Aprile 2015

Anno LXXI - N.4
Cover aprile 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Dalla dottrina dell’occhio a quella del cuore
A. Girardi 1

Annie Besant: un incontro tra scienza e veggenza. Prima parte
M. Pecastaing-Boissière 2

Azione ed Educazione Teosofica
R. Lindemann 8

La Teosofia e il bambino
G. Torres 13

Amore Invincibile
A. Koush 18

L’uomo e i suoi corpi. Seconda parte
L. Crucitti 23

Testi per l’intuizione (I) 33

Pagine della letteratura teosofica 34

Segnalazioni 36
Dai gruppi 36

Dalla dottrina dell’occhio a quella del cuore

Il tempo presente riflette l’intero corso della storia umana, oscillante fra egoismo, paura e ignoranza da un lato e la costante presenza, dall’altro, di una saggezza capace di esprimersi nelle forme più rarefatte di poesia, di filosofia e di ispirazione al vivere quotidiano.
Questa saggezza, incarnata da personaggi noti ma anche da volti senza un nome conosciuto, ha permeato le differenti culture ed ha testimoniato nel tempo l’unità della vita.
Una complessità non priva di contraddizioni caratterizza l’umano vivere, come dimostrano, ad esempio, le distruzioni di opere d’arte nell’oriente iracheno: il passato, in questo caso, ci affida bellezza e simboli archetipali e il presente, con uomini che rinnegano la loro stessa cultura, evidenzia un’ignoranza che genera violenza. Proprio per questo assume un particolare significato in questo numero della Rivista la pubblicazione di un articolo che ricorda gli ottanta anni del Patto Roerich, ispirato dall’affermazione di Dostoevskij “la bellezza salverà il mondo”.
Il processo di espansione della coscienza umana non può che essere caratterizzato da un riconoscimento del karma e da una fluidità interiore che metta al riparo da cristallizzazioni e pregiudizi.
L'essere umano che apre il proprio cuore ad una visione della vita più ampia rispetto a quella ordinaria, si rende presto conto della complessità del processo di traduzione, in termini di linguaggio, delle intuizioni che accompagnano il suo incedere lungo il sentiero spirituale.
L'aspetto paradossale della questione è che le intuizioni sono in se stesse un processo misterioso, negli effetti, in grado tuttavia di rappresentare in modo semplice e sereno la dimensione interiore e l'interpretazione del significato della vita.
A monte di tutto ciò sta un processo di concentrazione, che H.P. Blavatsky definisce come dharana all'inizio de La Voce del Silenzio. Concentrazione intesa come atto di volontà, come osservazione impeccabile, come capacità di essere nel qui ed ora e di aprire nel contempo il proprio essere ad una visione globale dell'esistenza.
A valle c'è la possibilità di superare la cosiddetta eresia della separazione, di cui pure parla La Voce del Silenzio, in riferimento a quella visione del mondo che tende a ridurre la vita, anche ontologicamente, ad un sistema dualistico, orfano della felicità e incapace di cogliere il significato dell'eterno e dell'infinito.
Scrive H.P.B. proprio ne “La Voce del Silenzio”: “Cerca i Sentieri. Ma, o Lanu, sia puro il Tuo cuore prima d’incominciare il viaggio……Sopra tutto impara a distinguere la scienza del cervello dalla Sapienza dell’Anima, la dottrina dell’occhio da quella del Cuore”.
L’imminenza della Pasqua, con la sua straordinaria carica di significati simbolici, ci offre l’occasione di un rinnovamento interiore volto al superamento dell’identificazione con il piccolo io transeunte e alla presa di coscienza di un intimo respiro spirituale in grado di portarci oltre ad una percezione basata esclusivamente sui sensi fisici e sulle loro elaborazioni.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

101° Congresso Nazionale della S.T.I.

