Dicembre 2015

Anno LXXI - N.12
cover dicembre 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Natale 2015
A. Girardi 1

Il legame indistruttibile
T.T.K. Dieu 2

Oltre il cervello
R. Smoley intervista E. Alexnder 5

La relazione come nutrimento dell’essere
G. Ricci 12

Scienza, Leggi della Natura e unità della vita
M. Boccadoro 22

De Chirico a Ferrara
G. Fabbri 25

L’alimentazione vegetariana: una priorità spirituale
C. Nicchi Somaschi 27

Pagine della letteratura teosofica

Pag. 29

Testi per l’intuizione (VIII)
Pag. 32

Meditazione e osservatore interiore: seminario a Trieste
D. Fayenz 33

Novità Editoriali Edizioni Teosofiche Italiane
Pag. 34


Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 37

Natale 2015

Il Natale è forse in Occidente il momento dell’anno più carico di significato. Non rimanda soltanto a ricordi infantili e familiari, più o meno felici, ma apre in noi stessi la possibilità di un sentire più intimo, persino più condiviso. Insomma, un tocco di umanità nella nostra vita frenetica.
Speranza, condivisione, calore umano ed aprirsi di nuove consapevolezze mettono insieme il momento del solstizio d’inverno, che ci indica come la luce abbia sempre la capacità di espandersi, con quello dell’Epifania, che è il ritorno al mondo dell’evoluzione, luce che svela la materia e la armonizza a prescindere dalla differenza della forma e dei toni.
Simbologie arcane ed elaborazioni culturali convivono in un insieme a forte connotazione emotiva ed umana, capace di riappropriarsi del significato del concetto della notte come custodia dell’anima espressa nel tempo.
Il Natale è un ponte che unisce ciò che è a ciò che è potenza in atto.
E’ quel sottile contatto che apre al cuore la comprensione della legge dell’amore.
E all’intima felicità di una serena consapevolezza unisce uno sguardo lucido alla dimensione del dolore in se stessi e in tutte le creature, quasi a sublimare la prima in un diverso atteggiamento nei confronti del mondo, oltre alla divisione percepita e illusoria di se stessi da tutte le altre creature e dal mondo intero.
Un Natalo simbolo, ad un tempo, dell’Unità della Vita e della Fratellanza senza distinzioni. Un Natale che vuole, ad un tempo, ricordare e celebrare i drammi degli esseri umani in lotta e in migrazione, riflettendo i versi di Giuseppe Ungaretti: “Non ho voglia / di tuffarmi / in un gomitolo / di strade. / Ho tanta / stanchezza / sulle spalle. / Lasciatemi così / come una / cosa / posata / in un / angolo / e dimenticata. / Qui / non si sente / altro / che il caldo buono. / Sto / con le quattro / capriole / di fumo / del focolare”.
Un Natale in cui abbandonarsi al canto dei versi di Madre Teresa di Calcutta: “E’ Natale ogni volta / che sorridi a un fratello / e gli tendi la mano. / E’ Natale ogni volta / che rimani in silenzio / per ascoltare l’altro. / E’ Natale ogni volta / che non accetti quei principi / che relegano gli oppressi / ai margini della società. / E’ Natale ogni volta / che speri con quelli che disperano / nella povertà fisica e spirituale. / E’ Natale ogni volta / che riconosci con umiltà/ i tuoi limiti e la tua debolezza. / E’ Natale ogni volta / che permetti al Signore / di rinascere per donarlo agli altri”.

A. Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2016
E' momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2016.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2016 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (la differenza è dovuta alle maggiori spese postali per l’invio della R.I.T.); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2016
E’ il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2016.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2016 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (la differenza è dovuta alle maggiori spese postali per l’invio della R.I.T.); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

I buchi neri non sono poi così neri
Ha suscitato notevole interesse sia in ambito scientifico sia nel mondo della cultura la recente affermazione del celebre astrofisico britannico Stephen Hawking sulla possibilità di "uscita" dai buchi neri, corpi celesti talmente densi da non far uscire nemmeno la luce. I buchi neri, derivanti dal collasso, a fine ciclo vitale, di alcuni tipi di stelle particolarmente grandi, rappresentano per molti versi ancora un enigma per gli scienziati e suscitano nel contempo profonde riflessioni anche in ambito spirituale. Gli scienziati hanno finora ritenuto che la materia di cui era composta la stella darebbe origine ad un campo gravitazionale tendente all'infinito e dove le leggi della fisica non avrebbero più valore. L'affermazione di Hawking apre ora alla possibilità che il confine fra il buco nero e il resto dell'Universo (chiamato dagli scienziati "Orizzonte degli Eventi") sia il depositario, in forma ologrammatica, della "memoria" della stella che l'ha generato, memoria che non risiederebbe dunque all'interno del buco nero, ma proprio ai suoi confini. Le informazioni derivanti, assumendo la forma di caos, non parrebbero comunque utilizzabili.
Hawking ha lasciato aperta anche un'altra possibilità, quella dell'uscita delle informazioni verso un universo parallelo. Il buco nero avrebbe la necessità di espandersi e così facendo si aprirebbe un passaggio in un altro universo.
Sotto il profilo scientifico l'essere umano amplia continuamente le proprie conoscenze, estendendole a dimensioni più complesse che, in ultima analisi, hanno bisogno della filosofia dell'antica saggezza per essere meglio comprese alla luce del concetto dell’Unità della Vita.

Conferenza sulle neuroscienze in video
Un grande interesse e successo ha avuto, nel mese di settembre 2014, a Vicenza, il Seminario, organizzato dalla Società Teosofica Italiana sul tema: “L’urgenza di una nuova cultura: neuroscienza, spiritualità e coscienza”. Relatore è stato il dott. Josè Foglia, medico e scienziato nato a Montevideo, in Uruguay, il cui campo di ricerca è quello del rapporto tra il funzionamento del cervello e quello dei sistemi endocrino e immunitario. La relazione del dott. Foglia ha esaurientemente approfondito il tema del rapporto fra stati della coscienza, funzionamento del cervello e realtà di quella che viene definita “mente”. Ne è emerso che l’essere umano, pur avendo due emisferi che seguono logiche diverse, è caratterizzato da una profonda unità, collegata in tutte le sue parti e in continua risonanza con l’universo.
La conferenza (che è in italiano) è ora visibile nel portale web della Società Teosofica Italiana al seguente indirizzo: http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/convegno-societa-teosofica,2,301

Interventi di Tim Boyd in video
Particolare rilievo è stato dato sia al 100° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana sia al 101° dalla presenza del Presidente Internazionale della S.T. Tim Boyd. È ora possibile seguire in video (con traduzione in italiano) i suoi interventi tenuti all’Hotel Vergilius di Creazzo (Vicenza), sede del Congresso, nel giugno del 2014 e nel giugno del 2015.
Per il collegamento clicca qui
http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/101-congresso-nazionale-della-societa-teosofica-italiana-brvicenza-12-14-giugno-2015,2,307
http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/100-congresso-nazionale-della-societa-teosofica,2,300


In video il Convegno a Milano su “Alimentazione vegetariana per un futuro sostenibile”
Il 19 giugno 2015 si è svolto, a Milano, un importante Convegno sul tema del vegetarismo, organizzato dalla Società Teosofica Italiana, in collaborazione con la Fondazione Bernardino del Boca e con l’Associazione Vegetariana Italiana.
L’incontro si è tenuto nel magnifico contesto della sala Montanelli-Lanfranchi del Circolo della Stampa di Milano, con la partecipazione del Presidente Internazionale della Società Teosofica Tim Boyd.
Davanti ad un pubblico attento e particolarmente qualificato si sono succeduti i vari relatori: Antonio Girardi, Segretario Generale della Società Teosofica Italiana (“Rispetto della natura, unità della vita e responsabilità sociale”); Luis Emiliano Peña-Altamira, Neurobiologo (“La scienza dietro un’alimentazione vegetale”); Tim Boyd, Presidente mondiale della Società Teosofica (“Etica vegetariana e benessere interiore”); e Carmen Nicchi Somaschi, Presidente dell’Associazione Vegetariana Italiana (“La figura di Aldo Capitini e il pensiero etico”).
Nella Biblioteca Multimediale del sito della Società Teosofica Italiana sono disponibili i video dei vari interventi al link: http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/,585


