Febbraio 2011

Anno LXVII - N.2
Febbraio

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

L’Adyar Day: non solo un ricordo
A. Girardi 1

Perché apparteniamo alla Società Teosofica
L. Oliveira 2

Corso su La Dottrina Segreta (terza parte)
J. Mills 9

La vivisezione: un crimine contro l’uomo
G. Pisani 16

Il cervello, la mente e l’anima (prima parte)
R.C. Avanzo 18

Roberto Assagioli e la Teosofia
M. Graziani 24

I Misteri di Rennes le Chateaux
F. Barraco 28

Musica, vibrazioni, emozioni e chakras
D. Fayenz 33


Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 36
Una nuova vita 37
Al di là del velo 37

L'Adyar Day: non solo un ricordo

Nell’ambito della Società Teosofica il 17 febbraio viene ricordato come l’Adyar Day. E’ una consuetudine nata negli Anni Venti del secolo scorso e testimonia anche oggi il collegamento, ideale e reale , dei componenti della Società Teosofica, con quello che ne rappresenta il simbolo, il luogo storico per eccellenza, l’epopea di un sogno vivo di Fratellanza, che vide protagonisti Mahatma e Pionieri e vede ancor oggi coinvolti un numero rilevante di persone, al di là di ogni differenza di razza, credo, sesso o quant’altro.
Nel partecipare alla 135^ Convenzione Internazionale della S.T., alla fine del dicembre scorso, ho avuto modo di tornare ancora una volta ad Adyar e di immergermi nella sua straordinaria atmosfera, così ricca di una natura curata e incontaminata, di un vivere un po’ fuori dal tempo, quasi una “zona franca dello spirito”, certo lontana dall’assillo del vivere quotidiano.
Percorrendone a piedi i lunghi viali ho incontrato persone di tutte le razze e di tutti i continenti che si relazionavano armonicamente fra loro; ho guardato con interesse i templi, accuratamente tenuti, dedicati alle varie religioni; ho frequentato la straordinaria Biblioteca, dove filosofi, scienziati e studiosi cercano le tracce della verità; ho visitato le scuole e le opere umanitarie, dove tutti vengono trattati come persone e dove anche chi non ha niente, può studiare e aprire il proprio cuore alla vita; ho osservato la vivida bellezza della natura, con le piante, i fiori, gli animali.
Ho cercato di percepire dentro di me il suono dell’eterno e mi sono chiesto se gli Scopi della Società Teosofica, in primis la Fratellanza, siano ancora validi e se l’azione della Società Teosofica sia di una qualche utilità nel tempo presente.
La risposta è affiorata spontaneamente dal cuore nella forma di alcune domande: in quanti luoghi della terra arde la fiamma dell’ideale della Fratellanza? In quante associazioni di esseri umani è presente uno spaccato vero dell’umanità senza che questo costituisca un ostacolo alla comune ricerca? In quali realtà vi è un autentico tentativo di conciliazione culturale e reale fra scienza, religione e filosofia?
Per un attimo ho percepito, come una vertigine, l’importanza degli ideali e del lavoro teosofico.
Come si può desumere dal suo Primo Scopo la S.T. non ha l’ambizione di essere la sola sperimentazione sul piano della fratellanza, ma ha la consapevolezza di essere “una” di queste sperimentazioni.
Adyar non è soltanto un luogo fisico collocato a Chennai, in India; è un soffio di consapevolezza che coinvolge i teosofi di tutto il mondo e anche tutti coloro che credono nella Fratellanza.
Scrisse di Adyar un poeta: “Stormire di foglie, volo di uccelli e gracchiare di corvi./Il vento porta le cose nuove del tempo che viene. Qualcuno guarda uno stagno e sogna;/ qualcun altro recita un mantram/ e per un attimo si fa silenzio./L’archetipo si declina nel reale/ e un ponte luminoso si apre fra questa e le altre realtà".

