Maggio 2012

Anno LXVIII - N.5
Copertina Maggio 2012

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Per non dimenticare H.P.B.
A. Girardi 1

La bellezza della virtù
N. Sri Ram 2

Veni creator Spiritus
Pag. 6

Discorso presidenziale alla 136° Convenzione Annuale della Società Teosofica
pag 7

La psicanodia gnostica sul mosaico dell’aula nord della Basilica di Aquileia
R. Iacumin 15

L’evoluzione della donna
B. Buchal 19

Quale gnosi per il buddhismo?
E. Magno 22

Formalismi
pag. 28

La Società Teosofica e le Nazioni Unite
pag. 30

Scuola Estiva dei Paesi Latini
pag. 33

Segnalazioni 34
Recensioni 35
Dai Gruppi 36

Rendiconto S.T.I. al 31.12.2011
pag. 37

Per non dimenticare H.P.B.

L’8 maggio i teosofi di tutto il mondo ricordano il passaggio oltre il velo della materia di Helena Petrovna Blavatsky, avvenuto l’8 maggio 1891.
Il passare del tempo non ha spento l’eco dell’alta spiritualità di questa donna e dell’importanza dei suoi scritti, il cui valore intrinseco viene anzi via via svelato e valorizzato dalle ricerche scientifiche e dagli approfondimenti storici successivi.
Di Madame Blavasky si parla e si scrive tuttora molto spesso, talvolta senza avere la capacità di cogliere la vastità del suo messaggio e il significato vero del suo agire. Oggi dunque H.P. Blavatsky è frequentemente “usata” per supportare tesi ed argomentazioni, senza contare il permanere di tesi assurde – vere e proprie leggende metropolitane - che vogliono relegarla a tutti i costi al ruolo di ispiratrice occulta di movimenti politici o di consorterie segrete.
Certo, la sconfessione del famigerato rapporto Hogson da parte della Società per le Ricerche Psichiche di Londra ha ridato forza e lustro a Madame Blavatsy ed alle sue motivazioni, ma ancor oggi spesso i suoi sostenitori parlano di lei in chiave per così dire “difensiva”, quasi a proteggerla dai vilipendi e dalle immeritate offese a cui è stata sottoposta.
Ma è tempo che i teosofi e gli studiosi recuperino appieno la portata del suo lavoro, non solo quale testimonianza di un ponte filosofico-culturale fra Oriente e Occidente e di diffusione del vero concetto di Fratellanza (che non può che essere “senza distinzioni”), ma anche quale portato di una conoscenza e di un sapere che appartengono all’Umanità prima e al di là delle connotazioni storico-religiose. H.P.B. non si stancava di ripetere che i suoi scritti non dovevano avere un valore dogmatico, quanto piuttosto quello di uno stimolo allo studio e alla ricerca.
Ben sapeva infatti H.P.B. che solo attraverso un processo maieutico la conoscenza interiore può sbocciare nel fiore della consapevolezza.
Ad H.P.B. va dunque la riconoscenza di tutti coloro che sono impegnati nella ricerca della Verità e nel processo di crescita interiore.
I tre principi universali che stanno alla base de “La Dottrina Segreta” continuano ad essere fari luminosi nel cammino della ricerca: a. esistenza di un principio onnipresente, eterno, immutato e immutabile, sul quale ogni speculazione è impossibile; b. l’eternità dell’universo in toto come un piano illimitato, che periodicamente è il “campo di innumerevoli universi che si manifestano e spariscono incessantemente”; c. l’identità fondamentale di tutte le anime con la superanima universale che è essa stessa un aspetto della radice sconosciuta e il pellegrinaggio obbligatorio di ogni anima, scintilla della prima, attraverso il ciclo dell’incarnazione, secondo le leggi cicliche e karmiche.
Ricordiamo dunque questi principi ed esprimiamo un pensiero di gratitudine a colei che, in stretto collegamento con i Mahatma che vollero la Società Teosofica, seppe tutto sopportare per mantenere accesa la fiaccola dell’eterna saggezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

A Perugia dal 1° al 3 giugno 2012 il 98° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana
“L’Esoterismo delle Religioni”: questo è il tema che sarà trattato in occasione del 98° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana, che si riunirà a Perugia dal 31 maggio al 3 giugno prossimi.
La sede del Congresso è quella dell’Hotel “Sacro Cuore”.
Sarà per tutti i ricercatori spirituali una importante occasione di approfondimento su un argomento che si collega direttamente al Secondo Scopo della Società Teosofica, quello dello Studio Comparato delle Religioni, delle Filosofie e delle Scienze.
Il tema congressuale sarà declinato da un autorevole insieme di relatori: Franco Di Lodovico, Diego Fayenz, Fabrizio Ferretti, Pier Giorgio Parola, Graziella Ricci e Paolo Romeo.
Il Congresso sarà preceduto, nel pomeriggio di giovedì 31 maggio, da una visita guidata all’Acropoli sacra di Perugia. Si tratta di una visita archeologica al sottosuolo della cattedrale perugina e ai suoi recenti ritrovamenti.
È previsto anche, nella serata di sabato 2 giugno, un concerto di Adriano Doronzo tra parole, note, e alchimia spirituale.
Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando alla segreteria generale della S.T.I.: 0444 962921 oppure inviando una e-mail a sti@teosofica.org