Un aiuto ai migranti
I Migranti rappresentano una sfida alla coscienza di quella parte dell'Umanità che vive una vita normale e non ha problemi di sopravvivenza.
I Migranti sono esseri umani, con una significativa presenza di bambini e vecchi, che cercano semplicemente di fuggire da guerre, miserie e povertà per avere una vita migliore.
L'Ordine Teosofico di Servizio italiano è attivo nella collaborazione, attraverso il sostegno economico ed il conferimento di beni, con associazioni e volontari che aiutano direttamente i migranti con cibo, vestiario e beni di conforto, lungo il loro transito attraverso la c.d. rotta balcanica. Chi volesse sostenere questa iniziativa può contribuire con donazioni, da indirizzare alla Società Teosofica Italiana (Conto bancario presso Banca Popolare di Vicenza Agenzia n. 3 di Vicenza) IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525 specificando nella causale “Progetto OTS Migranti”.
Per ulteriori informazioni contattare le responsabili dell'OTS del Gruppo Teosofico di Vicenza all'indirizzo ots@teosofica.org

Qandeel Schools in Pakistan
La Società Teosofica italiana prosegue intensamente la sua attività nell'ambito dell'Ordine Teosofico di Servizio.
Segnaliamo in proposito la rinnovata collaborazione con l'OTS dell'Australia per il sostegno delle Qandeel Schools a Karachi, in Pakistan. In questo importante Paese, che vive una situazione non facile, i teosofi hanno dato vita ad una iniziativa dall'alto valore simbolico, organizzando alcune classi private di studio, a cui hanno libero accesso bambini e soprattutto bambine, che in un ambiente protetto che utilizza il Metodo Montessori, possono cosi' studiare e aprirsi armonica alla vita in un contesto di sicura spiritualità.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Confermata la presidente del Gruupo Teosofico Torinese
Il 13 ottobre scorso il Gruppo Torinese si è riunito in Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali.
La sorella Rita Selicati è stata confermata alla presidenza, così come Ermanno Vescia nell’incarico di tesoriere. Confermati anche Patrizia Conte ed Elio Richiardi quali consiglieri. A tutti va un fraterno augurio di buon lavoro teosofico.

Elezioni al Gruppo di Udine
Il Gruppo Teosofico “Mahatma K.H.” di Udine ha proceduto in Assemblea al rinnovo delle cariche sociali. Queste le decisioni assunte all’unanimità: presidente è stata eletta Gabriella Lepore, vice-presidente Maria Giustina Pigani, tesoriere Marinella Montico, segretario Alfredo Passoni, bibliotecaria Mariarosa Buffarini.
Un fraterno augurio di buon lavoro teosofico va alla sorella Gabriella Lepore, che torna alla presidenza del Gruppo, mentre un grazie per l’opera svolta va alla sorella Carla Zanini, presidente uscente.

Confermata la presidente del Gruppo Teosofico Partenopeo
Anche il Gruppo Teosofico Partenopeo ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali, confermando alla presidenza la sorella Renata D’Eliseo.
Fabrizia Marinelli ricoprrirà invece il ruolo di vicepresidente-segretaria. A Renata e Fabrizia, nonché a tutto il Gruppo Partenopeo, che quest’anno tratterà il tema dell’Attenzione, quel sentiero che Buddha ha definito come “conducente all’immortalità”, auguriamo un proficuo lavoro nel segno della Fratellanza Universale.