Segnalazioni

Quote associative e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2011
Segnaliamo ai soci e agli abbonati che non vi avessero già provveduto il rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2011.
Per il 2011 i valori sono i seguenti: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 30,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

97° Congresso della S.T.I. ad Assisi
Anticipiamo ai lettori della Rivista Italiana di teosofia che il 97° Congresso Nazionale della Società teosofica Italiana si svolgerà presso “La Cittadella” di Assisi dal 26 al 29 maggio prossimi.
Il tema che verrà approfondito riguarderà il rapporto fra Teosofia e meditazione.
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria generale. In un prossimo numero della rivista verranno inserite la scheda di prenotazione e tutte le indicazioni di dettaglio.

135^ Convenzione Internazionale della S.T.
Si è svolta ad Adyar, dal 26 al 31 dicembre scorso, la 135^ Convenzione Internazionale della Società Teosofica. Vi hanno partecipato più di 1400 delegati provenienti da oltre 25 Paesi del mondo. Si è trattato di un appuntamento importante, caratterizzato da una sorte di ponte ideale con il X Congresso Mondiale della S.T., che si è svolto a Roma dal 10 al 15 luglio 2010.
Il tema della Convenzione è stato: “Insegnamenti teosofici sul sentiero” ed ha visto l’intervento di vari e competenti relatori, a partire dalla Presidente Mondiale Radha Burnier e dalla Vice Presidente Mondiale Linda Oliveira.
La Presidente Mondiale ha pure illustrato il lavoro teosofico che si svolge nel mondo, auspicando un sempre maggior impegno in favore della Fratellanza Universale senza distinzioni. I lavori della Convenzione hanno trovato ampio risalto sulla stampa sui media indiani.
Nell’ambito della Convenzione è intervenuto anche Mr N.R.Narayana Murthy, importante scienziato e imprenditore di Bangalore, che ha auspicato che il futuro dell’umanità possa essere caratterizzato da elementi di sostenibilità, di responsabilità sociale delle imprese e di maggior eticità.

Grazie di cuore
La segreteria generale e il gruppo teosofico “Aurora” ringraziano di cuore quanti hanno contattato la sede di Vicenza in occasione dei gravi eventi che hanno colpito la città.
La sede teosofica non ha subito danni, e fortunatamente solo qualche socio ha avuto disagi.
I teosofi vicentini sentono di condividere con tutti i lettori della Rivista Italiana di Teosofia un aspetto che le giornate dell’inondazione hanno evidenziato: è stato tutto un fiorire di solidarietà e di lavoro comune con la partecipazione di un gran numero di giovani volontari provenienti anche da altre città e regioni. Un momento di intenso impegno che ha già cancellato molti dei segni dell’alluvione dimostrando che “insieme” si può fare molto e bene.

“I Grandi Iniziati”
La Fondazione Biblioteca Bozzano – De Boni (via G. Marconi 8, 40122 Bologna) ha organizzato, in occasione della 10° Giornata di Studio, un incontro dal titolo “I Grandi Iniziati”.
I lavori prenderanno avvio alle ore 9.30 con una relazione di Cristina Bassoli, dal titolo: “Roberto Assagioli e la psicosintesi”; alle 10.15 Paola Giovetti parlerà di Carl Gustav Jung, creatore della psicologia analitica; e alle 11.30 Gaetano Mollo terrà una relazione dal titolo: “L’evoluzione della coscienza nel pensiero di Pietro Ubaldi”.
I lavori riprenderanno alle ore 14.45 con un intervento di Antonio Girardi su Helena Petrovna Blavatsky e la Teosofia e proseguirà con un breve filmato riguardante Omraam Mikhael Aivanhov, seguito da un commento da parte di un esponente dell’associazione Fratellanza Bianca Universale.
Alle 16.15 la discussione con il pubblico.
Essendo limitato il numero dei posti disponibili si consiglia la prenotazione, chiamando il numero telefonico 338 1714288.

European School of Theosophy
Segnaliamo che la prossima Scuola Europea di Teosofia si terrà all’inizio di ottobre 2011 a St Albans, periferia di Londra, a soli 15 min. di treno dalla stazione di St Pancrass che è proprio di fianco alla British Library dove sono custodite le Lettere dei Mahatma. appena disponibile il programma dei lavori lo pubblicheremo sulla nostra rivista.

