Dicembre 2014

Anno LXX - N.12
cover dicembre

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

La Luce del Solstizio d’inverno
A. Girardi 1

La felicità
T. Boyd 2

Io sono la Via, la Verità e la Vita
T.T.K. Dieu 5

Origine dei culti
V. Cerceo 10

Chi era san Nicola? La verità su Babbo Natale 11

Il contributo della Teosofia allo studio del Cristianesimo (seconda parte)
E. Bratina 12

Bellezza e Teosofia
M. Boccadoro 21

Etica stoica (seconda parte)
A. Braggio 25

Fuoco di san Michele (29 settembre 2014)
L. Bessone 32

La Società Teosofica: storia, valori e realtà attuale – novità editoriale ETI 35

Segnalazioni 36
Dai gruppi 37

La Luce del Solstizio d’inverno

L’avvicinarsi del solstizio d’inverno, con la carica simbolica del Natale, impone una riflessione sul significato profondo di questo ricorrente accadimento astronomico.
Tra le pieghe dei simbolismi che il solstizio d’inverno esprime scopriamo quello che lega la vita a ciò che chiamiamo morte. Innanzi tutto il solstizio è una ricorrenza, come a dire che, dopo il progressivo espandersi della notte, la luce ritorna, poco per volta, a riaffermare la propria forza e le propria possibilità. In questa ricorrenza la memoria lascia spazio alla nuova esperienza, vero risorgere della continuità cosmica. La luce e la notte non rappresentano una separazione manichea, ma una chiara indicazione del rapporto fra lo spirito e la materia, essa stessa parte integrante di una Vita che è Una.
Nella quiete della campagna irlandese, a pochi chilometri da Drogheda, il sito archeologico di Newgrange, oggi datato come esistente da 3200 anni, assurge a simbolo vivente del significato del solstizio d’inverno.
Nella tomba, delimitata da 97 pietre perimetrali, ci sono un lungo corridoio e una camera con pianta a croce.
Colpisce la sproporzione fra l’imponenza della parte esterna, con un diametro di oltre 70 metri, e le piccole dimensioni dell’interno, riccamente adornato di simboli, naturali e astratti, quasi a rappresentare la preziosità dell’essere in rapporto all’apparire.
A Newgrange, in occasione del solstizio d’inverno, la luce nei primi minuti del giorno penetra lentamente all’interno della tomba illuminando il corridoio e infine la camera sepolcrale. Il tutto per una durata di 17 minuti. Nel silenzio l’unità profonda della Vita si esprime nel ritorno della luce, scintilla spirituale presente ad ogni livello di aggregazione della materia, vera continuità nell’evoluzione del cosmo.
Nel simbolo della notte di Betlemme il reincarnarsi del principio cristico (Gesù), protetto dall’espressione positiva del principio maschile (S. Giuseppe) e femminile (la Madonna), trova riconoscimento nel simbolismo celeste (la stella cometa), nella solidale visione dei semplici (i pastori) e nella capacità interpretativa e di cammino nel Sentiero dei Saggi (i Re Magi).
La luce che ritorna (Sol Invictus) è in grado di accendere la consapevolezza dentro ciascun essere umano che sia “in ascolto”, dopo aver tacitato la mente concreta e tutti i suoi falsi paradigmi. Questa necessità di tacitare le vecchie forme nasce dal fatto che la conoscenza, qualsiasi tipo di conoscenza, non ha alcun valore se non porta l’individuo alla ricerca della saggezza, se non lo conduce a mettere al centro della sua vita il rispetto, l’amore, la comprensione per gli altri e per tutto ciò che vive.
Il solstizio d’inverno simboleggia un essere umano capace di seguire “la via del cuore” e di scorgere la portata di questa affermazione di R.W. Emerson: “Dentro di noi continuamente fluisce, entrando ed uscendo, la corrente di una infinita energia cosmica”.
E’ un fuoco di consapevolezza che si accende e che trova nel calore umano, da tutti agognato a Natale, l’espressione visibile di una presa di coscienza interiore.
Come in alto così in basso.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

Noi fra cielo e terra
La casa editrice Terre Sommerse presenta il libro “Noi fra cielo e terra”, di Adriana Simeoni, coordinatrice dei Gruppi Teosofici romani.
L’appuntamento è per venerdì 17 ottobre alle ore 19 presso il Teatro Spazio Uno, in Vicolo dei Panieri 3 a Roma.
Il testo di Adriana Simeoni porta come sottotitolo: “Le dodici fasi alchemiche – le dodici fatiche di Ercole”.
Nel libro emerge la tesi che l'individuo e il sistema solare sono due mondi soggetti alle medesime leggi universali, possiedono la stessa organizzazione strutturale e sono sincronici negli avvenimenti, ma tuttavia sono indipendenti l'uno dall'altro. L'io infatti attraverso le sue funzioni psichiche si manifesta come il sole attraverso i pianeti.
Relatori della serata saranno Massimo Marinelli, Fabio Fornari e Claudio Monachesi. Modererà Niccolò Carosi.

