Marzo 2015

Anno LXXI - N.3
Cover marzo 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

È l’amore che porta l’anima verso l’Assoluto
A. Girardi 1

Vita! Più vita!
C. Jinarajadasa 2

Il miracolo della nascita. Etica e poetica dell’attesa
V. Frigeni 11

La Chiesa è contraria alla reincarnazione?
E. Bratina 14

Postulati fondamentali de La Dottrina Segreta
R. Hack 16

Predestinazione e libero arbitrio
L. Marsi 20

L’uomo e i suoi corpi. Prima parte
L. Crucitti 23

La forza interiore
G. Finotti 29

Vantaggi e svantaggi della vita
W.Q. Judge 32



Segnalazioni 34
Recensioni 35
Dai gruppi 37

È l’amore per porta l’anima verso l’Assoluto

Uno dei contributi più importanti del movimento teosofico moderno allo sviluppo della coscienza umana è stato quello di fornire concreti strumenti per la comprensione della natura umana e del rapporto esistente fra spirito e materia.

Il celebre schema di H.P.B. Blavatsky sui corpi dell’essere umano, pubblicato nel 1889 nella Chiave della Teosofia, il concetto di Antahkarana, come ponte fra gli aspetti più densi di materia e quelli più marcatamente spirituali, la precisa comprensione della differenza fra l’Io personale e la dimensione del Sé spirituale fanno da sfondo a questa riflessione.

E pure da sfondo fa il trinomio fondamentale che compone quello che possiamo ben chiamare il “metodo teosofico”, trinomio composto da meditazione, maieutica e servizio, come a sottolineare l’importanza dell’equilibrio fra la parte introspettiva come superamento dell’opposizione fra oggetto e soggetto, quella della relazione con gli altri come elemento fondante del processo di consapevolezza e di espansione della coscienza e quella che avvicina l’essere umano alla dimensione bodhisattvica del lavoro a beneficio di tutti gli esseri.

Il messaggio teosofico, anche nella sua espressione moderna, così ben sintetizzata negli Scopi della Società Teosofica, si basa essenzialmente sul concetto di Unità della Vita e sull’ideale di Fratellanza Universale senza distinzioni.

Questi due aspetti sono ancorati a valori archetipali e filosofici che afferiscono al senza tempo piuttosto che alla cronaca. Ciò significa essenzialmente che essi sono in grado di trovare compiute e dinamiche espressioni nel tempo, senza dover per questo rinunciare all’universalità che li caratterizza.

Il messaggio teosofico per il futuro resta dunque lo stesso del passato. L’epoca presente è fortemente caratterizzata da una vera e propria esplosione del piano mentale concreto, con tutto il conseguente carico di accumulazione di conoscenze e di trasmissione delle stesse.

Ma l’uomo - i teosofi lo sanno molto bene - non è soltanto mente concreta, è anche mente astratta e cuore e una presa di coscienza su questi ultimi aspetti si impone, anche per non rinunciare alla parte più creativa dell’essere umano, che è quella capace di intuire e di comprendere quindi, ad esempio, il simbolismo celato nella storia del rapimento di Psiche da parte di Cupido. E’ l’amore che porta l’anima verso l’alto, verso l’Assoluto. Per l’alchimia è la volatilizzazione della materia che si innalza nella parte superiore del vaso, ove il volatile ed il fisso salgono insieme. Poi Cupido lascia cadere Psiche, che precipita nell’acque mercuriale ed erra nel vaso finché non incontra la terra filosofale. Concluso il processo di trasformazione Cupido conduce Psiche in cielo e si unisce a lei per sempre.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

Il nostro caro Angelo
Segnaliamo la bella iniziativa del quotidiano La Stampa di Torino che, su impulso del vice direttore Massimo Gramellini, ha dato vita ad una rubrica denominata “Il nostro caro Angelo”, che viene così presentata: “Ognuno di noi ha vissuto almeno una volta l’esperienza – o avuto l’impressione - di sentirsi aiutato da una presenza, reale o invisibile, che qualcuno chiama angelo custode e altri coincidenza o fortuna. Chiamatela come volete ma per una volta, invece di lasciare spazio ai demoni quotidiani, parlateci dei vostri “angeli” e di quando e come, un po’ inspiegabilmente, si sono resi utili…… Scrivete i vostri racconti (meglio via mail), li pubblicheremo ogni domenica”.
Questi i riferimenti per inviare i testi: Cuori allo specchio – La Stampa, Via Paleocapa, 7 20121 Milano: e mail: cuoriallospecchio@lastampa.it; sito internet: www.lastampa.it/cuoriallospecchio/
La lettura dei racconti fa veramente bene all’anima, mostrando come l’essere umano sia immerso in una realtà complessa e sorprendente, ricca di “cose” diverse da quelle rappresentate dal pensiero concreto e, in ultima analisi, in grado di testimoniare che non siamo mai soli.

Vita, Colore, Fiabe – Il mondo ebraico di Emanuele Luzzati
Il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah ha ospitato nel 2014 a Ferrara la mostra “Vita, Colore, Fiabe. Il Mondo ebraico di Emanuele Luzzati”. La mostra è stata realizzata in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova ed il catalogo edito da Nugae di Genova testimonia l’immaginario fiabesco dell’artista, indagando a tutto tondo la produzione a carattere ebraico del grande maestro, passando dal fumetto all’illustrazione, dal teatro all’animazione, dalle ritualità alla ceramica e alle arti applicate.
Michela Zanon, nella presentazione del catalogo, spiega il significato del titolo della mostra: “Vita, perché il mondo ebraico è vitale e gli ebrei italiani lo testimoniano quotidianamente nello scorrere degli anni, festeggiando con partecipazione le diverse fasi della vita e del calendario ebraico che Luzzati ha saputo raccontare con gioia e con freschezza. Colore perché il mondo che Lele racconta è vorticosamente animato da tinte rutilanti. Anche quando preferisce lavorare in monocromia, riesce incredibilmente a donare a chi guarda una sensazione di vivida ricchezza cromatica. Fiabe, perché si tratti di storia, di leggenda, di racconto biblico o di vita vissuta, la dimensione del racconto è sempre quella fiabesca che cattura l’attenzione trascinando il visitatore dentro la narrazione”.
Segnaliamo che a Genova, a Porta Siberia, ha sede il Museo Internazionale Luzzati il cui sito internet è raggiungibile all’indirizzo: www.museoluzzati.it

