Maggio 2013

Anno LXIX - N.5
Cover Maggio 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Il valore della memoria
A. Girardi 1


I Mahatma e la Società teosofica
P. Oliveira 2


Giornata del Loto Bianco
A. Simeoni 7


Riflessioni sul significato della vita
P. Krishna 9


Dante psicologo e profeta
F. Zarattini 11


L’importanza fondamentale dei primi tre anni di vita
P. Chiorboli 16


Percorsi musicali. Mahler, il continuum spirituale
S. Sigurtà Braibanti 19


Al di là della violenza (prima parte)
G. Manera 23


Vita oltre la morte
C. Jinarajadasa 30


C’era una volta
L. Brizio 32


Rendiconto S.T.I. al 31.12.2012
pag. 34


Ordine Teosofico di Servizio in Pakistan
pag. 35


Segnalazioni 36
Recensioni 38
Dai Gruppi 38

Il valore della memoria

L'essere umano è immerso nella dimensione del tempo, una sorta di 'segno' che accompagna tutta l'esistenza, determinando una continua modificazione del livello materiale (si pensi alle fasi di sviluppo, maturità e decadenza del corpo fisico), di quello psicologico e persino di quello mentale. Questi tre livelli, sicuramente interconnessi, non lo sono però al punto da non consentire uno certa indipendenza l'uno dall'altro ed accade così, ad esempio, che vi siano persone molto anziane dotate di una straordinaria lucidità mentale e saldezza emotiva.
Ma, come ci insegna la Teosofia, la realtà dell'essere umano non si esaurisce solo su questi livelli. Vi sono anche quelli dell'intuizione e del pensiero astratto, collegato al mondo degli archetipi, che fanno sì che coesistano nella dimensione umana l'aspetto 'personale' con quello 'impersonale'. L'uomo diventa così un ponte fra finito e infinito e lo scorrere del tempo può diventare 'palestra' per ritrovare nell'esistente tracce dell'eterno e dell'infinito, proprio come ci ha suggerito H.P. Blavatsky nel suo diagramma di meditazione, che non rimanda all'avvenuta realizzazione spirituale il momento in cui l'essere umano si confronta con il livello archetipale, ma porta nel presente il vero significato della ricerca interiore che è, prima di tutto, andare oltre a quanto viene percepito dai sensi, aprendo il cuore e la mente alla dimensione dell'unità della vita.
Così, l'essere umano non prende in considerazione solo gli aspetti legati all'esperienza e alla memoria, che è un po' come guardare indietro e avanti nel proprio cammino, ma è disposto ad espandere la propria coscienza alla dimensione interiore ed a quella universale, sollevando il proprio sguardo al cielo e percependo il battito del proprio cuore come arcano ritmo dell'universo.
Quando l'uomo avrà compreso tutto ciò il valore della memoria diverrà peso leggero e non condizionamento, stimolo a comprendere la sacralità della vita e non insieme di paradigmi che impediscono di cogliere la profondità del respiro della manifestazione, comprensione di quello che il tempo ha portato nel nostro presente e non conflitto con l'altro.
Il valore della memoria ha una straordinaria testimonianza nella Natura, nel suo equilibrio rinnovantesi, nella bellezza che ci fa comprendere la certezza delle leggi immanenti e trascendenti, nella profonda interconnessione di tutti fattori.
Nell'incedere del tempo il cuore dell'essere umano si apre alla dimensione della riconoscenza, alla comprensione del significato del dolore e dei cicli delle esistenze.
Tutto ciò è troppo teorico? No! È, al contrario, qualcosa di straordinariamente pratico e legato alla nostra vita di ogni giorno; è nel qui ed ora che in realtà viviamo la nostra esistenza ed è nel qui ed ora che viviamo la nostra possibilità di realizzare l'opera alchemica di trasformare il piombo delle negatività, delle critiche, del pensiero e delle emozioni negative, nell'oro della riconoscenza, dell'azione e del pensiero positivi, della consapevolezza dell'eterna bontà di tutte le cose.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Congresso Nazionale 2013 della S.T.I.ad Aosta
Il 99° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana si svolgerà dal 24 al 26 maggio prossimi ad Aosta. Il tema che sarà trattato è: “Karma: impegno teosofico”.
Quello del Congresso è l’appuntamento più rilevante a cui sono chiamati i Soci ed i Simpatizzanti della Società Teosofica Italiana. È l’occasione non solo di approfondire un importante tema di studio, ma anche di condividere i diritti ed i doveri della vita associativa di un Ente Morale qual è la S.T.I. (Assemblea dei Soci, riunione del Consiglio Generale, etc.).

5 per mille alla S.T.I.
Anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
L’invito è pertanto quello di destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione.
E’ tassativo indicare il Codice Fiscale della Società Teosofica Italiana che di seguito viene riportato: 80022260329.
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che le somme destinate alla Società Teosofica Italiana verranno utilizzate per il sostegno ad iniziative umanitarie, che verranno opportunamente illustrate sulla Rivista italiana di Teosofia.