Un film su: “La grande sintesi” di Pietro Ubaldi
Sabato 4 dicembre scorso è stato proiettato, nella sala conferenze di Palazzo Trinci a Foligno, un film di Oceano Vieira De Melo, prodotto da Versatil Filmes, dal titolo: “La grande sintesi di Pietro Ubaldi”, con sottotitoli in italiano.
L’evento è stato curato dal Comitato di coordinamento per lo studio e la promozione "Pietro Ubaldi: l'Opera", il cui animatore è il prof. Gaetano Mollo.

Società Teosofica nelle Filippine
La Sezione filippina della Società Teosofica ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali. Il dr Roselmo Doval Santos è stato eletto Presidente, mentre il Vice Presidente è Victor Penarenda. L'incarico di segretario è andato a Jesse Alto, mentre Ma.Flor Garcia si occuperà della Tesoreria. Molti complimenti al Presidente uscente Vicente Hao Chin e auguri di buon lavoro al nuovo Presidente e ai suoi collaboratori.

Videoproiezioni conferenze di J. Krishnamurti a Milano
Segnaliamo agli interessati al messaggio di Jiddu Krishnamurti il programma di videoproiezioni per febbraio e marzo 2011.
Venerdì 11 e venerdì 25 febbraio: due discorsi di J. Krishnamurti a Brockwood Park, 1978.
Venerdì 4 e venerdì 11 marzo: due conversazioni di J.Krishnamurti con la scrittrice indiana Pupul Jayakar, 1978
Gli incontri avranno luogo al Centro Eureka, Viale Papiniano 42, Milano (MM linea verde, fermata di S. Agostino), alle ore 20,30.
Dopo l’ascolto, chi lo desidera può trattenersi per un dialogo informale tra i presenti fino alle ore 22,30; un dialogo tra amici che si pongono allo stesso livello e che dopo l’ascolto delle parole di Krishnamurti vogliono indagare insieme alcuni aspetti del suo insegnamento.
Per maggiori informazioni telefonare a Olga Fedeli al numero: 0322/7261

Un appello per il regista iraniano Panahi
L'Iran, Paese ricco di inestimabili bellezze e di tradizioni millenarie, vive da decenni la difficile situazione creta da un regime dispotico e illiberale. Ciò ha portato a molte ingiuste condanne, fra cui quella del regista Panahi e del suo amico Rasoulof. Il fratello Roberto Fantini, che ha pubblicato in proposito un articolo su www.flipnews.org, ci segnala la possibilità di sottoscrivere petizioni a favore di Panahi o direttamente, collegandosi a http//www.ipetitions.com/petition/solidarite-jafar-panahi oppure attraverso il sito di Amnesty International, raggiungibile all'indirizzo web www.amnesty.it
La solidarietà e la testimonianza della giustizia sono importanti chiavi dell'etica.

Valeria Rondoni intervistata da Rai Radio 3
Valeria Rondoni, componente del Gruppo Teosofico di Firenze ed autrice del coinvolgente racconto "Mi chiamo Papé", è stata intervistata da Rai Radio 3, parlando del problema delle grandi quantità di spazzatura che galleggiano nei mari, ma non solo. Nel suo dire ha infatti fatto capolino il karma, nella forma di Plastic karma e di Plastic fish karma. La pervasività dei concetti teosofici è un valore positivo e legato all'Unità della Vita.

Recensioni

Il diario di Galileo
L’editore Carabba di Lanciano ha pubblicato “Il diario di Galileo” di Egidio Lucchini, autore di apprezzati testi e saggi su questioni pedagogiche, storiche e religiose, fra cui “I segreti di Maria Montessori”.
La prima parte del saggio si muove tenendo conto del quadro storico che risulta dalle più recenti ricerche. Per rendere il discorso più diretto e coinvolgente, gli avvenimenti sono presentati sotto forma di un racconto, svolto in prima persona. È stato affidato ad un immaginario Galileo redivivo il compito di ricostruire, sulla base di una scrupolosa documentazione, quanto si è verificato di maggiormente importante ed intrigante durante i venti anni più cruciali della controversia con la Chiesa.
Nella seconda parte del racconto, condotto in forma indiretta, si narra come e perché la Chiesa ha riaperto il caso Galileo, sotto la spinta del Concilio Vaticano II e di giovanni Paolo II, ma non l’ha ancora chiuso.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nuovo Centro Studi Teosofici ad Ascona
Il 7 dicembre 2010 è stato costituito ad Ascona, da Greta ed Andrea Biasca Caroni e Marco Boccadoro il Centro Studi Teosofici “Fraternitas”.
La luce della teosofia continua a brillare sul colle di Monte Verità.
Un fraterno e caro augurio di buon lavoro teosofico agli amici di Ascona.