Un figlio down
Il portale de Il Corriere della Sera ha dato ampio spazio, l’11 febbraio scorso, alla presentazione del libro del sociologo romano Dario Fani Ti seguirò fuori dall’acqua, pubblicato da Salani e dedicato al racconto dei primi tre mesi di cammino al fianco del figlio Francesco, un bambino “così diverso e così uguale”. Il testo evidenzia tutti i passaggi psicologici che caratterizzano il prima ed il dopo nascita, con l’emergere nell’autore di una consapevolezza che sboccia nell’affermazione: “Da questo momento io e te diventiamo una squadra, la più forte, invincibile e indivisibile squadra che sia mai apparsa sulla terra”.
Si legge nel frontespizio del libro: “Un uomo che correva sempre e un bambino che poteva andare solo piano e la vita li ha messi insieme”. In molti casi un figlio diversamente abile o con la sindrome di Down mette a dura prova i genitori e le famiglie, ma spesso fa anche emergere una diversa e positiva visione della vita.
Scrive Dario Fani di Francesco: “Mi hai guarito dalla mia oscura miopia, mi hai insegnato a guardare anche ciò che è invisibile".
L’intreccio delle vicende umane e le loro dinamiche sono comprensibili solo se si mette in gioco il concetto di karma, di Altra Realtà e di azione a beneficio di tutti gli Esseri.

Theosophy Wiki
Il sito web che da qualche anno mette a disposizione dei ricercatori una grande quantità di informazioni di alta qualità sulla Teosofia e il movimento teosofico, è stato rinominato ed è ora disponibile all’indirizzo http://theosophy.wiki
Il sito è stato recentemente arricchito anche con le “Gemme del giorno” di H.P. Blavatsky.

H.P. Blavatsky vista con occhi diversi ma con un unico cuore
Segnaliamo che l’edizione 2015 della International Theosophy Conference avrà luogo dal 6 al 9 agosto 2015 presso il Carlton Ambassador Hotel all’Aja, in Olanda.
È questa una importante e significativa piattaforma d’incontro tra le varie organizzazioni teosofiche, per il comune lavoro della diffusione della Teosofia.
Il tema proposto per quest’anno verte sulla comprensione degli scritti di H.P.B. e sulla loro capacità di ispirare i teosofi nel trasmettere il messaggio senza tempo dell’antica saggezza nel mondo di oggi.
L’incontro sarà interattivo e le prenotazioni sono possibili fin da ora all’indirizzo: http://www.theosconf.org/


Museo Blavatsky a Dnepropetrovsk

Alexey Besputin, Presidente del consiglio di amministrazione del Museo Blavatsky ci ha informati che, dal 12 al 21 agosto 2014 ha avuto luogo, presso la casa natale di H.P. Blavatsky, la seconda parte dei lavori di sistemazione e restauro dell’edificio, che sono peraltro continuati anche successivamente, con la riparazione del tetto e di alcune finestre. Sono pure in progetto l’adeguamento dell’impianto elettrico e altri interventi di ripristino.
All’indirizzo https://yadi.sk/d/L_cQogZEdccjm possono essere scaricate le foto del restauro.

HPB’s Esoteric Instructions
Alla fine della sua vita Blavatsky scrisse una serie di Istruzioni per gli studenti della sua Scuola Esoterica. Tali Istruzioni sono state pubblicate in una nuova edizione da Michael Gomes, che terrà su questo tema un seminario organizzato presso il Centro Teosofico Internazionale di Naarden, in Olanda, dal 19 al 23 giugno prossimi. L’incontro prevede anche una sessione di ritiro, che permetterà agli studenti di interagire più profondamente con i contenuti di questi materiali. Tra le tematiche affrontate vi saranno: le teorie di HPB su numeri, suoni e colori, la natura dei mantra e la classificazione esoterica dell’uomo e di altri stati formulata da H.P.B. Chi desiderasse iscriversi può farlo entro il 1° giugno, richiedendo il modulo alla Segreteria Generale (sti@teosofica.org, tel. 0444 962921).

Una rivoluzione nell’educazione?
Il Centro Teosofico Internazionale di Naarden in Olanda ospiterà, dal 7 all’11 maggio 2015, un seminario dal titolo “A Revolution in Education?”. Educare le giovani generazioni è sempre più una sfida poiché, se da una parte c’è una maggior richiesta di lavoro altamente qualificato e di grande efficienza, dall’altra c’è un bisogno pressante di intelligenza sociale e di creatività. L’attuale sistema scolastico è focalizzato soprattutto sugli aspetti mentali e intellettuali dell’educazione, ma i giovani hanno bisogno di imparare ad apprezzare tutte le loro qualità, così da inserirsi in maniera fattiva nel tessuto sociale. Infatti solo coloro che hanno una mente libera e non condizionata saranno in grado di comprendere e realizzare i cambiamenti necessari per trasformare positivamente l’umanità. È necessario quindi ripensare gli attuali paradigmi educativi e questo seminario si pone in tal senso, con la presenza di valenti relatori quali il dr. P. Krishna, fisico, responsabile del Krishnamurti Study Center a Varanasi, in India, Anastasia Dingarten, filosofa, formatrice di insegnanti del metodo montessoriano, Frans Lutters, della Waldorf High School di Zeist (Olanda).
Chi desiderasse iscriversi al seminario o consultare il programma può farlo consultando l’indirizzo web: www.itc-naarden.org

Sito web della Federazione Teosofica Europea
Segnaliamo il cambiamento di indirizzo del sito web della Federazione Teosofica Europea, che ora è: www.ts-efts.eu
Oltre a una serie di informazioni sulla Federazione vi si può ora trovare anche una nuova sezione denominata “Online Resources”, che offre sia video (degli ultimi eventi teosofici a livello europeo) che testi di varie conferenze e articoli.