5 per mille alla S.T.I.
Anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
L’invito è pertanto quello di destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione.
E’ tassativo indicare il Codice Fiscale della Società Teosofica Italiana che di seguito viene riportato: 80022260329
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che il danaro che sarà destinato alla Società Teosofica Italiana verrà utilizzato per il sostegno ad iniziative umanitarie, che verranno opportunamente illustrate sulla Rivista Italiana di Teosofia.
Grazie per la sensibilità!

Silent Retreat sulle Paramita o virtù trascendentali
Tran-Thi-Kim Dieu, presidente della Società Teosofica Francese e della Federazione Teosofica Europea, condurrà anche quest’anno, a Naarden (Olanda), presso il Centro Teosofico Internazionale Saint Michel, un “ritiro silenzioso” per approfondire la comprensione delle Paramita, o virtù trascendentali.
Il ritiro, che avrà luogo dal 19 al 22 luglio prossimi, si terrà in inglese e in francese ed è basato su “La Voce del Silenzio”.
Il programma prevede interventi di focalizzazione, meditazioni – sia sedute che in movimento – e lavori di gruppo.
I pasti saranno consumati in completo silenzio e con la pratica della mindfulness.
Chi desiderasse partecipare può richiedere ulteriori informazioni alla segreteria generale della S.T.I.: sti@teosofica.org, tel. 0444 962921

Immagini e schemi della visione teosofica del mondo
La ricchezza di contenuti della letteratura teosofica è davvero straordinaria ed una delle problematiche più sentite dai lettori e dagli studiosi è quella dell'utilizzo di schemi rappresentativi rigorosi e chiari, in grado di sintetizzare i contenuti della visione teosofica del mondo.
Al tema ha molto lavorato il teosofo indiano prof. K.V.K. Nehru, che ha predisposto dei materiali davvero interessanti a riguardo, sollecitando inoltre la loro traduzione nelle varie lingue.
Paolo Lamesta, socio della Società Teosofica Italiana, ha messo a punto una bella versione in italiano di alcuni dei materiali predisposti dal prof. Nehru.
Tale documentazione può essere consultata dai Soci della S.T.I. nell'area del portale a loro riservata, ma può anche essere richiesta alla Segreteria Generale, inviando una e-mail a: sti@teosofica.org

Archetipo dell’albero
Nell’area riservata ai soci del sito della Società Teosofica Italiana è stata inserita una presentazione di Patrizia Moschin Calvi sull’archetipo dell’albero.
In essa gli alberi vengono considerati quali "rappresentazioni" di tipo mitico, simbolico, cosmico e antropogonico. L'approccio svela legami, assonanze, similitudini, spunti e confini, che attraversano epoche storiche e culture di varie popolazioni. L'archetipo dell'albero mostra così un grande fascino e uno straordinario potere evocativo.
Chi fosse interessato a questo materiale può richiederlo anche a sti@teosofica.org

International Theosophy Conferences
L’International Theosophy Conferences (ITC) avrà luogo quest’anno, dal 9 al 12 agosto 2012, presso il Quartier Generale della Società Teosofica Statunitense a Wheaton nell’Illinois sul tema: “Karmic Cycles: Wheels of Spiritual Growth” (Cicli Karmici: fasi di crescita spirituale).
È la prima volta che la ST in America ospita tale evento, che ha lo scopo di promuovere confronto dialogo e collaborazione tra tutte le tradizioni teosofiche riunendo relatori e membri delle varie organizzazioni teosofiche che operano in tutto il mondo.
Per ulteriori informazioni: Segreteria Generale STI 0444-962921
e-mail: sti@teosofica.org

Giorgio Pisani ricorda Bernardino del Boca
La rivista bimestrale “Lux Terrae”, che si pubblica a Roma ed è diretta da Valeria Masutti, ha inserito nel numero di marzo-aprile 2012 un interessante articolo di Giorgio Pisani, Presidente del Gruppo Teosofico di Novara, titolato “Bernardino del Boca e l’Età dell’Acquario”.
Pisani ripercorre nel tempo il suo incontro con del Boca e ne illustra con incisività la portata del messaggio e le tante attività di servizio, compreso l’avvio del Villaggio Verde di Cavallirio.
Pisani afferma fra l’altro: “L’intera vita di Bernardino del Boca (1919-2001) è stata dedicata alla Fratellanza Universale senza distinzioni. Un’impostazione esistenziale, la sua, teosofica e tutta rivolta al piano del servizio, con lo scopo di portare la spiritualità alla concretezza della vita quotidiana”.

