Luglio 2013

Anno LXIX - N.7
Cover luglio 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Per un cammino nel segno dell’amore
A. Girardi 1

Uso creativo del pensiero e dell’azione
C. Jinarajadasa 2

Il karma e la reincarnazione alla luce della teosofia
A. Girardi 5

Sermone di Benares (prima parte)
A. Bruni 14

L’evoluzione cosmica e dell’uomo secondo il pensiero teosofico
P.F. Cascino 19

L’impegno personale verso l’evoluzione collettiva
M. Rinaldi Chini 24

Una confederazione di Stati liberi
G.S. Arundale 29

Frammenti di storia
pag. 34

Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 36

Per un cammino nel segno dell'amore

La vita dell'essere umano si snoda attraverso tutta una serie di esperienze che, a volte, si impongono all'individuo, lasciandogli comunque la libertà di “come” vivere i vari accadimenti. L'esperienza è un fattore che contribuisce all'accumulazione di “memorie” e queste ultime influenzano in modo significativo le modalità con le quali il singolo affronta le diverse vicende della vita. L'esperienza ha inoltre sempre a che fare con la 'relazione': l'essere umano non è mai isolato e interagisce costantemente non solo con tutto ciò con cui viene coscientemente in contatto, ma anche con il cosmo, attraverso i misteriosi legami che tengono insieme il tutto.
Nel dinamismo del quotidiano affiorano forme pensiero e forme emotive che finiscono, poco per volta, per influenzare le visioni del mondo dell'individuo e il suo modo di reagire agli stimoli esterni. Sono elementi che si traducono poi in quelle che vengono definite le 'gabbie' del linguaggio, fattori condizionanti che inducono l'essere umano ad identificarsi con le propri esperienze e, in ultima analisi, con il proprio curriculum esistenziale.
La Teosofia, anche attraverso una ricca e profonda letteratura, è in grado di fornire a tutti noi gli elementi per ben comprendere questi meccanismi e per far sì da non esserne condizionati in modo fuorviante.
Ciascuno di noi infatti è portatore di qualcosa che va ben oltre le esperienze e la cristallizzazioni della mente. La realtà delle idee universali e dell'intuizione non è avulsa dalla condizione umana, ricca di una spiritualità in grado di testimoniare l'universale e l'eterno che è in noi. Per prendere coscienza di tutto ciò è necessario che il fardello che portiamo con noi nel cammino umano (condizionamenti dell'esperienza, forme pensiero ed emotive limitanti, paure ed ignoranza, accumulazioni di tutti i tipi) sia leggero e non impedisca la reale visione delle cose che nasce dalla dimensione del Buono e del Bello che alberga nel nostro cuore.
In ultima analisi la vera sfida interiore consiste nel non identificarsi con l'ego personale, prendendo nel contempo coscienza che la personalità transeunte è semplicemente uno strumento e che non è in grado di rappresentare da sola l'insieme della dimensione umana. Questa presa di coscienza è in grado di farci comprendere che solo agendo a beneficio della vita intera potremo davvero prendere coscienza della sua realtà.
Ci possono aiutare nella comprensione queste parole della signora Besant: “L'intero universo esiste nelle profondità del nostro essere come un punto; l'uomo che riesce a divenire cosciente di questo punto raggiunge il cuore della vita e vede tutte le cose nella loro realtà... Se vuoi che tutto il mondo ti ami, devi essere tu ad amare tutto il mondo... Se tu ami, tu adempi a tutta la legge”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Concluso il 99° Congresso della S.T.I. ad Aosta
Si è svolto ad Aosta dal 24 al 26 maggio scorso il 99° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana.
Si è trattato di un appuntamento importante non soltanto per gli aspetti amministrativi e di gestione, ma anche per l’approfondimento che è stato fatto su un tema particolarmente vicino alla sensibilità teosofica: “Karma e impegno teosofico”.
Il Congresso ha avuto luogo nella magnifica cornice naturale che caratterizza la Valle d’Aosta ed è stato particolarmente armonioso e ricco di entusiasmo.
Impeccabile l’organizzazione curata da Paola Amail e dal Gruppo Teosofico Valdostano. Il Congresso è stato anche allietato dal concerto “Sotto i cieli d’Irlanda”, organizzato da Riccardo Taraglio con l’“Ensemble Sangineto”.
Ad Aosta sono stati anche proclamati i risultati del referendum per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I. per il triennio 11 luglio 2013 – 10 luglio 2016. E’ stato riconfermato il Segretario uscente dott. Antonio Girardi, che ha ottenuto il 96,1% dei voti espressi.
Inoltre, il Consiglio Generale della S.T.I. ha eletto, per l’analogo triennio, il Comitato Esecutivo, che risulta così composto (in ordine alfabetico): Sergio Calvi, Pietro Francesco Cascino, Franco Di Lodovico, Luigi Marsi, Rosella Milani Fanzio, Patrizia Moschin Calvi, Graziella Ricci e Paolo Romeo. Sono stati eletti Revisori dei Conti: Laura Bessone, Pier Giorgio Parola, Oreste Passeri. I Probiviri eletti per il prossimo triennio sono stati: Mario Marapodi, Augusto Perillo, Ermanno Vescia.