La Zampa.it: esempio di civiltà nel portale web del quotidiano La Stampa
Il quotidiano torinese La Stampa merita una segnalazione positiva per la sensibilità, l’intelligenza e la delicatezza con cui tratta quotidianamente il tema degli animali attraverso la rubrica denominata LaZampa.it
E’ questo un segnale di grande civiltà: nel periodo delle Festività memorabile è stato il servizio fotografico dedicato al “trionfo di abbracci animali”. Questo il link de LaZampa.it: http://www.lastampa.it/societa/lazampa

Recensioni

Così disse Copernico – Scienza e Religione nella storia e per la pace
Questo è il titolo del volume del prof. Antonino Leonardi, pubblicato dalla Casa editrice Eidon edizioni di Genova.
Nel 1543, l’opera De revolutionibus orbium coelestium del grande astronomo Niccolò Copernico cambiò radicalmente la concezione del mondo poiché l’uomo perdeva per sempre la posizione privilegiata, ma falsa, di trovarsi al centro dell’Universo. Da quel momento, l’uomo di fronte all’immensità del cielo stellato avrebbe provato sgomento, ma anche aperto il proprio spirito ad una realtà prima inimmaginabile. Il tempo di Copernico contraddistingue l’inizio del titanico confronto fra le confessioni religiose tradizionali e la nuova visione del mondo tratteggiata dal libero pensiero e dalla scienza. Questo confronto è tuttora in corso, pur intravedendosi i primi segni di una possibile armonia fra la scienza e la religione; armonia che instaurerebbe una nuova era per l’umanità. In questa prospettiva, nella prima parte del libro si traccia una panoramica storica del confronto scienza-religione per le confessioni religiose più importanti, in particolare per il Cristianesimo. Nella seconda parte, si inizia trattando la democrazia elettronica che sta rivoluzionando la gestione democratica delle società, si passa poi all’impegno della scienza e della religione per la pace, insistendo sul dialogo interreligioso in quanto il più grande contributo che le religioni attualmente possano offrire per la pace è la loro unità spirituale, e s’accenna infine alla Fede Bahà’ì che ha posto l’unità dell’umanità come proprio paradigma fondamentale.

“Creazione”, di Bhajju Shyam con Gita Wolf
Vi sono pubblicazioni che si trasformano in vere e proprie opere d’arte, in grado di testimoniare ad un tempo la forza della parola e il potere di sintesi dell’immagine. E’ il caso di “Creazione”, libro in serigrafia, interamente prodotto a mano e pubblicato da Salani (www.salani.it). La maestria di Bhajju Shyam, cantore delle leggende e delle cosmogonie del suo popolo (i Gond dell’India centrale) viene pienamente espressa in una serie di illustrazioni accompagnate da un testo di Gita Wolf basato sulla narrazione orale dell’artista. La suggestione è quella di un’unica immagine complessa: qui vita e morte, natura e uomo, divinità e caos convivono e si intrecciano nella raffigurazione del mito delle origini, culla dell’esistente. Il mito della creazione secondo gli antichi racconti orali della tradizione indiana considera che in principio, prima che il creatore facesse il mondo, c’era il vuoto…. nient’altro. Poi venne l’acqua. Un vuoto a forma di pesce che gorgoglia nell’Acqua; l’Aria solcata da corvi blu; il Fango, prezioso crogiolo di vita; i sette tipi di Terra da cui è scaturito il nostro mondo; il Tempo misura di tutte le cose; le Stagioni scandite dal ciclo vitale degli insetti; il Seme dalla potenzialità miracolose; l’Uovo, da cui tutte le creature hanno origine; l’Arte, il dono fatto agli uomini; la Vita che esiste solo in virtù della morte. Un libro davvero profondo e suggestivo ed in grado di favorire le intuizioni del lettore.

“Yehoshua ben Yosef detto Gesù”
E’ questo il titolo del volume, accompagnato dal sottotitolo “La sua vera storia. La forza delle sue idee” pubblicato in proprio da Riccardo Petroni, fiorentino, manager di grande successo che, a 57 anni, decide di occuparsi a tempo pieno di volontariato presso il carcere di Rovereto e presso una comunità di recupero per giovani tossicodipendenti in Trentino. Petroni inizia la sua nuova vita andando a parlare ai giovani ospiti di quei luoghi proprio di quel Gesù storico al quale ha dedicato 40 anni di studio appassionato. L’inaspettato entusiasmo che ha suscitato questo tema in quei ragazzi ed in quelle ragazze, prevalentemente atei, nomadi e zingari e di religione islamica lo ha indotto a scrivere un libro in grado di dare risposte approfondite e motivate alle molte domande che Gesù e la sua storia suscitano negli uomini di buona volontà.
Chi era davvero Yehoshua ben Yosef detto Gesù? Perché gli ebrei non lo riconobbero come Messia? Perché e da chi è stato crocefisso? Come è realmente nato il cristianesimo? E che messaggio ci ha lasciato Gesù, indipendentemente dalla fede?
La ricercatrice Donata Loss nella prefazione sottolinea come Petroni ricostruisca la storia di Gesù attraverso un “serratissimo confronto fra il contenuto dei testi veterotestamentari dei vangeli canonici ed apocrifi e dei manoscritti del Mar Morto. Approfondendone la natura e la storia, avvicina inoltre Yehoshua alla comunità degli Esseni…. Non c’è nulla di sensazionalistico nel lavoro di Petroni, dove puntualissimi riferimenti storici si intrecciano a delicate riflessioni… In fondo, “la vera storia di Yehoshua” è quella di un viaggio che parte dalla Galilea e termina, o meglio continua, nella mente e nell’anima di chi legge questo libro….”
Per chi volesse dialogare direttamente con l’autore ecco il suo indirizzo e mail: riccardo.petroni51@libero.it