Documentario su Annie Besant
“Theosophist Annie Besant, a documentary” (Annie Besant: an unlikely rebel) si può trovare, diviso in tre parti, digitando "Theosophist Annie Besant Documentary " sulla ricerca del sito www.youtube.com.
Il documentario, ricco di immagini d’epoca, illustra la vita di Annie Besant, attivista nel campo dei diritti umani, scrittrice, succeduta al Colonnello Olcott alla presidenza della Società Teosofica.

Sito della Società Teosofica in America
Segnaliamo, all’indirizzo: www.theosophical.org, il sito della Theosophical Society in America, che pubblica, nella sezione News, il suo bollettino elettronico.
Nell’edizione di febbraio si possono trovare, tra le altre, notizie e foto della sede teosofica cilena ristrutturata dopo il pesante terremoto che l’aveva colpita nel 2009.
In una sezione delle news è possibile trovare anche le registrazioni delle conferenze che il Dalai Lama ha tenuto in occasione della sua recente visita alla sezione teosofica americana a Chicago.

I tre giorni della ricerca psichica e spirituale
Il Centro culturale Pietro Ubaldi promuove l’edizione 2012 dell’evento: “I tre giorni della ricerca psichica e spirituale” sul tema: “L’uomo: anima, corpo, infinito”.
La manifestazione si svolgerà ad Assisi (PG) dall’8 al 10 giugno prossimi e sarà ospitata dal Centro Congressi “La Cittadella”.
Per ulteriori informazioni indirizzare una e-mail a tekaccpu@libero.it

Recensioni

Il cielo dentro di noi
Con questo titolo ed il sottotitolo “Conversazioni sui diritti umani, sul mondo che c’è e su quello che verrà”, il professor Roberto Fantini ha dato alle stampe il suo nuovo libro dedicato ai diritti umani.
Fantini, che insegna filosofia e storia in un liceo classico, è socio della Società Teosofica e si occupa di educazione ai diritti umani all’interno di Amnesty International che ha patrocinato l’opera pubblicata dalla casa editrice Graphe.it (www.graphe.it)
I diritti umani possono rappresentare il centro della nostra esistenza e diventare il fulcro creativo della nostra storia presente e futura, solo che noi lo vogliamo.
Nel libro si parla di diritti umani con persone che uniscono cuore e intelletto, conoscenza teorica e esperienze personali, sempre con grande apertura di prospettive.
I temi affrontati sono i seguenti: l’antisemitismo (con Lorenza Mazzetti), la tragedia dei desaparecidos argentini (con Enrico Calamai), il genocidio ruandese (con Yolande Mukagasana), i campi di concentramento in Cina (con Harry Wu), la pena di morte (con Giuseppe Lodoli), la situazione carceraria italiana (con Patrizio Gonnella), la tortura (con Andrea Taviani), Amnesty International (con Antonio Marchesi), il disarmo (con Maurizio Simoncelli), le religioni e i diritti umani (con Luigi De Salvia).

La terza persona
La casa editrice Armando editore di Roma (www.armando.it) ha pubblicato il volume di Giovanni Ravani “La terza persona – viaggio nella spiritualità”.
L’autore, impegnato nella ricerca nei campi della filosofia e della fisica, dopo l’incontro con personalità del misticismo si è fortemente impegnato nella ricerca di una teoria unificatrice tra escatologia e scienza in senso lato.
Questa opera di Giovanni Ravani si suddivide in quattro capitoli, ciascuno dei quali contiene una nota personale, una dissertazione e alcune poesie.
Le dissertazioni riguardano: l’evanescenza dell’essere, l’infinito, le acque, la caduta degli angeli.
A partire da una ricerca trasversale in scienza, filosofia e religione, questo saggio offre interessanti stimoli di riflessione sulla spieitualità, sulla sua natura e sulle teorie che, nel corso degli anni ne hanno tratto fondamento.
Un percorso che comincia intorno alla metà del secolo scorso quando le filosofie orientali, cariche di misticismo ed esoterismo, cominciarono ad avere risonanza e ad influenzare il mondo occidentale.