Procedura per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I.
Il Vice Segretario Generale della S.T.I. Pietro Francesco Cascino, responsabile della procedura per l’elezione del Segretario della S.T.I. per il triennio luglio 2013 - luglio 2016 informa che, entro il termine previsto del 18 marzo, è stata segnalata una sola candidatura per l'elezione a Segretario Generale della Società Teosofica Italiana. Si tratta di quella di Antonio Girardi, Segretario Generale uscente, di cui questo numero della Rivista pubblica il curriculum ed il programma.
Poiché il candidato è uno solo, la votazione che è stata avviata acquista il significato di un referendum.
Hanno diritto di voto i Soci effettivi della S.T.I., compresi quelli sostenitori e vitalizi.
Le schede di votazione dovranno pervenire presso la sede legale della S.T.I., in via Quintino Sella, 83/E a Vicenza, entro le ore 12 del giorno 20 maggio 2013.
I soci partecipanti al 99° Congresso della S.T.I., che si svolgerà ad Aosta dal 23 al 26 maggio 2013, potranno invece imbucare o far imbucare la propria scheda prima dell'inizio dei lavori congressuali (previsto per le ore 10.00 del 24 maggio nell’apposita urna sigillata, che verrà predisposta nella Sede del Congresso stesso.
All'apertura del 99° Congresso verrà nominata una Commissione Elettorale composta di tre membri che non rivestano cariche sociali e non siano candidati. La commissione provvederà allo scrutinio della totalità delle schede, ovvero di quelle pervenute tramite posta e di quelle consegnate a mano presso la Sede del Congresso. La Commissione, esaurita la fase di scrutinio, proclamerà poi il risultato.

Festa del Loto Bianco
Numerosi sono i Gruppi e i Centri Teosofici che si accingono a ricordare la figura e l'opera di Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891) nel centoventiduesimo anniversario del suo passaggio oltre al velo della materia, avvenuto l'8 maggio 1891.
Sarà questa per molti soci della S.T.I. l'occasione di esprimere la propria riconoscenza ad una pioniera moderna della Teosofia e ad una donna di grande valore culturale e umano.
Il Segretario Generale della S.T.I. sarà presente a tre appuntamenti: a Vicenza martedì 8 maggio alle ore 21.00 presso la sede teosofica in Viale Quintino Sella 83/E; a Roma sabato 11 maggio presso la sede della S.T.I. di Corso Trieste 88/90 alle ore 17.00 e a Cavallirio (No) domenica 12, presso il Villaggio Verde, dove si svolgerà l'incontro organizzato dal locale Gruppo Teosofico.
Per maggiori informazioni telefonare al numero 0444 962921 o inviare una e mail a sti@teosofica.org.

L’Asino d’Oro di Apuleio
Segnaliamo la relazione che lunedì 6 maggio 2013, alle ore 19.00 il prof. Mino Gabriele terrà a Roma sul tema “L’asino d’oro di Apuleio. Aspetti iniziatici e misterici”. Nell’occasione l’attore Achille Brugnini leggerà alcuni brani del volume.
L’evento, che prevede anche un intervento del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Gustavo Raffi, avrà sede al Teatro Il Vascello (Via Giacinto Carini, 78) a Roma.
La fortuna letteraria dell’ Asino d’oro di Apuleio si deve, oltre che alla sorprendente e affascinante trama del romanzo, anche ad altri sottesi significati: morali, filosofici e soprattutto iniziatici. La metamorfosi della bestia in uomo, della curiosità per la magia in ricerca di sapienza, divengono metafore dell’umano percorso dal vizio alla virtù, dall’ignoranza alla consapevole rivelazione misterica. Un racconto dove l’intreccio di vicende tragicomiche si dipana ed infine si innalza a descrivere i più alti simboli della religiosità pagana e dei misteri di Iside.

