Agosto-Settembre 2010

Anno LXVI - N.8-9
Agosto-Settembre 2010

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Area riservata

Verso la serendipità
A. Girardi 1

L’Antropogenesi e l’ideale spirituale del nostro tempo
P. Moschin Calvi 2

Il richiamo dell’infinito
F. Famà Casarin 6

Analogie fra Bhagavad-Gita e Nuovo Testamento
A. Elenjimittam 11

Anima e Spirito
P.F. Cascino 13

Significato anagogico dei numeri simbolici
S. Demarchi 17

Il Karma, la Trasformazione, l’Astrologia
A. Collura Foti 20

Le radici pagane della medicina
A. Rampino 24

La Voce degli Zoit (novità editoriale E.T.I.)
Pag. 35


Segnalazioni 36
Recensioni 36
Dai Gruppi 37
Al di là del velo 37

Verso la serendipità

Questo numero della Rivista Italiana di Teosofia esce a conclusione del decimo Congresso Mondiale della Società Teosofica, che si è svolto a Roma dal 10 al 15 luglio scorso, con la partecipazione di oltre 500 teosofi provenienti da 34 Paesi diversi. La Rivista riflette nei contenuti la ripresa del cammino nel quotidiano. Il Congresso avrà ampio spazio in uno dei prossimi numeri mentre le pagine di questa edizione vogliono accompagnare il Lettore nel momento delle sue riflessioni estive, quanto mai utili a ritemprare lo spirito.
Viviamo immersi in un mondo che “galleggia” - per così dire - nel mare della comunicazione. L’intera umanità appare “interconnessa” e le notizie vengono diffuse in tempo reale. Ciò è una evidente dimostrazione del concetto di “rete” che collega tutti gli esseri umani, ma provoca una certa tensione nell’individuo. Il rischio infatti è che la manipolazione delle informazioni faccia sì che il singolo abbia qualche difficoltà a mantenersi un “essere pensante” e una grande facilità invece di diventare un essere “pensato”.
Da qui una duplice necessità: quella di comparare le informazioni ricevute e quella di dedicare dello spazio al silenzio e alla meditazione.
La comparazione delle notizie e delle fonti è un metodo per così dire pienamente teosofico. Se vediamo come le notizie vengono trattate in modo differente dai diversi media e dai giornali, comprendiamo come la notizia costituisca un nucleo che viene sviluppato a seconda dello scopo e dell’obiettivo di chi la fornisce. L’antico adagio che ha ispirato alcuni grandi giornalisti - il separare i fatti dalle opinioni- pare sconosciuto ai più.
Il silenzio e la meditazione invece possono aiutarci a superare il chiacchiericcio della mente concreta e a metterci in contatto con la dimensione dell’essere. Naturalmente silenzio e meditazione sono uno stato di non sempre facile conseguimento, ma anche i nostri tentativi di avvicinarci a queste realtà possono essere molto utili a riportare la calma e la serenità.
I “vecchi” teosofi affermavano che per conseguire l’equilibrio esistenziale e spirituale fosse utilissimo agire nella dimensione del servizio e della solidarietà. Agendo disinteressatamente a beneficio degli altri e di tutta l’umanità la personalità individuale - sempre preoccupata di accumulare qualcosa e di nutrire se stessa - viene ridimensionata lasciando spazio all’armonia, alla bellezza, all’amore.
Attraverso l’azione disinteressata e grazie alla capacità di non essere condizionati dall’attesa dei frutti dell’azione l’essere umano ha la possibilità di costruire una vita più semplice e sobria.
Scoprirà allora il grande valore della serendipità, il cui significato si ricollega ad un termine coniato nel 1745 da Horace Walpole, per indicare quel modo di viaggiare a caso, senza meta, dei principi di Serendip - l’antico nome dell’isola di Ceylon - che li portava sempre a scoprire qualcosa di bello e di straordinario.
La serendipità può guidarci a percepire un ordine di vita più profondo e vero; un ordine per così dire “teosofico”, composto da fatti e pensieri che preludono allo sbocciare del piano di coscienza della consapevolezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