Recensioni

La modella del Botticelli
È questo il titolo del libro con cui l’autrice, Paola Giovetti, con la consueta sensibilità e capacità espressiva, ha voluto rendere onore Simonetta Cattaneo Vespucci, una donna che è stata un vero e proprio simbolo del Rinascimento. Il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Edizione Studio Tesi di Roma.
Simonetta Cattaneo Vespucci (1453-1476), ritenuta dai suoi contemporanei la più bella donna vivente, fu amante di Giuliano de’ Medici e fu scelta da Sandro Botticelli come modella per “La nascita di Venere”.
Musa ispiratrice di numerosi altri artisti che, come lo stesso Botticelli, la ritrassero in molte opere, mori giovane nella piena stagione della sua bellezza.
Paola Giovetti, raccogliendo testimonianze, lettere e poesie, ricostruisce nel libro l’epoca storica e la vita di questa donna che ha lasciato un segno potente nella letteratura e nell’arte del Rinascimento, la splendida stagione della creatività italiana.

Luce e Ombra

Segnaliamo l’uscita del numero di luglio-settembre 2015 di “Luce e Ombra”, la rivista trimestrale informativa dedicata alla ricerca psichica e ai problemi connessi, giunta al 115 anno di vita.
La rivista è la voce della Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni di Bologna.
Fra i numerosi articoli segnaliamo quello di Loris Solmi su “I misteri dell’ermetismo”, di Maria Longhena su “L’enigma del labirinto: dalla preistoria al Minotauro” e di Silvio Ravaldini su “I misteri del mondo animale”.

La congiura
La Microstoria riflette le vicende ed i simboli dei grandi avvenimenti, da tutti conosciuti. Per questo, indagando nel “particolare” è possibile riconnettersi all’universale e l’insieme consente di meglio comprendere la natura umana e la sua evoluzione.
Il maestro Gaetano Messina, teosofo di Campofelice di Roccella (PA) ci ha segnalato il libro, recentemente pubblicato, dal titolo La Congiura (a Marredda), di Francesco Vasta, storia di lotte politiche e sociali tutta Campofelicese. Il sottotitolo del racconto è “a marredda” e vari sono i significati attribuiti al termine siciliano “marredda”: in alcuni centri dell’entroterra è un gioco dei bambini, in altri un passatempo, in altri ancora una matassa da dipanare, a Campofelice “a marredda” è l’imbroglio, la congiura.
Nel libro viene raccontata l’aspra lotta che, nel 1904, il paladino dei lavoratori Pasquale Cipolla, ingaggiò con il sindaco dell’epoca, Vincenzo Rao gabelloto del Barone Cammarata. L’avvocato Cipolla riuscì a dimostrare che i cittadini di Campofelice vantavano diritti sull’ex feudo di Roccella e Calzata. La lotta nelle terre e nelle aule dei tribunali costò al Cipolla anche l’umiliazione delle manette. Il testo riporta nei particolari l’arresto del Cipolla e l’azione malvagia dei congiurati, il racconto si chiude con la morte del Cipolla, che aveva dilapidato il proprio patrimonio per la difesa dei lavoratori di Campofelice.
La prefazione del libro è a cura di Pasquale Fatta, ex sindaco di Campofelice, l’introduzione è del Prof. Luigi Lo Bue. L’opera, di piacevole lettura, narra di avvenimenti reali della Campofelice degli inizi del 900 ed è composta da 120 pagine e contiene illustrazioni e fotografie di pregio che impreziosiscono la struttura, una delle foto inedite raffigura Garibaldi con Cesare Civello, patriota Campofelicese.