Isis Resende eletta Presidente della Federazione Teosofica Interamericana
La teosofa brasiliana Isis Resende è stata eletta presidente della Federazione Teosofica Interamericana (FTI). Il cambiamento nella direzione dell’Ente è stato definito durante il Congresso della FTI, che si è svolto, nel Centro Teosofico di Wheaton, negli Stati Uniti.
La Federazione Teosofica Interamericana raggruppa le Sezioni nazionali della Società Teosofica nelle tre Americhe (nord, sud e centro) e ha come missione quella di favorire l’interscambio e la collaborazione attiva tra le varie Sezioni dei singoli Stati.
Ogni Stato membro della Federazione (Argentina, Bolivia, Brasile, Centro America, Guatemala, El Salvador, Nicaragua, Chile, Colombia, Cuba, Stati Uniti, Messico, Porto Ricco, Repubblica Domenicana, Peru e Uruguay) concorre all’elezione del Presidente, che dura in carica per tre anni ed è coadiuvato nel lavoro da un Comitato Esecutivo composto da tre membri più due uditori.
Anche Honduras, Venezuela, Ecuador, Panama e Spagna (membro onorario) fanno parte della Federazione, ma senza diritto di voto.
L’obiettivo dichiarato di Isis Resende è quello di favorire la diffusione del pensiero teosofico e la nascita di nuovi gruppi, specialmente dove la S.T. non è ancora presente.

Online due webinar della serie “Infinite fire”
Marco Pasi, professore associato di Storia della Filosofia Ermetica e argomenti correlati all’Università di Amsterdam, ha recentemente preparato due webinar (lezioni online, web-seminar)sulla storia del movimento teosofico per la Bibliotheca Philosophica Hermetica della Ritman Library di Amsterdam. Nei suoi interventi vi è anche un cenno al movimento teosofico in Italia, di cui Pasi è attento ed apprezzato studioso.
Chi desiderasse seguire i due webinar può collegarsi a:
http://www.youtube.com/watch?v=_K7c4nLjZDY
http://www.youtube.com/watch?v=WDdFZlodBm8

Good News Agency: l’Agenzia delle Buone Notizie.
È attiva dal 2000, ma forse non ancora conosciuta come merita, l’Agenzia delle Buone Notizie, che periodicamente informa via mail sulle iniziative buone e generose che a livello sociale, antropologico, politico, umanitario, culturale e così via vengono prese in tutto il mondo. E va detto che, di questi tempi, leggere delle buone notizie non è cosa da poco! Fa bene al cuore e fa capire che esistono ancora persone capaci di agire disinteressatamente, per il bene del prossimo e della Terra su cui viviamo.
Iniziatore e direttore dell’Agenzia è il giornalista Sergio Tripi, che opera a titolo di volontariato, come del resto tutti coloro che collaborano al reperimento delle notizie. L’agenzia delle buone notizie riporta notizie positive e costruttive da tutto il mondo del volontariato, delle Nazioni Unite, delle organizzazioni non-governative e delle istituzioni impegnate nel miglioramento della qualità della vita, notizie che non si “bruciano” nell’arco di un giorno.
Good News Agency esce a venerdì alterni in inglese e il venerdì seguente in italiano, con traduzioni a sua cura; è distribuita gratuitamente per via telematica ad oltre 3.700 media in 48 paesi e ad oltre 2.800 ONG. È un servizio di volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, ente morale associato al Dipartimento della Pubblica Informazione dell’ONU. L’Associazione è stata inoltre riconosciuta dall’UNESCO quale “attore del movimento globale per una cultura di pace” ed è inclusa nel sito: http://www3.unesco.org/iycp/uk/uk_sum_monde.htm

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Rinnovo cariche sociali Gruppo di Udine
Il Gruppo teosofico “Mahatma K.H. di Udine ha provveduto al rinnovo delle cariche per l’anno sociale 2014-2015.
L’Assemblea ha eletto Presidente la sorella Carla Zanini, Vicepresidente sarà Gabriella Lepore, mentre Maria Giustina Pigani è stata nominata segretaria del Gruppo. Tesoriere sarà Marinella Montico e bibliotecaria Maria Rosa Buffarini.
Alle neo-elette un augurio di buon lavoro, nel segno degli Scopi della società teosofica e degli ideali della Teosofia.