Al lavoro per l’umanità
Gli Elders (in italiano “anziani”), sono leader internazionali indipendenti che offrono la loro influenza, e lavorano insieme, per promuovere la pace e i diritti umani, per aiutare a sollevare le sofferenze e per favorire la condivisione fra gli esseri umani.
L’organizzazione “The Elders”, presieduta dall’arcivescovo Desmond Tutu, fu voluta nel 2007 da Nelson Mandela, che ne è ora membro onorario. Anche Aung San Suu Kyi ne è stata membro, fino alla sua elezione al Parlamento birmano nell’aprile 2012.
L‘idea che sottende al progetto è semplice: molte comunità guardano ai loro membri anziani per riceverne guida o consigli, o per risolvere i propri conflitti e tale idea è nata da una conversazione tra Richard Branson, impresario di spettacoli e Peter Gabriel, il musicista, che l’hanno pensata proprio per il nostro mondo che sta diventando sempre più interconnesso, sempre più “villaggio globale”.
Le voci indipendenti degli Elders, non legate agli interessi di nessuna nazione, governo o istituzione, con il loro carisma e il loro coraggio possono permettersi di esprimere verità scomode, affrontare tabù, aprire porte, amplificare e sostenere iniziative, segnalare situazioni di violazioni, creare positivi cambiamenti nella società globale o in realtà locali specifiche, ecc.
Gli Elders credono fortemente che ciascuno di noi può fare davvero la differenza – e loro stessi incarnano tale possibilità.
Come affermato da Kofi Annan: “Mi viene spesso chiesto che cosa ciascuno può fare per diventare un buon ‘cittadino globale’ e io rispondo a tutti di iniziare dalla propria comunità”.
(Notizia tratta dal bollettino elettronico dell’International Theosophical Order of Service. Per poter accedere e consultarlo in linea collegarsi a: http://international.theoservice.org/enews.html
Chi invece volesse registrarsi per riceverlo regolarmente può rivolgersi a: tos.intouch@gmail.com
Il bollettino riporta le attività dell’Ordine Teosofico di Servizio, con le iniziative locali e internazionali.

L’Uomo: anima – corpo – infinito
Il Centro Culturale Pietro Ubaldi promuove, presso “La cittadella” di Assisi (PG), la dodicesima edizione de “I tre giorni della ricerca psichica e spirituale” sul tema “L’Uomo: anima – corpo – infinito.
L’iniziativa avrà luogo nei giorni 7-9 giugno 2013 e prevede, tra gli altri, la partecipazione del prof. Gaetano Mollo, ordinario di Pedagogia presso la facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Perugia e presidente del Comitato per lo studio dell’Opera di Pietro Ubaldi.
Chi desiderasse il programma completo dei lavori può rivolgersi a Teka: 338 2038210, e-mail: tekaccpu@libero.it oppure visitare il sito http://www.pietroubaldi.com

Recensioni

The Theosophical Encyclopedia online
La pionieristica “Theosophical Encyclopedia”, pubblicata in versione cartacea nel 2006, è ora online, dopo essere stata sottoposta ad un’opera di revisione ed aggiornamento totali e dopo essere stata arricchita con nuove voci, mentre altre vengono continuamente aggiunte.
Il lavoro è stato coordinato dalla Theosophical Publishing House di Manila, nelle Filippine.
Chi desiderasse consultare la Theosophical Encyclopedia può farlo cliccando su: http://theosophy.ph/encyclo/index.php

Shaumbra – il cammino delle emozioni
La Fondazione Mario Luzi Editore (pubblicazioni@marioluzi.it) ha pubblicato la raccolta poetica di Valeria Rondoni “Poesie Shaumbra – il cammino delle emozioni”. Si tratta di un intenso percorso poetico in cui confluiscono una cristallina ispirazione, un forte sentire, una visione del mondo che sa cogliere l’unità della complessità. Versi scritti come scoperta interiore, capace di utilizzare l’arte dell’osservazione e di cogliere l’incanto della natura, come si può comprendere sin dai versi iniziali: “Dopo tanta salita solitaria / arrivata quassù quante montagne mi sento felice e senza forma / ed ecco che appare in chiarissima luce / l’aurea leggera di questo creato”.
Scrive Matteo Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi nella prefazione al testo: “Valeria Rondoni adopera la parola poetica per una necessità di vivere, si fa foglia per ascoltare lo stormire delle fronde, essere nelle cose, risuonarne d’infinito”.
E’ la stessa autrice, fiorentina di nascita e milanese di residenza, socia della Società Teosofica Italiana e del Crimson Circle in Colorado, che nella sua nota iniziale spiega al lettore il significato della parola “Shaumbra”, che vuol dire famiglia spirituale, la famiglia umana di coloro che fanno un viaggio spirituale, che vanno a caccia della propria consapevolezza.
Il volume contiene anche un commento critico di Antonio Girardi, Segretario Generale della Società Teosofica Italiana.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Incontro del Gruppo di Vicenza con Akong Rimpoche
Il ven. Akong Tulku Rimpoche, fondatore di uno dei più importanti Centri Buddhisti in Occidente, quello di Samye Lyng in Scozia, è una delle figure più importanti della Tradizione Kagyu ed è Presidente di Rokpa International, l'organizzazione umanitaria che sostiene i tibetani in patria e in esilio. Akong Rimpoche, che è anche laureato in medicina, ha incontrato il 23 marzo scorso a Vicenza i soci e i simpatizzanti del Gruppo Teosofico "Aurora", presieduto da Patrizia Calvi.
Nell'occasione gli è stata consegnata una copia omaggio dell'edizione in inglese de La Voce del Silenzio. L'incontro, introdotto dal Segretario Generale della Società Teosofica Italiana Antonio Girardi è stato molto cordiale ed ha visto il suo momento centrale in un lungo momento di meditazione. Akong Rimpoche ha ricordato i notevoli e positivi rapporti fra la Società Teosofica e il movimento buddista, soffermandosi anche su alcune esperienze personali.
Il positivo rapporto fra Gruppo Teosofico di Vicenza e Akong Rimpoche ha trovato in occasione dell'incontro un ulteriore suggello con il conferimento ad Akong Rimpoche della qualifica di Socio Onorario a Vita. Analoga qualifica è stata attribuita al dott. Renato Mazzonetto, rappresentante ufficiale della tradizione Kagyu in Italia e storico amico dei teosofi vicentini.
La Fratellanza Universale senza distinzioni è luce ispiratrice per tutti coloro che vogliono condividere la Via che conduce al Bello, al Buono e al Vero.

