Gennaio 2017

Anno LXXIII - N.1
cover gennaio 2017

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Soltanto una mente libera può veramente “vedere”
A. Girardi 1

George Sidney Arundale – “L’Educatore”
D. Audoin 2

Il rapporto fra il pensiero di Krishnamurti e quello di Madame Blavatsky
P.G. Parola 5

Maria Montessori fra scienza e spiritualità. Brevi appunti sul tema.

A. Girardi 13

Etica, vera conoscenza spirituale e sostenibilità
A. Biasca Caroni 17

Numerologia (seconda parte)
S. Silvagni 20

Una figura di Basolio Valentino: il Rebis (prima parte)
F. Rampini 26

Pagine dalla letteratura teosofica
31

Testi per l’intuizione (XVIII)
33

Segnalazioni 35
Recensioni 37
Dai Gruppi 37

Recensioni

Il leader etico
Segnaliamo “Il leader etico”, ultima interessante opera del prof. Gaetano Mollo, ordinario di filosofia dell’Educazione e Pedagogia Generale presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia.
Il libro si ispira a quel nuovo modello etico, che ha fatto emergere la necessità, in questo nostro mondo complesso e glo¬balizzato, di una nuova leadership, consapevole della necessità di maggiore coo¬perazione e corresponsabilità in ogni ambito sociale e a tutti i livelli.
C’è bisogno di formare leader etici, attendibili moralmente e legittimati socialmen¬te, che abbiano al centro del loro interesse il bene comune e il rispetto per le persone.
Questo testo è uno strumento per costituire una traccia, per farsi consapevoli e formarsi, sperimentando, discutendo, conside¬rando situazioni e ispirandosi a questo nuovo modello etico.
Complimenti al prof. Mollo per aver affrontato uno snodo fondamentale del tempo presente: quello dell’importanza dell’etica. Le tecnologie non sono né buone né cattive; dipende dall’uso che se ne fa. E per un uso corretto è necessaria la presenza di leader ad alto tasso di eticità.
Il libro ha 125 pagine e un prezzo di euro 11,50 ed è edito da Morlacchi Editore | Casa editrice in Perugia, redazione: via Guardabassi 9, 06123 – Perugia, tel. 075.9660291| fax. 075.4651655, www.morlacchilibri.com

Luce e Ombra
Abbiamo ricevuto in redazione il numero di luglio-settembre 2016 di “Luce e Ombra - rivista trimestrale informativa dedicata alla ricerca psichica e ai problemi connessi”. Giunta al 116 anno di pubblicazione (fu fondata nel 1900 da Angelo Mazzacurati) è oggi diretta da Paola Giovetti, che ha la capacità di mettere insieme contenuti di grande interesse.
Segnaliamo il saggio di Aniela Jaffé “Gli ultimi anni di Carl Gustav Jung”, in cui la stretta collaboratrice di Jung tratteggia con grande intelligenza e ricchezza di informazioni la fase finale della parabola terrena del grande studioso, facendone emergere gli aspetti legati ad personalità forte e carismatica.
Di notevole interesse anche l’articolo di Paola Pescerelli Lagorio, presidente della Casa Museo Raffaele Bendandi Osservatorio Geofisico di Faenza, su “Raffaele Bendandi, l’uomo che prevedeva i terremoti”.
La Rivista è l’organo informativo della Fondazione Biblioteca Bozzano - De Boni di Bologna (www.bibliotecabozzanodeboni.com), nel cui ambito il 23 novembre scorso il dott. William Esposito ha presentato il volume di Edoardo Bratina “Krishnamurti a confronto con la psicoanalisi”, pubblicato da Edizioni Teosofiche Italiane.

