continua ricerca di relazioni amorose (e non) di successo.
Sono questi tutti elementi che impediscono all'essere umano di vivere il presente, di essere in armonia con la Vita, di agire per il meglio. L'osservare queste dinamiche in noi è la condizione preliminare per poterle superare, attraverso il fiorire di una consapevolezza che mette in rilievo l'importanza della relazione positiva fra noi e gli altri e fra la dimensione interiore e ciò che è percepito esteriormente.
È questo il manifestarsi della dimensione dell'amore, processo messo in evidenza dal mistico e poeta persiano Rumi in questi versi: “Colui al quale si è svelato il mistero dell'amore, / quegli non è più, poiché si è estinto nell'amore. / Metti davanti al sole la candela ardente / e vedi come la sua luce scompaia dinanzi allo splendore del primo: / la candela non esiste più, / la candela si è trasformata in luce. / Non vi sono più tracce di essa, essa stessa è divenuta traccia”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

138° Convenzione Internazionale della Società Teosofica ad Adyar
Ogni anno a dicembre, dal 26 al 31, quando il monsone che proviene da nord-est se ne va lasciando la tenuta di Adyar verde, fresca e rigenerata, si svolge la Convenzione Internazionale della Società Teosofica, giunta quest’anno alla sua 138° edizione.
Naturalmente la maggioranza dei partecipanti proviene dal sub-continente indiano, ma vi giungono anche delegati da tutto il mondo.
Tale evento, cui partecipano fra le 1000 e le 1500 persone, trasforma il tranquillo campus in un centro affaccendato ad ospitare tutti i presenti nelle guest house principali, nelle case private e negli altri edifici. Le persone arrivano da ogni dove per partecipare ad un evento unico, quale è un raduno mondiale, e per visitare Adyar, “la casa dei Maestri”.
La Convention è anche un’ottima occasione per ritrovare vecchi amici e per stabilire nuove relazioni.
Nei giorni del raduno è disponibile una serie di servizi, quali punti informativi, mostre, mercatini, libri da acquistare, testi da consultare nella prestigiosa biblioteca e un grande ristorante indiano, costituito da una struttura di larghe foglie di palma, che viene allestito ogni anno per l’occasione.
Ma la Convenzione è anche momento prezioso per incontrare eminenti teosofi, filosofi, scienziati e pensatori ed analizzare gli infiniti aspetti della Divina Saggezza attraverso conferenze, simposi, dialoghi e discussioni.
In occasione della 88° edizione di questo grande evento, il quinto presidente internazionale della S.T., N. Sri Ram, affermò: “Ogni Convention è una specie di vetta che scaliamo, tanto quanto un’occasione per vedere da lassù quel che ci siamo lasciati indietro e quello che abbiamo davanti. In occasione della Convenzione si crea un’atmosfera in cui ciascuno di noi può meglio comprendere quali conseguimenti ci si aspetta da questo movimento e cosa ciascuno può fare per portare il proprio contributo”.
I Soci della Società Teosofica Italiana che fossero interessati ad ottenere maggiori informazioni sulla Convenzione Internazionale che si svolgerà dal 26 al 31 dicembre 2013 possono rivolgersi alla Segreteria Generale (e mail sti@teosofica.org tel. 0444 962921).

Festival vegetariano a Gorizia
Si è svolta a Gorizia da venerdì 30 agosto a domenica 1° settembre, l'edizione 2013 del Festival Vegetariano che ha visto la partecipazione di personaggi illustri, l'allestimento di stand bio-vegani, corsi di cucina vegetariana etc. Non può che essere salutata con piacere la sempre maggior diffusione della cultura vegetariana, con importanti ricadute anche sul piano delle abitudini alimentari e dei consumi delle famiglie. E' ormai inequivocabilmente dimostrato che il vegetarismo non solo rappresenta un regime alimentare possibile per l'essere umano, ma che ha anche ampie ricadute positive in termini sia di salute dell'individuo sia di sostenibilità sociale ed economica. Ancor prima di tutto questo, però, la scelta vegetariana è una scelta etica, di maggior rispetto della Natura e di maggior attenzione al rapporto "vibrazionale" fra cibo e qualità del pensiero e delle emozioni. Per approfondimenti in merito rimandiamo al testo di C. W. Leadbeater "Vegetarismo ed occultismo" ed al volumetto "Stile di vita vegetariano e vegan" entrambi editi da Edizioni Teosofiche Italiane.