A Naarden la Scuola Estiva 2013
Il Centro Teosofico Internazionale di Naarden (Olanda) ospiterà dal 12 al 18 agosto prossimi l’edizione 2013 della Scuola Estiva dei Paesi Latini.
È questo un appuntamento che la Società Teosofica Italiana condivide con le Sezioni Francese, Belga e della Svizzera Italiana. Nel corso di una settimana in cui si alterneranno relazioni, approfondimenti e lavori di gruppo verrà affrontato il tema: “Dalla conoscenza alla saggezza: un cammino aperto in un viaggion senza fine”.
Il Centro di Naarden, che è immerso nella natura, potrà inoltre offrire ai partecipanti un’occasione unica di riposo e di meditazione. Le lingue della Scuola saranno l’italiano e il francese. È quindi prevista la traduzione in francese delle relazioni che saranno tenute in lingua italiana.
Per ulteriori informazioni e per ricevere la scheda di adesione telefonare alla Segreteria Generale della Società Teosofica Italiana al numero 0444-962921 oppure inviare una e-mail all’indirizzo sti@teosofica.org.


Convegno ad Assisi sul messaggio di Padre Anthony Elenjimittam
Si è svolto ad Assisi, dal 21 al 23 giugno scorso, un importante Convegno Internazionale, coordinato dal dr. Alberto Severi, sul Messaggio Ecumenico di Padre Anthony Elenjimittam, che la Società Teosofica Italiana ricorda sempre con fraterni sentimenti di amicizia.
La lectio magistralis di apertura del Convegno è stata tenuta dal Segretario Generale della S.T.I., dr Antonio Girardi, che ha trattato il tema: “Padre Anthony e l’ideale della Fratellanza Universale senza distinzioni”.
Padre Anthony Elenjimittam (Kerala-India 1915- Torino 2011), discepolo diretto del Mahatma Gandhi, è stato per lungo tempo frate domenicano ed ha fondato la missione Sat Cit Ananda ad Assisi dopo aver creato in India la Welfare Society for Destitute Children a Bombay.
Per informazioni sul Convegno e sulle attività in ricordo di Padre Anthony consultare il sito http://www.padreanthony.org