X Congresso Mondiale della Società Teosofica
Il X Congresso Mondiale della Società Teosofica si è regolarmente svolto a Roma dal 10 al 15 luglio scorsi, in un clima fraterno, costruttivo e ricco di serenità e di entusiasmo.
Si è trattato di un evento eccezionale, che ha permesso a tutti i partecipanti di cogliere l’importanza del lavoro affidato alla Società Teosofica nel segno della Fratellanza, che ha trovato ampia eco nel tema del Congresso: “Fratellanza Universale senza distinzioni: una via verso la consapevolezza”. All’evento romano, salutato anche dalla lettera augurale di buon lavoro della Presidenza della Repubblica Italiana, hanno partecipato oltre 500 persone provenienti da 34 differenti Paesi, guidate dalla Presidente Mondiale Radha Burnier e dalla Vice Presidente Mondiale Linda Oliveira. Il Congresso è stato anche trasmesso via internet in diretta e molti soci hanno così potuto seguirlo in Italia e nel mondo pur non essendo presenti a Roma.
La Società Teosofica Italiana, con un gruppo di lavoro forte di molte unità, coeso, affiatato e animato da ideali fraterni, ha curato tutta la parte organizzativa. Le relazioni e i lavori di gruppo sono stati di elevata qualità, come pure la parte culturale.
A questo straordinario appuntamento verrà dedicato un successivo numero della Rivista Italiana di Teosofia.

Elezione del Segretario Generale per il triennio luglio 2010-luglio 2013
Il referendum per l’elezione del Segretario Generale per il triennio luglio 2010-luglio 2013 ha visto la riconferma del Segretario Generale uscente Antonio Girardi. I votanti sono stati 456; Antonio Girardi ha conseguito 447 voti a favore, pari al 98%; i voti contrati sono stati 8 pari al 2%; una la scheda bianca.

Nomina del Comitato Esecutivo e dei Revisori dei Conti
Il Consiglio Generale della Società Teosofica Italiana, riunitosi in data 14 luglio 2010, ha provveduto all’elezione dei componenti del Comitato Esecutivo e dei Revisori dei Conti per il triennio luglio 2010-luglio 2013. Sono risultati eletti i seguenti componenti del Comitato Esecutivo: Sergio Calvi, Pietro Cascino, Franco Di Ludovico, Luigi Marsi, Patrizia Moschin Calvi, Oreste Passeri, Graciela Ricci e Paolo Romeo.
Sono stati nominati Revisori: Laura Bessone, Mario Marapodi e Piergiorgio Parola.

Recensioni

Kazakhstan - Religioni e società nella storia dell’Eurasia centrale
Per migliaia di anni le civiltà si incontrarono e prosperarono nelle steppe e nelle valli dell’Eurasia centrale. Il sistema di scambi materiali e culturali che collegò l’Europa e l’Asia orientale (la cosiddetta Via della Seta) attraversò la parte meridionale dell’attuale Kazakhstan.
Inizialmente, attraverso queste connessioni e poi attraverso l’espansione degli imperi antagonisti, le idee ed i credo religiosi si diffusero e si influenzarono l’un l’altro, stratificandosi in un’unica eredità culturale.
Kazakhistan – Religioni e società nella storia dell’Eurasia Centrale illustra, con magnifica veste editoriale, la storica profondità della vita religiosa nel Kazakhstan, a partire dalle prime scoperte archeologiche fino al ventesimo secolo, facendo luce sulla storia sociale e religiosa di un incrocio culturale nevralgico per la storia del mondo.
Il volume, edito da Umberto Allemandi & C. al prezzo di € 60, è stato pubblicato grazie all’Istituto di Storia Sociale e Religiosa di Vicenza ed è stato scritto a tre mani da Gian Luca Bonora, Niccolò Pianciola e Paolo Sartori.

La Morte spiegata ai miei figli
Il prof. Roberto Fantini, docente di storia e filosofia al Liceo Classico, ha pubblicato presso la casa editrice Edizioni Sensibili alle foglie, il volumetto La Morte che porta come sottotitolo spiegata ai miei figli.
L’autore, in tono colloquiale e meditativo, passa in rassegna gli interrogativi principali che l’essere umano si pone a proposito della morte e lo fa analizzando ipotesi e teorie, dalla filosofia antica alla teosofia, dalle indagini del mondo del paranormale alle regressioni sotto ipnosi, dalle sperienze di premorte alle reniniscenze infantili di vite precedenti, arrivando anche a toccare problemi di grande attualità, come la pena di morte e la “morte celebrale”.

