Agosto-Settembre 2011

Anno LXVII - N.8-9
Agosto/Settembre 2011

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Essere testimoni della Vita e della Fratellanza
A. Girardi 1

La Società Teosofica come Fratellanza rigeneratrice
J.J. Keppler 2

Il Servizio come via verso la consapevolezza
D. Dunningham Chapotin 7

Profezie maya sul 22 dicembre 2012, astrofisica e astrologia: siamo alla fine dei tempi?
C. Negri 11

Helena Petrovna Blavatsky e l’Italia
P. Moschin Calvi 20

La teosofia di sant’Agostino
M. Rinaldi Chini 24

La storia dell’abbandono, del rifiuto e dell’umiliazione
M. Gatta 28

Risorgimento e rinnovamento religioso
G. Valle 31

Il Centenario della Società Teosofica Belga
pag. 33

Incontro Teosofico Interreligioso in Israele
pag. 34

Segnalazioni 36
Recensioni 37
Dai Gruppi 37

Essere testimoni della Vita e della Fratellanza

La visione del mondo della Teosofia resta, in ogni momento della storia, profondamente ottimista. E’ un ottimismo non di maniera, ma che trae la propria forza dalla concezione evolutiva della vita e dalla considerazione che la legge del karma non è solo una legge meccanica di azione e reazione, quanto piuttosto una legge di equilibrio cosmico che valorizza quanto viene fatto a beneficio dell’umanità e della vita tutta.
Se questo è l’impianto concettuale, assume di conseguenza una grande importanza l’azione consapevole dell’individuo nel “qui ed ora”.
Nella storia della Società Teosofica, anche italiana, abbiamo molti esempi di individui che si sono dedicati con generosità ad una vita di servizio. E fra questi vi sono anche persone che non hanno avuto – per così dire - “le luci della ribalta”; persone dunque con una vita normale, ma per questo non meno “speciali”. Esseri umani fortemente convinti che la Vita Una evolve verso una sempre maggior consapevolezza, che l’amore è la legge suprema dell’universo e che ogni piccola azione, pensiero, sogno o slancio possono contribuire all’affermazione del Bello, del Buono e del Vero.
Desidero qui ricordare due di queste persone.
La veneziana Giuseppina Vivian (1903-2003), che dopo l’incontro con la Teosofia ha messo a disposizione le sue straordinarie facoltà psichiche per aiutare coloro che soffrivano moralmente in conseguenza a lutti, dolori e dispiaceri, aprendo così loro la visione spirituale della vita, a consolazione esistenziale ma anche per favorire un’azione positiva rivolta a se stessi e agli altri. Un lavoro sorridente, quello di Giuseppina Vivian – che sapeva condividere il dolore altrui - perfezionato negli incontri personali, nella preghiera e nella meditazione. Il tutto supportato da una chiara visione teosofica del mondo e della realtà.
Romeo Bulletti (1924-2003) è stato uno dei protagonisti della vita teosofica in Umbria ed ha molto lavorato per la Società Teosofica e per l’affermazione dei valori universali di Fratellanza. Persona sensibile e capace di “vedere” oltre le parole, è stato un servitore della Vita silente ed efficace, aiutando molte persone a percorrere la via spirituale e ad armonizzare la propria vita alla luce del Bello e del Buono. Anch’esso dotato di uno psichismo particolare, non lo ha mai esibito, utilizzandolo discretamente nella dimensione del servizio.
È commovente poter pensare con riconoscenza ai “servitori della vita”. Piuttosto che lasciarsi travolgere dalle critiche e dai luoghi comuni, l’uomo di buona volontà potrebbe riflettere e pensare a quanti di loro ha incontrato e incontra. Non vi sono forse in tutte le nostre famiglie e comunità delle persone, speciali e normali ad un tempo, che hanno la capacità di portare attorno positività ed armonia? E perché non mettere a disposizione in questo senso anche le nostre qualità personali?
In un mondo travolto dalla negatività, in cui il gossip trionfa solo al negativo, il Teosofo ricorda le parole del Deuteronomio: “Sii forte ed abbi coraggio. Non avere paura. Poiché il Signore Dio tuo sarà con te. Non ti abbandonerà e non si dimenticherà di te” e comprende che ha la possibilità di essere un testimone capace di vedere all’opera, nel presente, il lato benedetto della vita, quel lato capace di sorriso, di solidarietà, di azione positiva”.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Seminario Teosofico a Grado
Nel prossimo mese di settembre (da venerdì 23 a domenica 25) si svolgerà a Grado un importante Seminario, organizzato dalla Società Teosofica Italiana, in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Teosofici “Adyar” di Cervignano del Friuli.
L’iniziativa riprende la tradizione dei Seminari Teosofici di settembre, che per lunghi anni, grazie alla benemerita iniziativa di Giuseppina Liguori Fancio si sono svolti a Jesolo Lido.
Il tema del Seminario, che prevede la presenza di importanti relatori, è: “Teosofia e Gnosi”.
Nel corso del Seminario verrà effettuata una visita guidata alla Basilica di Aquileia, ricca di mosaici di alto contenuto simbolico sia della tradizione cristiana sia di quella gnostica.
Per ragioni organizzative raccomandiamo vivamente a soci e simpatizzanti di rispettare i tempi di prenotazione indicati nella scheda di iscrizione allegata a questo numero della Rivista Italiana di Teosofia.