I 7 Raggi Universali
Questo il titolo del libro di Giovanni Aloisi, Presidente del Centro di Studi Teosofici di Catania, pubblicato dalla casa editrice Terre Sommerse di Roma e accompagnato dal sottotitolo “La Scienza Spirituale della Nuova Era – Principi di Saggezza Antica, Kabbalah e Psicologia dell’Anima”.
E’ un libro dedicato all’Antica Saggezza nella veste di Religione Una e Universale; una Religione dello Spirito dalla quale tutte le Religioni storiche traggono origine e della quale esse sono espressione.
Il testo si articola in dieci capitoli e quello conclusivo è dedicato alle tecniche di meditazione.
Scrive Fabio Furnari nella Prefazione: “La ricerca sul piano metafisico ed esoterico non può non passare dallo studio approfondito degli antichi testi della tradizione. Chi si spinge oltre i sentieri della comprensione trova spesso più domande che risposte. Ma questo non ferma mai il vero “cercatore”. I 7 Raggi Universali” è indubbiamente un’opera ricca di contenuti esoterici, simbolismo, Kabbalah, Teosofia, Psicosintesi e Giovanni Aloisi abbraccia il mondo della tradizione non solo per una sua ricerca, ma proprio per dare qualche risposta”.

Le Lotus Bleu
E’ uscito il numero di febbraio 2015 della rivista teosofica Le Lotus Bleu, fondata a Parigi nel marzo del 1890 e giunta dunque al 120° anno di pubblicazione. L’agilità della struttura editoriale si sposa con contenuti importanti, che mettono insieme autori e testi storici della tradizione teosofica (in primis H.P. Blavatsky) con i temi dell’attualità come l’approfondimento del rapporto fra scienza e spiritualità.
Le Lotus Bleu è diretto da J. Leguay e contiene anche informazioni sulle attività della Società Teosofica nei Paesi francofoni: dalla Francia al Belgio e all’area del Congo, in Africa. Per maggiori informazioni: www.theosophie-adyar.com

Siamo guariti dal cancro
Segnaliamo un libro di notevole interesse pubblicato da Nuova Ipsa Editore di Palermo (www.nuovaipsa.com); si tratta di Siamo guariti dal cancro, del medico vicentino dott. Sergio Signori che, dopo una esperienza ventennale in Ospedale, ha scelto la libera professione in Ayurveda, Omeopatia, Fitoterapia, Floriterapia di Bach, seguendo parallelamente un percorso di costante ricerca interiore.
Signori afferma chiaramente che “Possiamo guarire dal cancro, come da qualsiasi malattia" e fonda la sua affermazione non soltanto su conoscenze millenarie nonché sulle ultime scoperte dell'Epigenetica, della Nuova Biologia, della Nuova Medicina, ma anche e soprattutto su "prove", prove viventi: le persone guarite, di cui vengono rappresentati nel libro 27 casi. Questi casi assumono ancor maggiore importanza se si considera il fatto che non si tratta di pazienti del dott. Signori.
Queste persone sono guarite nei modi più diversi scardinando prognosi, protocolli, convinzioni consolidate; qualcuno è guarito perfino "in fase terminale"; una persona è guarita in modo miracoloso, con tanto di documentazione medica.
Il focus sulla guarigione mostra che si tratta di un processo che ha un potenziale intrinseco, individuale e contemporaneamente collettivo. Ne consegue che l'attenzione va spostata dalla "malattia" alla Persona e alle sue potenzialità e connessioni col Tutto, comprendendo nel contempo che la malattia ha un senso e un messaggio.
Il libro propone di superare le convinzioni comuni, di uscire dall'isolamento e di creare una rete di guarigione. Si tratta di una iniziativa importante, che va nella direzione di una forte affermazione della positività, della fiducia, dell’unità della Vita.

The Theosophist
Segnaliamo a tutti i nostri lettori la rivista The Theosophist, organo ufficiale della Società Teosofica, diretto dal Presidente internazionale Tim Boyd, che ne cura ogni mese l’editoriale.
Glorioso periodico mensile fondato da Blavatsky nel 1879, The Theosophist svolge a tutt’oggi quella preziosa opera di diffusione del pensiero teosofico per il quale era stato concepito 136 anni fa.
Il costo per l’abbonamento è di 35 dollari. Alcuni numeri del “Theosophist” sono ora disponibili online all’indirizzo: http://www.ts-adyar.org/magazines.html

Adyar Newsletter
L’Adyar Newsletter, bollettino del Quartier Generale di Adyar, ci informa sui tanti eventi che sempre hanno luogo presso l’incantevole sede internazionale della Società Teosofica. In particolare, l’edizione di novembre 2014 riporta cronache e foto di tutte le commemorazioni che vi sono state, il 31 ottobre scorso, per il primo anniversario dal passaggio al di là del velo di Radha Burnier, presidente internazionale della S.T. dal 1980 al 2013. Queste cerimonie si sono concluse con un’agape fraterna in onore della sorella Radha, cui hanno partecipato oltre trecento persone tra cui, oltre a tutte le più alte cariche istituzionali della S.T., invitati speciali, tutti i lavoratori residenti ad Adyar e quelli esterni che operano nel Dipartimento Giardini, ma anche gli insegnanti e lo staff della Olcott Memorial School e del Vocational Training Center e gli operatori e medici del Social Welfare Center e del Besant Memorial Animal Dispensary. Grazie agli sforzi congiunti dell’Editorial Office e della Vasanta Press è stata inoltre pubblicata un’edizione speciale de The Theosophist (ottobre-novembre 2014), di ben 130 pagine, interamente dedicata alla presidente scomparsa.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Marzo 2015