Centro Studi Teosofici di Pavia
Il Centro “Pitagora” di Pavia ha provveduto nel novembre scorso al rinnovo delle cariche sociali, riconfermando alla presidenza Antonella Negri Milani, alla vice-presidenza Giovanna Boerci e Rosella Milani Fanzio quale tesoriere.
Il Centro intende iniziare il programma annuale 2010-2011 con la lettura delle Lettere dei Mahatma e l’approfondimento del testo dell’I Ching (Il libro dei mutamenti).
Auguriamo a tutti loro un proficuo e brillante lavoro di studio.

Gruppo “Armonia cosmica” di Torino
Nel mese di ottobre anche il Gruppo “Armonia cosmica” di Torino ha rinnovato le cariche sociali, riconfermando alla presidenza Nella Battiloro mentre alla vice-presidenza è stata designata Teresa Bosco e Rosa Cafagna ricoprirà la carica di segretaria.
Le attività 2010 del Gruppo si sono svolte dedicando due incontri al mese alla Lega di Guarigione e alla Meditazione della Madre del Mondo, un incontro allo studio de La Dottrina Segreta ed un altro all’approfondimento di tematiche teosofiche varie. Il Gruppo collabora inoltre con la locale Banca del Tempo, si dedica alle visite ed all’assistenza a persone anziane e confeziona orsetti per i bimbi ammalati e conta di procedere anche per l’anno appena iniziato con questa modalità di programma.
Buon proseguimento di lavoro teosofico dunque anche a tutti i fratelli e sorelle del Gruppo “Armonia cosmica”.

Riunione del Gruppo Teosofico di Trapani
Il 6 dicembre scorso si è riunito a Trapani il gruppo “Iside” per una tornata, aperta anche al pubblico e ai simpatizzanti. La riunione si è svolta nell’aula magna dell’Accademia delle belle arti Kandiskij.
La professoressa Marina Errante, vicepresidente del gruppo, ha trattato tematiche di riflessione, quale prefazione alla conferenza della dottoressa Silvia Guaiana, direttrice della stessa Accademia.
La sorella Silvia ha intrattenuto l’uditorio trattando il tema “Fraternità e solidarietà”.
Le sue parole hanno suscitato non soltanto interesse ma partecipazione emotiva per lo stile, per la grazia e per la forbita dialettica con cui ha esposto l’interessante argomento.
Alla fine, il Presidente, professor Giovanni Grimaudo, presa la parola, oltre a fare gli auguri di onomastico ai Nicola presenti, primo fra tutti il nostro amato fratello Nicola Formusa e poi il dottor Mirto e il dottor Voluti, ha indirizzato a tutti i presenti un pensiero di amore per il prossimo Natale .
La seduta si è conclusa con una “sfinciata”, tipici dolci dell’arte culinaria trapanese, offerti dal fratello Formusa.


Gruppo Teosofico di Trieste
Il Gruppo Teosofico di Trieste "Edoardo Bratina" ha provveduto il 14 dicembre scorso al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2010-2013.
Il dott. Diego Fayenz è stato riconfermato Presidente. Questi gli altri incarichi assegnati: Vice Presidente Galdino Paclich; Segretario Santo Angelini; Tesoriere Michele Fayenz; Bibliotecario Giovanni Angelini.
Un sentito augurio di buon lavoro a tutto lo Staff del Gruppo Teosofico Triestino, erede e testimone di una delle più importanti sperimentazioni teosofiche che siano state realizzate in Italia.