Annuario 2010 della S.T.
La Segreteria Internazionale della Società Teosofica pubblica annualmente il report generale istituzionale sulla realtà e sulle attività della S.T. in tutto il mondo.
Si tratta di una brochure di grande interesse, che dà modo di comprendere l’articolazione del lavoro della S.T. in tutti i continenti e presso il Quartier Generale di Adyar.
Nel 2010 i soci della S.T. nel mondo risultano 28.114, in flessione rispetto al 2009 quando erano stati 28.587.
Le Sezioni Nazionali sono 25, le Associazioni Regionali 12, le Agenzie Presidenziali 11, i Gruppi collegati direttamente ad Adyar 9. Nel mondo sono attivi 944 Gruppi Teosofici e 183 Centri.
Il Paese con il maggior numero di soci è l’India (12.600), seguita dagli USA con 3.293, dall’Australia con 1.204 soci, dall’Italia con 1082 e dall’Inghilterra con 1074.
Affiancano il lavoro della Presidente Mondiale Radha Burnier, la vice Presidente Linda Oliveira, la Segretaria Internazionale Kusum Satapathy e la Tesoriera Keshwar Dastur.
Gli altri componenti del Comitato Esecutivo sono i fratelli: D.K. Govindaraj, Surendra Narayan, Hrishikesh Sharan, Sriram Panchu e Harihara Raghavan.

Federazione Teosofica Europea
Il Comitato Esecutivo e il Consiglio Generale della Federazione Teosofica Europea si riuniranno nelle giornate del 16 e del 17 agosto a Kreivila in Finlandia.
Seguiranno, nella giornata del 18 agosto un seminario per i “lavoratori teosofici” e il 19 e 20 un ritiro di meditazione condotto dalla Presidente della Federazione Teosofica Europea Tran-Thi-Kim-Dieu.

The Theosophist
The Theosophist è la principale rivista teosofica mondiale. Fondata nel 1879 da Helena Petrovna Blavatsky è l’organo ufficiale della Presidenza Mondiale della Società Teosofica.
Viene pubblicato ad Adyar, presso il Quartier Generale della S.T., e nei 132 volumi della sua raccolta è possibile non soltanto scorrere le vicende storiche della S.T., ma anche il suo straordinario contributo, culturale e di pensiero, all’evoluzione dell’umanità ed all’affermazione sincera e coerente dell’ideale di Fratellanza.
Il costo annuo dell’abbonamento a The Theosophist, che esce con cadenza mensile, è di 25 dollari, che diventano 35 per la spedizione via posta aerea.
La sottoscrizione va inviata a The Theosophical Publishing House, Adyar, Chennai 600020, India.
Il sito internet è raggiungibile all’indirizzo http://www.ts-adyar.org/magazines.html

Cultura Teosofica e Diritti Umani
Il sito web www.flipnews.org, diretto da Virgilio Violo, ha pubblicato la conversazione di Roberto Fantini con il Segretario GenErale della S.T.I. Antonio Girardi sul tema: "Cultura Teosofica e Diritti Umani". L'occasione è stata quella della pubblicazione da parte di Edizioni Teosofiche Italiane del libro di Girardi "Lungo le Vie del Cuore".