Anno LXXI - N.3
Cover marzo 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

È l’amore che porta l’anima verso l’Assoluto
A. Girardi 1

Vita! Più vita!
C. Jinarajadasa 2

Il miracolo della nascita. Etica e poetica dell’attesa
V. Frigeni 11

La Chiesa è contraria alla reincarnazione?
E. Bratina 14

Postulati fondamentali de La Dottrina Segreta
R. Hack 16

Predestinazione e libero arbitrio
L. Marsi 20

L’uomo e i suoi corpi. Prima parte
L. Crucitti 23

La forza interiore
G. Finotti 29

Vantaggi e svantaggi della vita
W.Q. Judge 32



Segnalazioni 34
Recensioni 35
Dai gruppi 37

È l’amore per porta l’anima verso l’Assoluto

Uno dei contributi più importanti del movimento teosofico moderno allo sviluppo della coscienza umana è stato quello di fornire concreti strumenti per la comprensione della natura umana e del rapporto esistente fra spirito e materia.

Il celebre schema di H.P.B. Blavatsky sui corpi dell’essere umano, pubblicato nel 1889 nella Chiave della Teosofia, il concetto di Antahkarana, come ponte fra gli aspetti più densi di materia e quelli più marcatamente spirituali, la precisa comprensione della differenza fra l’Io personale e la dimensione del Sé spirituale fanno da sfondo a questa riflessione.

E pure da sfondo fa il trinomio fondamentale che compone quello che possiamo ben chiamare il “metodo teosofico”, trinomio composto da meditazione, maieutica e servizio, come a sottolineare l’importanza dell’equilibrio fra la parte introspettiva come superamento dell’opposizione fra oggetto e soggetto, quella della relazione con gli altri come elemento fondante del processo di consapevolezza e di espansione della coscienza e quella che avvicina l’essere umano alla dimensione bodhisattvica del lavoro a beneficio di tutti gli esseri.

Il messaggio teosofico, anche nella sua espressione moderna, così ben sintetizzata negli Scopi della Società Teosofica, si basa essenzialmente sul concetto di Unità della Vita e sull’ideale di Fratellanza Universale senza distinzioni.

Questi due aspetti sono ancorati a valori archetipali e filosofici che afferiscono al senza tempo piuttosto che alla cronaca. Ciò significa essenzialmente che essi sono in grado di trovare compiute e dinamiche espressioni nel tempo, senza dover per questo rinunciare all’universalità che li caratterizza.

Il messaggio teosofico per il futuro resta dunque lo stesso del passato. L’epoca presente è fortemente caratterizzata da una vera e propria esplosione del piano mentale concreto, con tutto il conseguente carico di accumulazione di conoscenze e di trasmissione delle stesse.

Ma l’uomo - i teosofi lo sanno molto bene - non è soltanto mente concreta, è anche mente astratta e cuore e una presa di coscienza su questi ultimi aspetti si impone, anche per non rinunciare alla parte più creativa dell’essere umano, che è quella capace di intuire e di comprendere quindi, ad esempio, il simbolismo celato nella storia del rapimento di Psiche da parte di Cupido. E’ l’amore che porta l’anima verso l’alto, verso l’Assoluto. Per l’alchimia è la volatilizzazione della materia che si innalza nella parte superiore del vaso, ove il volatile ed il fisso salgono insieme. Poi Cupido lascia cadere Psiche, che precipita nell’acque mercuriale ed erra nel vaso finché non incontra la terra filosofale. Concluso il processo di trasformazione Cupido conduce Psiche in cielo e si unisce a lei per sempre.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

Il nostro caro Angelo
Segnaliamo la bella iniziativa del quotidiano La Stampa di Torino che, su impulso del vice direttore Massimo Gramellini, ha dato vita ad una rubrica denominata “Il nostro caro Angelo”, che viene così presentata: “Ognuno di noi ha vissuto almeno una volta l’esperienza – o avuto l’impressione - di sentirsi aiutato da una presenza, reale o invisibile, che qualcuno chiama angelo custode e altri coincidenza o fortuna. Chiamatela come volete ma per una volta, invece di lasciare spazio ai demoni quotidiani, parlateci dei vostri “angeli” e di quando e come, un po’ inspiegabilmente, si sono resi utili…… Scrivete i vostri racconti (meglio via mail), li pubblicheremo ogni domenica”.
Questi i riferimenti per inviare i testi: Cuori allo specchio – La Stampa, Via Paleocapa, 7 20121 Milano: e mail: cuoriallospecchio@lastampa.it; sito internet: www.lastampa.it/cuoriallospecchio/
La lettura dei racconti fa veramente bene all’anima, mostrando come l’essere umano sia immerso in una realtà complessa e sorprendente, ricca di “cose” diverse da quelle rappresentate dal pensiero concreto e, in ultima analisi, in grado di testimoniare che non siamo mai soli.

Vita, Colore, Fiabe – Il mondo ebraico di Emanuele Luzzati
Il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah ha ospitato nel 2014 a Ferrara la mostra “Vita, Colore, Fiabe. Il Mondo ebraico di Emanuele Luzzati”. La mostra è stata realizzata in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova ed il catalogo edito da Nugae di Genova testimonia l’immaginario fiabesco dell’artista, indagando a tutto tondo la produzione a carattere ebraico del grande maestro, passando dal fumetto all’illustrazione, dal teatro all’animazione, dalle ritualità alla ceramica e alle arti applicate.
Michela Zanon, nella presentazione del catalogo, spiega il significato del titolo della mostra: “Vita, perché il mondo ebraico è vitale e gli ebrei italiani lo testimoniano quotidianamente nello scorrere degli anni, festeggiando con partecipazione le diverse fasi della vita e del calendario ebraico che Luzzati ha saputo raccontare con gioia e con freschezza. Colore perché il mondo che Lele racconta è vorticosamente animato da tinte rutilanti. Anche quando preferisce lavorare in monocromia, riesce incredibilmente a donare a chi guarda una sensazione di vivida ricchezza cromatica. Fiabe, perché si tratti di storia, di leggenda, di racconto biblico o di vita vissuta, la dimensione del racconto è sempre quella fiabesca che cattura l’attenzione trascinando il visitatore dentro la narrazione”.
Segnaliamo che a Genova, a Porta Siberia, ha sede il Museo Internazionale Luzzati il cui sito internet è raggiungibile all’indirizzo: www.museoluzzati.it