Soltanto una mente libera può veramente “vedere”

La vita dell’essere umano è, per così dire, immersa nella dimensione temporale e il tempo è l’elemento che va pienamente compreso non soltanto sotto l’aspetto esistenziale, ma anche nel suo intimo significato e nel rapporto con il percorso di “disvelamento” della realtà.
Meditazione sul tempo, sviluppo della consapevolezza e comprensione del reale vanno dunque insieme. Non sfugge ad un attento osservatore che la percezione del tempo come passato, presente e futuro contiene in sé un sottile inganno.
Il passato infatti, che, ad un tempo, è condizionamento e memoria è in grado di influenzare il presente, da cui si tende a sfuggire, prefigurando un futuro in cui realizzare ciò che nel presente non appare possibile.
Su questa oscillazione fra passato e futuro – che è tempo – l’essere umano perde l’incanto e la possibilità del qui ed ora.
Il presente è la vera “porta” per il senza tempo e noi teosofi, ricordando lo schema contenuto nel Buddhismo Esoterico di Sinnett, dovremmo chiederci: Che significato ha il tempo per la dimensione buddhica? Qual è la relazione fra tempo e intuizione?
Le neuroscienze ci insegnano che il cervello (e la mente) percepiscono la realtà secondo modelli matematici e che al variare delle sinapsi possono variare anche le visioni del mondo. In concreto, un cervello in stato di meditazione funziona in modo parzialmente diverso dallo stato di veglia ordinaria così come, a seconda delle emozioni che sono in gioco, la percezione della realtà cambia.
Il tutto senza dimenticare quanto i paradigmi siano in grado di influenzare lo stato di coscienza dell’individuo.
L’immersione in una dimensione temporale, comunque precaria e in uno stato di continua variazione, se apre da un lato all’essere umano la possibilità di divenire “trasformatore” di energie e di vibrazioni, lo mette dall’altro nelle condizioni di dover privilegiare l’osservazione neutrale come strumento di vera comprensione del reale.
L’osservazione vive nel presente e necessita, da un lato, di una vera e propria “deprivazione” dei condizionamenti. Soltanto una mente libera può veramente “vedere”.
Dall’altro, l’osservazione richiede anche “passione”, un’energia dunque che alimenti la concentrazione mentale e faccia nel contempo accettare i risultati della “ricerca”.
Ciascuno di noi, in fondo, è come Galileo che, in una notte stellata, sulla torre dell’osservatorio astronomico dell’Università di Padova, constatò, grazie all’invenzione del cannocchiale, la bontà della tesi copernicana: non era il sole a girare intorno alla terra; al contrario, era la terra a girare intorno al sole.
Ecco, quando la “verità” irrompe nella nostra coscienza, anche ciascuno di noi ha la possibilità di riconoscerla o meno.
Galileo coraggiosamente la testimoniò e ne pagò anche le conseguenze.
Abbiamo anche noi il coraggio di “testimoniare” analogamente i risultati della nostra ricerca interiore? L’augurio naturalmente è che ciascuno di noi abbia questa forza, che permette di andare oltre a quello che H.P.B. Blavatsky, ne La Voce del Silenzio, chiama “eresia della separatività”.
Una separatività che si nutre di paura, di ignoranza e di egoismo, cioè proprio di quello che non è amore.

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2017
E’ il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2017.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2017 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha fissato le seguenti quote: quota associativa euro 35,00 indivisibili (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, che è l’organo statutario di informazione istituzionale); quota associativa solo per i co-residenti euro 20,00; quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, la differenza è dovuta alle maggiori spese postali di spedizione della RIT); quota di ingresso per i nuovi soci euro 50,00 (solo per il primo anno, comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00; quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 2.000,00.
Abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 45,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, oppure potranno inviare un bonifico bancario intestato a: Società Teosofica Italiana, sul conto Bancoposta della S.T.I. codice IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.
I Soci dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o Segretari dei Centri di appartenenza.
E’ possibile anche richiedere l’invio della R.I.T. in modalità elettronica, via e-mail, in formato pdf. L’opzione è alternativa a quella dell’invio cartaceo.