Una proposta importante
Il fratello Alessandro Farinelli, che in questo periodo della sua vita sta lavorando in Mozambico, si è fatto portatore di una importante proposta, che merita di essere segnalata ai Soci della S.T.I. ed ai lettori della Rivista Italiana di Teosofia.
Scrive il fratello Alessandro: “Vedo che in Italia la situazione sta degenerando e quel clima d’odio prima o poi sfocerà in un dramma. Rinnovo la mia idea di permeare la società italiana mediante i nostri principi, con interventi e lettere sui giornali; dovrebbe essere un lavoro capillare per portare le nostre idee in ogni campo, dalla politica all’economia, dalla scienza alle religioni etc., senza mai menzionare la provenienza e senza essere faziosi”.
La proposta del fratello Alessandro è davvero degna di attenzione. Coloro che fossero interessati ad aderire all’iniziativa sono invitati a segnalare il proprio nominativo via e mail all’indirizzo eti@teosofica.org
L’indirizzo e mail di Alessandro Farinelli è il seguente: alefmoz@hotmail.it

Montessori alla maturità
Uno dei temi che hanno caratterizzato gli esami di maturità 2011 nell’ambito delle Scienze Sociali ha riguardato Maria Montessori ed in particolare la presentazione da lei fatta della propria opera. Il tutto tratto dal libro di Paola Giovetti Maria Montessori. Una biografia.
Il Corriere della Sera, riprendendo la notizia in un articolo di Silvia Vegetti Finzi, sottolinea come la pedagogia montessoriana abbia una caratteristica scientifica che, se ben applicata, è in grado di realizzare quel capolavoro della natura che ogni bambino può divenire. Non può che far piacere questa attenzione nei confronti di Maria Montessori, la cui pedagogia, a pieno titolo può essere definita come “teosofica”.

In un College di Oxford una crocefissione di Michelangelo
Il tempo a volte restituisce opere di grandi artisti, prima attribuite ad altri autori. E’ questo il caso della “Crocefissione con Madonna, San Giovanni e due angeli piangenti”, prima attribuita a Marcello Venusti, contemporaneo di Michelangelo ed ora ascritta al grande Maestro da Antonio Forcellino (uno dei maggiori esperti di Michelangelo). L’opera appartiene alla Campion Hall di Oxford e la notizia è stata riportata da The Indipendent. La teoria è contenuta nel nuovo libro di Forcellino The Lost Michelangelos.

Recensioni

“Pittura dell’avvenire”
Segnaliamo ai lettori della Rivista Italiana di Teosofia un importante saggio di Flavia Matitti dal titolo: “Pittura dell’Avvenire”. Arnaldo Ginna a Firenze tra futurismo ed esoterismo”.
Il saggio è inserito nella pubblicazione “Futurismooggi”, a cura del prof. Marco Chianchi, che raccoglie i contributi di un progetto promosso dalla Regione Toscana e realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Firenze in occasione del centenario del Futurismo (2009).
Dal saggio di Flavia Matitti emerge non soltanto il valore artistico del conte Arnaldo Ginanni Corradini (1890-1982) – in arte Ginna - ma anche la sua passione per l’occultismo ed i suoi collegamenti con il movimento teosofico. Il saggio è riccamente corredato di immagini, fra cui quella dell’antiporta e del frontespizio del libretto di Jiddu Krishnamurti Ai Piedi del Maestro con dedica a Ginna di Ottone Penzig, allora Segretario Generale della Società Teosofica Italiana.
Lo scrivere di Flavia Matitti, misurato, profondo e documentato, permette di cogliere a tutto tondo la personalità di un grande artista che affermò: “L’astrattismo è espressione di forze occulte”.