Il Segreto della Longevità
Clara Negri, giornalista ed attenta studiosa di astrologia, ha pubblicato presso le Edizioni Librarie Federico Capone un nuovo ed interessante libro con tema astrologico. Si tratta de Il Segreto della Longevità.
Non siamo tutti uguali e neanche le stelle possono dirci se la nostra vita sarà lunga. Esistono, tuttavia, altri elementi di una Giostra intelligente, ben congegnata, in grado di aiutarci a indirizzare i nostri passi verso una lunga e felice esistenza. E’ proprio la qualità della vita e quindi le motivazioni, le passioni e l’apertura all’Amore, con i quali compiamo ogni piccolo gesto quotidiano, che ci consentiranno di avere una vita lunga, ma soprattutto gioiosa, armoniosa e solare.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Gruppo “Iside” di Trapani
Con la brillante conferenza della D.ssa Barraco Federica, teosofa e figlia di vecchi teosofi, il Gruppo "Iside" ha chiuso il ciclo di conferenze sullo studio del mistero dei Templari e del Templarismo in generale.
La D.ssa Barraco, fresca di laurea magistrale in giurisprudenza, ha suscitato, con la sua relazione su "I Misteri di Rennes Le Chateaux", vivo interesse, curiosità e partecipazione nel folto uditorio riunito nell'aula magna dell'Accademia delle Belle Arti Kandinskj.
Ne é seguito un vivace dibattito da parte dei presenti coronato dal breve ma interessante commento sulla Pentecoste del Manzoni da parte del Presidente. Prof. Giovanni Grimaudo.
Infine, come ormai consuetudine, il Presidente dell'Accademia, Prof Auro Pugliesi, con le sue accorate parole, ha chiuso i lavori accennando ad una pagina evangelica basata sulle Opere che suscita lo Spirito Santo.

Agosto-Settembre 2010

Anno LXVI - N.8-9
Agosto-Settembre 2010

La Rivista Italiana di Teosofia esce con cadenza mensile, con la sola eccezione del numero di agosto/settembre, che è unico. L'invio avviene tramite il servizio postale. Il costo dell'abbonamento annuo è fissato per il 2017 in euro 25,00 per l’Italia e in euro 40,00 per l’Estero, da versare tramite bollettino di conto corrente postale nr 55010367, intestato a Società Teosofica Italiana - Tesoreria oppure tramite bonifico al conto Bancoposta: Società Teosofica Italiana - CODICE IBAN: IT93 D076 0111 8000 0005 5010 367.