L’incontaminata bellezza di Adyar in un calendario
Come già pubblicato nel numero di novembre della Rivista, segnaliamo il Calendario teosofico 2017, interamente dedicato ad Adyar, dove ha sede il Quartier Generale della Società Teosofica, un luogo che rappresenta per i teosofi il simbolo per eccellenza della Fratellanza Universale senza distinzioni.
L’iniziativa del Calendario Teosofico è correlata al sostegno del progetto “Adyar Renovation”, lanciato dal Presidente Internazionale Tim Boyd per la ristrutturazione degli edifici storici di Adyar, progetto cui sarà devoluto l’intero ricavato dell’iniziativa. Ricordiamo che questo numero della RIT comprende un articolo che dedica ampio spazio al tema.
Il calendario ha un formato di 25x50 e contiene foto a colori ad alta definizione di un grande fotografo internazionale, il teosofo tedesco Richard Dvorak, che ha concesso gratuitamente alla Società Teosofica Italiana di pubblicarle.
Il design è stato curato da Enrico Sempi e da Bianca Garavaglia, mentre l’edizione è stata curata da Patrizia Calvi.
Mese per mese le immagini accompagneranno lo scorrere dei giorni, che vedranno indicate le ricorrenze più significative per la Società Teosofica.
La donazione per la singola copia è stata fissata in euro12.00, comprensive di spese di spedizione in busta rigida per garantire l’integrità del calendario stesso. Il codice IBAN del conto Bancoposta della S.T.I. è il seguente: Conto Bancoposta IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367; per donazioni tramite bollettino postale il numero è il seguente: 55010367.




Richard Dvorak è un valente fotografo che risiede in Germania ed è socio della S.T.
Sue sono le foto del calendario 2017 stampato dalla Società Teosofica Italiana ed interamente dedicato ad Adyar, la sede teosofica internazionale.
Dvorak (primo a sinistra nella foto, con Chris, Antonio Girardi, Patrizia Calvi e Aisha) il 17 novembre scorso ha fatto visita alla sede di Vicenza della S.T.I.
E’ stata questa l’occasione per ringraziarlo per le foto che così gentilmente ha donato per la realizzazione del calendario Adyar 2017.

Meditazione teosofica
Svitlana Gavrylenko, Segretaria Organizzativa della Società Teosofica in Ucraina, ci informa che L’Ordine Teosofico di Servizio operante anche in questo Paese ha assunto l’iniziativa di attivare un momento settimanale di meditazione a sostegno del movimento teosofico nel mondo, della S.T. in Ucraina e del Museo HPB operante a Dnipr e di cui abbiamo parlato nel numero di ottobre 2106 della nostra Rivista. La meditazione, ispirata da intenzione pura e altruismo, è programmata per tutti i giovedì dalle 21 alle 21.30 (ora locale). L’invito che proviene dagli amici ucraini è quello di unirsi a loro in questa positiva attività di Servizio.

Corso online di Teosofia organizzato dalla Sezione inglese
La Sezione inglese della Società Teosofica ha organizzato, per il prossimo anno, la settima edizione di un corso online di Teosofia. Già più di 220 persone hanno completato, negli scorsi anni, gli studi e ottenuto il diploma.
Il corso inizierà nel mese di marzo 2017 e le iscrizioni vanno perfezionate entro il 1° marzo 2017.
I contenuti del corso sono strutturati in quattro moduli: il primo dedicato alle leggi universali, al karma ed alla reincarnazione; il secondo alla costituzione dell’uomo ed alla cosmogenesi; il terzo tratterà dell’evoluzione e dell’involuzione e dei sette piani; il quarto, infine, approfondirà i temi delle gerarchie, delle ronde e delle catene.
A conclusione del percorso di studio è prevista una verifica finale, con il possibile conseguimento di un diploma in Teosofia.
La partecipazione al corso ha un costo di 30 sterline.

Per tutti i dettagli e per le modalità di iscrizione consultare il sito all’indirizzo web:
http://theosophical-courses.theosophicalsociety.org.uk/

Congresso Europeo 2017 a Barcellona
Il 38esimo Congresso teosofico Europeo si terrà dal 21 al 26 agosto 2017 in Spagna, a Barcellona. La Società Teosofica Spagnola, che si sta occupando dell’organizzazione dell’evento, ci invita tutti a partecipare per approfondire il tema: “Teosofia, una via verso la coscienza universale”.
Ospite d’onore sarà Tim Boyd, presidente internazionale della Società Teosofica; parteciperanno anche altri eminenti relatori quali Tran Thi Kim Dieu, presidente della Federazione Teosofica Europea, Fernando Alvarez de Torrijos, conferenziere di spicco della ST in America, Jenny Baker, segretario generale della ST inglese e José Tarrago, già segretario generale della ST in Spagna.
Per le informazioni di dettaglio e per conoscere le modalità di iscrizioni e prezzi: http://38th-european-congress.html