Convegno nazionale sull’Agni Yoga
Il pensiero e l’opera di Nicolas Roerich, artista e teosofo vissuto fra il 1874 e il 1947 e di sua moglie Helena restano di grande attualità.
Lo testimonia l’importante convegno nazionale su “Agni Yoga, Insegnamento per la creazione del Nuovo Mondo”, organizzato dalla Comunità di Etica Vivente di Città della Pieve (PG) fondata nel 1981 come centro di meditazione creativa da un gruppo di persone riunite attorno a Sergio Bartoli.
Il sito internet della Comunità è raggiungibile all’indirizzo www.comunitadieticavivente.org.
Il Convegno si svolgerà il 12 e il 13 ottobre prossimi, con inizio alle ore 9.30 di sabato 12 presso l’Aula della Cultura di Poggio del Fuoco e conclusione alle ore 13 della domenica.
Per la partecipazione è necessarip prenotarsi. Per costi e ospitalità, nonché per ulteriori informazioni si può telefonare al numero 0578 770887 (lunedi, mercoledi e giovedi dalle 19.00 alle 21.00) oppure inviare una mail a segreteria@agniyoga.it

Premio internazionale per il maestro Gaetano MessinaIl maestro Gaetano Messina, artista di variegato talento, ha ottenuto un importante riconoscimento dall’associazione “Sicilia in Europa”, che gli ha conferito il Premio Internazionale “Orgoglio Siciliano”.La motivazione ricorda “i prestigiosi risultati ottenuti per le innumerevoli opere di interesse internazionale, che rappresentano motivo di orgoglio e vanto per tutti i siciliani”.A Gaetano Messina viene riconosciuto di interpretare l’arte della pittura in modo da essere un vero e proprio esempio per chi ama i veri valori dell’arte, fondati sulla dedizione, sull’amore e sul servizio.Vivissime felicitazioni al Fratello Gaetano per questo premio meritato, che onora la sua abnegazione per l’archetipo della Bellezza.

Recensioni

Intensità poetica di Silvano Demarchi
Il Centro Studi e Ricerche Teosofiche “Paraclitus” di Trevignano Romano, presieduto da Angelo Luciani, da anni svolge un lavoro di divulgazione di informazioni di tipo teosofico: tale attività prende ora la forma di un Bollettino Informatico Teosofico (BIT).
BIT non è una rivista o testata elettronica ma semplicemente un bollettino telematico di informazione e diffusione teosofica, gratuito, libero ed indipendente, che ha lo scopo di diffondere e promuovere informazioni, scritti, immagini e documenti digitalizzati, già pubblicati nel web e/o in cartaceo (come nel caso della RIT: Rivista Italiana di Teosofia). BIT vuole essere un moltiplicatore, amplificatore e diffusore di quanto di Vero, di Bello e di Buono viene prodotto nel campo della Teosofia moderna e contemporanea e della ricerca spirituale in genere.
Il Bollettino si ispira alla massima di Lin Yutang: “Hai due modi per diffondere la Luce: essere la lampada che la emette, o lo specchio che la riflette”.
Per ulteriori informazioni: teosofia@antiguatau.it

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Il Gruppo di Vicenza ha un nuovo Presidente
L’Assemblea dei Soci del Gruppo Teosofico “Aurora” di Vicenza, che si è riunita martedì 3 settembre, ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2013-2016, eleggendo Enrico Stagni quale nuovo presidente e Tiziana Marini e Patrizia Calvi quali vice-presidenti. La carica di tesoriere è stata pure affidata a Tiziana Marini, mentre per quanto riguarda l’ordine Teosofico di Servizio le attività saranno coordinate da Stefania Schiavo e Sandra Sartori.
Patrizia Calvi, dopo nove anni di presidenza, ha trovato opportuno e doveroso passare la mano, coinvolgendo il fratello Enrico Stagni, già assiduo collaboratore della Segreteria Generale della Società Teosofica Italiana.