Articolo del mese

Richard Smoley intervista Eben Alexander
Oltre il cervello

G. Ricci
La relazione come nutrimento dell'essere

Dicembre 2015

Anno LXXI - N.12
cover dicembre 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Natale 2015
A. Girardi 1

Il legame indistruttibile
T.T.K. Dieu 2

Oltre il cervello
R. Smoley intervista E. Alexnder 5

La relazione come nutrimento dell’essere
G. Ricci 12

Scienza, Leggi della Natura e unità della vita
M. Boccadoro 22

De Chirico a Ferrara
G. Fabbri 25

L’alimentazione vegetariana: una priorità spirituale
C. Nicchi Somaschi 27

Pagine della letteratura teosofica

Pag. 29

Testi per l’intuizione (VIII)
Pag. 32

Meditazione e osservatore interiore: seminario a Trieste
D. Fayenz 33

Novità Editoriali Edizioni Teosofiche Italiane
Pag. 34


Segnalazioni 35
Recensioni 36
Dai Gruppi 37

Natale 2015

Il Natale è forse in Occidente il momento dell’anno più carico di significato. Non rimanda soltanto a ricordi infantili e familiari, più o meno felici, ma apre in noi stessi la possibilità di un sentire più intimo, persino più condiviso. Insomma, un tocco di umanità nella nostra vita frenetica.
Speranza, condivisione, calore umano ed aprirsi di nuove consapevolezze mettono insieme il momento del solstizio d’inverno, che ci indica come la luce abbia sempre la capacità di espandersi, con quello dell’Epifania, che è il ritorno al mondo dell’evoluzione, luce che svela la materia e la armonizza a prescindere dalla differenza della forma e dei toni.
Simbologie arcane ed elaborazioni culturali convivono in un insieme a forte connotazione emotiva ed umana, capace di riappropriarsi del significato del concetto della notte come custodia dell’anima espressa nel tempo.
Il Natale è un ponte che unisce ciò che è a ciò che è potenza in atto.
E’ quel sottile contatto che apre al cuore la comprensione della legge dell’amore.
E all’intima felicità di una serena consapevolezza unisce uno sguardo lucido alla dimensione del dolore in se stessi e in tutte le creature, quasi a sublimare la prima in un diverso atteggiamento nei confronti del mondo, oltre alla divisione percepita e illusoria di se stessi da tutte le altre creature e dal mondo intero.
Un Natalo simbolo, ad un tempo, dell’Unità della Vita e della Fratellanza senza distinzioni. Un Natale che vuole, ad un tempo, ricordare e celebrare i drammi degli esseri umani in lotta e in migrazione, riflettendo i versi di Giuseppe Ungaretti: “Non ho voglia / di tuffarmi / in un gomitolo / di strade. / Ho tanta / stanchezza / sulle spalle. / Lasciatemi così / come una / cosa / posata / in un / angolo / e dimenticata. / Qui / non si sente / altro / che il caldo buono. / Sto / con le quattro / capriole / di fumo / del focolare”.
Un Natale in cui abbandonarsi al canto dei versi di Madre Teresa di Calcutta: “E’ Natale ogni volta / che sorridi a un fratello / e gli tendi la mano. / E’ Natale ogni volta / che rimani in silenzio / per ascoltare l’altro. / E’ Natale ogni volta / che non accetti quei principi / che relegano gli oppressi / ai margini della società. / E’ Natale ogni volta / che speri con quelli che disperano / nella povertà fisica e spirituale. / E’ Natale ogni volta / che riconosci con umiltà/ i tuoi limiti e la tua debolezza. / E’ Natale ogni volta / che permetti al Signore / di rinascere per donarlo agli altri”.

A. Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2016
E' momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2016.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2016 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (la differenza è dovuta alle maggiori spese postali per l’invio della R.I.T.); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2016
E’ il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2016.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Per il 2016 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa per residenti all’estero euro 50,00 (la differenza è dovuta alle maggiori spese postali per l’invio della R.I.T.); quota associativa senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

I buchi neri non sono poi così neri
Ha suscitato notevole interesse sia in ambito scientifico sia nel mondo della cultura la recente affermazione del celebre astrofisico britannico Stephen Hawking sulla possibilità di "uscita" dai buchi neri, corpi celesti talmente densi da non far uscire nemmeno la luce. I buchi neri, derivanti dal collasso, a fine ciclo vitale, di alcuni tipi di stelle particolarmente grandi, rappresentano per molti versi ancora un enigma per gli scienziati e suscitano nel contempo profonde riflessioni anche in ambito spirituale. Gli scienziati hanno finora ritenuto che la materia di cui era composta la stella darebbe origine ad un campo gravitazionale tendente all'infinito e dove le leggi della fisica non avrebbero più valore. L'affermazione di Hawking apre ora alla possibilità che il confine fra il buco nero e il resto dell'Universo (chiamato dagli scienziati "Orizzonte degli Eventi") sia il depositario, in forma ologrammatica, della "memoria" della stella che l'ha generato, memoria che non risiederebbe dunque all'interno del buco nero, ma proprio ai suoi confini. Le informazioni derivanti, assumendo la forma di caos, non parrebbero comunque utilizzabili.
Hawking ha lasciato aperta anche un'altra possibilità, quella dell'uscita delle informazioni verso un universo parallelo. Il buco nero avrebbe la necessità di espandersi e così facendo si aprirebbe un passaggio in un altro universo.
Sotto il profilo scientifico l'essere umano amplia continuamente le proprie conoscenze, estendendole a dimensioni più complesse che, in ultima analisi, hanno bisogno della filosofia dell'antica saggezza per essere meglio comprese alla luce del concetto dell’Unità della Vita.

Conferenza sulle neuroscienze in video
Un grande interesse e successo ha avuto, nel mese di settembre 2014, a Vicenza, il Seminario, organizzato dalla Società Teosofica Italiana sul tema: “L’urgenza di una nuova cultura: neuroscienza, spiritualità e coscienza”. Relatore è stato il dott. Josè Foglia, medico e scienziato nato a Montevideo, in Uruguay, il cui campo di ricerca è quello del rapporto tra il funzionamento del cervello e quello dei sistemi endocrino e immunitario. La relazione del dott. Foglia ha esaurientemente approfondito il tema del rapporto fra stati della coscienza, funzionamento del cervello e realtà di quella che viene definita “mente”. Ne è emerso che l’essere umano, pur avendo due emisferi che seguono logiche diverse, è caratterizzato da una profonda unità, collegata in tutte le sue parti e in continua risonanza con l’universo.
La conferenza (che è in italiano) è ora visibile nel portale web della Società Teosofica Italiana al seguente indirizzo: http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/convegno-societa-teosofica,2,301

Interventi di Tim Boyd in video
Particolare rilievo è stato dato sia al 100° Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana sia al 101° dalla presenza del Presidente Internazionale della S.T. Tim Boyd. È ora possibile seguire in video (con traduzione in italiano) i suoi interventi tenuti all’Hotel Vergilius di Creazzo (Vicenza), sede del Congresso, nel giugno del 2014 e nel giugno del 2015.
Per il collegamento clicca qui
http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/101-congresso-nazionale-della-societa-teosofica-italiana-brvicenza-12-14-giugno-2015,2,307
http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/100-congresso-nazionale-della-societa-teosofica,2,300


In video il Convegno a Milano su “Alimentazione vegetariana per un futuro sostenibile”
Il 19 giugno 2015 si è svolto, a Milano, un importante Convegno sul tema del vegetarismo, organizzato dalla Società Teosofica Italiana, in collaborazione con la Fondazione Bernardino del Boca e con l’Associazione Vegetariana Italiana.
L’incontro si è tenuto nel magnifico contesto della sala Montanelli-Lanfranchi del Circolo della Stampa di Milano, con la partecipazione del Presidente Internazionale della Società Teosofica Tim Boyd.
Davanti ad un pubblico attento e particolarmente qualificato si sono succeduti i vari relatori: Antonio Girardi, Segretario Generale della Società Teosofica Italiana (“Rispetto della natura, unità della vita e responsabilità sociale”); Luis Emiliano Peña-Altamira, Neurobiologo (“La scienza dietro un’alimentazione vegetale”); Tim Boyd, Presidente mondiale della Società Teosofica (“Etica vegetariana e benessere interiore”); e Carmen Nicchi Somaschi, Presidente dell’Associazione Vegetariana Italiana (“La figura di Aldo Capitini e il pensiero etico”).
Nella Biblioteca Multimediale del sito della Società Teosofica Italiana sono disponibili i video dei vari interventi al link: http://www.teosofica.org/it/biblioteca-multimediale/,585