Sardegna tempio delle acque
Nicola Marongiu e Cinzia Carrus hanno realizzato un documentario di notevole interesse, titolato "Sardegna Tempio delle Acque", opera multidisciplinare tra linguistica comparata, mitologia, storia comparata delle religioni, antropologia e archeologia, di cui è possibile vedere un'anteprima al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=QhlJoRxFAFI&t=18s
Il documentario verrà presentato in versione integrale il 9 dicembre 2016, alle ore 19.00, presso la Cineteca Sarda di Viale Trieste 126 a Cagliari.
Segnaliamo con l’occasione anche un Progetto Artistico correlato, presentato nel sito https://sasartiglia.com
Attraverso il documentario e gli altri lavori del Progetto Artistico, Marongiu e Carrus esplorano vari aspetti delle culture mediterranee e del Vicino Oriente, ponendo in particolare l'accento sulle comunanze.

Le colture biodinamiche spaventano i poteri forti
Questa una delle affermazioni fatte da Giulia Maria Crespi, fondatrice del FAI e paladina della biodinamica, al Corriere della Sera che l’ha intervistata il 13 novembre scorso in occasione del Convegno tebuto a Napoli sul tema: “Per la rinascita del Sud: le nuove frontiere dell’agro-ecologia”.
La Crespi, esponente di spicco della famiglia che per lunghi anni è stata proprietaria del Corriere della Sera, è una convinta sostenitrice delle tesi dell’Antroposofia di Rudolf Steiner e con coraggio e libertà di pensiero afferma: “Una parte di Accademia italiana ci boicotta. Dicono che facciamo stregonerie. Noi al contrario, da tempo, chiediamo invece che si faccia ricerca su questo settore”.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Carmelo Crupi confermato alla Presidenza del Gruppo Teosofico “Maitreya” di Milano

Il 5 ottobre scorso si è tenuta l’Assemblea dei Soci del Gruppo “Maitreya” di Milano che ha riconfermato all’unanimità come Presidente il fratello Carmelo Crupi per il triennio ottobre 2016 – ottobre 2019. Auguri di buon lavoro teosofico a tutto il Gruppo “Maitreya”.

Gennaio 2017

Anno LXXIII - N.1
cover gennaio 2017

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Soltanto una mente libera può veramente “vedere”
A. Girardi 1

George Sidney Arundale – “L’Educatore”
D. Audoin 2

Il rapporto fra il pensiero di Krishnamurti e quello di Madame Blavatsky
P.G. Parola 5

Maria Montessori fra scienza e spiritualità. Brevi appunti sul tema.

A. Girardi 13

Etica, vera conoscenza spirituale e sostenibilità
A. Biasca Caroni 17

Numerologia (seconda parte)
S. Silvagni 20

Una figura di Basolio Valentino: il Rebis (prima parte)
F. Rampini 26

Pagine dalla letteratura teosofica
31

Testi per l’intuizione (XVIII)
33

Segnalazioni 35
Recensioni 37
Dai Gruppi 37

Recensioni

Il leader etico
Segnaliamo “Il leader etico”, ultima interessante opera del prof. Gaetano Mollo, ordinario di filosofia dell’Educazione e Pedagogia Generale presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione dell’Università di Perugia.
Il libro si ispira a quel nuovo modello etico, che ha fatto emergere la necessità, in questo nostro mondo complesso e glo¬balizzato, di una nuova leadership, consapevole della necessità di maggiore coo¬perazione e corresponsabilità in ogni ambito sociale e a tutti i livelli.
C’è bisogno di formare leader etici, attendibili moralmente e legittimati socialmen¬te, che abbiano al centro del loro interesse il bene comune e il rispetto per le persone.
Questo testo è uno strumento per costituire una traccia, per farsi consapevoli e formarsi, sperimentando, discutendo, conside¬rando situazioni e ispirandosi a questo nuovo modello etico.
Complimenti al prof. Mollo per aver affrontato uno snodo fondamentale del tempo presente: quello dell’importanza dell’etica. Le tecnologie non sono né buone né cattive; dipende dall’uso che se ne fa. E per un uso corretto è necessaria la presenza di leader ad alto tasso di eticità.
Il libro ha 125 pagine e un prezzo di euro 11,50 ed è edito da Morlacchi Editore | Casa editrice in Perugia, redazione: via Guardabassi 9, 06123 – Perugia, tel. 075.9660291| fax. 075.4651655, www.morlacchilibri.com