"Perchè sono vegetariana" un nuovo libro di Margherita Hack
Margherita Hack, la celebre astrofisica e grande diviulgatrice scientifica non ha certo bisogno di presentazioni. Ed è con piacere che segnaliamo l'uscita del suo nuovo libro, dal titolo inequivocabile: Perchè sono vegetariana, pubblicato da Edizioni dell'Altana. Il libro è stato presentato alla libreria Hoepli di Milano.
In una intervista rilasciata al Corriere della Sera e pubblicata il 12 febbraio Margherita Hack ripercorre la storia del suo essere vegetariana dalla nascita, grazie allla scelta che avevavo fatto i suoi genitori, che erano teosofi (il papà, Roberto Hack, è stato anche Segretario Generale della Società Teosofica Italiana).
Nel libro Margherita Hack sostiene la positività del vegetarismo sia dal punto di vista personale che da quello scientifico. E rispondendo alle domande del giornalista che la intervistava ha affermato: "Non mangio carne perchè amo gli animali e li rispetto. Ma ci sono anche ragioni scientifiche: non posso pensare di mangiare carni di animali provenienti da allevamenti intensivi, dove non sono più animali, ma macchine da carne... anche Veronesi spiega che c'è una frequenza maggiore di cancro intestinale in chi mangia molta carne".
Il fascino di quanto scrive Margherita Hack consiste comunque e soprattutto in una scelta d'amore e di rispetto per la vita.
Per gli interessati all'intervista segnaliamo il link al portale del Corriere della Sera:
http://www.corriere.it/animali/12_febbraio_16/margherita-hack-alimentazione-vegetariana_eea42aee-5886-11e1-9269-1668ca0418d4.shtml

Dall’essere al fare
“Dall’essere al fare” questo il titolo di un manuale di tecniche di mindfulness per il lavoro e la vita quotidiana pubblicato recentemente dalla casa editrice Italian University Press di Genova (www.italianuniversitypress.it)
Gli autori di questa incisiva opera sono Vittorio Mascherpa e Paola Lamberti.
Il termine “mindfulness” indica un particolare assetto della mente e della coscienza caratterizzato da uno stato di attenzione lucida e intensa in una condizione generale di calma e di equilibrio psico-fisico.
Questa qualità di rilassata consapevolezza si accompagna ad alcuni importanti efetti sul corpo e sulla mente, in termini di benessere, qualità di vita e aumento delle prestazioni. Tecnica base per sviluppare uno stato di mindfulness è una particolare forma di pratica propria di alcune tradizioni orientali – zen e vipassana sono le più note in occidente – che enfatizzano il ruolo della consapevolezza quale condizione indispensabile per il raggiungimento del vero stato meditativo.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org .
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Gruppo teosofico di Trapani
Tre avvenimenti particolari hanno interessato in questo mese di marzo soci, simpatizzanti ed amici del Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani.
Il primo impegno è stato domenica 18 marzo, data nella quale il nostro amato Presidente Prof. Gianni Grimaudo ha compiuto il suo 76° compleanno. E’ stato festeggiato organizzando a sua insaputa una serata presso “La Quercia”, noto ristorante fuori città, presenti i teosofi e un gruppo di persone componenti di una comunità esoterica (la sua famiglia), fortificata ormai da più di tre decenni e dalla condivisione di esperienze comuni.
E’ stata una serata chiusa con alcuni momenti di intensa commozione a seguito della lettura di uno scritto preparato dal fratello Nicola Formusa e poi di ilarità contenuta con noti canti accompagnati dalla chitarra del fratello Gianni Guitta.
Il secondo incontro è stato giorno 20 marzo, in cui si è tenuto presso l’Accademia Kandiskij l’appuntamento mensile di Teosofia che ha visto come di consueto la partecipazione di numerose persone.
La Vice Presidente Prof.ssa Marina Errante, dopo la consueta introduzione del Prof. Grimaudo, ha letto un interessante intervento riguardante la vita di Annie Besant, relazione che ha coinvolto discorsivamente i convenuti ampiamente soddisfatti delle riflessioni scaturite nel corso della riunione.
Con l’occasione, è stato comunicato che nel mese di aprile non si terrà alcuna conferenza al fine di evitare eventuali strumentalizzazioni dell’uditorio in occasione delle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno a Trapani nei primi del mese di maggio c.a.
Ospiti presenti in tutti e tre gli avvenimenti ed ovviamente nelle nostre abitazioni, la madre e la figlia della nostra sorella Nadia Almonte in atto residenti a Ceccano (Prov. di Roma).
L’ultimo festoso avvenimento ha visto la nostra comunità ancora unita e partecipativa nella serata di martedì 22 presso la casa del nostro fratello Natale Torregrossa per festeggiare il compleanno di due ragazze Federica e Alessandra che hanno compiuto rispettivamente 28 e 26 anni in una atmosfera gioiosa e rilassata complice anche una grande tavola imbandita che ha visto prima il susseguirsi di pacchi regalo, quindi gli assaggi di una rinomata pasticceria, poi, la classica fresca torta e le foto rituali. La serata infine è stata arricchita dal racconto di certi episodi passati.
Una intensa settimana dalla forte carica emotiva. Nicola Formusa