Madre Luna
E’ questo il titolo di una raccolta di 22 poesie di Chicca Morone, pubblicata da Edizioni Antonio Attini in elegante veste editoriale ed arricchita da una serie di belle immagini.
Nella breve nota introduttiva l’autrice osserva che ognuno con la propria madre una relazione privilegiata, non necessariamente duratura nel tempo, ma imprescindibile e che la luna ci influenza più o meno intensamente a seconda della nostra predisposizione alla sua suggestione.
In queste 22 liriche di Chicca Morone la madre e la luna sono viste come archetipi, evocando il legame che prende vita dalla nascita e si conclude con la morte come un unico cerchio aperto e chiuso dalla sguardo specchiato fra madre e figli.
Questa una delle poesie: “Tornerò da te/ e negli occhi il colore/ del mare e della sabbia/ racconteranno il viaggio/ di un’anima inquieta,/ il lungo camminare/ fra duna e duna,/ il lieve galleggiare fra onda e onda,/ quel lento abbandonare/ vesti e pensieri/ per giungere alla meta/ duale nell’aspetto/ unita alla radice”.

Murat, il re francese che avviò il Risorgimento
Questo è il titolo del volume di Renata De Lorenzo, docente di storia contemporanea presso l’Università Federico II di Napoli, pubblicato da Salerno Editrice e presentato l’8 luglio scorso presso il Parco di Villa Il Vascello a cura del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia. L’opera mostra come a Giacchino Murat debba andare il riconoscimento per aver, nei decenni precedenti l’Unità d’Italia, dissodato il terreno su cui sarebbe cresciuta la pianta del Risorgimento Italiano. Il libro, dopo un’accurata analisi della carriera di Murat si sofferma sul suo essere stato un italiano ante litteram guidato, fin dal 1809, dall’idea di unificare l’Italia.
In occasione della presentazione del libro di Renata di Lorenzo è stata anche proiettata una selezione del film su Murat “Fuoco su di me” di Lamberto Lambertini.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org

Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Agosto-Settembre 2011

Anno LXVII - N.8-9
Agosto/Settembre 2011

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Essere testimoni della Vita e della Fratellanza
A. Girardi 1

La Società Teosofica come Fratellanza rigeneratrice
J.J. Keppler 2

Il Servizio come via verso la consapevolezza
D. Dunningham Chapotin 7

Profezie maya sul 22 dicembre 2012, astrofisica e astrologia: siamo alla fine dei tempi?
C. Negri 11