Luce e Ombra
Abbiamo ricevuto in redazione il numero di luglio-settembre 2016 di “Luce e Ombra - rivista trimestrale informativa dedicata alla ricerca psichica e ai problemi connessi”. Giunta al 116 anno di pubblicazione (fu fondata nel 1900 da Angelo Mazzacurati) è oggi diretta da Paola Giovetti, che ha la capacità di mettere insieme contenuti di grande interesse.
Segnaliamo il saggio di Aniela Jaffé “Gli ultimi anni di Carl Gustav Jung”, in cui la stretta collaboratrice di Jung tratteggia con grande intelligenza e ricchezza di informazioni la fase finale della parabola terrena del grande studioso, facendone emergere gli aspetti legati ad personalità forte e carismatica.
Di notevole interesse anche l’articolo di Paola Pescerelli Lagorio, presidente della Casa Museo Raffaele Bendandi Osservatorio Geofisico di Faenza, su “Raffaele Bendandi, l’uomo che prevedeva i terremoti”.
La Rivista è l’organo informativo della Fondazione Biblioteca Bozzano - De Boni di Bologna (www.bibliotecabozzanodeboni.com), nel cui ambito il 23 novembre scorso il dott. William Esposito ha presentato il volume di Edoardo Bratina “Krishnamurti a confronto con la psicoanalisi”, pubblicato da Edizioni Teosofiche Italiane.

Soltanto una mente libera può veramente “vedere”

La vita dell’essere umano è, per così dire, immersa nella dimensione temporale e il tempo è l’elemento che va pienamente compreso non soltanto sotto l’aspetto esistenziale, ma anche nel suo intimo significato e nel rapporto con il percorso di “disvelamento” della realtà.
Meditazione sul tempo, sviluppo della consapevolezza e comprensione del reale vanno dunque insieme. Non sfugge ad un attento osservatore che la percezione del tempo come passato, presente e futuro contiene in sé un sottile inganno.
Il passato infatti, che, ad un tempo, è condizionamento e memoria è in grado di influenzare il presente, da cui si tende a sfuggire, prefigurando un futuro in cui realizzare ciò che nel presente non appare possibile.
Su questa oscillazione fra passato e futuro – che è tempo – l’essere umano perde l’incanto e la possibilità del qui ed ora.
Il presente è la vera “porta” per il senza tempo e noi teosofi, ricordando lo schema contenuto nel Buddhismo Esoterico di Sinnett, dovremmo chiederci: Che significato ha il tempo per la dimensione buddhica? Qual è la relazione fra tempo e intuizione?
Le neuroscienze ci insegnano che il cervello (e la mente) percepiscono la realtà secondo modelli matematici e che al variare delle sinapsi possono variare anche le visioni del mondo. In concreto, un cervello in stato di meditazione funziona in modo parzialmente diverso dallo stato di veglia ordinaria così come, a seconda delle emozioni che sono in gioco, la percezione della realtà cambia.
Il tutto senza dimenticare quanto i paradigmi siano in grado di influenzare lo stato di coscienza dell’individuo.
L’immersione in una dimensione temporale, comunque precaria e in uno stato di continua variazione, se apre da un lato all’essere umano la possibilità di divenire “trasformatore” di energie e di vibrazioni, lo mette dall’altro nelle condizioni di dover privilegiare l’osservazione neutrale come strumento di vera comprensione del reale.
L’osservazione vive nel presente e necessita, da un lato, di una vera e propria “deprivazione” dei condizionamenti. Soltanto una mente libera può veramente “vedere”.
Dall’altro, l’osservazione richiede anche “passione”, un’energia dunque che alimenti la concentrazione mentale e faccia nel contempo accettare i risultati della “ricerca”.
Ciascuno di noi, in fondo, è come Galileo che, in una notte stellata, sulla torre dell’osservatorio astronomico dell’Università di Padova, constatò, grazie all’invenzione del cannocchiale, la bontà della tesi copernicana: non era il sole a girare intorno alla terra; al contrario, era la terra a girare intorno al sole.
Ecco, quando la “verità” irrompe nella nostra coscienza, anche ciascuno di noi ha la possibilità di riconoscerla o meno.
Galileo coraggiosamente la testimoniò e ne pagò anche le conseguenze.
Abbiamo anche noi il coraggio di “testimoniare” analogamente i risultati della nostra ricerca interiore? L’augurio naturalmente è che ciascuno di noi abbia questa forza, che permette di andare oltre a quello che H.P.B. Blavatsky, ne La Voce del Silenzio, chiama “eresia della separatività”.
Una separatività che si nutre di paura, di ignoranza e di egoismo, cioè proprio di quello che non è amore.