Articolo del mese

Maggio 2012

Anno LXVIII - N.5
Copertina Maggio 2012

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Per non dimenticare H.P.B.
A. Girardi 1

La bellezza della virtù
N. Sri Ram 2

Veni creator Spiritus
Pag. 6

Discorso presidenziale alla 136° Convenzione Annuale della Società Teosofica
pag 7

La psicanodia gnostica sul mosaico dell’aula nord della Basilica di Aquileia
R. Iacumin 15

L’evoluzione della donna
B. Buchal 19

Quale gnosi per il buddhismo?
E. Magno 22

Formalismi
pag. 28

La Società Teosofica e le Nazioni Unite
pag. 30

Scuola Estiva dei Paesi Latini
pag. 33

Segnalazioni 34
Recensioni 35
Dai Gruppi 36

Rendiconto S.T.I. al 31.12.2011
pag. 37

Per non dimenticare H.P.B.

L’8 maggio i teosofi di tutto il mondo ricordano il passaggio oltre il velo della materia di Helena Petrovna Blavatsky, avvenuto l’8 maggio 1891.
Il passare del tempo non ha spento l’eco dell’alta spiritualità di questa donna e dell’importanza dei suoi scritti, il cui valore intrinseco viene anzi via via svelato e valorizzato dalle ricerche scientifiche e dagli approfondimenti storici successivi.
Di Madame Blavasky si parla e si scrive tuttora molto spesso, talvolta senza avere la capacità di cogliere la vastità del suo messaggio e il significato vero del suo agire. Oggi dunque H.P. Blavatsky è frequentemente “usata” per supportare tesi ed argomentazioni, senza contare il permanere di tesi assurde – vere e proprie leggende metropolitane - che vogliono relegarla a tutti i costi al ruolo di ispiratrice occulta di movimenti politici o di consorterie segrete.
Certo, la sconfessione del famigerato rapporto Hogson da parte della Società per le Ricerche Psichiche di Londra ha ridato forza e lustro a Madame Blavatsy ed alle sue motivazioni, ma ancor oggi spesso i suoi sostenitori parlano di lei in chiave per così dire “difensiva”, quasi a proteggerla dai vilipendi e dalle immeritate offese a cui è stata sottoposta.
Ma è tempo che i teosofi e gli studiosi recuperino appieno la portata del suo lavoro, non solo quale testimonianza di un ponte filosofico-culturale fra Oriente e Occidente e di diffusione del vero concetto di Fratellanza (che non può che essere “senza distinzioni”), ma anche quale portato di una conoscenza e di un sapere che appartengono all’Umanità prima e al di là delle connotazioni storico-religiose. H.P.B. non si stancava di ripetere che i suoi scritti non dovevano avere un valore dogmatico, quanto piuttosto quello di uno stimolo allo studio e alla ricerca.
Ben sapeva infatti H.P.B. che solo attraverso un processo maieutico la conoscenza interiore può sbocciare nel fiore della consapevolezza.
Ad H.P.B. va dunque la riconoscenza di tutti coloro che sono impegnati nella ricerca della Verità e nel processo di crescita interiore.
I tre principi universali che stanno alla base de “La Dottrina Segreta” continuano ad essere fari luminosi nel cammino della ricerca: a. esistenza di un principio onnipresente, eterno, immutato e immutabile, sul quale ogni speculazione è impossibile; b. l’eternità dell’universo in toto come un piano illimitato, che periodicamente è il “campo di innumerevoli universi che si manifestano e spariscono incessantemente”; c. l’identità fondamentale di tutte le anime con la superanima universale che è essa stessa un aspetto della radice sconosciuta e il pellegrinaggio obbligatorio di ogni anima, scintilla della prima, attraverso il ciclo dell’incarnazione, secondo le leggi cicliche e karmiche.
Ricordiamo dunque questi principi ed esprimiamo un pensiero di gratitudine a colei che, in stretto collegamento con i Mahatma che vollero la Società Teosofica, seppe tutto sopportare per mantenere accesa la fiaccola dell’eterna saggezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

A Perugia dal 1° al 3 giugno 2012 il 98° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana
“L’Esoterismo delle Religioni”: questo è il tema che sarà trattato in occasione del 98° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana, che si riunirà a Perugia dal 31 maggio al 3 giugno prossimi.
La sede del Congresso è quella dell’Hotel “Sacro Cuore”.
Sarà per tutti i ricercatori spirituali una importante occasione di approfondimento su un argomento che si collega direttamente al Secondo Scopo della Società Teosofica, quello dello Studio Comparato delle Religioni, delle Filosofie e delle Scienze.
Il tema congressuale sarà declinato da un autorevole insieme di relatori: Franco Di Lodovico, Diego Fayenz, Fabrizio Ferretti, Pier Giorgio Parola, Graziella Ricci e Paolo Romeo.
Il Congresso sarà preceduto, nel pomeriggio di giovedì 31 maggio, da una visita guidata all’Acropoli sacra di Perugia. Si tratta di una visita archeologica al sottosuolo della cattedrale perugina e ai suoi recenti ritrovamenti.
È previsto anche, nella serata di sabato 2 giugno, un concerto di Adriano Doronzo tra parole, note, e alchimia spirituale.
Ulteriori informazioni possono essere richieste telefonando alla segreteria generale della S.T.I.: 0444 962921 oppure inviando una e-mail a sti@teosofica.org