Stop Vivisection
La Società Teosofica ha sempre sostenuto e diffuso nel mondo la causa del vegetarismo e del rispetto per tutti i regni della manifestazione.
Per questo ha messo in luce, fin dall'inizio del Novecento, la crudeltà, l'antiscientificità e l'assurdità della vivisezione. L'allora Presidente mondiale della Società Teosofica Annie Besant, nel 1908 creò la Lega contro la vivisezione.
Segnaliamo quindi con piacere l'iniziativa di respiro europeo denominata “STOP VIVISECTION”, con l’obiettivo di eliminare questa pratica eticamente inaccettabile e scientificamente inutile in tutto il Vecchio Continente.
Con un milione di firme i cittadini europei dei 27 Paesi aderenti possono partecipare in prima persona all’attività legislativa dell’Unione Europea, esprimendo il proprio NO alla sperimentazione animale e richiedendo con forza un percorso scientificamente avanzato, a tutela degli esseri umani e dei diritti degli animali.
Lo scopo è quello di sollecitare la Commissione europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e a presentare una nuova proposta che abolisca l'uso della sperimentazione su animali, rendendo nel contempo obbligatorio, per la ricerca biomedica e tossicologica, l'uso di dati specifici per la specie umana.
La raccolta firme viene effettuata sia su moduli cartacei sia con firma telematica.
Per la raccolta firme su moduli cartacei, che ha come termine ultimo il 30 settembre 2013, è necessario contattare www.contact@stopvivisection.eu
Per firmare in via telematica cliccare invece su www.stopvivisection.eu
Per ulteriori e più complete informazioni su questa iniziativa consultare il sito www.stopvivisection.eu/it


L’uomo che fermò il deserto
Yacouba Savadogo ha 67 anni, abita a Gourga, un villaggio rurale in Burkina Faso, sa appena leggere e scrivere ma parla con l'aria del saggio. “Non importa quel che pensa la gente, se hai un sogno devi fare di tutto per realizzarlo. E se ti dicono che sei pazzo fai come me: vai dritto per la tua strada. Io ce l'ho fatta, puoi riuscirci anche tu”.
E continua: “A metà degli anni '70 tutto il Sahel fu colpito da una grave siccità. Il deserto inghiottì ettari di terre un tempo coltivate. Migliaia di persone morivano di fame, gli altri scappavano. Pensai: se vado via anch'io non resterà più nulla. Allora mi tornò in mente una tecnica di coltivazione antica, che avevo appreso in Mali”.
Partendo da quell'intuizione, ed elaborando diverse tecniche di coltivazione, Yacouba iniziò a piantare alberi nel deserto. “Quando ho iniziato, qui c'era solo quest'albero. Oggi c'è una foresta di 27 ettari. Dove prima era tutto morto, ora è tornata la vita”. Affrontando mille ostacoli e difficoltà, Yacouba ha realizzato il suo sogno. E ora viaggia per insegnare ad altri ciò che ha scoperto, e continua a combattere per difendere la “sua” foresta. Un uomo dalle qualità eccezionali. Una fonte d'ispirazione. (da Vanity Fair)


Escursioni Teosofiche a Roma
Segnaliamo l'importante conferenza che Claudio Monachesi ha tenuto a Roma, sabato 15 giugno 2013, sul tema "Escursioni Teosofiche a Roma". L'appuntamento ha avuto luogo presso l'Istituto comprensivo Teresa Spinelli, in Piazza Mastai, 16.
Nell’occasione vi sono stati anche interventi musicali e poetici, nel segno di una Serata d'Amore dedicata a Roma.
Il libro "Escursioni Teosofiche a Roma" è stato pubblicato da Edizioni Teosofiche Italiane in occasione del Congresso Mondiale della Società Teosofica, che si è tenuto a Roma nel luglio 2010.

Recensioni

Rivista Project
Esce da qualche anno a Verona Project, una interessante pubblicazione, anche in formato telematico, che porta un sottotitolo emblematico: “rivista di divulgazione scientifica dei ragazzi… per i ragazzi”. Project, che ha la direzione scientifica della prof.ssa Paola Petrillo, nasce dalla collaborazione fra tre Licei Scientifici, due veronesi (Liceo Mondin e Liceo Messedaglia) ed uno vicentino (Quadri). Nella redazione l’interazione fra i professori e gli allievi è stretta e questi ultimi diventano protagonisti in una redazione di articoli che porta a coniugare il campo della conoscenza con quello dei grandi temi scientifici, sociali ed economici (l’evoluzione, la sostenibilità, il risparmio energetico, la trazione elettrica, l’utilizzo dell’idrogeno ecc.).
Project ha ottenuto nel tempo vari riconoscimenti, come la recente “menzione speciale per la divulgazione scientifica” al concorso nazionele di giornalismo scolastico “Prima Pagina” di Modena.
L’esperienza di questa rivista dimostra quante energie e intelligenze animino la scuola italiana e quante cose si possono fare se la motivazione è forte e orientata all’autentica crescita dei giovani.