Un figlio down
Il portale de Il Corriere della Sera ha dato ampio spazio, l’11 febbraio scorso, alla presentazione del libro del sociologo romano Dario Fani Ti seguirò fuori dall’acqua, pubblicato da Salani e dedicato al racconto dei primi tre mesi di cammino al fianco del figlio Francesco, un bambino “così diverso e così uguale”. Il testo evidenzia tutti i passaggi psicologici che caratterizzano il prima ed il dopo nascita, con l’emergere nell’autore di una consapevolezza che sboccia nell’affermazione: “Da questo momento io e te diventiamo una squadra, la più forte, invincibile e indivisibile squadra che sia mai apparsa sulla terra”.
Si legge nel frontespizio del libro: “Un uomo che correva sempre e un bambino che poteva andare solo piano e la vita li ha messi insieme”. In molti casi un figlio diversamente abile o con la sindrome di Down mette a dura prova i genitori e le famiglie, ma spesso fa anche emergere una diversa e positiva visione della vita.
Scrive Dario Fani di Francesco: “Mi hai guarito dalla mia oscura miopia, mi hai insegnato a guardare anche ciò che è invisibile".
L’intreccio delle vicende umane e le loro dinamiche sono comprensibili solo se si mette in gioco il concetto di karma, di Altra Realtà e di azione a beneficio di tutti gli Esseri.

Theosophy Wiki
Il sito web che da qualche anno mette a disposizione dei ricercatori una grande quantità di informazioni di alta qualità sulla Teosofia e il movimento teosofico, è stato rinominato ed è ora disponibile all’indirizzo http://theosophy.wiki
Il sito è stato recentemente arricchito anche con le “Gemme del giorno” di H.P. Blavatsky.

H.P. Blavatsky vista con occhi diversi ma con un unico cuore
Segnaliamo che l’edizione 2015 della International Theosophy Conference avrà luogo dal 6 al 9 agosto 2015 presso il Carlton Ambassador Hotel all’Aja, in Olanda.
È questa una importante e significativa piattaforma d’incontro tra le varie organizzazioni teosofiche, per il comune lavoro della diffusione della Teosofia.
Il tema proposto per quest’anno verte sulla comprensione degli scritti di H.P.B. e sulla loro capacità di ispirare i teosofi nel trasmettere il messaggio senza tempo dell’antica saggezza nel mondo di oggi.
L’incontro sarà interattivo e le prenotazioni sono possibili fin da ora all’indirizzo: http://www.theosconf.org/


Museo Blavatsky a Dnepropetrovsk

Alexey Besputin, Presidente del consiglio di amministrazione del Museo Blavatsky ci ha informati che, dal 12 al 21 agosto 2014 ha avuto luogo, presso la casa natale di H.P. Blavatsky, la seconda parte dei lavori di sistemazione e restauro dell’edificio, che sono peraltro continuati anche successivamente, con la riparazione del tetto e di alcune finestre. Sono pure in progetto l’adeguamento dell’impianto elettrico e altri interventi di ripristino.
All’indirizzo https://yadi.sk/d/L_cQogZEdccjm possono essere scaricate le foto del restauro.

HPB’s Esoteric Instructions
Alla fine della sua vita Blavatsky scrisse una serie di Istruzioni per gli studenti della sua Scuola Esoterica. Tali Istruzioni sono state pubblicate in una nuova edizione da Michael Gomes, che terrà su questo tema un seminario organizzato presso il Centro Teosofico Internazionale di Naarden, in Olanda, dal 19 al 23 giugno prossimi. L’incontro prevede anche una sessione di ritiro, che permetterà agli studenti di interagire più profondamente con i contenuti di questi materiali. Tra le tematiche affrontate vi saranno: le teorie di HPB su numeri, suoni e colori, la natura dei mantra e la classificazione esoterica dell’uomo e di altri stati formulata da H.P.B. Chi desiderasse iscriversi può farlo entro il 1° giugno, richiedendo il modulo alla Segreteria Generale (sti@teosofica.org, tel. 0444 962921).

Una rivoluzione nell’educazione?
Il Centro Teosofico Internazionale di Naarden in Olanda ospiterà, dal 7 all’11 maggio 2015, un seminario dal titolo “A Revolution in Education?”. Educare le giovani generazioni è sempre più una sfida poiché, se da una parte c’è una maggior richiesta di lavoro altamente qualificato e di grande efficienza, dall’altra c’è un bisogno pressante di intelligenza sociale e di creatività. L’attuale sistema scolastico è focalizzato soprattutto sugli aspetti mentali e intellettuali dell’educazione, ma i giovani hanno bisogno di imparare ad apprezzare tutte le loro qualità, così da inserirsi in maniera fattiva nel tessuto sociale. Infatti solo coloro che hanno una mente libera e non condizionata saranno in grado di comprendere e realizzare i cambiamenti necessari per trasformare positivamente l’umanità. È necessario quindi ripensare gli attuali paradigmi educativi e questo seminario si pone in tal senso, con la presenza di valenti relatori quali il dr. P. Krishna, fisico, responsabile del Krishnamurti Study Center a Varanasi, in India, Anastasia Dingarten, filosofa, formatrice di insegnanti del metodo montessoriano, Frans Lutters, della Waldorf High School di Zeist (Olanda).
Chi desiderasse iscriversi al seminario o consultare il programma può farlo consultando l’indirizzo web: www.itc-naarden.org

Sito web della Federazione Teosofica Europea
Segnaliamo il cambiamento di indirizzo del sito web della Federazione Teosofica Europea, che ora è: www.ts-efts.eu
Oltre a una serie di informazioni sulla Federazione vi si può ora trovare anche una nuova sezione denominata “Online Resources”, che offre sia video (degli ultimi eventi teosofici a livello europeo) che testi di varie conferenze e articoli.