5 per mille alla S.T.I.
Anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
L’invito è pertanto quello di destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione.
E’ tassativo indicare il Codice Fiscale della Società Teosofica Italiana che di seguito viene riportato: 80022260329
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che il danaro che sarà destinato alla Società Teosofica Italiana verrà utilizzato per il sostegno ad iniziative umanitarie, che verranno opportunamente illustrate sulla Rivista Italiana di Teosofia.
Grazie per la sensibilità!

Silent Retreat sulle Paramita o virtù trascendentali
Tran-Thi-Kim Dieu, presidente della Società Teosofica Francese e della Federazione Teosofica Europea, condurrà anche quest’anno, a Naarden (Olanda), presso il Centro Teosofico Internazionale Saint Michel, un “ritiro silenzioso” per approfondire la comprensione delle Paramita, o virtù trascendentali.
Il ritiro, che avrà luogo dal 19 al 22 luglio prossimi, si terrà in inglese e in francese ed è basato su “La Voce del Silenzio”.
Il programma prevede interventi di focalizzazione, meditazioni – sia sedute che in movimento – e lavori di gruppo.
I pasti saranno consumati in completo silenzio e con la pratica della mindfulness.
Chi desiderasse partecipare può richiedere ulteriori informazioni alla segreteria generale della S.T.I.: sti@teosofica.org, tel. 0444 962921

Immagini e schemi della visione teosofica del mondo
La ricchezza di contenuti della letteratura teosofica è davvero straordinaria ed una delle problematiche più sentite dai lettori e dagli studiosi è quella dell'utilizzo di schemi rappresentativi rigorosi e chiari, in grado di sintetizzare i contenuti della visione teosofica del mondo.
Al tema ha molto lavorato il teosofo indiano prof. K.V.K. Nehru, che ha predisposto dei materiali davvero interessanti a riguardo, sollecitando inoltre la loro traduzione nelle varie lingue.
Paolo Lamesta, socio della Società Teosofica Italiana, ha messo a punto una bella versione in italiano di alcuni dei materiali predisposti dal prof. Nehru.
Tale documentazione può essere consultata dai Soci della S.T.I. nell'area del portale a loro riservata, ma può anche essere richiesta alla Segreteria Generale, inviando una e-mail a: sti@teosofica.org

Archetipo dell’albero
Nell’area riservata ai soci del sito della Società Teosofica Italiana è stata inserita una presentazione di Patrizia Moschin Calvi sull’archetipo dell’albero.
In essa gli alberi vengono considerati quali "rappresentazioni" di tipo mitico, simbolico, cosmico e antropogonico. L'approccio svela legami, assonanze, similitudini, spunti e confini, che attraversano epoche storiche e culture di varie popolazioni. L'archetipo dell'albero mostra così un grande fascino e uno straordinario potere evocativo.
Chi fosse interessato a questo materiale può richiederlo anche a sti@teosofica.org

International Theosophy Conferences
L’International Theosophy Conferences (ITC) avrà luogo quest’anno, dal 9 al 12 agosto 2012, presso il Quartier Generale della Società Teosofica Statunitense a Wheaton nell’Illinois sul tema: “Karmic Cycles: Wheels of Spiritual Growth” (Cicli Karmici: fasi di crescita spirituale).
È la prima volta che la ST in America ospita tale evento, che ha lo scopo di promuovere confronto dialogo e collaborazione tra tutte le tradizioni teosofiche riunendo relatori e membri delle varie organizzazioni teosofiche che operano in tutto il mondo.
Per ulteriori informazioni: Segreteria Generale STI 0444-962921
e-mail: sti@teosofica.org

Giorgio Pisani ricorda Bernardino del Boca
La rivista bimestrale “Lux Terrae”, che si pubblica a Roma ed è diretta da Valeria Masutti, ha inserito nel numero di marzo-aprile 2012 un interessante articolo di Giorgio Pisani, Presidente del Gruppo Teosofico di Novara, titolato “Bernardino del Boca e l’Età dell’Acquario”.
Pisani ripercorre nel tempo il suo incontro con del Boca e ne illustra con incisività la portata del messaggio e le tante attività di servizio, compreso l’avvio del Villaggio Verde di Cavallirio.
Pisani afferma fra l’altro: “L’intera vita di Bernardino del Boca (1919-2001) è stata dedicata alla Fratellanza Universale senza distinzioni. Un’impostazione esistenziale, la sua, teosofica e tutta rivolta al piano del servizio, con lo scopo di portare la spiritualità alla concretezza della vita quotidiana”.