Il Congresso Nazionale della S.T.I. torna quest’anno a Vicenza, per la sua 101^ edizione. Sede del Congresso, che si svolgerà dal 12 al 14 giugno 2015, sarà l’Hotel Vergilius, in località Creazzo.
Il tema del Congresso: “Unità della manifestazione, sacralità di tutti gli esseri” riflette pienamente lo “spirito” degli scopi della Società Teosofica, promotrice globale dei principi dell’Unità della Vita e della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Parteciperà al Congresso il Presidente Mondiale Tim Boyd.
Nell’ambito del Congresso si svolgerà l’Assemblea Straordinaria della S.T.I. per la modifica dello Statuto.
In allegato a questo numero della Rivista Italiana di Teosofia sono riportati il programma di massima, l’indicazione dell’Assemblea Straordinaria (convocata per le 15.30 di venerdì 12 giugno 2015) e tutte le informazioni di dettaglio, con la relativa scheda di iscrizione.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria Generale STI: 0444 962921, e-mail sti@teosofica.org

Cinque per mille alla S.T.I.
Informiamo tutti i nostri lettori che anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
Vi invitiamo pertanto a destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille, già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione. Tassativo è anche indicare il codice fiscale della Società Teosofica Italiana, che di seguito viene riportato: 80022260329
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che le somme che saranno destinato alla Società Teosofica Italiana verranno utilizzate per il sostegno ad iniziative umanitarie, opportunamente illustrate sulla Rivista Italiana di Teosofia.
Grazie per la sensibilità!

Aleksandr Skrjabin, nel centenario della morte
Il Maestro Alessandro Bistarelli ha registrato, per Radio Vaticana, un ciclo di quattro trasmissioni sulla figura e sull’opera del compositore russo Aleksandr Skrjabin, nel centenario della morte.
Le trasmissioni andranno in onda per quattro venerdì consecutivi, alle 19,50 sul canale quinto della Radio Vaticana, nell’ambito del programma “Diapason”, a partire da venerdì 13 marzo.
È possibile ascoltare le trasmissioni anche dal sito internet o con un ricevitore DAB.
Bistarelli è un profondo conoscitore del grande maestro russo, che molto si ispirò alla Teosofia e che aderì alla Società Teosofica, divenendone un socio convinto e attivo.
Di Bistarelli ricordiamo l’articolo su “Skrjabin o il delirio dell’infinito”, pubblicato nel numero di ottobre 2007 della “Rivista Italiana di Teosofia”, e l’indimenticabile concerto di musiche di Skrjabin per pianoforte da lui tenuto nella magica atmosfera del teatro “Francesco Torti” di Bevagna (PG). Il concerto si inseriva nell’ambito del Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana che si tenne a Trevi (PG) nel giugno 2007.

Le musiche di Pino Cimino a Ferrara
Sabato 11 aprile, presso il Teatro "Abbado" di Ferrara, saranno eseguite le musiche di Pino Cimino, socio del Gruppo Teosofico "A. Boris" di Bologna.
Il titolo del Concerto è Affectum renovatio e i brani che saranno eseguiti sono i seguenti: Affectum renovatio, per Quartetto di Sax, Il sentiero dei Veda, per Orchestra da Camera (dedicato alla vita ed alle opere di Sri Ramana Maharishi), La molecola inesistente, per Quartetto di Sax, La volpe di Fagagna, per Orchestra da Camera (per il centenario del Primo Conflitto Mondiale), Affectum renovatio occurentia secunda, per pianoforte solo, Transito pesarese, per Orchestra (dedicato alla città di Pesaro). Il concerto sarà eseguito dall'Orchestra Ensemble Paracelsus di Ferrara, che suonerà guidata dalla bacchetta dello stesso Maestro Pino Cimino.

Pleniluni di aprile e maggio
Il fratello Antonio Gianquinto ci ha segnalato la data e l’ora del plenilunio del mese di aprile, che sarà il giorno 4 alle ore 14,05, e del mese di maggio, che sarà il giorno 4 alle ore 05,45.

Report sulle azioni umanitarie nel campo profughi di Bab el Salaam, 23 febbraio 2015
Una nuova inaspettata ondata di gelo, la "Tempesta Giana", si è abbattuta in questi giorni in tutto il Medio Oriente e in particolare in Turchia, arrivando fino alla Siria (campo profughi di Bab al Salam). Non c’è solo la guerra a mietere vittime, anche il freddo purtroppo uccide.
Grazie alle nostre e ad altre donazioni però è stato possibile intervenire con l’acquisto di 18 tonnellate di legna e così il campo profughi ha ricevuto un po’ di sollievo: pur tra il fango, le malattie e gli immensi disagi, il sorriso è tornato sui volti di tutti, e in special modo dei bambini. E’ stata una vera festa!
Ancora un grazie a tutte le persone che stanno sostenendo questo progetto.