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2017
E’ il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2017.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2017 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha fissato le seguenti quote: quota associativa euro 35,00 indivisibili (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, che è l’organo statutario di informazione istituzionale); quota associativa solo per i co-residenti euro 20,00; quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia, la differenza è dovuta alle maggiori spese postali di spedizione della RIT); quota di ingresso per i nuovi soci euro 50,00 (solo per il primo anno, comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00; quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 2.000,00.
Abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 45,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, oppure potranno inviare un bonifico bancario intestato a: Società Teosofica Italiana, sul conto Bancoposta della S.T.I. codice IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.
I Soci dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o Segretari dei Centri di appartenenza.
E’ possibile anche richiedere l’invio della R.I.T. in modalità elettronica, via e-mail, in formato pdf. L’opzione è alternativa a quella dell’invio cartaceo.

L’incontaminata bellezza di Adyar in un calendario
Come già pubblicato nel numero di novembre della Rivista, segnaliamo il Calendario teosofico 2017, interamente dedicato ad Adyar, dove ha sede il Quartier Generale della Società Teosofica, un luogo che rappresenta per i teosofi il simbolo per eccellenza della Fratellanza Universale senza distinzioni.
L’iniziativa del Calendario Teosofico è correlata al sostegno del progetto “Adyar Renovation”, lanciato dal Presidente Internazionale Tim Boyd per la ristrutturazione degli edifici storici di Adyar, progetto cui sarà devoluto l’intero ricavato dell’iniziativa. Ricordiamo che questo numero della RIT comprende un articolo che dedica ampio spazio al tema.
Il calendario ha un formato di 25x50 e contiene foto a colori ad alta definizione di un grande fotografo internazionale, il teosofo tedesco Richard Dvorak, che ha concesso gratuitamente alla Società Teosofica Italiana di pubblicarle.
Il design è stato curato da Enrico Sempi e da Bianca Garavaglia, mentre l’edizione è stata curata da Patrizia Calvi.
Mese per mese le immagini accompagneranno lo scorrere dei giorni, che vedranno indicate le ricorrenze più significative per la Società Teosofica.
La donazione per la singola copia è stata fissata in euro12.00, comprensive di spese di spedizione in busta rigida per garantire l’integrità del calendario stesso. Il codice IBAN del conto Bancoposta della S.T.I. è il seguente: Conto Bancoposta IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367; per donazioni tramite bollettino postale il numero è il seguente: 55010367.




Richard Dvorak è un valente fotografo che risiede in Germania ed è socio della S.T.
Sue sono le foto del calendario 2017 stampato dalla Società Teosofica Italiana ed interamente dedicato ad Adyar, la sede teosofica internazionale.
Dvorak (primo a sinistra nella foto, con Chris, Antonio Girardi, Patrizia Calvi e Aisha) il 17 novembre scorso ha fatto visita alla sede di Vicenza della S.T.I.
E’ stata questa l’occasione per ringraziarlo per le foto che così gentilmente ha donato per la realizzazione del calendario Adyar 2017.

Meditazione teosofica
Svitlana Gavrylenko, Segretaria Organizzativa della Società Teosofica in Ucraina, ci informa che L’Ordine Teosofico di Servizio operante anche in questo Paese ha assunto l’iniziativa di attivare un momento settimanale di meditazione a sostegno del movimento teosofico nel mondo, della S.T. in Ucraina e del Museo HPB operante a Dnipr e di cui abbiamo parlato nel numero di ottobre 2106 della nostra Rivista. La meditazione, ispirata da intenzione pura e altruismo, è programmata per tutti i giovedì dalle 21 alle 21.30 (ora locale). L’invito che proviene dagli amici ucraini è quello di unirsi a loro in questa positiva attività di Servizio.