Un aiuto ai migranti
I Migranti rappresentano una sfida alla coscienza di quella parte dell'Umanità che vive una vita normale e non ha problemi di sopravvivenza.
I Migranti sono esseri umani, con una significativa presenza di bambini e vecchi, che cercano semplicemente di fuggire da guerre, miserie e povertà per avere una vita migliore.
L'Ordine Teosofico di Servizio italiano è attivo nella collaborazione, attraverso il sostegno economico ed il conferimento di beni, con associazioni e volontari che aiutano direttamente i migranti con cibo, vestiario e beni di conforto, lungo il loro transito attraverso la c.d. rotta balcanica. Chi volesse sostenere questa iniziativa può contribuire con donazioni, da indirizzare alla Società Teosofica Italiana (Conto bancario presso Banca Popolare di Vicenza Agenzia n. 3 di Vicenza) IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525 specificando nella causale “Progetto OTS Migranti”.
Per ulteriori informazioni contattare le responsabili dell'OTS del Gruppo Teosofico di Vicenza all'indirizzo ots@teosofica.org

Qandeel Schools in Pakistan
La Società Teosofica italiana prosegue intensamente la sua attività nell'ambito dell'Ordine Teosofico di Servizio.
Segnaliamo in proposito la rinnovata collaborazione con l'OTS dell'Australia per il sostegno delle Qandeel Schools a Karachi, in Pakistan. In questo importante Paese, che vive una situazione non facile, i teosofi hanno dato vita ad una iniziativa dall'alto valore simbolico, organizzando alcune classi private di studio, a cui hanno libero accesso bambini e soprattutto bambine, che in un ambiente protetto che utilizza il Metodo Montessori, possono cosi' studiare e aprirsi armonica alla vita in un contesto di sicura spiritualità.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Confermata la presidente del Gruupo Teosofico Torinese
Il 13 ottobre scorso il Gruppo Torinese si è riunito in Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali.
La sorella Rita Selicati è stata confermata alla presidenza, così come Ermanno Vescia nell’incarico di tesoriere. Confermati anche Patrizia Conte ed Elio Richiardi quali consiglieri. A tutti va un fraterno augurio di buon lavoro teosofico.

Elezioni al Gruppo di Udine
Il Gruppo Teosofico “Mahatma K.H.” di Udine ha proceduto in Assemblea al rinnovo delle cariche sociali. Queste le decisioni assunte all’unanimità: presidente è stata eletta Gabriella Lepore, vice-presidente Maria Giustina Pigani, tesoriere Marinella Montico, segretario Alfredo Passoni, bibliotecaria Mariarosa Buffarini.
Un fraterno augurio di buon lavoro teosofico va alla sorella Gabriella Lepore, che torna alla presidenza del Gruppo, mentre un grazie per l’opera svolta va alla sorella Carla Zanini, presidente uscente.

Confermata la presidente del Gruppo Teosofico Partenopeo
Anche il Gruppo Teosofico Partenopeo ha provveduto al rinnovo delle cariche sociali, confermando alla presidenza la sorella Renata D’Eliseo.
Fabrizia Marinelli ricoprrirà invece il ruolo di vicepresidente-segretaria. A Renata e Fabrizia, nonché a tutto il Gruppo Partenopeo, che quest’anno tratterà il tema dell’Attenzione, quel sentiero che Buddha ha definito come “conducente all’immortalità”, auguriamo un proficuo lavoro nel segno della Fratellanza Universale.