Verso la serendipità
A. Girardi 1

L’Antropogenesi e l’ideale spirituale del nostro tempo
P. Moschin Calvi 2

Il richiamo dell’infinito
F. Famà Casarin 6

Analogie fra Bhagavad-Gita e Nuovo Testamento
A. Elenjimittam 11

Anima e Spirito
P.F. Cascino 13

Significato anagogico dei numeri simbolici
S. Demarchi 17

Il Karma, la Trasformazione, l’Astrologia
A. Collura Foti 20

Le radici pagane della medicina
A. Rampino 24

La Voce degli Zoit (novità editoriale E.T.I.)
Pag. 35


Segnalazioni 36
Recensioni 36
Dai Gruppi 37
Al di là del velo 37

Verso la serendipità

Questo numero della Rivista Italiana di Teosofia esce a conclusione del decimo Congresso Mondiale della Società Teosofica, che si è svolto a Roma dal 10 al 15 luglio scorso, con la partecipazione di oltre 500 teosofi provenienti da 34 Paesi diversi. La Rivista riflette nei contenuti la ripresa del cammino nel quotidiano. Il Congresso avrà ampio spazio in uno dei prossimi numeri mentre le pagine di questa edizione vogliono accompagnare il Lettore nel momento delle sue riflessioni estive, quanto mai utili a ritemprare lo spirito.
Viviamo immersi in un mondo che “galleggia” - per così dire - nel mare della comunicazione. L’intera umanità appare “interconnessa” e le notizie vengono diffuse in tempo reale. Ciò è una evidente dimostrazione del concetto di “rete” che collega tutti gli esseri umani, ma provoca una certa tensione nell’individuo. Il rischio infatti è che la manipolazione delle informazioni faccia sì che il singolo abbia qualche difficoltà a mantenersi un “essere pensante” e una grande facilità invece di diventare un essere “pensato”.
Da qui una duplice necessità: quella di comparare le informazioni ricevute e quella di dedicare dello spazio al silenzio e alla meditazione.
La comparazione delle notizie e delle fonti è un metodo per così dire pienamente teosofico. Se vediamo come le notizie vengono trattate in modo differente dai diversi media e dai giornali, comprendiamo come la notizia costituisca un nucleo che viene sviluppato a seconda dello scopo e dell’obiettivo di chi la fornisce. L’antico adagio che ha ispirato alcuni grandi giornalisti - il separare i fatti dalle opinioni- pare sconosciuto ai più.
Il silenzio e la meditazione invece possono aiutarci a superare il chiacchiericcio della mente concreta e a metterci in contatto con la dimensione dell’essere. Naturalmente silenzio e meditazione sono uno stato di non sempre facile conseguimento, ma anche i nostri tentativi di avvicinarci a queste realtà possono essere molto utili a riportare la calma e la serenità.
I “vecchi” teosofi affermavano che per conseguire l’equilibrio esistenziale e spirituale fosse utilissimo agire nella dimensione del servizio e della solidarietà. Agendo disinteressatamente a beneficio degli altri e di tutta l’umanità la personalità individuale - sempre preoccupata di accumulare qualcosa e di nutrire se stessa - viene ridimensionata lasciando spazio all’armonia, alla bellezza, all’amore.
Attraverso l’azione disinteressata e grazie alla capacità di non essere condizionati dall’attesa dei frutti dell’azione l’essere umano ha la possibilità di costruire una vita più semplice e sobria.
Scoprirà allora il grande valore della serendipità, il cui significato si ricollega ad un termine coniato nel 1745 da Horace Walpole, per indicare quel modo di viaggiare a caso, senza meta, dei principi di Serendip - l’antico nome dell’isola di Ceylon - che li portava sempre a scoprire qualcosa di bello e di straordinario.
La serendipità può guidarci a percepire un ordine di vita più profondo e vero; un ordine per così dire “teosofico”, composto da fatti e pensieri che preludono allo sbocciare del piano di coscienza della consapevolezza.

Antonio Girardi

Segnalazioni

X Congresso Mondiale della Società Teosofica
Il X Congresso Mondiale della Società Teosofica si è regolarmente svolto a Roma dal 10 al 15 luglio scorsi, in un clima fraterno, costruttivo e ricco di serenità e di entusiasmo.
Si è trattato di un evento eccezionale, che ha permesso a tutti i partecipanti di cogliere l’importanza del lavoro affidato alla Società Teosofica nel segno della Fratellanza, che ha trovato ampia eco nel tema del Congresso: “Fratellanza Universale senza distinzioni: una via verso la consapevolezza”. All’evento romano, salutato anche dalla lettera augurale di buon lavoro della Presidenza della Repubblica Italiana, hanno partecipato oltre 500 persone provenienti da 34 differenti Paesi, guidate dalla Presidente Mondiale Radha Burnier e dalla Vice Presidente Mondiale Linda Oliveira. Il Congresso è stato anche trasmesso via internet in diretta e molti soci hanno così potuto seguirlo in Italia e nel mondo pur non essendo presenti a Roma.
La Società Teosofica Italiana, con un gruppo di lavoro forte di molte unità, coeso, affiatato e animato da ideali fraterni, ha curato tutta la parte organizzativa. Le relazioni e i lavori di gruppo sono stati di elevata qualità, come pure la parte culturale.
A questo straordinario appuntamento verrà dedicato un successivo numero della Rivista Italiana di Teosofia.

Elezione del Segretario Generale per il triennio luglio 2010-luglio 2013
Il referendum per l’elezione del Segretario Generale per il triennio luglio 2010-luglio 2013 ha visto la riconferma del Segretario Generale uscente Antonio Girardi. I votanti sono stati 456; Antonio Girardi ha conseguito 447 voti a favore, pari al 98%; i voti contrati sono stati 8 pari al 2%; una la scheda bianca.

Nomina del Comitato Esecutivo e dei Revisori dei Conti
Il Consiglio Generale della Società Teosofica Italiana, riunitosi in data 14 luglio 2010, ha provveduto all’elezione dei componenti del Comitato Esecutivo e dei Revisori dei Conti per il triennio luglio 2010-luglio 2013. Sono risultati eletti i seguenti componenti del Comitato Esecutivo: Sergio Calvi, Pietro Cascino, Franco Di Ludovico, Luigi Marsi, Patrizia Moschin Calvi, Oreste Passeri, Graciela Ricci e Paolo Romeo.
Sono stati nominati Revisori: Laura Bessone, Mario Marapodi e Piergiorgio Parola.