Helena Petrovna Blavatsky e l’Italia
P. Moschin Calvi 20

La teosofia di sant’Agostino
M. Rinaldi Chini 24

La storia dell’abbandono, del rifiuto e dell’umiliazione
M. Gatta 28

Risorgimento e rinnovamento religioso
G. Valle 31

Il Centenario della Società Teosofica Belga
pag. 33

Incontro Teosofico Interreligioso in Israele
pag. 34

Segnalazioni 36
Recensioni 37
Dai Gruppi 37

Essere testimoni della Vita e della Fratellanza

La visione del mondo della Teosofia resta, in ogni momento della storia, profondamente ottimista. E’ un ottimismo non di maniera, ma che trae la propria forza dalla concezione evolutiva della vita e dalla considerazione che la legge del karma non è solo una legge meccanica di azione e reazione, quanto piuttosto una legge di equilibrio cosmico che valorizza quanto viene fatto a beneficio dell’umanità e della vita tutta.
Se questo è l’impianto concettuale, assume di conseguenza una grande importanza l’azione consapevole dell’individuo nel “qui ed ora”.
Nella storia della Società Teosofica, anche italiana, abbiamo molti esempi di individui che si sono dedicati con generosità ad una vita di servizio. E fra questi vi sono anche persone che non hanno avuto – per così dire - “le luci della ribalta”; persone dunque con una vita normale, ma per questo non meno “speciali”. Esseri umani fortemente convinti che la Vita Una evolve verso una sempre maggior consapevolezza, che l’amore è la legge suprema dell’universo e che ogni piccola azione, pensiero, sogno o slancio possono contribuire all’affermazione del Bello, del Buono e del Vero.
Desidero qui ricordare due di queste persone.
La veneziana Giuseppina Vivian (1903-2003), che dopo l’incontro con la Teosofia ha messo a disposizione le sue straordinarie facoltà psichiche per aiutare coloro che soffrivano moralmente in conseguenza a lutti, dolori e dispiaceri, aprendo così loro la visione spirituale della vita, a consolazione esistenziale ma anche per favorire un’azione positiva rivolta a se stessi e agli altri. Un lavoro sorridente, quello di Giuseppina Vivian – che sapeva condividere il dolore altrui - perfezionato negli incontri personali, nella preghiera e nella meditazione. Il tutto supportato da una chiara visione teosofica del mondo e della realtà.
Romeo Bulletti (1924-2003) è stato uno dei protagonisti della vita teosofica in Umbria ed ha molto lavorato per la Società Teosofica e per l’affermazione dei valori universali di Fratellanza. Persona sensibile e capace di “vedere” oltre le parole, è stato un servitore della Vita silente ed efficace, aiutando molte persone a percorrere la via spirituale e ad armonizzare la propria vita alla luce del Bello e del Buono. Anch’esso dotato di uno psichismo particolare, non lo ha mai esibito, utilizzandolo discretamente nella dimensione del servizio.
È commovente poter pensare con riconoscenza ai “servitori della vita”. Piuttosto che lasciarsi travolgere dalle critiche e dai luoghi comuni, l’uomo di buona volontà potrebbe riflettere e pensare a quanti di loro ha incontrato e incontra. Non vi sono forse in tutte le nostre famiglie e comunità delle persone, speciali e normali ad un tempo, che hanno la capacità di portare attorno positività ed armonia? E perché non mettere a disposizione in questo senso anche le nostre qualità personali?
In un mondo travolto dalla negatività, in cui il gossip trionfa solo al negativo, il Teosofo ricorda le parole del Deuteronomio: “Sii forte ed abbi coraggio. Non avere paura. Poiché il Signore Dio tuo sarà con te. Non ti abbandonerà e non si dimenticherà di te” e comprende che ha la possibilità di essere un testimone capace di vedere all’opera, nel presente, il lato benedetto della vita, quel lato capace di sorriso, di solidarietà, di azione positiva”.


Antonio Girardi

Segnalazioni

Seminario Teosofico a Grado
Nel prossimo mese di settembre (da venerdì 23 a domenica 25) si svolgerà a Grado un importante Seminario, organizzato dalla Società Teosofica Italiana, in collaborazione con il Centro Internazionale di Studi Teosofici “Adyar” di Cervignano del Friuli.
L’iniziativa riprende la tradizione dei Seminari Teosofici di settembre, che per lunghi anni, grazie alla benemerita iniziativa di Giuseppina Liguori Fancio si sono svolti a Jesolo Lido.
Il tema del Seminario, che prevede la presenza di importanti relatori, è: “Teosofia e Gnosi”.
Nel corso del Seminario verrà effettuata una visita guidata alla Basilica di Aquileia, ricca di mosaici di alto contenuto simbolico sia della tradizione cristiana sia di quella gnostica.
Per ragioni organizzative raccomandiamo vivamente a soci e simpatizzanti di rispettare i tempi di prenotazione indicati nella scheda di iscrizione allegata a questo numero della Rivista Italiana di Teosofia.

Annuario 2010 della S.T.
La Segreteria Internazionale della Società Teosofica pubblica annualmente il report generale istituzionale sulla realtà e sulle attività della S.T. in tutto il mondo.
Si tratta di una brochure di grande interesse, che dà modo di comprendere l’articolazione del lavoro della S.T. in tutti i continenti e presso il Quartier Generale di Adyar.
Nel 2010 i soci della S.T. nel mondo risultano 28.114, in flessione rispetto al 2009 quando erano stati 28.587.
Le Sezioni Nazionali sono 25, le Associazioni Regionali 12, le Agenzie Presidenziali 11, i Gruppi collegati direttamente ad Adyar 9. Nel mondo sono attivi 944 Gruppi Teosofici e 183 Centri.
Il Paese con il maggior numero di soci è l’India (12.600), seguita dagli USA con 3.293, dall’Australia con 1.204 soci, dall’Italia con 1082 e dall’Inghilterra con 1074.
Affiancano il lavoro della Presidente Mondiale Radha Burnier, la vice Presidente Linda Oliveira, la Segretaria Internazionale Kusum Satapathy e la Tesoriera Keshwar Dastur.
Gli altri componenti del Comitato Esecutivo sono i fratelli: D.K. Govindaraj, Surendra Narayan, Hrishikesh Sharan, Sriram Panchu e Harihara Raghavan.