Febbraio 2011

Anno LXVII - N.2
Febbraio

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

L’Adyar Day: non solo un ricordo
A. Girardi 1

Perché apparteniamo alla Società Teosofica
L. Oliveira 2

Corso su La Dottrina Segreta (terza parte)
J. Mills 9

La vivisezione: un crimine contro l’uomo
G. Pisani 16

Il cervello, la mente e l’anima (prima parte)
R.C. Avanzo 18

Roberto Assagioli e la Teosofia
M. Graziani 24

I Misteri di Rennes le Chateaux
F. Barraco 28

Musica, vibrazioni, emozioni e chakras
D. Fayenz 33


Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 36
Una nuova vita 37
Al di là del velo 37

L'Adyar Day: non solo un ricordo

Nell’ambito della Società Teosofica il 17 febbraio viene ricordato come l’Adyar Day. E’ una consuetudine nata negli Anni Venti del secolo scorso e testimonia anche oggi il collegamento, ideale e reale , dei componenti della Società Teosofica, con quello che ne rappresenta il simbolo, il luogo storico per eccellenza, l’epopea di un sogno vivo di Fratellanza, che vide protagonisti Mahatma e Pionieri e vede ancor oggi coinvolti un numero rilevante di persone, al di là di ogni differenza di razza, credo, sesso o quant’altro.
Nel partecipare alla 135^ Convenzione Internazionale della S.T., alla fine del dicembre scorso, ho avuto modo di tornare ancora una volta ad Adyar e di immergermi nella sua straordinaria atmosfera, così ricca di una natura curata e incontaminata, di un vivere un po’ fuori dal tempo, quasi una “zona franca dello spirito”, certo lontana dall’assillo del vivere quotidiano.
Percorrendone a piedi i lunghi viali ho incontrato persone di tutte le razze e di tutti i continenti che si relazionavano armonicamente fra loro; ho guardato con interesse i templi, accuratamente tenuti, dedicati alle varie religioni; ho frequentato la straordinaria Biblioteca, dove filosofi, scienziati e studiosi cercano le tracce della verità; ho visitato le scuole e le opere umanitarie, dove tutti vengono trattati come persone e dove anche chi non ha niente, può studiare e aprire il proprio cuore alla vita; ho osservato la vivida bellezza della natura, con le piante, i fiori, gli animali.
Ho cercato di percepire dentro di me il suono dell’eterno e mi sono chiesto se gli Scopi della Società Teosofica, in primis la Fratellanza, siano ancora validi e se l’azione della Società Teosofica sia di una qualche utilità nel tempo presente.
La risposta è affiorata spontaneamente dal cuore nella forma di alcune domande: in quanti luoghi della terra arde la fiamma dell’ideale della Fratellanza? In quante associazioni di esseri umani è presente uno spaccato vero dell’umanità senza che questo costituisca un ostacolo alla comune ricerca? In quali realtà vi è un autentico tentativo di conciliazione culturale e reale fra scienza, religione e filosofia?
Per un attimo ho percepito, come una vertigine, l’importanza degli ideali e del lavoro teosofico.
Come si può desumere dal suo Primo Scopo la S.T. non ha l’ambizione di essere la sola sperimentazione sul piano della fratellanza, ma ha la consapevolezza di essere “una” di queste sperimentazioni.
Adyar non è soltanto un luogo fisico collocato a Chennai, in India; è un soffio di consapevolezza che coinvolge i teosofi di tutto il mondo e anche tutti coloro che credono nella Fratellanza.
Scrisse di Adyar un poeta: “Stormire di foglie, volo di uccelli e gracchiare di corvi./Il vento porta le cose nuove del tempo che viene. Qualcuno guarda uno stagno e sogna;/ qualcun altro recita un mantram/ e per un attimo si fa silenzio./L’archetipo si declina nel reale/ e un ponte luminoso si apre fra questa e le altre realtà".