Incontro del Gruppo Teosofico di Trapani
Il Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani si è riunito lo scorso 18 marzo, nella ricorrenza del 77° compleanno del compianto e amato Giovanni Grimaudo, Presidente “in memoriam”.
Il Fratello Gianni Guitta ha inviato una dettagliata relazione su questo incontro, che si è svolto presso la sede dell'Accademia Kandiskij, diretta dal prof. Auro Pugliese e dalla prof.ssa Silvia Guaiana.
Il salone delle conferenze dell'Accademia ha ospitato, nell'occasione, oltre 80 persone.
La riunione è stata diretta dal dott. Nino Corselli ed ha visto anche la partecipazione di Padre Giorgio Leone, un anziano frate francescano che presta la sua opera al Convento della Noce a Palermo e che ha voluto essere presente per i vincoli di amicizia avuti con il Fratello Giovanni Grimaudo.
L' Assemblea del Gruppo Trapanese ha provveduto per acclamazione ad eleggere le nuove cariche sociali: la prof.ssa Rosarita Ingrande è la nuova Presidente, Nicolò Formusa è il Vice Presidente; Gianni Guitta il Segretario e Francesca Russo il Tesoriere.
I successivi interventi a ricordo di Giovanni Grimaudo, da parte di Rosa Rita Ingrande, di Nino Corselli, di Padre Giorgio Leone, di Nicola Formusa e della prof.ssa Vincenza De Gregorio hanno messo in luce la figura e l'opera di un uomo che non verrà dimenticato.

Sincronicità quantistiche:la fisica dell'Infinito
Questo è il titolo della conferenza che l’astrofisico Massimo Teodorani ha tenuto, ospite del Gruppo Teosofico “Veritas” di Forlì, venerdì 5 aprile scorso, presso la saletta della Banca di Forlì in Via Bruni n. 2, a Forlì.
Massimo Teodorani è stato ricercatore presso gli Osservatori Astronomici di Bologna e di Napoli e presso il Radiotelescopio di Medicina [BO].
Docente di Fisica Quantistica in qualità di professore incaricato all’Università di Bologna, è stato autore di 15 libri e svariati articoli divulgativi in materia di fisica quantistica, fisica atomica e nucleare, fisica delle anomalie luminose in atmosfera, astronomia, astrofisica, bioastronomia e argomenti aerospaziali.
La conferenza è stata introdotta dal dott. William Esposito, Presidente del Gruppo Teosofico di Forlì.
Dopo un breve prologo sui principi di base della fisica atomica e quantistica, è stata descritta e discussa a fondo la variante ontologica di David Bohm della teoria quantistica, concentrando l’attenzione sul concetto di “non-località” e su come esso si innesta nel cosiddetto “ordine implicato” dell’Universo, dove per la prima volta nella Fisica l’ente “coscienza” si interfaccia con l’ente “materia” (ordine esplicato): tutto questo presentato sia nell’ambito delle equazioni (discusse qui solo qualitativamente) che costituiscono la struttura portante di tale reinterpretazione della teoria quantistica che, soprattutto, nell’ambito di vere e proprie metafore che Bohm utilizzava al fine di veicolare in maniera del tutto intuitiva concetti in sé complessi. Si è discusso anche della visione di Wolfgang Pauli del concetto di non-località e dei suoi rapporti con lo psicologo Carl Jung mentre studiava il misterioso fenomeno della sincronicità. Sono stati anche trattati alcuni aspetti sperimentali della non-località, ovvero del fenomeno dell’entanglement quantistico, sia dal punto di vista dei risultati attuali ottenuti nel dominio microscopico (soprattutto l’esperimento della doppia fenditura e quelli sul teletrasporto quantistico) che delle prospettive future per quello che riguarda ipotetici domini più o meno macroscopici. Nell’ultima parte della presentazione, una volta introdotto il concetto di “coerenza quantistica”, sono stati discussi il modello quantistico di Penrose-Hameroff di funzionamento del cervello inteso come correlato neurale della coscienza e la teoria di Thaheld sulla non-località applicata ad un possibile metodo per comunicare in tempo reale con possibili intelligenze extraterrestri.