Sandra e Stefania (Responsabili O.T.S. Vicenza)

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nicola Formusa nuovo Presidente del Gruppo di Trapani

Il fratello Nicola Formusa è il nuovo Presidente del Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani e succede alla Sorella Rosarita Ingrande che ha presideuto il Gruppo dal mese di marzo del 2013.
L’Assemblea dei Soci del 2 marzo scorso ha anche eletto il nuovo Vice-presidente, fratello Pasquale Giovanni Torregrossa, confermando le altre cariche sociali.
Ringraziamo sentitamente la Presidente uscente e formuliamo fervidi auguri di buon lavoro teosofico al Presidente Formusa e al Vice-presidente Torregrossa, che sapranno portare avanti l’opera iniziata dal compianto e mai dimenticato fratello Giovanni Grimaudo.

Aprile 2015

Anno LXXI - N.4
Cover aprile 2015

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Dalla dottrina dell’occhio a quella del cuore
A. Girardi 1

Annie Besant: un incontro tra scienza e veggenza. Prima parte
M. Pecastaing-Boissière 2

Azione ed Educazione Teosofica
R. Lindemann 8

La Teosofia e il bambino
G. Torres 13

Amore Invincibile
A. Koush 18

L’uomo e i suoi corpi. Seconda parte
L. Crucitti 23

Testi per l’intuizione (I) 33

Pagine della letteratura teosofica 34

Segnalazioni 36
Dai gruppi 36

Dalla dottrina dell’occhio a quella del cuore

Il tempo presente riflette l’intero corso della storia umana, oscillante fra egoismo, paura e ignoranza da un lato e la costante presenza, dall’altro, di una saggezza capace di esprimersi nelle forme più rarefatte di poesia, di filosofia e di ispirazione al vivere quotidiano.
Questa saggezza, incarnata da personaggi noti ma anche da volti senza un nome conosciuto, ha permeato le differenti culture ed ha testimoniato nel tempo l’unità della vita.
Una complessità non priva di contraddizioni caratterizza l’umano vivere, come dimostrano, ad esempio, le distruzioni di opere d’arte nell’oriente iracheno: il passato, in questo caso, ci affida bellezza e simboli archetipali e il presente, con uomini che rinnegano la loro stessa cultura, evidenzia un’ignoranza che genera violenza. Proprio per questo assume un particolare significato in questo numero della Rivista la pubblicazione di un articolo che ricorda gli ottanta anni del Patto Roerich, ispirato dall’affermazione di Dostoevskij “la bellezza salverà il mondo”.
Il processo di espansione della coscienza umana non può che essere caratterizzato da un riconoscimento del karma e da una fluidità interiore che metta al riparo da cristallizzazioni e pregiudizi.
L'essere umano che apre il proprio cuore ad una visione della vita più ampia rispetto a quella ordinaria, si rende presto conto della complessità del processo di traduzione, in termini di linguaggio, delle intuizioni che accompagnano il suo incedere lungo il sentiero spirituale.
L'aspetto paradossale della questione è che le intuizioni sono in se stesse un processo misterioso, negli effetti, in grado tuttavia di rappresentare in modo semplice e sereno la dimensione interiore e l'interpretazione del significato della vita.
A monte di tutto ciò sta un processo di concentrazione, che H.P. Blavatsky definisce come dharana all'inizio de La Voce del Silenzio. Concentrazione intesa come atto di volontà, come osservazione impeccabile, come capacità di essere nel qui ed ora e di aprire nel contempo il proprio essere ad una visione globale dell'esistenza.
A valle c'è la possibilità di superare la cosiddetta eresia della separazione, di cui pure parla La Voce del Silenzio, in riferimento a quella visione del mondo che tende a ridurre la vita, anche ontologicamente, ad un sistema dualistico, orfano della felicità e incapace di cogliere il significato dell'eterno e dell'infinito.
Scrive H.P.B. proprio ne “La Voce del Silenzio”: “Cerca i Sentieri. Ma, o Lanu, sia puro il Tuo cuore prima d’incominciare il viaggio……Sopra tutto impara a distinguere la scienza del cervello dalla Sapienza dell’Anima, la dottrina dell’occhio da quella del Cuore”.
L’imminenza della Pasqua, con la sua straordinaria carica di significati simbolici, ci offre l’occasione di un rinnovamento interiore volto al superamento dell’identificazione con il piccolo io transeunte e alla presa di coscienza di un intimo respiro spirituale in grado di portarci oltre ad una percezione basata esclusivamente sui sensi fisici e sulle loro elaborazioni.