Segnalazioni

Quote associative e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2011
Segnaliamo ai soci e agli abbonati che non vi avessero già provveduto il rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2011.
Per il 2011 i valori sono i seguenti: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 30,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

97° Congresso della S.T.I. ad Assisi
Anticipiamo ai lettori della Rivista Italiana di teosofia che il 97° Congresso Nazionale della Società teosofica Italiana si svolgerà presso “La Cittadella” di Assisi dal 26 al 29 maggio prossimi.
Il tema che verrà approfondito riguarderà il rapporto fra Teosofia e meditazione.
Per ulteriori informazioni contattare la segreteria generale. In un prossimo numero della rivista verranno inserite la scheda di prenotazione e tutte le indicazioni di dettaglio.

135^ Convenzione Internazionale della S.T.
Si è svolta ad Adyar, dal 26 al 31 dicembre scorso, la 135^ Convenzione Internazionale della Società Teosofica. Vi hanno partecipato più di 1400 delegati provenienti da oltre 25 Paesi del mondo. Si è trattato di un appuntamento importante, caratterizzato da una sorte di ponte ideale con il X Congresso Mondiale della S.T., che si è svolto a Roma dal 10 al 15 luglio 2010.
Il tema della Convenzione è stato: “Insegnamenti teosofici sul sentiero” ed ha visto l’intervento di vari e competenti relatori, a partire dalla Presidente Mondiale Radha Burnier e dalla Vice Presidente Mondiale Linda Oliveira.
La Presidente Mondiale ha pure illustrato il lavoro teosofico che si svolge nel mondo, auspicando un sempre maggior impegno in favore della Fratellanza Universale senza distinzioni. I lavori della Convenzione hanno trovato ampio risalto sulla stampa sui media indiani.
Nell’ambito della Convenzione è intervenuto anche Mr N.R.Narayana Murthy, importante scienziato e imprenditore di Bangalore, che ha auspicato che il futuro dell’umanità possa essere caratterizzato da elementi di sostenibilità, di responsabilità sociale delle imprese e di maggior eticità.

Grazie di cuore
La segreteria generale e il gruppo teosofico “Aurora” ringraziano di cuore quanti hanno contattato la sede di Vicenza in occasione dei gravi eventi che hanno colpito la città.
La sede teosofica non ha subito danni, e fortunatamente solo qualche socio ha avuto disagi.
I teosofi vicentini sentono di condividere con tutti i lettori della Rivista Italiana di Teosofia un aspetto che le giornate dell’inondazione hanno evidenziato: è stato tutto un fiorire di solidarietà e di lavoro comune con la partecipazione di un gran numero di giovani volontari provenienti anche da altre città e regioni. Un momento di intenso impegno che ha già cancellato molti dei segni dell’alluvione dimostrando che “insieme” si può fare molto e bene.

“I Grandi Iniziati”
La Fondazione Biblioteca Bozzano – De Boni (via G. Marconi 8, 40122 Bologna) ha organizzato, in occasione della 10° Giornata di Studio, un incontro dal titolo “I Grandi Iniziati”.
I lavori prenderanno avvio alle ore 9.30 con una relazione di Cristina Bassoli, dal titolo: “Roberto Assagioli e la psicosintesi”; alle 10.15 Paola Giovetti parlerà di Carl Gustav Jung, creatore della psicologia analitica; e alle 11.30 Gaetano Mollo terrà una relazione dal titolo: “L’evoluzione della coscienza nel pensiero di Pietro Ubaldi”.
I lavori riprenderanno alle ore 14.45 con un intervento di Antonio Girardi su Helena Petrovna Blavatsky e la Teosofia e proseguirà con un breve filmato riguardante Omraam Mikhael Aivanhov, seguito da un commento da parte di un esponente dell’associazione Fratellanza Bianca Universale.
Alle 16.15 la discussione con il pubblico.
Essendo limitato il numero dei posti disponibili si consiglia la prenotazione, chiamando il numero telefonico 338 1714288.

European School of Theosophy
Segnaliamo che la prossima Scuola Europea di Teosofia si terrà all’inizio di ottobre 2011 a St Albans, periferia di Londra, a soli 15 min. di treno dalla stazione di St Pancrass che è proprio di fianco alla British Library dove sono custodite le Lettere dei Mahatma. appena disponibile il programma dei lavori lo pubblicheremo sulla nostra rivista.