Maggio 2013

Anno LXIX - N.5
Cover Maggio 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Il valore della memoria
A. Girardi 1


I Mahatma e la Società teosofica
P. Oliveira 2


Giornata del Loto Bianco
A. Simeoni 7


Riflessioni sul significato della vita
P. Krishna 9


Dante psicologo e profeta
F. Zarattini 11


L’importanza fondamentale dei primi tre anni di vita
P. Chiorboli 16


Percorsi musicali. Mahler, il continuum spirituale
S. Sigurtà Braibanti 19


Al di là della violenza (prima parte)
G. Manera 23


Vita oltre la morte
C. Jinarajadasa 30


C’era una volta
L. Brizio 32


Rendiconto S.T.I. al 31.12.2012
pag. 34


Ordine Teosofico di Servizio in Pakistan
pag. 35


Segnalazioni 36
Recensioni 38
Dai Gruppi 38

Il valore della memoria

L'essere umano è immerso nella dimensione del tempo, una sorta di 'segno' che accompagna tutta l'esistenza, determinando una continua modificazione del livello materiale (si pensi alle fasi di sviluppo, maturità e decadenza del corpo fisico), di quello psicologico e persino di quello mentale. Questi tre livelli, sicuramente interconnessi, non lo sono però al punto da non consentire uno certa indipendenza l'uno dall'altro ed accade così, ad esempio, che vi siano persone molto anziane dotate di una straordinaria lucidità mentale e saldezza emotiva.
Ma, come ci insegna la Teosofia, la realtà dell'essere umano non si esaurisce solo su questi livelli. Vi sono anche quelli dell'intuizione e del pensiero astratto, collegato al mondo degli archetipi, che fanno sì che coesistano nella dimensione umana l'aspetto 'personale' con quello 'impersonale'. L'uomo diventa così un ponte fra finito e infinito e lo scorrere del tempo può diventare 'palestra' per ritrovare nell'esistente tracce dell'eterno e dell'infinito, proprio come ci ha suggerito H.P. Blavatsky nel suo diagramma di meditazione, che non rimanda all'avvenuta realizzazione spirituale il momento in cui l'essere umano si confronta con il livello archetipale, ma porta nel presente il vero significato della ricerca interiore che è, prima di tutto, andare oltre a quanto viene percepito dai sensi, aprendo il cuore e la mente alla dimensione dell'unità della vita.
Così, l'essere umano non prende in considerazione solo gli aspetti legati all'esperienza e alla memoria, che è un po' come guardare indietro e avanti nel proprio cammino, ma è disposto ad espandere la propria coscienza alla dimensione interiore ed a quella universale, sollevando il proprio sguardo al cielo e percependo il battito del proprio cuore come arcano ritmo dell'universo.
Quando l'uomo avrà compreso tutto ciò il valore della memoria diverrà peso leggero e non condizionamento, stimolo a comprendere la sacralità della vita e non insieme di paradigmi che impediscono di cogliere la profondità del respiro della manifestazione, comprensione di quello che il tempo ha portato nel nostro presente e non conflitto con l'altro.
Il valore della memoria ha una straordinaria testimonianza nella Natura, nel suo equilibrio rinnovantesi, nella bellezza che ci fa comprendere la certezza delle leggi immanenti e trascendenti, nella profonda interconnessione di tutti fattori.
Nell'incedere del tempo il cuore dell'essere umano si apre alla dimensione della riconoscenza, alla comprensione del significato del dolore e dei cicli delle esistenze.
Tutto ciò è troppo teorico? No! È, al contrario, qualcosa di straordinariamente pratico e legato alla nostra vita di ogni giorno; è nel qui ed ora che in realtà viviamo la nostra esistenza ed è nel qui ed ora che viviamo la nostra possibilità di realizzare l'opera alchemica di trasformare il piombo delle negatività, delle critiche, del pensiero e delle emozioni negative, nell'oro della riconoscenza, dell'azione e del pensiero positivi, della consapevolezza dell'eterna bontà di tutte le cose.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Congresso Nazionale 2013 della S.T.I.ad Aosta
Il 99° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana si svolgerà dal 24 al 26 maggio prossimi ad Aosta. Il tema che sarà trattato è: “Karma: impegno teosofico”.
Quello del Congresso è l’appuntamento più rilevante a cui sono chiamati i Soci ed i Simpatizzanti della Società Teosofica Italiana. È l’occasione non solo di approfondire un importante tema di studio, ma anche di condividere i diritti ed i doveri della vita associativa di un Ente Morale qual è la S.T.I. (Assemblea dei Soci, riunione del Consiglio Generale, etc.).

5 per mille alla S.T.I.
Anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
L’invito è pertanto quello di destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione.
E’ tassativo indicare il Codice Fiscale della Società Teosofica Italiana che di seguito viene riportato: 80022260329.
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che le somme destinate alla Società Teosofica Italiana verranno utilizzate per il sostegno ad iniziative umanitarie, che verranno opportunamente illustrate sulla Rivista italiana di Teosofia.