Nel nome del Dio del Sole
E’ questo il suggestivo titolo del romanzo di Paola Giovetti, recentemente pubblicato dalla casa editrice Edizioni Segno di Tavagnacco (UD) (www.edizionisegno.it). E’ una storia moderna scandita da avventure che la portano ad agganciarsi ad eventi storici lontanissimi e collegati al Faraone Akhenaton, al quale è attribuita una delle prime visioni monoteistiche della storia. Il romanzo ha le caratteristiche del thriller a sfondo storico-culturale, incalzante e ricco di suspence, con sorprese, scoperte e colpi di scena.
Paola Giovetti, apprezzata ricercatrice e divulgatrice in campo esoterico, spirituale e teosofico svela in questo romanzo una notevole vena creativa, non priva di sottile poesia.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nuovo Centro Studi Teosofici a Taranto
Il 21 marzo scorso è stato costituito a Taranto un nuovo Centro Studi Teosofici, che ha preso come nome distintivo quello di “Annie Besant”.
Il fratello Fabrizio Giusti è stato designato alla presidenza, mentre il fratello Pietro Gentile è il nuovo vicepresidente e il fratello Davide Vendramin il nuovo segretario.
La sorella Eleonora Occhinegro è il tesoriere, il fratello Luigi Tafuto il bibliotecario e la sorella Pasqua Vecchione fungerà da Consigliere.
A tutti i componenti del neo-nato Centro di Taranto, i più calorosi auguri di buon lavoro teosofico, nel segno della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Luglio 2013

Anno LXIX - N.7
Cover luglio 2013

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Per un cammino nel segno dell’amore
A. Girardi 1