Antonio Girardi

Segnalazioni

Quote associative alla Società Teosofica Italiana e abbonamento alla “Rivista Italiana di Teosofia” per il 2015
Si avvicina il momento del rinnovo delle quote associative di adesione alla Società Teosofica Italiana per l’anno 2015.
Essere socio della S.T.I. ha soprattutto un valore ideale e si collega direttamente allo scopo della Fratellanza Universale senza distinzioni.

Per il 2015 il Comitato Esecutivo della S.T.I. ha confermato le quote dell’anno precedente: quota associativa 2015 euro 35,00 (comprende anche l’abbonamento al mensile Rivista Italiana di Teosofia); quota associativa 2015 senza Rivista Italiana di Teosofia euro 20,00; abbonamento alla Rivista Italiana di Teosofia (per non soci) euro 25,00; abbonamento estero euro 40,00.
Quota socio sostenitore (con abbonamento) euro 100,00.
Quota socio benemerito vitalizio (con abbonamento) euro 1.000,00.
I Soci indipendenti e gli Abbonati potranno provvedere direttamente al versamento sul c.c.p. n. 55010367 intestato alla Società Teosofica Italiana - Tesoreria, Viale Q. Sella, 83/E – 36100 Vicenza oppure potranno inviare un bonifico a: Società Teosofica Italiana, codice IBAN IT79 U057 2811 8160 1657 0143 525.
I Soci e i Soci/Abbonati dei Gruppi e dei Centri provvederanno invece al rinnovo contattando i Presidenti dei Gruppi o dei Centri di appartenenza.

101° Congresso Nazionale della S.T.I.

Il Congresso Nazionale della S.T.I. torna quest’anno a Vicenza, per la sua 101^ edizione. Sede del Congresso, che si svolgerà dal 12 al 14 giugno 2015, sarà l’Hotel Vergilius, in località Creazzo.
Il tema del Congresso: “Unità della manifestazione, sacralità di tutti gli esseri” riflette pienamente lo “spirito” degli scopi della Società Teosofica, promotrice globale dei principi dell’Unità della Vita e della Fratellanza Universale senza distinzioni.
Parteciperà al Congresso il Presidente Mondiale Tim Boyd.
Nell’ambito del Congresso si svolgerà l’Assemblea Straordinaria della S.T.I. per la modifica dello Statuto.
In allegato a questo numero della Rivista Italiana di Teosofia sono riportati il programma di massima, l’indicazione dell’Assemblea Straordinaria (convocata per le 15.30 di venerdì 12 giugno 2015) e tutte le informazioni di dettaglio, con la relativa scheda di iscrizione.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Segreteria Generale STI: 0444 962921, e-mail sti@teosofica.org

Cinque per mille alla S.T.I.
Informiamo tutti i nostri lettori che anche quest’anno la Società Teosofica Italiana, Ente Morale riconosciuto con DPR 821 del 1980, ha richiesto l’inserimento nella lista dei soggetti destinatari del 5 per mille.
Vi invitiamo pertanto a destinare il 5 per mille delle imposte versate all’Erario alla Società Teosofica Italiana.
L’opzione del 5 per mille a favore della S.T.I. non è inoltre alternativa a quella dell’8 per mille, già in vigore da anni e pertanto le opzioni possono essere esercitate entrambe.
La scelta va esercitata in occasione della presentazione della dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico) apponendo la propria firma di adesione. Tassativo è anche indicare il codice fiscale della Società Teosofica Italiana, che di seguito viene riportato: 80022260329
Da ultimo, ma certo non ultima cosa in ordine di importanza, sottolineiamo che le somme che saranno destinato alla Società Teosofica Italiana verranno utilizzate per il sostegno ad iniziative umanitarie, opportunamente illustrate sulla Rivista Italiana di Teosofia.
Grazie per la sensibilità!