Procedura per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I.
Il Vice Segretario Generale della S.T.I. Pietro Francesco Cascino, responsabile della procedura per l’elezione del Segretario della S.T.I. per il triennio luglio 2013 - luglio 2016 informa che, entro il termine previsto del 18 marzo, è stata segnalata una sola candidatura per l'elezione a Segretario Generale della Società Teosofica Italiana. Si tratta di quella di Antonio Girardi, Segretario Generale uscente, di cui questo numero della Rivista pubblica il curriculum ed il programma.
Poiché il candidato è uno solo, la votazione che è stata avviata acquista il significato di un referendum.
Hanno diritto di voto i Soci effettivi della S.T.I., compresi quelli sostenitori e vitalizi.
Le schede di votazione dovranno pervenire presso la sede legale della S.T.I., in via Quintino Sella, 83/E a Vicenza, entro le ore 12 del giorno 20 maggio 2013.
I soci partecipanti al 99° Congresso della S.T.I., che si svolgerà ad Aosta dal 23 al 26 maggio 2013, potranno invece imbucare o far imbucare la propria scheda prima dell'inizio dei lavori congressuali (previsto per le ore 10.00 del 24 maggio nell’apposita urna sigillata, che verrà predisposta nella Sede del Congresso stesso.
All'apertura del 99° Congresso verrà nominata una Commissione Elettorale composta di tre membri che non rivestano cariche sociali e non siano candidati. La commissione provvederà allo scrutinio della totalità delle schede, ovvero di quelle pervenute tramite posta e di quelle consegnate a mano presso la Sede del Congresso. La Commissione, esaurita la fase di scrutinio, proclamerà poi il risultato.

Festa del Loto Bianco
Numerosi sono i Gruppi e i Centri Teosofici che si accingono a ricordare la figura e l'opera di Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891) nel centoventiduesimo anniversario del suo passaggio oltre al velo della materia, avvenuto l'8 maggio 1891.
Sarà questa per molti soci della S.T.I. l'occasione di esprimere la propria riconoscenza ad una pioniera moderna della Teosofia e ad una donna di grande valore culturale e umano.
Il Segretario Generale della S.T.I. sarà presente a tre appuntamenti: a Vicenza martedì 8 maggio alle ore 21.00 presso la sede teosofica in Viale Quintino Sella 83/E; a Roma sabato 11 maggio presso la sede della S.T.I. di Corso Trieste 88/90 alle ore 17.00 e a Cavallirio (No) domenica 12, presso il Villaggio Verde, dove si svolgerà l'incontro organizzato dal locale Gruppo Teosofico.
Per maggiori informazioni telefonare al numero 0444 962921 o inviare una e mail a sti@teosofica.org.

L’Asino d’Oro di Apuleio
Segnaliamo la relazione che lunedì 6 maggio 2013, alle ore 19.00 il prof. Mino Gabriele terrà a Roma sul tema “L’asino d’oro di Apuleio. Aspetti iniziatici e misterici”. Nell’occasione l’attore Achille Brugnini leggerà alcuni brani del volume.
L’evento, che prevede anche un intervento del Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia Gustavo Raffi, avrà sede al Teatro Il Vascello (Via Giacinto Carini, 78) a Roma.
La fortuna letteraria dell’ Asino d’oro di Apuleio si deve, oltre che alla sorprendente e affascinante trama del romanzo, anche ad altri sottesi significati: morali, filosofici e soprattutto iniziatici. La metamorfosi della bestia in uomo, della curiosità per la magia in ricerca di sapienza, divengono metafore dell’umano percorso dal vizio alla virtù, dall’ignoranza alla consapevole rivelazione misterica. Un racconto dove l’intreccio di vicende tragicomiche si dipana ed infine si innalza a descrivere i più alti simboli della religiosità pagana e dei misteri di Iside.