Dicembre 2014

Anno LXX - N.12
cover dicembre

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

La Luce del Solstizio d’inverno
A. Girardi 1

La felicità
T. Boyd 2

Io sono la Via, la Verità e la Vita
T.T.K. Dieu 5

Origine dei culti
V. Cerceo 10

Chi era san Nicola? La verità su Babbo Natale 11

Il contributo della Teosofia allo studio del Cristianesimo (seconda parte)
E. Bratina 12

Bellezza e Teosofia
M. Boccadoro 21

Etica stoica (seconda parte)
A. Braggio 25

Fuoco di san Michele (29 settembre 2014)
L. Bessone 32

La Società Teosofica: storia, valori e realtà attuale – novità editoriale ETI 35

Segnalazioni 36
Dai gruppi 37

La Luce del Solstizio d’inverno

L’avvicinarsi del solstizio d’inverno, con la carica simbolica del Natale, impone una riflessione sul significato profondo di questo ricorrente accadimento astronomico.
Tra le pieghe dei simbolismi che il solstizio d’inverno esprime scopriamo quello che lega la vita a ciò che chiamiamo morte. Innanzi tutto il solstizio è una ricorrenza, come a dire che, dopo il progressivo espandersi della notte, la luce ritorna, poco per volta, a riaffermare la propria forza e le propria possibilità. In questa ricorrenza la memoria lascia spazio alla nuova esperienza, vero risorgere della continuità cosmica. La luce e la notte non rappresentano una separazione manichea, ma una chiara indicazione del rapporto fra lo spirito e la materia, essa stessa parte integrante di una Vita che è Una.
Nella quiete della campagna irlandese, a pochi chilometri da Drogheda, il sito archeologico di Newgrange, oggi datato come esistente da 3200 anni, assurge a simbolo vivente del significato del solstizio d’inverno.
Nella tomba, delimitata da 97 pietre perimetrali, ci sono un lungo corridoio e una camera con pianta a croce.
Colpisce la sproporzione fra l’imponenza della parte esterna, con un diametro di oltre 70 metri, e le piccole dimensioni dell’interno, riccamente adornato di simboli, naturali e astratti, quasi a rappresentare la preziosità dell’essere in rapporto all’apparire.
A Newgrange, in occasione del solstizio d’inverno, la luce nei primi minuti del giorno penetra lentamente all’interno della tomba illuminando il corridoio e infine la camera sepolcrale. Il tutto per una durata di 17 minuti. Nel silenzio l’unità profonda della Vita si esprime nel ritorno della luce, scintilla spirituale presente ad ogni livello di aggregazione della materia, vera continuità nell’evoluzione del cosmo.
Nel simbolo della notte di Betlemme il reincarnarsi del principio cristico (Gesù), protetto dall’espressione positiva del principio maschile (S. Giuseppe) e femminile (la Madonna), trova riconoscimento nel simbolismo celeste (la stella cometa), nella solidale visione dei semplici (i pastori) e nella capacità interpretativa e di cammino nel Sentiero dei Saggi (i Re Magi).
La luce che ritorna (Sol Invictus) è in grado di accendere la consapevolezza dentro ciascun essere umano che sia “in ascolto”, dopo aver tacitato la mente concreta e tutti i suoi falsi paradigmi. Questa necessità di tacitare le vecchie forme nasce dal fatto che la conoscenza, qualsiasi tipo di conoscenza, non ha alcun valore se non porta l’individuo alla ricerca della saggezza, se non lo conduce a mettere al centro della sua vita il rispetto, l’amore, la comprensione per gli altri e per tutto ciò che vive.
Il solstizio d’inverno simboleggia un essere umano capace di seguire “la via del cuore” e di scorgere la portata di questa affermazione di R.W. Emerson: “Dentro di noi continuamente fluisce, entrando ed uscendo, la corrente di una infinita energia cosmica”.
E’ un fuoco di consapevolezza che si accende e che trova nel calore umano, da tutti agognato a Natale, l’espressione visibile di una presa di coscienza interiore.
Come in alto così in basso.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

Noi fra cielo e terra
La casa editrice Terre Sommerse presenta il libro “Noi fra cielo e terra”, di Adriana Simeoni, coordinatrice dei Gruppi Teosofici romani.
L’appuntamento è per venerdì 17 ottobre alle ore 19 presso il Teatro Spazio Uno, in Vicolo dei Panieri 3 a Roma.
Il testo di Adriana Simeoni porta come sottotitolo: “Le dodici fasi alchemiche – le dodici fatiche di Ercole”.
Nel libro emerge la tesi che l'individuo e il sistema solare sono due mondi soggetti alle medesime leggi universali, possiedono la stessa organizzazione strutturale e sono sincronici negli avvenimenti, ma tuttavia sono indipendenti l'uno dall'altro. L'io infatti attraverso le sue funzioni psichiche si manifesta come il sole attraverso i pianeti.
Relatori della serata saranno Massimo Marinelli, Fabio Fornari e Claudio Monachesi. Modererà Niccolò Carosi.