Documentario su Annie Besant
“Theosophist Annie Besant, a documentary” (Annie Besant: an unlikely rebel) si può trovare, diviso in tre parti, digitando "Theosophist Annie Besant Documentary " sulla ricerca del sito www.youtube.com.
Il documentario, ricco di immagini d’epoca, illustra la vita di Annie Besant, attivista nel campo dei diritti umani, scrittrice, succeduta al Colonnello Olcott alla presidenza della Società Teosofica.

Sito della Società Teosofica in America
Segnaliamo, all’indirizzo: www.theosophical.org, il sito della Theosophical Society in America, che pubblica, nella sezione News, il suo bollettino elettronico.
Nell’edizione di febbraio si possono trovare, tra le altre, notizie e foto della sede teosofica cilena ristrutturata dopo il pesante terremoto che l’aveva colpita nel 2009.
In una sezione delle news è possibile trovare anche le registrazioni delle conferenze che il Dalai Lama ha tenuto in occasione della sua recente visita alla sezione teosofica americana a Chicago.

I tre giorni della ricerca psichica e spirituale
Il Centro culturale Pietro Ubaldi promuove l’edizione 2012 dell’evento: “I tre giorni della ricerca psichica e spirituale” sul tema: “L’uomo: anima, corpo, infinito”.
La manifestazione si svolgerà ad Assisi (PG) dall’8 al 10 giugno prossimi e sarà ospitata dal Centro Congressi “La Cittadella”.
Per ulteriori informazioni indirizzare una e-mail a tekaccpu@libero.it

Recensioni

Il cielo dentro di noi
Con questo titolo ed il sottotitolo “Conversazioni sui diritti umani, sul mondo che c’è e su quello che verrà”, il professor Roberto Fantini ha dato alle stampe il suo nuovo libro dedicato ai diritti umani.
Fantini, che insegna filosofia e storia in un liceo classico, è socio della Società Teosofica e si occupa di educazione ai diritti umani all’interno di Amnesty International che ha patrocinato l’opera pubblicata dalla casa editrice Graphe.it (www.graphe.it)
I diritti umani possono rappresentare il centro della nostra esistenza e diventare il fulcro creativo della nostra storia presente e futura, solo che noi lo vogliamo.
Nel libro si parla di diritti umani con persone che uniscono cuore e intelletto, conoscenza teorica e esperienze personali, sempre con grande apertura di prospettive.
I temi affrontati sono i seguenti: l’antisemitismo (con Lorenza Mazzetti), la tragedia dei desaparecidos argentini (con Enrico Calamai), il genocidio ruandese (con Yolande Mukagasana), i campi di concentramento in Cina (con Harry Wu), la pena di morte (con Giuseppe Lodoli), la situazione carceraria italiana (con Patrizio Gonnella), la tortura (con Andrea Taviani), Amnesty International (con Antonio Marchesi), il disarmo (con Maurizio Simoncelli), le religioni e i diritti umani (con Luigi De Salvia).

La terza persona
La casa editrice Armando editore di Roma (www.armando.it) ha pubblicato il volume di Giovanni Ravani “La terza persona – viaggio nella spiritualità”.
L’autore, impegnato nella ricerca nei campi della filosofia e della fisica, dopo l’incontro con personalità del misticismo si è fortemente impegnato nella ricerca di una teoria unificatrice tra escatologia e scienza in senso lato.
Questa opera di Giovanni Ravani si suddivide in quattro capitoli, ciascuno dei quali contiene una nota personale, una dissertazione e alcune poesie.
Le dissertazioni riguardano: l’evanescenza dell’essere, l’infinito, le acque, la caduta degli angeli.
A partire da una ricerca trasversale in scienza, filosofia e religione, questo saggio offre interessanti stimoli di riflessione sulla spieitualità, sulla sua natura e sulle teorie che, nel corso degli anni ne hanno tratto fondamento.
Un percorso che comincia intorno alla metà del secolo scorso quando le filosofie orientali, cariche di misticismo ed esoterismo, cominciarono ad avere risonanza e ad influenzare il mondo occidentale.