Federazione Teosofica Europea
Il Comitato Esecutivo e il Consiglio Generale della Federazione Teosofica Europea si riuniranno nelle giornate del 16 e del 17 agosto a Kreivila in Finlandia.
Seguiranno, nella giornata del 18 agosto un seminario per i “lavoratori teosofici” e il 19 e 20 un ritiro di meditazione condotto dalla Presidente della Federazione Teosofica Europea Tran-Thi-Kim-Dieu.

The Theosophist
The Theosophist è la principale rivista teosofica mondiale. Fondata nel 1879 da Helena Petrovna Blavatsky è l’organo ufficiale della Presidenza Mondiale della Società Teosofica.
Viene pubblicato ad Adyar, presso il Quartier Generale della S.T., e nei 132 volumi della sua raccolta è possibile non soltanto scorrere le vicende storiche della S.T., ma anche il suo straordinario contributo, culturale e di pensiero, all’evoluzione dell’umanità ed all’affermazione sincera e coerente dell’ideale di Fratellanza.
Il costo annuo dell’abbonamento a The Theosophist, che esce con cadenza mensile, è di 25 dollari, che diventano 35 per la spedizione via posta aerea.
La sottoscrizione va inviata a The Theosophical Publishing House, Adyar, Chennai 600020, India.
Il sito internet è raggiungibile all’indirizzo http://www.ts-adyar.org/magazines.html

Cultura Teosofica e Diritti Umani
Il sito web www.flipnews.org, diretto da Virgilio Violo, ha pubblicato la conversazione di Roberto Fantini con il Segretario GenErale della S.T.I. Antonio Girardi sul tema: "Cultura Teosofica e Diritti Umani". L'occasione è stata quella della pubblicazione da parte di Edizioni Teosofiche Italiane del libro di Girardi "Lungo le Vie del Cuore".

Una proposta importante
Il fratello Alessandro Farinelli, che in questo periodo della sua vita sta lavorando in Mozambico, si è fatto portatore di una importante proposta, che merita di essere segnalata ai Soci della S.T.I. ed ai lettori della Rivista Italiana di Teosofia.
Scrive il fratello Alessandro: “Vedo che in Italia la situazione sta degenerando e quel clima d’odio prima o poi sfocerà in un dramma. Rinnovo la mia idea di permeare la società italiana mediante i nostri principi, con interventi e lettere sui giornali; dovrebbe essere un lavoro capillare per portare le nostre idee in ogni campo, dalla politica all’economia, dalla scienza alle religioni etc., senza mai menzionare la provenienza e senza essere faziosi”.
La proposta del fratello Alessandro è davvero degna di attenzione. Coloro che fossero interessati ad aderire all’iniziativa sono invitati a segnalare il proprio nominativo via e mail all’indirizzo eti@teosofica.org
L’indirizzo e mail di Alessandro Farinelli è il seguente: alefmoz@hotmail.it

Montessori alla maturità
Uno dei temi che hanno caratterizzato gli esami di maturità 2011 nell’ambito delle Scienze Sociali ha riguardato Maria Montessori ed in particolare la presentazione da lei fatta della propria opera. Il tutto tratto dal libro di Paola Giovetti Maria Montessori. Una biografia.
Il Corriere della Sera, riprendendo la notizia in un articolo di Silvia Vegetti Finzi, sottolinea come la pedagogia montessoriana abbia una caratteristica scientifica che, se ben applicata, è in grado di realizzare quel capolavoro della natura che ogni bambino può divenire. Non può che far piacere questa attenzione nei confronti di Maria Montessori, la cui pedagogia, a pieno titolo può essere definita come “teosofica”.