Ottobre 2013

Anno LXIX - N.10
cover rit ottobre 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Il karma come possibilità d’amore
A. Girardi 1

Rigenerazione umana e scopi della S.T. (seconda parte)
R. Burnier 2

Il contributo della metafora e scopi della S.T.
G. Ricci 8

Teosofi e pensiero teosofico alla Biennale di Venezia
R. Reali 18

L’astrologia karmica oggi
P. Crimaldi 22

Percorsi musicali: Mozart e Beethoven, gli ideali massonici
S. Sigurtà Braibanti 25

Le galassie. Ovvero come si forma la materia (seconda parte)
M. Marapodi 28

A Wheaton il terzo Congresso Nazionale dell’Ordine Teosofico di Servizio e la 127a Convenzione della S.T. negli U.S.A.
pag. 34

Scuola Estiva 2013 a Naarden
pag. 37


Segnalazioni 38
Recensioni 39
Dai Gruppi 39

Il karma come possibilità d'amore

Il karma trova nel quotidiano la sua realizzazione sia dal punto di vista degli effetti che da quello delle cause.
Ciò che viviamo infatti non è soltanto la conseguenza di quello che abbiamo fatto con ciò che eravamo, ma è anche la causa di ciò che saremo, diretta conseguenza di quello che facciamo, qui ed ora, con ciò che siamo. Per questo il karma non è una legge crudele, ma semplicemente una misura dell'equilibrio della vita. E non sorprende quindi che la Teosofia ci insegni ad impegnarci nell'abito quotidiano in senso etico e cioè a beneficio degli altri e di tutte le espressioni della vita.
I teosofi sanno che quando la preoccupazione e la tensione paralizzano la nostra emotività ed i nostri pensieri non c'è rimedio migliore che quello di fare qualcosa per gli altri; accade allora che il nostro stato d'animo cambia, quasi che sia la troppa attenzione al piccolo io della personalità la vera causa del dolore e della sofferenza.
L'essere umano ha, nella sua potenzialità, il cambiamento positivo e l'espansione della coscienza. Osservazione, poesia, lavoro costruttivo a beneficio di tutti gli esseri non sono traguardi lontani ma possibilità reali del presente.
Cos'è allora che impedisce il conseguimento della serenità e di quella felicità che è amore?
In un vecchio film della Walt Disney del 1983 troviamo alcune chiare indicazioni in merito. Ricordiamo che Walt Disney (1901-1966) conosceva bene la letteratura teosofica e la Società Teosofica e che fu un eminente esponente della cultura neo-templare. Nei suoi film la costante lotta fra il bene e il male si risolve sempre a favore del primo, attraverso un simbolismo accattivante e che si ricollega ai valori universali dei simboli.
Il film in questione è “Qualcosa di sinistro sta per accadere”, con la regia di Jack Clayton. Le vicende della trama si concludono come di consueto con il trionfo del bene e con la presa di coscienza dei protagonisti (un vecchio padre, il suo giovane figlio e il miglior amico di quest'ultimo) che l'armonia e la serenità consistono nel superare le negatività (i “mostri” interiori, le ossessioni, le paure) che paralizzano la nostra azione e che deformano il nostro rapporto con la realtà, impedendo di fatto il fiorire della positività e dell'amore.
Le negatività sono qui rappresentate dall'ossessione per il danaro e per tutte le accumulazioni, dall'attaccamento ai paradigmi del passato, dal dolore per la bellezza perduta, dal rimpianto per quello che non si è fatto o non si è potuto fare, dalla continua ricerca di relazioni amorose (e non) di successo.
Sono questi tutti elementi che impediscono all'essere umano di vivere il presente, di essere in armonia con la Vita, di agire per il meglio. L'osservare queste dinamiche in noi è la condizione preliminare per poterle superare, attraverso il fiorire di una consapevolezza che mette in rilievo l'importanza della relazione positiva fra noi e gli altri e fra la dimensione interiore e ciò che è percepito esteriormente.
È questo il manifestarsi della dimensione dell'amore, processo messo in evidenza dal mistico e poeta persiano Rumi in questi versi: “Colui al quale si è svelato il mistero dell'amore, / quegli non è più, poiché si è estinto nell'amore. / Metti davanti al sole la candela ardente / e vedi come la sua luce scompaia dinanzi allo splendore del primo: / la candela non esiste più, / la candela si è trasformata in luce. / Non vi sono più tracce di essa, essa stessa è divenuta traccia”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