La Zampa.it: esempio di civiltà nel portale web del quotidiano La Stampa
Il quotidiano torinese La Stampa merita una segnalazione positiva per la sensibilità, l’intelligenza e la delicatezza con cui tratta quotidianamente il tema degli animali attraverso la rubrica denominata LaZampa.it
E’ questo un segnale di grande civiltà: nel periodo delle Festività memorabile è stato il servizio fotografico dedicato al “trionfo di abbracci animali”. Questo il link de LaZampa.it: http://www.lastampa.it/societa/lazampa

Recensioni

Così disse Copernico – Scienza e Religione nella storia e per la pace
Questo è il titolo del volume del prof. Antonino Leonardi, pubblicato dalla Casa editrice Eidon edizioni di Genova.
Nel 1543, l’opera De revolutionibus orbium coelestium del grande astronomo Niccolò Copernico cambiò radicalmente la concezione del mondo poiché l’uomo perdeva per sempre la posizione privilegiata, ma falsa, di trovarsi al centro dell’Universo. Da quel momento, l’uomo di fronte all’immensità del cielo stellato avrebbe provato sgomento, ma anche aperto il proprio spirito ad una realtà prima inimmaginabile. Il tempo di Copernico contraddistingue l’inizio del titanico confronto fra le confessioni religiose tradizionali e la nuova visione del mondo tratteggiata dal libero pensiero e dalla scienza. Questo confronto è tuttora in corso, pur intravedendosi i primi segni di una possibile armonia fra la scienza e la religione; armonia che instaurerebbe una nuova era per l’umanità. In questa prospettiva, nella prima parte del libro si traccia una panoramica storica del confronto scienza-religione per le confessioni religiose più importanti, in particolare per il Cristianesimo. Nella seconda parte, si inizia trattando la democrazia elettronica che sta rivoluzionando la gestione democratica delle società, si passa poi all’impegno della scienza e della religione per la pace, insistendo sul dialogo interreligioso in quanto il più grande contributo che le religioni attualmente possano offrire per la pace è la loro unità spirituale, e s’accenna infine alla Fede Bahà’ì che ha posto l’unità dell’umanità come proprio paradigma fondamentale.

“Creazione”, di Bhajju Shyam con Gita Wolf
Vi sono pubblicazioni che si trasformano in vere e proprie opere d’arte, in grado di testimoniare ad un tempo la forza della parola e il potere di sintesi dell’immagine. E’ il caso di “Creazione”, libro in serigrafia, interamente prodotto a mano e pubblicato da Salani (www.salani.it). La maestria di Bhajju Shyam, cantore delle leggende e delle cosmogonie del suo popolo (i Gond dell’India centrale) viene pienamente espressa in una serie di illustrazioni accompagnate da un testo di Gita Wolf basato sulla narrazione orale dell’artista. La suggestione è quella di un’unica immagine complessa: qui vita e morte, natura e uomo, divinità e caos convivono e si intrecciano nella raffigurazione del mito delle origini, culla dell’esistente. Il mito della creazione secondo gli antichi racconti orali della tradizione indiana considera che in principio, prima che il creatore facesse il mondo, c’era il vuoto…. nient’altro. Poi venne l’acqua. Un vuoto a forma di pesce che gorgoglia nell’Acqua; l’Aria solcata da corvi blu; il Fango, prezioso crogiolo di vita; i sette tipi di Terra da cui è scaturito il nostro mondo; il Tempo misura di tutte le cose; le Stagioni scandite dal ciclo vitale degli insetti; il Seme dalla potenzialità miracolose; l’Uovo, da cui tutte le creature hanno origine; l’Arte, il dono fatto agli uomini; la Vita che esiste solo in virtù della morte. Un libro davvero profondo e suggestivo ed in grado di favorire le intuizioni del lettore.

“Yehoshua ben Yosef detto Gesù”
E’ questo il titolo del volume, accompagnato dal sottotitolo “La sua vera storia. La forza delle sue idee” pubblicato in proprio da Riccardo Petroni, fiorentino, manager di grande successo che, a 57 anni, decide di occuparsi a tempo pieno di volontariato presso il carcere di Rovereto e presso una comunità di recupero per giovani tossicodipendenti in Trentino. Petroni inizia la sua nuova vita andando a parlare ai giovani ospiti di quei luoghi proprio di quel Gesù storico al quale ha dedicato 40 anni di studio appassionato. L’inaspettato entusiasmo che ha suscitato questo tema in quei ragazzi ed in quelle ragazze, prevalentemente atei, nomadi e zingari e di religione islamica lo ha indotto a scrivere un libro in grado di dare risposte approfondite e motivate alle molte domande che Gesù e la sua storia suscitano negli uomini di buona volontà.
Chi era davvero Yehoshua ben Yosef detto Gesù? Perché gli ebrei non lo riconobbero come Messia? Perché e da chi è stato crocefisso? Come è realmente nato il cristianesimo? E che messaggio ci ha lasciato Gesù, indipendentemente dalla fede?
La ricercatrice Donata Loss nella prefazione sottolinea come Petroni ricostruisca la storia di Gesù attraverso un “serratissimo confronto fra il contenuto dei testi veterotestamentari dei vangeli canonici ed apocrifi e dei manoscritti del Mar Morto. Approfondendone la natura e la storia, avvicina inoltre Yehoshua alla comunità degli Esseni…. Non c’è nulla di sensazionalistico nel lavoro di Petroni, dove puntualissimi riferimenti storici si intrecciano a delicate riflessioni… In fondo, “la vera storia di Yehoshua” è quella di un viaggio che parte dalla Galilea e termina, o meglio continua, nella mente e nell’anima di chi legge questo libro….”
Per chi volesse dialogare direttamente con l’autore ecco il suo indirizzo e mail: riccardo.petroni51@libero.it