Aleksandr Skrjabin, nel centenario della morte
Il Maestro Alessandro Bistarelli ha registrato, per Radio Vaticana, un ciclo di quattro trasmissioni sulla figura e sull’opera del compositore russo Aleksandr Skrjabin, nel centenario della morte.
Le trasmissioni andranno in onda per quattro venerdì consecutivi, alle 19,50 sul canale quinto della Radio Vaticana, nell’ambito del programma “Diapason”, a partire da venerdì 13 marzo.
È possibile ascoltare le trasmissioni anche dal sito internet o con un ricevitore DAB.
Bistarelli è un profondo conoscitore del grande maestro russo, che molto si ispirò alla Teosofia e che aderì alla Società Teosofica, divenendone un socio convinto e attivo.
Di Bistarelli ricordiamo l’articolo su “Skrjabin o il delirio dell’infinito”, pubblicato nel numero di ottobre 2007 della “Rivista Italiana di Teosofia”, e l’indimenticabile concerto di musiche di Skrjabin per pianoforte da lui tenuto nella magica atmosfera del teatro “Francesco Torti” di Bevagna (PG). Il concerto si inseriva nell’ambito del Congresso Nazionale della Società Teosofica Italiana che si tenne a Trevi (PG) nel giugno 2007.

Le musiche di Pino Cimino a Ferrara
Sabato 11 aprile, presso il Teatro "Abbado" di Ferrara, saranno eseguite le musiche di Pino Cimino, socio del Gruppo Teosofico "A. Boris" di Bologna.
Il titolo del Concerto è Affectum renovatio e i brani che saranno eseguiti sono i seguenti: Affectum renovatio, per Quartetto di Sax, Il sentiero dei Veda, per Orchestra da Camera (dedicato alla vita ed alle opere di Sri Ramana Maharishi), La molecola inesistente, per Quartetto di Sax, La volpe di Fagagna, per Orchestra da Camera (per il centenario del Primo Conflitto Mondiale), Affectum renovatio occurentia secunda, per pianoforte solo, Transito pesarese, per Orchestra (dedicato alla città di Pesaro). Il concerto sarà eseguito dall'Orchestra Ensemble Paracelsus di Ferrara, che suonerà guidata dalla bacchetta dello stesso Maestro Pino Cimino.

Pleniluni di aprile e maggio
Il fratello Antonio Gianquinto ci ha segnalato la data e l’ora del plenilunio del mese di aprile, che sarà il giorno 4 alle ore 14,05, e del mese di maggio, che sarà il giorno 4 alle ore 05,45.

Report sulle azioni umanitarie nel campo profughi di Bab el Salaam, 23 febbraio 2015
Una nuova inaspettata ondata di gelo, la "Tempesta Giana", si è abbattuta in questi giorni in tutto il Medio Oriente e in particolare in Turchia, arrivando fino alla Siria (campo profughi di Bab al Salam). Non c’è solo la guerra a mietere vittime, anche il freddo purtroppo uccide.
Grazie alle nostre e ad altre donazioni però è stato possibile intervenire con l’acquisto di 18 tonnellate di legna e così il campo profughi ha ricevuto un po’ di sollievo: pur tra il fango, le malattie e gli immensi disagi, il sorriso è tornato sui volti di tutti, e in special modo dei bambini. E’ stata una vera festa!
Ancora un grazie a tutte le persone che stanno sostenendo questo progetto.

Sandra e Stefania (Responsabili O.T.S. Vicenza)

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Nicola Formusa nuovo Presidente del Gruppo di Trapani

Il fratello Nicola Formusa è il nuovo Presidente del Gruppo Teosofico “Iside” di Trapani e succede alla Sorella Rosarita Ingrande che ha presideuto il Gruppo dal mese di marzo del 2013.
L’Assemblea dei Soci del 2 marzo scorso ha anche eletto il nuovo Vice-presidente, fratello Pasquale Giovanni Torregrossa, confermando le altre cariche sociali.
Ringraziamo sentitamente la Presidente uscente e formuliamo fervidi auguri di buon lavoro teosofico al Presidente Formusa e al Vice-presidente Torregrossa, che sapranno portare avanti l’opera iniziata dal compianto e mai dimenticato fratello Giovanni Grimaudo.