"Perchè sono vegetariana" un nuovo libro di Margherita Hack
Margherita Hack, la celebre astrofisica e grande diviulgatrice scientifica non ha certo bisogno di presentazioni. Ed è con piacere che segnaliamo l'uscita del suo nuovo libro, dal titolo inequivocabile: Perchè sono vegetariana, pubblicato da Edizioni dell'Altana. Il libro è stato presentato alla libreria Hoepli di Milano.
In una intervista rilasciata al Corriere della Sera e pubblicata il 12 febbraio Margherita Hack ripercorre la storia del suo essere vegetariana dalla nascita, grazie allla scelta che avevavo fatto i suoi genitori, che erano teosofi (il papà, Roberto Hack, è stato anche Segretario Generale della Società Teosofica Italiana).
Nel libro Margherita Hack sostiene la positività del vegetarismo sia dal punto di vista personale che da quello scientifico. E rispondendo alle domande del giornalista che la intervistava ha affermato: "Non mangio carne perchè amo gli animali e li rispetto. Ma ci sono anche ragioni scientifiche: non posso pensare di mangiare carni di animali provenienti da allevamenti intensivi, dove non sono più animali, ma macchine da carne... anche Veronesi spiega che c'è una frequenza maggiore di cancro intestinale in chi mangia molta carne".
Il fascino di quanto scrive Margherita Hack consiste comunque e soprattutto in una scelta d'amore e di rispetto per la vita.
Per gli interessati all'intervista segnaliamo il link al portale del Corriere della Sera:
http://www.corriere.it/animali/12_febbraio_16/margherita-hack-alimentazione-vegetariana_eea42aee-5886-11e1-9269-1668ca0418d4.shtml

Dall’essere al fare
“Dall’essere al fare” questo il titolo di un manuale di tecniche di mindfulness per il lavoro e la vita quotidiana pubblicato recentemente dalla casa editrice Italian University Press di Genova (www.italianuniversitypress.it)
Gli autori di questa incisiva opera sono Vittorio Mascherpa e Paola Lamberti.
Il termine “mindfulness” indica un particolare assetto della mente e della coscienza caratterizzato da uno stato di attenzione lucida e intensa in una condizione generale di calma e di equilibrio psico-fisico.
Questa qualità di rilassata consapevolezza si accompagna ad alcuni importanti efetti sul corpo e sulla mente, in termini di benessere, qualità di vita e aumento delle prestazioni. Tecnica base per sviluppare uno stato di mindfulness è una particolare forma di pratica propria di alcune tradizioni orientali – zen e vipassana sono le più note in occidente – che enfatizzano il ruolo della consapevolezza quale condizione indispensabile per il raggiungimento del vero stato meditativo.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org .
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Gruppo teosofico di Trapani
Tre avvenimenti particolari hanno interessato in questo mese di marzo soci, simpatizzanti ed amici del Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani.
Il primo impegno è stato domenica 18 marzo, data nella quale il nostro amato Presidente Prof. Gianni Grimaudo ha compiuto il suo 76° compleanno. E’ stato festeggiato organizzando a sua insaputa una serata presso “La Quercia”, noto ristorante fuori città, presenti i teosofi e un gruppo di persone componenti di una comunità esoterica (la sua famiglia), fortificata ormai da più di tre decenni e dalla condivisione di esperienze comuni.
E’ stata una serata chiusa con alcuni momenti di intensa commozione a seguito della lettura di uno scritto preparato dal fratello Nicola Formusa e poi di ilarità contenuta con noti canti accompagnati dalla chitarra del fratello Gianni Guitta.
Il secondo incontro è stato giorno 20 marzo, in cui si è tenuto presso l’Accademia Kandiskij l’appuntamento mensile di Teosofia che ha visto come di consueto la partecipazione di numerose persone.
La Vice Presidente Prof.ssa Marina Errante, dopo la consueta introduzione del Prof. Grimaudo, ha letto un interessante intervento riguardante la vita di Annie Besant, relazione che ha coinvolto discorsivamente i convenuti ampiamente soddisfatti delle riflessioni scaturite nel corso della riunione.
Con l’occasione, è stato comunicato che nel mese di aprile non si terrà alcuna conferenza al fine di evitare eventuali strumentalizzazioni dell’uditorio in occasione delle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno a Trapani nei primi del mese di maggio c.a.
Ospiti presenti in tutti e tre gli avvenimenti ed ovviamente nelle nostre abitazioni, la madre e la figlia della nostra sorella Nadia Almonte in atto residenti a Ceccano (Prov. di Roma).
L’ultimo festoso avvenimento ha visto la nostra comunità ancora unita e partecipativa nella serata di martedì 22 presso la casa del nostro fratello Natale Torregrossa per festeggiare il compleanno di due ragazze Federica e Alessandra che hanno compiuto rispettivamente 28 e 26 anni in una atmosfera gioiosa e rilassata complice anche una grande tavola imbandita che ha visto prima il susseguirsi di pacchi regalo, quindi gli assaggi di una rinomata pasticceria, poi, la classica fresca torta e le foto rituali. La serata infine è stata arricchita dal racconto di certi episodi passati.
Una intensa settimana dalla forte carica emotiva. Nicola Formusa

Articolo del mese