Al lavoro per l’umanità
Gli Elders (in italiano “anziani”), sono leader internazionali indipendenti che offrono la loro influenza, e lavorano insieme, per promuovere la pace e i diritti umani, per aiutare a sollevare le sofferenze e per favorire la condivisione fra gli esseri umani.
L’organizzazione “The Elders”, presieduta dall’arcivescovo Desmond Tutu, fu voluta nel 2007 da Nelson Mandela, che ne è ora membro onorario. Anche Aung San Suu Kyi ne è stata membro, fino alla sua elezione al Parlamento birmano nell’aprile 2012.
L‘idea che sottende al progetto è semplice: molte comunità guardano ai loro membri anziani per riceverne guida o consigli, o per risolvere i propri conflitti e tale idea è nata da una conversazione tra Richard Branson, impresario di spettacoli e Peter Gabriel, il musicista, che l’hanno pensata proprio per il nostro mondo che sta diventando sempre più interconnesso, sempre più “villaggio globale”.
Le voci indipendenti degli Elders, non legate agli interessi di nessuna nazione, governo o istituzione, con il loro carisma e il loro coraggio possono permettersi di esprimere verità scomode, affrontare tabù, aprire porte, amplificare e sostenere iniziative, segnalare situazioni di violazioni, creare positivi cambiamenti nella società globale o in realtà locali specifiche, ecc.
Gli Elders credono fortemente che ciascuno di noi può fare davvero la differenza – e loro stessi incarnano tale possibilità.
Come affermato da Kofi Annan: “Mi viene spesso chiesto che cosa ciascuno può fare per diventare un buon ‘cittadino globale’ e io rispondo a tutti di iniziare dalla propria comunità”.
(Notizia tratta dal bollettino elettronico dell’International Theosophical Order of Service. Per poter accedere e consultarlo in linea collegarsi a: http://international.theoservice.org/enews.html
Chi invece volesse registrarsi per riceverlo regolarmente può rivolgersi a: tos.intouch@gmail.com
Il bollettino riporta le attività dell’Ordine Teosofico di Servizio, con le iniziative locali e internazionali.

L’Uomo: anima – corpo – infinito
Il Centro Culturale Pietro Ubaldi promuove, presso “La cittadella” di Assisi (PG), la dodicesima edizione de “I tre giorni della ricerca psichica e spirituale” sul tema “L’Uomo: anima – corpo – infinito.
L’iniziativa avrà luogo nei giorni 7-9 giugno 2013 e prevede, tra gli altri, la partecipazione del prof. Gaetano Mollo, ordinario di Pedagogia presso la facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Perugia e presidente del Comitato per lo studio dell’Opera di Pietro Ubaldi.
Chi desiderasse il programma completo dei lavori può rivolgersi a Teka: 338 2038210, e-mail: tekaccpu@libero.it oppure visitare il sito http://www.pietroubaldi.com

Recensioni

The Theosophical Encyclopedia online
La pionieristica “Theosophical Encyclopedia”, pubblicata in versione cartacea nel 2006, è ora online, dopo essere stata sottoposta ad un’opera di revisione ed aggiornamento totali e dopo essere stata arricchita con nuove voci, mentre altre vengono continuamente aggiunte.
Il lavoro è stato coordinato dalla Theosophical Publishing House di Manila, nelle Filippine.
Chi desiderasse consultare la Theosophical Encyclopedia può farlo cliccando su: http://theosophy.ph/encyclo/index.php

Shaumbra – il cammino delle emozioni
La Fondazione Mario Luzi Editore (pubblicazioni@marioluzi.it) ha pubblicato la raccolta poetica di Valeria Rondoni “Poesie Shaumbra – il cammino delle emozioni”. Si tratta di un intenso percorso poetico in cui confluiscono una cristallina ispirazione, un forte sentire, una visione del mondo che sa cogliere l’unità della complessità. Versi scritti come scoperta interiore, capace di utilizzare l’arte dell’osservazione e di cogliere l’incanto della natura, come si può comprendere sin dai versi iniziali: “Dopo tanta salita solitaria / arrivata quassù quante montagne mi sento felice e senza forma / ed ecco che appare in chiarissima luce / l’aurea leggera di questo creato”.
Scrive Matteo Leombruno, Presidente della Fondazione Mario Luzi nella prefazione al testo: “Valeria Rondoni adopera la parola poetica per una necessità di vivere, si fa foglia per ascoltare lo stormire delle fronde, essere nelle cose, risuonarne d’infinito”.
E’ la stessa autrice, fiorentina di nascita e milanese di residenza, socia della Società Teosofica Italiana e del Crimson Circle in Colorado, che nella sua nota iniziale spiega al lettore il significato della parola “Shaumbra”, che vuol dire famiglia spirituale, la famiglia umana di coloro che fanno un viaggio spirituale, che vanno a caccia della propria consapevolezza.
Il volume contiene anche un commento critico di Antonio Girardi, Segretario Generale della Società Teosofica Italiana.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Incontro del Gruppo di Vicenza con Akong Rimpoche
Il ven. Akong Tulku Rimpoche, fondatore di uno dei più importanti Centri Buddhisti in Occidente, quello di Samye Lyng in Scozia, è una delle figure più importanti della Tradizione Kagyu ed è Presidente di Rokpa International, l'organizzazione umanitaria che sostiene i tibetani in patria e in esilio. Akong Rimpoche, che è anche laureato in medicina, ha incontrato il 23 marzo scorso a Vicenza i soci e i simpatizzanti del Gruppo Teosofico "Aurora", presieduto da Patrizia Calvi.
Nell'occasione gli è stata consegnata una copia omaggio dell'edizione in inglese de La Voce del Silenzio. L'incontro, introdotto dal Segretario Generale della Società Teosofica Italiana Antonio Girardi è stato molto cordiale ed ha visto il suo momento centrale in un lungo momento di meditazione. Akong Rimpoche ha ricordato i notevoli e positivi rapporti fra la Società Teosofica e il movimento buddista, soffermandosi anche su alcune esperienze personali.
Il positivo rapporto fra Gruppo Teosofico di Vicenza e Akong Rimpoche ha trovato in occasione dell'incontro un ulteriore suggello con il conferimento ad Akong Rimpoche della qualifica di Socio Onorario a Vita. Analoga qualifica è stata attribuita al dott. Renato Mazzonetto, rappresentante ufficiale della tradizione Kagyu in Italia e storico amico dei teosofi vicentini.
La Fratellanza Universale senza distinzioni è luce ispiratrice per tutti coloro che vogliono condividere la Via che conduce al Bello, al Buono e al Vero.