Uso creativo del pensiero e dell’azione
C. Jinarajadasa 2

Il karma e la reincarnazione alla luce della teosofia
A. Girardi 5

Sermone di Benares (prima parte)
A. Bruni 14

L’evoluzione cosmica e dell’uomo secondo il pensiero teosofico
P.F. Cascino 19

L’impegno personale verso l’evoluzione collettiva
M. Rinaldi Chini 24

Una confederazione di Stati liberi
G.S. Arundale 29

Frammenti di storia
pag. 34

Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 36

Per un cammino nel segno dell'amore

La vita dell'essere umano si snoda attraverso tutta una serie di esperienze che, a volte, si impongono all'individuo, lasciandogli comunque la libertà di “come” vivere i vari accadimenti. L'esperienza è un fattore che contribuisce all'accumulazione di “memorie” e queste ultime influenzano in modo significativo le modalità con le quali il singolo affronta le diverse vicende della vita. L'esperienza ha inoltre sempre a che fare con la 'relazione': l'essere umano non è mai isolato e interagisce costantemente non solo con tutto ciò con cui viene coscientemente in contatto, ma anche con il cosmo, attraverso i misteriosi legami che tengono insieme il tutto.
Nel dinamismo del quotidiano affiorano forme pensiero e forme emotive che finiscono, poco per volta, per influenzare le visioni del mondo dell'individuo e il suo modo di reagire agli stimoli esterni. Sono elementi che si traducono poi in quelle che vengono definite le 'gabbie' del linguaggio, fattori condizionanti che inducono l'essere umano ad identificarsi con le propri esperienze e, in ultima analisi, con il proprio curriculum esistenziale.
La Teosofia, anche attraverso una ricca e profonda letteratura, è in grado di fornire a tutti noi gli elementi per ben comprendere questi meccanismi e per far sì da non esserne condizionati in modo fuorviante.
Ciascuno di noi infatti è portatore di qualcosa che va ben oltre le esperienze e la cristallizzazioni della mente. La realtà delle idee universali e dell'intuizione non è avulsa dalla condizione umana, ricca di una spiritualità in grado di testimoniare l'universale e l'eterno che è in noi. Per prendere coscienza di tutto ciò è necessario che il fardello che portiamo con noi nel cammino umano (condizionamenti dell'esperienza, forme pensiero ed emotive limitanti, paure ed ignoranza, accumulazioni di tutti i tipi) sia leggero e non impedisca la reale visione delle cose che nasce dalla dimensione del Buono e del Bello che alberga nel nostro cuore.
In ultima analisi la vera sfida interiore consiste nel non identificarsi con l'ego personale, prendendo nel contempo coscienza che la personalità transeunte è semplicemente uno strumento e che non è in grado di rappresentare da sola l'insieme della dimensione umana. Questa presa di coscienza è in grado di farci comprendere che solo agendo a beneficio della vita intera potremo davvero prendere coscienza della sua realtà.
Ci possono aiutare nella comprensione queste parole della signora Besant: “L'intero universo esiste nelle profondità del nostro essere come un punto; l'uomo che riesce a divenire cosciente di questo punto raggiunge il cuore della vita e vede tutte le cose nella loro realtà... Se vuoi che tutto il mondo ti ami, devi essere tu ad amare tutto il mondo... Se tu ami, tu adempi a tutta la legge”.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Concluso il 99° Congresso della S.T.I. ad Aosta
Si è svolto ad Aosta dal 24 al 26 maggio scorso il 99° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana.
Si è trattato di un appuntamento importante non soltanto per gli aspetti amministrativi e di gestione, ma anche per l’approfondimento che è stato fatto su un tema particolarmente vicino alla sensibilità teosofica: “Karma e impegno teosofico”.
Il Congresso ha avuto luogo nella magnifica cornice naturale che caratterizza la Valle d’Aosta ed è stato particolarmente armonioso e ricco di entusiasmo.
Impeccabile l’organizzazione curata da Paola Amail e dal Gruppo Teosofico Valdostano. Il Congresso è stato anche allietato dal concerto “Sotto i cieli d’Irlanda”, organizzato da Riccardo Taraglio con l’“Ensemble Sangineto”.
Ad Aosta sono stati anche proclamati i risultati del referendum per l’elezione del Segretario Generale della S.T.I. per il triennio 11 luglio 2013 – 10 luglio 2016. E’ stato riconfermato il Segretario uscente dott. Antonio Girardi, che ha ottenuto il 96,1% dei voti espressi.
Inoltre, il Consiglio Generale della S.T.I. ha eletto, per l’analogo triennio, il Comitato Esecutivo, che risulta così composto (in ordine alfabetico): Sergio Calvi, Pietro Francesco Cascino, Franco Di Lodovico, Luigi Marsi, Rosella Milani Fanzio, Patrizia Moschin Calvi, Graziella Ricci e Paolo Romeo. Sono stati eletti Revisori dei Conti: Laura Bessone, Pier Giorgio Parola, Oreste Passeri. I Probiviri eletti per il prossimo triennio sono stati: Mario Marapodi, Augusto Perillo, Ermanno Vescia.


A Naarden la Scuola Estiva 2013
Il Centro Teosofico Internazionale di Naarden (Olanda) ospiterà dal 12 al 18 agosto prossimi l’edizione 2013 della Scuola Estiva dei Paesi Latini.
È questo un appuntamento che la Società Teosofica Italiana condivide con le Sezioni Francese, Belga e della Svizzera Italiana. Nel corso di una settimana in cui si alterneranno relazioni, approfondimenti e lavori di gruppo verrà affrontato il tema: “Dalla conoscenza alla saggezza: un cammino aperto in un viaggion senza fine”.
Il Centro di Naarden, che è immerso nella natura, potrà inoltre offrire ai partecipanti un’occasione unica di riposo e di meditazione. Le lingue della Scuola saranno l’italiano e il francese. È quindi prevista la traduzione in francese delle relazioni che saranno tenute in lingua italiana.
Per ulteriori informazioni e per ricevere la scheda di adesione telefonare alla Segreteria Generale della Società Teosofica Italiana al numero 0444-962921 oppure inviare una e-mail all’indirizzo sti@teosofica.org.