Isis Resende eletta Presidente della Federazione Teosofica Interamericana
La teosofa brasiliana Isis Resende è stata eletta presidente della Federazione Teosofica Interamericana (FTI). Il cambiamento nella direzione dell’Ente è stato definito durante il Congresso della FTI, che si è svolto, nel Centro Teosofico di Wheaton, negli Stati Uniti.
La Federazione Teosofica Interamericana raggruppa le Sezioni nazionali della Società Teosofica nelle tre Americhe (nord, sud e centro) e ha come missione quella di favorire l’interscambio e la collaborazione attiva tra le varie Sezioni dei singoli Stati.
Ogni Stato membro della Federazione (Argentina, Bolivia, Brasile, Centro America, Guatemala, El Salvador, Nicaragua, Chile, Colombia, Cuba, Stati Uniti, Messico, Porto Ricco, Repubblica Domenicana, Peru e Uruguay) concorre all’elezione del Presidente, che dura in carica per tre anni ed è coadiuvato nel lavoro da un Comitato Esecutivo composto da tre membri più due uditori.
Anche Honduras, Venezuela, Ecuador, Panama e Spagna (membro onorario) fanno parte della Federazione, ma senza diritto di voto.
L’obiettivo dichiarato di Isis Resende è quello di favorire la diffusione del pensiero teosofico e la nascita di nuovi gruppi, specialmente dove la S.T. non è ancora presente.

Online due webinar della serie “Infinite fire”
Marco Pasi, professore associato di Storia della Filosofia Ermetica e argomenti correlati all’Università di Amsterdam, ha recentemente preparato due webinar (lezioni online, web-seminar)sulla storia del movimento teosofico per la Bibliotheca Philosophica Hermetica della Ritman Library di Amsterdam. Nei suoi interventi vi è anche un cenno al movimento teosofico in Italia, di cui Pasi è attento ed apprezzato studioso.
Chi desiderasse seguire i due webinar può collegarsi a:
http://www.youtube.com/watch?v=_K7c4nLjZDY
http://www.youtube.com/watch?v=WDdFZlodBm8

Good News Agency: l’Agenzia delle Buone Notizie.
È attiva dal 2000, ma forse non ancora conosciuta come merita, l’Agenzia delle Buone Notizie, che periodicamente informa via mail sulle iniziative buone e generose che a livello sociale, antropologico, politico, umanitario, culturale e così via vengono prese in tutto il mondo. E va detto che, di questi tempi, leggere delle buone notizie non è cosa da poco! Fa bene al cuore e fa capire che esistono ancora persone capaci di agire disinteressatamente, per il bene del prossimo e della Terra su cui viviamo.
Iniziatore e direttore dell’Agenzia è il giornalista Sergio Tripi, che opera a titolo di volontariato, come del resto tutti coloro che collaborano al reperimento delle notizie. L’agenzia delle buone notizie riporta notizie positive e costruttive da tutto il mondo del volontariato, delle Nazioni Unite, delle organizzazioni non-governative e delle istituzioni impegnate nel miglioramento della qualità della vita, notizie che non si “bruciano” nell’arco di un giorno.
Good News Agency esce a venerdì alterni in inglese e il venerdì seguente in italiano, con traduzioni a sua cura; è distribuita gratuitamente per via telematica ad oltre 3.700 media in 48 paesi e ad oltre 2.800 ONG. È un servizio di volontariato dell’Associazione Culturale dei Triangoli e della Buona Volontà Mondiale, ente morale associato al Dipartimento della Pubblica Informazione dell’ONU. L’Associazione è stata inoltre riconosciuta dall’UNESCO quale “attore del movimento globale per una cultura di pace” ed è inclusa nel sito: http://www3.unesco.org/iycp/uk/uk_sum_monde.htm

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Rinnovo cariche sociali Gruppo di Udine
Il Gruppo teosofico “Mahatma K.H. di Udine ha provveduto al rinnovo delle cariche per l’anno sociale 2014-2015.
L’Assemblea ha eletto Presidente la sorella Carla Zanini, Vicepresidente sarà Gabriella Lepore, mentre Maria Giustina Pigani è stata nominata segretaria del Gruppo. Tesoriere sarà Marinella Montico e bibliotecaria Maria Rosa Buffarini.
Alle neo-elette un augurio di buon lavoro, nel segno degli Scopi della società teosofica e degli ideali della Teosofia.