Un film su: “La grande sintesi” di Pietro Ubaldi
Sabato 4 dicembre scorso è stato proiettato, nella sala conferenze di Palazzo Trinci a Foligno, un film di Oceano Vieira De Melo, prodotto da Versatil Filmes, dal titolo: “La grande sintesi di Pietro Ubaldi”, con sottotitoli in italiano.
L’evento è stato curato dal Comitato di coordinamento per lo studio e la promozione "Pietro Ubaldi: l'Opera", il cui animatore è il prof. Gaetano Mollo.

Società Teosofica nelle Filippine
La Sezione filippina della Società Teosofica ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali. Il dr Roselmo Doval Santos è stato eletto Presidente, mentre il Vice Presidente è Victor Penarenda. L'incarico di segretario è andato a Jesse Alto, mentre Ma.Flor Garcia si occuperà della Tesoreria. Molti complimenti al Presidente uscente Vicente Hao Chin e auguri di buon lavoro al nuovo Presidente e ai suoi collaboratori.

Videoproiezioni conferenze di J. Krishnamurti a Milano
Segnaliamo agli interessati al messaggio di Jiddu Krishnamurti il programma di videoproiezioni per febbraio e marzo 2011.
Venerdì 11 e venerdì 25 febbraio: due discorsi di J. Krishnamurti a Brockwood Park, 1978.
Venerdì 4 e venerdì 11 marzo: due conversazioni di J.Krishnamurti con la scrittrice indiana Pupul Jayakar, 1978
Gli incontri avranno luogo al Centro Eureka, Viale Papiniano 42, Milano (MM linea verde, fermata di S. Agostino), alle ore 20,30.
Dopo l’ascolto, chi lo desidera può trattenersi per un dialogo informale tra i presenti fino alle ore 22,30; un dialogo tra amici che si pongono allo stesso livello e che dopo l’ascolto delle parole di Krishnamurti vogliono indagare insieme alcuni aspetti del suo insegnamento.
Per maggiori informazioni telefonare a Olga Fedeli al numero: 0322/7261

Un appello per il regista iraniano Panahi
L'Iran, Paese ricco di inestimabili bellezze e di tradizioni millenarie, vive da decenni la difficile situazione creta da un regime dispotico e illiberale. Ciò ha portato a molte ingiuste condanne, fra cui quella del regista Panahi e del suo amico Rasoulof. Il fratello Roberto Fantini, che ha pubblicato in proposito un articolo su www.flipnews.org, ci segnala la possibilità di sottoscrivere petizioni a favore di Panahi o direttamente, collegandosi a http//www.ipetitions.com/petition/solidarite-jafar-panahi oppure attraverso il sito di Amnesty International, raggiungibile all'indirizzo web www.amnesty.it
La solidarietà e la testimonianza della giustizia sono importanti chiavi dell'etica.

Valeria Rondoni intervistata da Rai Radio 3
Valeria Rondoni, componente del Gruppo Teosofico di Firenze ed autrice del coinvolgente racconto "Mi chiamo Papé", è stata intervistata da Rai Radio 3, parlando del problema delle grandi quantità di spazzatura che galleggiano nei mari, ma non solo. Nel suo dire ha infatti fatto capolino il karma, nella forma di Plastic karma e di Plastic fish karma. La pervasività dei concetti teosofici è un valore positivo e legato all'Unità della Vita.

Recensioni

Il diario di Galileo
L’editore Carabba di Lanciano ha pubblicato “Il diario di Galileo” di Egidio Lucchini, autore di apprezzati testi e saggi su questioni pedagogiche, storiche e religiose, fra cui “I segreti di Maria Montessori”.
La prima parte del saggio si muove tenendo conto del quadro storico che risulta dalle più recenti ricerche. Per rendere il discorso più diretto e coinvolgente, gli avvenimenti sono presentati sotto forma di un racconto, svolto in prima persona. È stato affidato ad un immaginario Galileo redivivo il compito di ricostruire, sulla base di una scrupolosa documentazione, quanto si è verificato di maggiormente importante ed intrigante durante i venti anni più cruciali della controversia con la Chiesa.
Nella seconda parte del racconto, condotto in forma indiretta, si narra come e perché la Chiesa ha riaperto il caso Galileo, sotto la spinta del Concilio Vaticano II e di giovanni Paolo II, ma non l’ha ancora chiuso.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nuovo Centro Studi Teosofici ad Ascona
Il 7 dicembre 2010 è stato costituito ad Ascona, da Greta ed Andrea Biasca Caroni e Marco Boccadoro il Centro Studi Teosofici “Fraternitas”.
La luce della teosofia continua a brillare sul colle di Monte Verità.
Un fraterno e caro augurio di buon lavoro teosofico agli amici di Ascona.