In un College di Oxford una crocefissione di Michelangelo
Il tempo a volte restituisce opere di grandi artisti, prima attribuite ad altri autori. E’ questo il caso della “Crocefissione con Madonna, San Giovanni e due angeli piangenti”, prima attribuita a Marcello Venusti, contemporaneo di Michelangelo ed ora ascritta al grande Maestro da Antonio Forcellino (uno dei maggiori esperti di Michelangelo). L’opera appartiene alla Campion Hall di Oxford e la notizia è stata riportata da The Indipendent. La teoria è contenuta nel nuovo libro di Forcellino The Lost Michelangelos.

Recensioni

“Pittura dell’avvenire”
Segnaliamo ai lettori della Rivista Italiana di Teosofia un importante saggio di Flavia Matitti dal titolo: “Pittura dell’Avvenire”. Arnaldo Ginna a Firenze tra futurismo ed esoterismo”.
Il saggio è inserito nella pubblicazione “Futurismooggi”, a cura del prof. Marco Chianchi, che raccoglie i contributi di un progetto promosso dalla Regione Toscana e realizzato dall’Accademia di Belle Arti di Firenze in occasione del centenario del Futurismo (2009).
Dal saggio di Flavia Matitti emerge non soltanto il valore artistico del conte Arnaldo Ginanni Corradini (1890-1982) – in arte Ginna - ma anche la sua passione per l’occultismo ed i suoi collegamenti con il movimento teosofico. Il saggio è riccamente corredato di immagini, fra cui quella dell’antiporta e del frontespizio del libretto di Jiddu Krishnamurti Ai Piedi del Maestro con dedica a Ginna di Ottone Penzig, allora Segretario Generale della Società Teosofica Italiana.
Lo scrivere di Flavia Matitti, misurato, profondo e documentato, permette di cogliere a tutto tondo la personalità di un grande artista che affermò: “L’astrattismo è espressione di forze occulte”.

Madre Luna
E’ questo il titolo di una raccolta di 22 poesie di Chicca Morone, pubblicata da Edizioni Antonio Attini in elegante veste editoriale ed arricchita da una serie di belle immagini.
Nella breve nota introduttiva l’autrice osserva che ognuno con la propria madre una relazione privilegiata, non necessariamente duratura nel tempo, ma imprescindibile e che la luna ci influenza più o meno intensamente a seconda della nostra predisposizione alla sua suggestione.
In queste 22 liriche di Chicca Morone la madre e la luna sono viste come archetipi, evocando il legame che prende vita dalla nascita e si conclude con la morte come un unico cerchio aperto e chiuso dalla sguardo specchiato fra madre e figli.
Questa una delle poesie: “Tornerò da te/ e negli occhi il colore/ del mare e della sabbia/ racconteranno il viaggio/ di un’anima inquieta,/ il lungo camminare/ fra duna e duna,/ il lieve galleggiare fra onda e onda,/ quel lento abbandonare/ vesti e pensieri/ per giungere alla meta/ duale nell’aspetto/ unita alla radice”.

Murat, il re francese che avviò il Risorgimento
Questo è il titolo del volume di Renata De Lorenzo, docente di storia contemporanea presso l’Università Federico II di Napoli, pubblicato da Salerno Editrice e presentato l’8 luglio scorso presso il Parco di Villa Il Vascello a cura del Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia. L’opera mostra come a Giacchino Murat debba andare il riconoscimento per aver, nei decenni precedenti l’Unità d’Italia, dissodato il terreno su cui sarebbe cresciuta la pianta del Risorgimento Italiano. Il libro, dopo un’accurata analisi della carriera di Murat si sofferma sul suo essere stato un italiano ante litteram guidato, fin dal 1809, dall’idea di unificare l’Italia.
In occasione della presentazione del libro di Renata di Lorenzo è stata anche proiettata una selezione del film su Murat “Fuoco su di me” di Lamberto Lambertini.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org

Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.