Convegno ad Assisi sul messaggio di Padre Anthony Elenjimittam
Si è svolto ad Assisi, dal 21 al 23 giugno scorso, un importante Convegno Internazionale, coordinato dal dr. Alberto Severi, sul Messaggio Ecumenico di Padre Anthony Elenjimittam, che la Società Teosofica Italiana ricorda sempre con fraterni sentimenti di amicizia.
La lectio magistralis di apertura del Convegno è stata tenuta dal Segretario Generale della S.T.I., dr Antonio Girardi, che ha trattato il tema: “Padre Anthony e l’ideale della Fratellanza Universale senza distinzioni”.
Padre Anthony Elenjimittam (Kerala-India 1915- Torino 2011), discepolo diretto del Mahatma Gandhi, è stato per lungo tempo frate domenicano ed ha fondato la missione Sat Cit Ananda ad Assisi dopo aver creato in India la Welfare Society for Destitute Children a Bombay.
Per informazioni sul Convegno e sulle attività in ricordo di Padre Anthony consultare il sito http://www.padreanthony.org


Stop Vivisection
La Società Teosofica ha sempre sostenuto e diffuso nel mondo la causa del vegetarismo e del rispetto per tutti i regni della manifestazione.
Per questo ha messo in luce, fin dall'inizio del Novecento, la crudeltà, l'antiscientificità e l'assurdità della vivisezione. L'allora Presidente mondiale della Società Teosofica Annie Besant, nel 1908 creò la Lega contro la vivisezione.
Segnaliamo quindi con piacere l'iniziativa di respiro europeo denominata “STOP VIVISECTION”, con l’obiettivo di eliminare questa pratica eticamente inaccettabile e scientificamente inutile in tutto il Vecchio Continente.
Con un milione di firme i cittadini europei dei 27 Paesi aderenti possono partecipare in prima persona all’attività legislativa dell’Unione Europea, esprimendo il proprio NO alla sperimentazione animale e richiedendo con forza un percorso scientificamente avanzato, a tutela degli esseri umani e dei diritti degli animali.
Lo scopo è quello di sollecitare la Commissione europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e a presentare una nuova proposta che abolisca l'uso della sperimentazione su animali, rendendo nel contempo obbligatorio, per la ricerca biomedica e tossicologica, l'uso di dati specifici per la specie umana.
La raccolta firme viene effettuata sia su moduli cartacei sia con firma telematica.
Per la raccolta firme su moduli cartacei, che ha come termine ultimo il 30 settembre 2013, è necessario contattare www.contact@stopvivisection.eu
Per firmare in via telematica cliccare invece su www.stopvivisection.eu
Per ulteriori e più complete informazioni su questa iniziativa consultare il sito www.stopvivisection.eu/it


L’uomo che fermò il deserto
Yacouba Savadogo ha 67 anni, abita a Gourga, un villaggio rurale in Burkina Faso, sa appena leggere e scrivere ma parla con l'aria del saggio. “Non importa quel che pensa la gente, se hai un sogno devi fare di tutto per realizzarlo. E se ti dicono che sei pazzo fai come me: vai dritto per la tua strada. Io ce l'ho fatta, puoi riuscirci anche tu”.
E continua: “A metà degli anni '70 tutto il Sahel fu colpito da una grave siccità. Il deserto inghiottì ettari di terre un tempo coltivate. Migliaia di persone morivano di fame, gli altri scappavano. Pensai: se vado via anch'io non resterà più nulla. Allora mi tornò in mente una tecnica di coltivazione antica, che avevo appreso in Mali”.
Partendo da quell'intuizione, ed elaborando diverse tecniche di coltivazione, Yacouba iniziò a piantare alberi nel deserto. “Quando ho iniziato, qui c'era solo quest'albero. Oggi c'è una foresta di 27 ettari. Dove prima era tutto morto, ora è tornata la vita”. Affrontando mille ostacoli e difficoltà, Yacouba ha realizzato il suo sogno. E ora viaggia per insegnare ad altri ciò che ha scoperto, e continua a combattere per difendere la “sua” foresta. Un uomo dalle qualità eccezionali. Una fonte d'ispirazione. (da Vanity Fair)