Centro Studi Teosofici di Pavia
Il Centro “Pitagora” di Pavia ha provveduto nel novembre scorso al rinnovo delle cariche sociali, riconfermando alla presidenza Antonella Negri Milani, alla vice-presidenza Giovanna Boerci e Rosella Milani Fanzio quale tesoriere.
Il Centro intende iniziare il programma annuale 2010-2011 con la lettura delle Lettere dei Mahatma e l’approfondimento del testo dell’I Ching (Il libro dei mutamenti).
Auguriamo a tutti loro un proficuo e brillante lavoro di studio.

Gruppo “Armonia cosmica” di Torino
Nel mese di ottobre anche il Gruppo “Armonia cosmica” di Torino ha rinnovato le cariche sociali, riconfermando alla presidenza Nella Battiloro mentre alla vice-presidenza è stata designata Teresa Bosco e Rosa Cafagna ricoprirà la carica di segretaria.
Le attività 2010 del Gruppo si sono svolte dedicando due incontri al mese alla Lega di Guarigione e alla Meditazione della Madre del Mondo, un incontro allo studio de La Dottrina Segreta ed un altro all’approfondimento di tematiche teosofiche varie. Il Gruppo collabora inoltre con la locale Banca del Tempo, si dedica alle visite ed all’assistenza a persone anziane e confeziona orsetti per i bimbi ammalati e conta di procedere anche per l’anno appena iniziato con questa modalità di programma.
Buon proseguimento di lavoro teosofico dunque anche a tutti i fratelli e sorelle del Gruppo “Armonia cosmica”.

Riunione del Gruppo Teosofico di Trapani
Il 6 dicembre scorso si è riunito a Trapani il gruppo “Iside” per una tornata, aperta anche al pubblico e ai simpatizzanti. La riunione si è svolta nell’aula magna dell’Accademia delle belle arti Kandiskij.
La professoressa Marina Errante, vicepresidente del gruppo, ha trattato tematiche di riflessione, quale prefazione alla conferenza della dottoressa Silvia Guaiana, direttrice della stessa Accademia.
La sorella Silvia ha intrattenuto l’uditorio trattando il tema “Fraternità e solidarietà”.
Le sue parole hanno suscitato non soltanto interesse ma partecipazione emotiva per lo stile, per la grazia e per la forbita dialettica con cui ha esposto l’interessante argomento.
Alla fine, il Presidente, professor Giovanni Grimaudo, presa la parola, oltre a fare gli auguri di onomastico ai Nicola presenti, primo fra tutti il nostro amato fratello Nicola Formusa e poi il dottor Mirto e il dottor Voluti, ha indirizzato a tutti i presenti un pensiero di amore per il prossimo Natale .
La seduta si è conclusa con una “sfinciata”, tipici dolci dell’arte culinaria trapanese, offerti dal fratello Formusa.


Gruppo Teosofico di Trieste
Il Gruppo Teosofico di Trieste "Edoardo Bratina" ha provveduto il 14 dicembre scorso al rinnovo delle cariche sociali per il triennio 2010-2013.
Il dott. Diego Fayenz è stato riconfermato Presidente. Questi gli altri incarichi assegnati: Vice Presidente Galdino Paclich; Segretario Santo Angelini; Tesoriere Michele Fayenz; Bibliotecario Giovanni Angelini.
Un sentito augurio di buon lavoro a tutto lo Staff del Gruppo Teosofico Triestino, erede e testimone di una delle più importanti sperimentazioni teosofiche che siano state realizzate in Italia.