138° Convenzione Internazionale della Società Teosofica ad Adyar
Ogni anno a dicembre, dal 26 al 31, quando il monsone che proviene da nord-est se ne va lasciando la tenuta di Adyar verde, fresca e rigenerata, si svolge la Convenzione Internazionale della Società Teosofica, giunta quest’anno alla sua 138° edizione.
Naturalmente la maggioranza dei partecipanti proviene dal sub-continente indiano, ma vi giungono anche delegati da tutto il mondo.
Tale evento, cui partecipano fra le 1000 e le 1500 persone, trasforma il tranquillo campus in un centro affaccendato ad ospitare tutti i presenti nelle guest house principali, nelle case private e negli altri edifici. Le persone arrivano da ogni dove per partecipare ad un evento unico, quale è un raduno mondiale, e per visitare Adyar, “la casa dei Maestri”.
La Convention è anche un’ottima occasione per ritrovare vecchi amici e per stabilire nuove relazioni.
Nei giorni del raduno è disponibile una serie di servizi, quali punti informativi, mostre, mercatini, libri da acquistare, testi da consultare nella prestigiosa biblioteca e un grande ristorante indiano, costituito da una struttura di larghe foglie di palma, che viene allestito ogni anno per l’occasione.
Ma la Convenzione è anche momento prezioso per incontrare eminenti teosofi, filosofi, scienziati e pensatori ed analizzare gli infiniti aspetti della Divina Saggezza attraverso conferenze, simposi, dialoghi e discussioni.
In occasione della 88° edizione di questo grande evento, il quinto presidente internazionale della S.T., N. Sri Ram, affermò: “Ogni Convention è una specie di vetta che scaliamo, tanto quanto un’occasione per vedere da lassù quel che ci siamo lasciati indietro e quello che abbiamo davanti. In occasione della Convenzione si crea un’atmosfera in cui ciascuno di noi può meglio comprendere quali conseguimenti ci si aspetta da questo movimento e cosa ciascuno può fare per portare il proprio contributo”.
I Soci della Società Teosofica Italiana che fossero interessati ad ottenere maggiori informazioni sulla Convenzione Internazionale che si svolgerà dal 26 al 31 dicembre 2013 possono rivolgersi alla Segreteria Generale (e mail sti@teosofica.org tel. 0444 962921).

Festival vegetariano a Gorizia
Si è svolta a Gorizia da venerdì 30 agosto a domenica 1° settembre, l'edizione 2013 del Festival Vegetariano che ha visto la partecipazione di personaggi illustri, l'allestimento di stand bio-vegani, corsi di cucina vegetariana etc. Non può che essere salutata con piacere la sempre maggior diffusione della cultura vegetariana, con importanti ricadute anche sul piano delle abitudini alimentari e dei consumi delle famiglie. E' ormai inequivocabilmente dimostrato che il vegetarismo non solo rappresenta un regime alimentare possibile per l'essere umano, ma che ha anche ampie ricadute positive in termini sia di salute dell'individuo sia di sostenibilità sociale ed economica. Ancor prima di tutto questo, però, la scelta vegetariana è una scelta etica, di maggior rispetto della Natura e di maggior attenzione al rapporto "vibrazionale" fra cibo e qualità del pensiero e delle emozioni. Per approfondimenti in merito rimandiamo al testo di C. W. Leadbeater "Vegetarismo ed occultismo" ed al volumetto "Stile di vita vegetariano e vegan" entrambi editi da Edizioni Teosofiche Italiane.