Corso online di Teosofia organizzato dalla Sezione inglese
La Sezione inglese della Società Teosofica ha organizzato, per il prossimo anno, la settima edizione di un corso online di Teosofia. Già più di 220 persone hanno completato, negli scorsi anni, gli studi e ottenuto il diploma.
Il corso inizierà nel mese di marzo 2017 e le iscrizioni vanno perfezionate entro il 1° marzo 2017.
I contenuti del corso sono strutturati in quattro moduli: il primo dedicato alle leggi universali, al karma ed alla reincarnazione; il secondo alla costituzione dell’uomo ed alla cosmogenesi; il terzo tratterà dell’evoluzione e dell’involuzione e dei sette piani; il quarto, infine, approfondirà i temi delle gerarchie, delle ronde e delle catene.
A conclusione del percorso di studio è prevista una verifica finale, con il possibile conseguimento di un diploma in Teosofia.
La partecipazione al corso ha un costo di 30 sterline.

Per tutti i dettagli e per le modalità di iscrizione consultare il sito all’indirizzo web:
http://theosophical-courses.theosophicalsociety.org.uk/

Congresso Europeo 2017 a Barcellona
Il 38esimo Congresso teosofico Europeo si terrà dal 21 al 26 agosto 2017 in Spagna, a Barcellona. La Società Teosofica Spagnola, che si sta occupando dell’organizzazione dell’evento, ci invita tutti a partecipare per approfondire il tema: “Teosofia, una via verso la coscienza universale”.
Ospite d’onore sarà Tim Boyd, presidente internazionale della Società Teosofica; parteciperanno anche altri eminenti relatori quali Tran Thi Kim Dieu, presidente della Federazione Teosofica Europea, Fernando Alvarez de Torrijos, conferenziere di spicco della ST in America, Jenny Baker, segretario generale della ST inglese e José Tarrago, già segretario generale della ST in Spagna.
Per le informazioni di dettaglio e per conoscere le modalità di iscrizioni e prezzi: http://38th-european-congress.html

Sardegna tempio delle acque
Nicola Marongiu e Cinzia Carrus hanno realizzato un documentario di notevole interesse, titolato "Sardegna Tempio delle Acque", opera multidisciplinare tra linguistica comparata, mitologia, storia comparata delle religioni, antropologia e archeologia, di cui è possibile vedere un'anteprima al seguente link: https://www.youtube.com/watch?v=QhlJoRxFAFI&t=18s
Il documentario verrà presentato in versione integrale il 9 dicembre 2016, alle ore 19.00, presso la Cineteca Sarda di Viale Trieste 126 a Cagliari.
Segnaliamo con l’occasione anche un Progetto Artistico correlato, presentato nel sito https://sasartiglia.com
Attraverso il documentario e gli altri lavori del Progetto Artistico, Marongiu e Carrus esplorano vari aspetti delle culture mediterranee e del Vicino Oriente, ponendo in particolare l'accento sulle comunanze.

Le colture biodinamiche spaventano i poteri forti
Questa una delle affermazioni fatte da Giulia Maria Crespi, fondatrice del FAI e paladina della biodinamica, al Corriere della Sera che l’ha intervistata il 13 novembre scorso in occasione del Convegno tebuto a Napoli sul tema: “Per la rinascita del Sud: le nuove frontiere dell’agro-ecologia”.
La Crespi, esponente di spicco della famiglia che per lunghi anni è stata proprietaria del Corriere della Sera, è una convinta sostenitrice delle tesi dell’Antroposofia di Rudolf Steiner e con coraggio e libertà di pensiero afferma: “Una parte di Accademia italiana ci boicotta. Dicono che facciamo stregonerie. Noi al contrario, da tempo, chiediamo invece che si faccia ricerca su questo settore”.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Carmelo Crupi confermato alla Presidenza del Gruppo Teosofico “Maitreya” di Milano

Il 5 ottobre scorso si è tenuta l’Assemblea dei Soci del Gruppo “Maitreya” di Milano che ha riconfermato all’unanimità come Presidente il fratello Carmelo Crupi per il triennio ottobre 2016 – ottobre 2019. Auguri di buon lavoro teosofico a tutto il Gruppo “Maitreya”.