Escursioni Teosofiche a Roma
Segnaliamo l'importante conferenza che Claudio Monachesi ha tenuto a Roma, sabato 15 giugno 2013, sul tema "Escursioni Teosofiche a Roma". L'appuntamento ha avuto luogo presso l'Istituto comprensivo Teresa Spinelli, in Piazza Mastai, 16.
Nell’occasione vi sono stati anche interventi musicali e poetici, nel segno di una Serata d'Amore dedicata a Roma.
Il libro "Escursioni Teosofiche a Roma" è stato pubblicato da Edizioni Teosofiche Italiane in occasione del Congresso Mondiale della Società Teosofica, che si è tenuto a Roma nel luglio 2010.

Recensioni

Rivista Project
Esce da qualche anno a Verona Project, una interessante pubblicazione, anche in formato telematico, che porta un sottotitolo emblematico: “rivista di divulgazione scientifica dei ragazzi… per i ragazzi”. Project, che ha la direzione scientifica della prof.ssa Paola Petrillo, nasce dalla collaborazione fra tre Licei Scientifici, due veronesi (Liceo Mondin e Liceo Messedaglia) ed uno vicentino (Quadri). Nella redazione l’interazione fra i professori e gli allievi è stretta e questi ultimi diventano protagonisti in una redazione di articoli che porta a coniugare il campo della conoscenza con quello dei grandi temi scientifici, sociali ed economici (l’evoluzione, la sostenibilità, il risparmio energetico, la trazione elettrica, l’utilizzo dell’idrogeno ecc.).
Project ha ottenuto nel tempo vari riconoscimenti, come la recente “menzione speciale per la divulgazione scientifica” al concorso nazionele di giornalismo scolastico “Prima Pagina” di Modena.
L’esperienza di questa rivista dimostra quante energie e intelligenze animino la scuola italiana e quante cose si possono fare se la motivazione è forte e orientata all’autentica crescita dei giovani.

Nel nome del Dio del Sole
E’ questo il suggestivo titolo del romanzo di Paola Giovetti, recentemente pubblicato dalla casa editrice Edizioni Segno di Tavagnacco (UD) (www.edizionisegno.it). E’ una storia moderna scandita da avventure che la portano ad agganciarsi ad eventi storici lontanissimi e collegati al Faraone Akhenaton, al quale è attribuita una delle prime visioni monoteistiche della storia. Il romanzo ha le caratteristiche del thriller a sfondo storico-culturale, incalzante e ricco di suspence, con sorprese, scoperte e colpi di scena.
Paola Giovetti, apprezzata ricercatrice e divulgatrice in campo esoterico, spirituale e teosofico svela in questo romanzo una notevole vena creativa, non priva di sottile poesia.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nuovo Centro Studi Teosofici a Taranto
Il 21 marzo scorso è stato costituito a Taranto un nuovo Centro Studi Teosofici, che ha preso come nome distintivo quello di “Annie Besant”.
Il fratello Fabrizio Giusti è stato designato alla presidenza, mentre il fratello Pietro Gentile è il nuovo vicepresidente e il fratello Davide Vendramin il nuovo segretario.
La sorella Eleonora Occhinegro è il tesoriere, il fratello Luigi Tafuto il bibliotecario e la sorella Pasqua Vecchione fungerà da Consigliere.
A tutti i componenti del neo-nato Centro di Taranto, i più calorosi auguri di buon lavoro teosofico, nel segno della Fratellanza Universale senza distinzioni.