Convegno nazionale sull’Agni Yoga
Il pensiero e l’opera di Nicolas Roerich, artista e teosofo vissuto fra il 1874 e il 1947 e di sua moglie Helena restano di grande attualità.
Lo testimonia l’importante convegno nazionale su “Agni Yoga, Insegnamento per la creazione del Nuovo Mondo”, organizzato dalla Comunità di Etica Vivente di Città della Pieve (PG) fondata nel 1981 come centro di meditazione creativa da un gruppo di persone riunite attorno a Sergio Bartoli.
Il sito internet della Comunità è raggiungibile all’indirizzo www.comunitadieticavivente.org.
Il Convegno si svolgerà il 12 e il 13 ottobre prossimi, con inizio alle ore 9.30 di sabato 12 presso l’Aula della Cultura di Poggio del Fuoco e conclusione alle ore 13 della domenica.
Per la partecipazione è necessarip prenotarsi. Per costi e ospitalità, nonché per ulteriori informazioni si può telefonare al numero 0578 770887 (lunedi, mercoledi e giovedi dalle 19.00 alle 21.00) oppure inviare una mail a segreteria@agniyoga.it

Premio internazionale per il maestro Gaetano MessinaIl maestro Gaetano Messina, artista di variegato talento, ha ottenuto un importante riconoscimento dall’associazione “Sicilia in Europa”, che gli ha conferito il Premio Internazionale “Orgoglio Siciliano”.La motivazione ricorda “i prestigiosi risultati ottenuti per le innumerevoli opere di interesse internazionale, che rappresentano motivo di orgoglio e vanto per tutti i siciliani”.A Gaetano Messina viene riconosciuto di interpretare l’arte della pittura in modo da essere un vero e proprio esempio per chi ama i veri valori dell’arte, fondati sulla dedizione, sull’amore e sul servizio.Vivissime felicitazioni al Fratello Gaetano per questo premio meritato, che onora la sua abnegazione per l’archetipo della Bellezza.

Recensioni

Intensità poetica di Silvano Demarchi
Il Centro Studi e Ricerche Teosofiche “Paraclitus” di Trevignano Romano, presieduto da Angelo Luciani, da anni svolge un lavoro di divulgazione di informazioni di tipo teosofico: tale attività prende ora la forma di un Bollettino Informatico Teosofico (BIT).
BIT non è una rivista o testata elettronica ma semplicemente un bollettino telematico di informazione e diffusione teosofica, gratuito, libero ed indipendente, che ha lo scopo di diffondere e promuovere informazioni, scritti, immagini e documenti digitalizzati, già pubblicati nel web e/o in cartaceo (come nel caso della RIT: Rivista Italiana di Teosofia). BIT vuole essere un moltiplicatore, amplificatore e diffusore di quanto di Vero, di Bello e di Buono viene prodotto nel campo della Teosofia moderna e contemporanea e della ricerca spirituale in genere.
Il Bollettino si ispira alla massima di Lin Yutang: “Hai due modi per diffondere la Luce: essere la lampada che la emette, o lo specchio che la riflette”.
Per ulteriori informazioni: teosofia@antiguatau.it

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Il Gruppo di Vicenza ha un nuovo Presidente
L’Assemblea dei Soci del Gruppo Teosofico “Aurora” di Vicenza, che si è riunita martedì 3 settembre, ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2013-2016, eleggendo Enrico Stagni quale nuovo presidente e Tiziana Marini e Patrizia Calvi quali vice-presidenti. La carica di tesoriere è stata pure affidata a Tiziana Marini, mentre per quanto riguarda l’ordine Teosofico di Servizio le attività saranno coordinate da Stefania Schiavo e Sandra Sartori.
Patrizia Calvi, dopo nove anni di presidenza, ha trovato opportuno e doveroso passare la mano, coinvolgendo il fratello Enrico Stagni, già assiduo collaboratore della Segreteria Generale della Società Teosofica Italiana.