Incontro del Gruppo Teosofico di Trapani
Il Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani si è riunito lo scorso 18 marzo, nella ricorrenza del 77° compleanno del compianto e amato Giovanni Grimaudo, Presidente “in memoriam”.
Il Fratello Gianni Guitta ha inviato una dettagliata relazione su questo incontro, che si è svolto presso la sede dell'Accademia Kandiskij, diretta dal prof. Auro Pugliese e dalla prof.ssa Silvia Guaiana.
Il salone delle conferenze dell'Accademia ha ospitato, nell'occasione, oltre 80 persone.
La riunione è stata diretta dal dott. Nino Corselli ed ha visto anche la partecipazione di Padre Giorgio Leone, un anziano frate francescano che presta la sua opera al Convento della Noce a Palermo e che ha voluto essere presente per i vincoli di amicizia avuti con il Fratello Giovanni Grimaudo.
L' Assemblea del Gruppo Trapanese ha provveduto per acclamazione ad eleggere le nuove cariche sociali: la prof.ssa Rosarita Ingrande è la nuova Presidente, Nicolò Formusa è il Vice Presidente; Gianni Guitta il Segretario e Francesca Russo il Tesoriere.
I successivi interventi a ricordo di Giovanni Grimaudo, da parte di Rosa Rita Ingrande, di Nino Corselli, di Padre Giorgio Leone, di Nicola Formusa e della prof.ssa Vincenza De Gregorio hanno messo in luce la figura e l'opera di un uomo che non verrà dimenticato.

Sincronicità quantistiche:la fisica dell'Infinito
Questo è il titolo della conferenza che l’astrofisico Massimo Teodorani ha tenuto, ospite del Gruppo Teosofico “Veritas” di Forlì, venerdì 5 aprile scorso, presso la saletta della Banca di Forlì in Via Bruni n. 2, a Forlì.
Massimo Teodorani è stato ricercatore presso gli Osservatori Astronomici di Bologna e di Napoli e presso il Radiotelescopio di Medicina [BO].
Docente di Fisica Quantistica in qualità di professore incaricato all’Università di Bologna, è stato autore di 15 libri e svariati articoli divulgativi in materia di fisica quantistica, fisica atomica e nucleare, fisica delle anomalie luminose in atmosfera, astronomia, astrofisica, bioastronomia e argomenti aerospaziali.
La conferenza è stata introdotta dal dott. William Esposito, Presidente del Gruppo Teosofico di Forlì.
Dopo un breve prologo sui principi di base della fisica atomica e quantistica, è stata descritta e discussa a fondo la variante ontologica di David Bohm della teoria quantistica, concentrando l’attenzione sul concetto di “non-località” e su come esso si innesta nel cosiddetto “ordine implicato” dell’Universo, dove per la prima volta nella Fisica l’ente “coscienza” si interfaccia con l’ente “materia” (ordine esplicato): tutto questo presentato sia nell’ambito delle equazioni (discusse qui solo qualitativamente) che costituiscono la struttura portante di tale reinterpretazione della teoria quantistica che, soprattutto, nell’ambito di vere e proprie metafore che Bohm utilizzava al fine di veicolare in maniera del tutto intuitiva concetti in sé complessi. Si è discusso anche della visione di Wolfgang Pauli del concetto di non-località e dei suoi rapporti con lo psicologo Carl Jung mentre studiava il misterioso fenomeno della sincronicità. Sono stati anche trattati alcuni aspetti sperimentali della non-località, ovvero del fenomeno dell’entanglement quantistico, sia dal punto di vista dei risultati attuali ottenuti nel dominio microscopico (soprattutto l’esperimento della doppia fenditura e quelli sul teletrasporto quantistico) che delle prospettive future per quello che riguarda ipotetici domini più o meno macroscopici. Nell’ultima parte della presentazione, una volta introdotto il concetto di “coerenza quantistica”, sono stati discussi il modello quantistico di Penrose-Hameroff di funzionamento del cervello inteso come correlato neurale della coscienza e la teoria di Thaheld sulla non-località applicata ad un possibile metodo per comunicare in tempo reale con possibili intelligenze extraterrestri.