Recensioni

La modella del Botticelli
È questo il titolo del libro con cui l’autrice, Paola Giovetti, con la consueta sensibilità e capacità espressiva, ha voluto rendere onore Simonetta Cattaneo Vespucci, una donna che è stata un vero e proprio simbolo del Rinascimento. Il libro è stato pubblicato dalla casa editrice Edizione Studio Tesi di Roma.
Simonetta Cattaneo Vespucci (1453-1476), ritenuta dai suoi contemporanei la più bella donna vivente, fu amante di Giuliano de’ Medici e fu scelta da Sandro Botticelli come modella per “La nascita di Venere”.
Musa ispiratrice di numerosi altri artisti che, come lo stesso Botticelli, la ritrassero in molte opere, mori giovane nella piena stagione della sua bellezza.
Paola Giovetti, raccogliendo testimonianze, lettere e poesie, ricostruisce nel libro l’epoca storica e la vita di questa donna che ha lasciato un segno potente nella letteratura e nell’arte del Rinascimento, la splendida stagione della creatività italiana.

Luce e Ombra

Segnaliamo l’uscita del numero di luglio-settembre 2015 di “Luce e Ombra”, la rivista trimestrale informativa dedicata alla ricerca psichica e ai problemi connessi, giunta al 115 anno di vita.
La rivista è la voce della Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni di Bologna.
Fra i numerosi articoli segnaliamo quello di Loris Solmi su “I misteri dell’ermetismo”, di Maria Longhena su “L’enigma del labirinto: dalla preistoria al Minotauro” e di Silvio Ravaldini su “I misteri del mondo animale”.

La congiura
La Microstoria riflette le vicende ed i simboli dei grandi avvenimenti, da tutti conosciuti. Per questo, indagando nel “particolare” è possibile riconnettersi all’universale e l’insieme consente di meglio comprendere la natura umana e la sua evoluzione.
Il maestro Gaetano Messina, teosofo di Campofelice di Roccella (PA) ci ha segnalato il libro, recentemente pubblicato, dal titolo La Congiura (a Marredda), di Francesco Vasta, storia di lotte politiche e sociali tutta Campofelicese. Il sottotitolo del racconto è “a marredda” e vari sono i significati attribuiti al termine siciliano “marredda”: in alcuni centri dell’entroterra è un gioco dei bambini, in altri un passatempo, in altri ancora una matassa da dipanare, a Campofelice “a marredda” è l’imbroglio, la congiura.
Nel libro viene raccontata l’aspra lotta che, nel 1904, il paladino dei lavoratori Pasquale Cipolla, ingaggiò con il sindaco dell’epoca, Vincenzo Rao gabelloto del Barone Cammarata. L’avvocato Cipolla riuscì a dimostrare che i cittadini di Campofelice vantavano diritti sull’ex feudo di Roccella e Calzata. La lotta nelle terre e nelle aule dei tribunali costò al Cipolla anche l’umiliazione delle manette. Il testo riporta nei particolari l’arresto del Cipolla e l’azione malvagia dei congiurati, il racconto si chiude con la morte del Cipolla, che aveva dilapidato il proprio patrimonio per la difesa dei lavoratori di Campofelice.
La prefazione del libro è a cura di Pasquale Fatta, ex sindaco di Campofelice, l’introduzione è del Prof. Luigi Lo Bue. L’opera, di piacevole lettura, narra di avvenimenti reali della Campofelice degli inizi del 900 ed è composta da 120 pagine e contiene illustrazioni e fotografie di pregio che impreziosiscono la struttura, una delle foto inedite raffigura Garibaldi con Cesare Civello, patriota Campofelicese.

Articolo del mese

Richard Smoley intervista Eben Alexander
Oltre il cervello

G. Ricci
La relazione come nutrimento dell'essere