Recensioni

Kazakhstan - Religioni e società nella storia dell’Eurasia centrale
Per migliaia di anni le civiltà si incontrarono e prosperarono nelle steppe e nelle valli dell’Eurasia centrale. Il sistema di scambi materiali e culturali che collegò l’Europa e l’Asia orientale (la cosiddetta Via della Seta) attraversò la parte meridionale dell’attuale Kazakhstan.
Inizialmente, attraverso queste connessioni e poi attraverso l’espansione degli imperi antagonisti, le idee ed i credo religiosi si diffusero e si influenzarono l’un l’altro, stratificandosi in un’unica eredità culturale.
Kazakhistan – Religioni e società nella storia dell’Eurasia Centrale illustra, con magnifica veste editoriale, la storica profondità della vita religiosa nel Kazakhstan, a partire dalle prime scoperte archeologiche fino al ventesimo secolo, facendo luce sulla storia sociale e religiosa di un incrocio culturale nevralgico per la storia del mondo.
Il volume, edito da Umberto Allemandi & C. al prezzo di € 60, è stato pubblicato grazie all’Istituto di Storia Sociale e Religiosa di Vicenza ed è stato scritto a tre mani da Gian Luca Bonora, Niccolò Pianciola e Paolo Sartori.

La Morte spiegata ai miei figli
Il prof. Roberto Fantini, docente di storia e filosofia al Liceo Classico, ha pubblicato presso la casa editrice Edizioni Sensibili alle foglie, il volumetto La Morte che porta come sottotitolo spiegata ai miei figli.
L’autore, in tono colloquiale e meditativo, passa in rassegna gli interrogativi principali che l’essere umano si pone a proposito della morte e lo fa analizzando ipotesi e teorie, dalla filosofia antica alla teosofia, dalle indagini del mondo del paranormale alle regressioni sotto ipnosi, dalle sperienze di premorte alle reniniscenze infantili di vite precedenti, arrivando anche a toccare problemi di grande attualità, come la pena di morte e la “morte celebrale”.

Il Segreto della Longevità
Clara Negri, giornalista ed attenta studiosa di astrologia, ha pubblicato presso le Edizioni Librarie Federico Capone un nuovo ed interessante libro con tema astrologico. Si tratta de Il Segreto della Longevità.
Non siamo tutti uguali e neanche le stelle possono dirci se la nostra vita sarà lunga. Esistono, tuttavia, altri elementi di una Giostra intelligente, ben congegnata, in grado di aiutarci a indirizzare i nostri passi verso una lunga e felice esistenza. E’ proprio la qualità della vita e quindi le motivazioni, le passioni e l’apertura all’Amore, con i quali compiamo ogni piccolo gesto quotidiano, che ci consentiranno di avere una vita lunga, ma soprattutto gioiosa, armoniosa e solare.

Dai Gruppi

Sul sito web della S.T.I. le attività dei Gruppi e dei Centri
Le attività dei Gruppi e dei Centri della Società Teosofica Italiana sono presentate, giorno per giorno, su internet e sono consultabili collegandosi al sito della S.T.I. all’indirizzo: www.teosofica.org
Aprendo la sezione “Eventi e Convegni” è possibile registrarsi accedendo così all’elenco delle riunioni e delle conferenze che vengono organizzate nelle varie località.

Gruppo “Iside” di Trapani
Con la brillante conferenza della D.ssa Barraco Federica, teosofa e figlia di vecchi teosofi, il Gruppo "Iside" ha chiuso il ciclo di conferenze sullo studio del mistero dei Templari e del Templarismo in generale.
La D.ssa Barraco, fresca di laurea magistrale in giurisprudenza, ha suscitato, con la sua relazione su "I Misteri di Rennes Le Chateaux", vivo interesse, curiosità e partecipazione nel folto uditorio riunito nell'aula magna dell'Accademia delle Belle Arti Kandinskj.
Ne é seguito un vivace dibattito da parte dei presenti coronato dal breve ma interessante commento sulla Pentecoste del Manzoni da parte del Presidente. Prof. Giovanni Grimaudo.
Infine, come ormai consuetudine, il Presidente dell'Accademia, Prof Auro Pugliesi, con le sue accorate parole, ha chiuso i lavori accennando ad una pagina evangelica basata sulle Opere che suscita lo Spirito Santo.