I 7 Raggi Universali
Questo il titolo del libro di Giovanni Aloisi, Presidente del Centro di Studi Teosofici di Catania, pubblicato dalla casa editrice Terre Sommerse di Roma e accompagnato dal sottotitolo “La Scienza Spirituale della Nuova Era – Principi di Saggezza Antica, Kabbalah e Psicologia dell’Anima”.
E’ un libro dedicato all’Antica Saggezza nella veste di Religione Una e Universale; una Religione dello Spirito dalla quale tutte le Religioni storiche traggono origine e della quale esse sono espressione.
Il testo si articola in dieci capitoli e quello conclusivo è dedicato alle tecniche di meditazione.
Scrive Fabio Furnari nella Prefazione: “La ricerca sul piano metafisico ed esoterico non può non passare dallo studio approfondito degli antichi testi della tradizione. Chi si spinge oltre i sentieri della comprensione trova spesso più domande che risposte. Ma questo non ferma mai il vero “cercatore”. I 7 Raggi Universali” è indubbiamente un’opera ricca di contenuti esoterici, simbolismo, Kabbalah, Teosofia, Psicosintesi e Giovanni Aloisi abbraccia il mondo della tradizione non solo per una sua ricerca, ma proprio per dare qualche risposta”.

Le Lotus Bleu
E’ uscito il numero di febbraio 2015 della rivista teosofica Le Lotus Bleu, fondata a Parigi nel marzo del 1890 e giunta dunque al 120° anno di pubblicazione. L’agilità della struttura editoriale si sposa con contenuti importanti, che mettono insieme autori e testi storici della tradizione teosofica (in primis H.P. Blavatsky) con i temi dell’attualità come l’approfondimento del rapporto fra scienza e spiritualità.
Le Lotus Bleu è diretto da J. Leguay e contiene anche informazioni sulle attività della Società Teosofica nei Paesi francofoni: dalla Francia al Belgio e all’area del Congo, in Africa. Per maggiori informazioni: www.theosophie-adyar.com

Siamo guariti dal cancro
Segnaliamo un libro di notevole interesse pubblicato da Nuova Ipsa Editore di Palermo (www.nuovaipsa.com); si tratta di Siamo guariti dal cancro, del medico vicentino dott. Sergio Signori che, dopo una esperienza ventennale in Ospedale, ha scelto la libera professione in Ayurveda, Omeopatia, Fitoterapia, Floriterapia di Bach, seguendo parallelamente un percorso di costante ricerca interiore.
Signori afferma chiaramente che “Possiamo guarire dal cancro, come da qualsiasi malattia" e fonda la sua affermazione non soltanto su conoscenze millenarie nonché sulle ultime scoperte dell'Epigenetica, della Nuova Biologia, della Nuova Medicina, ma anche e soprattutto su "prove", prove viventi: le persone guarite, di cui vengono rappresentati nel libro 27 casi. Questi casi assumono ancor maggiore importanza se si considera il fatto che non si tratta di pazienti del dott. Signori.
Queste persone sono guarite nei modi più diversi scardinando prognosi, protocolli, convinzioni consolidate; qualcuno è guarito perfino "in fase terminale"; una persona è guarita in modo miracoloso, con tanto di documentazione medica.
Il focus sulla guarigione mostra che si tratta di un processo che ha un potenziale intrinseco, individuale e contemporaneamente collettivo. Ne consegue che l'attenzione va spostata dalla "malattia" alla Persona e alle sue potenzialità e connessioni col Tutto, comprendendo nel contempo che la malattia ha un senso e un messaggio.
Il libro propone di superare le convinzioni comuni, di uscire dall'isolamento e di creare una rete di guarigione. Si tratta di una iniziativa importante, che va nella direzione di una forte affermazione della positività, della fiducia, dell’unità della Vita.

The Theosophist
Segnaliamo a tutti i nostri lettori la rivista The Theosophist, organo ufficiale della Società Teosofica, diretto dal Presidente internazionale Tim Boyd, che ne cura ogni mese l’editoriale.
Glorioso periodico mensile fondato da Blavatsky nel 1879, The Theosophist svolge a tutt’oggi quella preziosa opera di diffusione del pensiero teosofico per il quale era stato concepito 136 anni fa.
Il costo per l’abbonamento è di 35 dollari. Alcuni numeri del “Theosophist” sono ora disponibili online all’indirizzo: http://www.ts-adyar.org/magazines.html

Adyar Newsletter
L’Adyar Newsletter, bollettino del Quartier Generale di Adyar, ci informa sui tanti eventi che sempre hanno luogo presso l’incantevole sede internazionale della Società Teosofica. In particolare, l’edizione di novembre 2014 riporta cronache e foto di tutte le commemorazioni che vi sono state, il 31 ottobre scorso, per il primo anniversario dal passaggio al di là del velo di Radha Burnier, presidente internazionale della S.T. dal 1980 al 2013. Queste cerimonie si sono concluse con un’agape fraterna in onore della sorella Radha, cui hanno partecipato oltre trecento persone tra cui, oltre a tutte le più alte cariche istituzionali della S.T., invitati speciali, tutti i lavoratori residenti ad Adyar e quelli esterni che operano nel Dipartimento Giardini, ma anche gli insegnanti e lo staff della Olcott Memorial School e del Vocational Training Center e gli operatori e medici del Social Welfare Center e del Besant Memorial Animal Dispensary. Grazie agli sforzi congiunti dell’Editorial Office e della Vasanta Press è stata inoltre pubblicata un’edizione speciale de The Theosophist (ottobre-novembre 2014), di ben 130 pagine, interamente dedicata alla presidente scomparsa.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.